Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ispirare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ispirare

Verbo
Ispirare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è ispirato. Il gerundio è ispirando. Il participio presente è ispirante. Vedi: coniugazione del verbo ispirare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di ispirare (suscitare, insinuare, infondere, incutere, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola ispirare è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: i-spi-rà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: ispirerà (scambio di vocali), respirai, sparirei, spirerai.
ispirare si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): sir + [arpie]; psi + errai; rii + [aspre]; [iris] + [apre]; pii + serra; spii + [arre]; piri + [arse]; spiri + [era]; per + siria; [eri] + [aspri]; [ersi] + [apri]; erri + [aspi]; serri + [api]; [pesi] + rari; [iper] + [arsi]; [persi] + [ari]; sieri + [par]; perii + ras.
Componendo le lettere di ispirare con quelle di un'altra parola si ottiene: +tum = aperturismi; +tap = appariresti; +tac = aspiratrice; +set = aspireresti; +[eta, tea] = espatrierai; +top = espropriati; +tot = estirpatori; +noi = insaporirei; +ton = inspiratore; +sos = ispirassero; +non = ispireranno; +toc = periostraci; +[est, set] = persisterai; +toc = preistorica; +dei = presidierai; +dee = presiederai; +tot = proiettarsi; +ugo = proseguirai; ...
Vedi anche: Anagrammi per ispirare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: aspirare, espirare, ispirate.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: spirare.
Altri scarti con resto non consecutivo: spire, spiare, spia, spie, sire, pare.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: inspirare.
Parole contenute in "ispirare"
ira, pira, rare, spira, ispira, spirare. Contenute all'inverso: ari, era, psi, rari.
Incastri
Si può ottenere da ire e spira (IspiraRE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "ispirare" si può ottenere dalle seguenti coppie: ispido/dorare, ispirai/ire, ispirata/tare, ispiratore/torere.
Usando "ispirare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = ispirata; * areate = ispirate; * areati = ispirati; * areato = ispirato; coi * = cospirare; * rendo = ispirando; * evi = ispirarvi; * resse = ispirasse; * ressi = ispirassi; * reste = ispiraste; * resti = ispirasti; rei * = respirare; * retore = ispiratore; * retori = ispiratori; * ressero = ispirassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "ispirare" si può ottenere dalle seguenti coppie: issa/aspirare, ispirerà/areare, ispirata/atre, ispirato/otre.
Usando "ispirare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: assi * = aspirare; essi * = espirare; * erta = ispirata; * erte = ispirate; * erti = ispirati; * erto = ispirato; cossi * = cospirare; ressi * = respirare.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "ispirare" si può ottenere dalle seguenti coppie: ispira/area, ispirata/areata, ispirate/areate, ispirati/areati, ispirato/areato, ispirai/rei, ispirando/rendo, ispirasse/resse, ispirassero/ressero, ispirassi/ressi, ispiraste/reste, ispirasti/resti, ispirate/rete, ispirati/reti, ispiratore/retore, ispiratori/retori.
Usando "ispirare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dorare = ispido; * mie = ispirarmi; * vie = ispirarvi; * torere = ispiratore.
Sciarade incatenate
La parola "ispirare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: ispira+rare, ispira+spirare.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "ispirare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = ispiratrice.
Frasi con "ispirare"
»» Vedi anche la pagina frasi con ispirare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Dovrei poterti ispirare nel raccontarti i miei aneddoti.
  • Nulla può ispirare un poeta che non ha più niente da dire.
  • Mio figlio cerca di ispirare tenerezza quando ne ha combinata una delle sue.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Ispirare - e INSPIRARE e SPIRARE. [T.] V. a. Spirare dentro, Attrarre in sè lo spirito, uno spirito, o Farlo spirare in altro, vivente o no. Aureo lat. Secondo l'idiotismo tosc., Spirare ha talvolta questo senso, e soli gli es. di questo noi qui notiamo. Del resto, V. SPIRARE. Inspirare potrebbesi serbare all'uso della scienza, come il contrapp. del Respirare o Espirare, cioè per attrarre l'aria ne' polmoni. Della diff. da Aspirare, V. ISPIRAZIONE, § 1. Salvin: Annot. Opp. Pesc. 266. (C) Strozzandola (l'aria) non la lascia nè inspirare, nè espirare. Gell. Disp. Franc. 33. Galeno… tiene nel libro dell'utilità de' polsi che lo inspirare, e tirar dentro a di noi continuamente l'aria serva a fare in noi due officii. † Nel seg. potrebbesi intendere per ell. Inspirare, sottint. l'aria; ma l'aut. lo prende qui per Spirare nel senso di Respirare, alla lat. Tes. Br. 4. 5. (Man.) (Al delfino) Mentre ch'egli sta sotto l'acqua, non può ispirare.

2. Spirar dentro. T. Inspirare aria ne' polmoni di persona annegata. Cels. Polveri che, per mezzo d'una penna, s'inspirano.

T. Segnatam. nel verso potrebbesi, Inspirare il suono nello strumento da fiato, Inspirare nel flauto meste armonie; Inspirarvi l'affetto dell'anima, in altro senso dall'Ispirare intell. e mor., che poi vedremo. Gell. Fistula sensim graviusculum sonum inspirare. Virg. Sdegnate, inspirano ne' morsi il veleno (le api).

3. Nel seg. si viene al senso spirit. [Camp.] Comp. ant. Test. Formò Dio l'uomo della terra, ed inspirò nella sua faccia lo spirito di vita; e fu fatto in anima vivente. T. Volg. Sap. Gli inspirò l'anima. = Boez. Varch. 3. 6. (C) Questi dall'alta sede L'anime tolte, pargolette e belle… Nelle membra caduche inspira e chiude.

4. T. Tiene del corp. e dello spirit., del trasl. e del fig., questo di Virg. che dipinge la serpe lanciata dalla Furia in seno alla regina. Tra le vesti e le carni del petto strisciando, s'avvolge senza quasi toccarla, e le inspira il vipereo alito (vipeream animam); gli si attorce com'aureo monile al collo il gran serpente, si fa lungo nastro di benda e s'intreccia alle chiome, e per le membra lubrico erra. Mentre il primo fiato insinuandosi coll'umido veleno ricerca i sensi e alle ossa confonde l'ardore, non tutto l'animo ancora sentì la fiamma. Altrove, Venere mandando il figliuolo a un'altra regina: Acciocchè, quando t'accoglierà in grembo lietissima Elisa, e amplessi ti darà e dolci baci, tu a lei inspiri occulta fiamma, e la imbeva del tuo veleno.

Coll. Ab. Isaac, 30. (C) Sfórzati di seguitare l'umiltà di Cristo, acciocchè 'l fuoco più fortemente s'accenda, il quale è inspirato in te da lui.

Menz. Op. 3. 18. (Gh.) Il buon poeta maneggia con decoro tutti gli affetti,… e, di nuove cose fabbricatore, il tutto avviva ed inspira.

5. Degli affetti. Qui il più com. è Ispirare. Salvin. Lod. Red. 17. (Gh.) Parea fatto a posta e mandato dal Cielo espressamente quaggiù… per inspirare… l'amore dell'amicizia. T. Ispirare fiducia. – Stima. – Affetto. – Ammirazione. Quintil. Pietà. – Coraggio. Curz. Fortezza. Petr. Canz. 27. 3. Volga la vista desïosa e lieta, Cercandomi; ed, o pieta, Già terra infra le pietre Vedendo, Amor la inspiri In guisa che sospiri Sì dolcemente che mercè m'impetre, E faccia forza al cielo, Asciugandosi gli occhi col bel velo.

Bel modo. T. Fate quello che il cuore v'ispira, purchè sia il cuore che ispiri, e la mossa non venga da altre parti.

6. Senso intell. [Ross.] Rivelare alla mente un concetto bello. È l'Afflare divino spiritu de' Lat. = Nel cominciare la Cantica del Par., D. 3. 2.(C) L'acqua ch'io prendo, giammai non si corse: Minerva spira, e conducemi Apollo. (Qui può intendersi e Ispirare, e anco il sempl. Spirarein sim. senso.) T. Così 2. 24. A quel modo Che Amore spira, noto. V. ISPIRAZIONE, § 5. Il bello non s'incute quasi di colpo, non s'impronta come un'orma nel fango, non s'infonde come liquore per imbuto, s'ispira. – Ispirare un'idea qualsiasi; la quale, se buona, non può non avere del bello e del grande; e grande diventa; anco versando in oggetti piccoli, se si reca a Dio e alle cose di Dio.

T. In altri ispirasi un'idea, un pensiero, la verità, se la parola dell'uomo si faccia non indegna ministra del Verbo. Dell'oratore è bello in Quintil. Quibus viribus inspiret, parlando del dire efficace.

T. Anche ass., sottint. la mente, l'ingegno, l'uditore. Rendersi benefico educando, ch'è quanto dire ispirando. – Lettura che ispira. – Aspetto de' luoghi che ispira. – E le naturali bellezze ispirano, più le più semplici e le anime più schiette.

7. Dell'operare. D. Par. 6. (C) Tosto che con la Chiesa mossi i piedi (ritornai alla cattolica verità, io Giustiniano), A Dio per grazia piacque di spirarmi L'alto lavoro (del codice). Cas. Instr. Card. Caraf. 4. Noi ci diamo a credere che non invano la maestà di Dio ci abbia simile impresa a questo tempo inspirata. T. Degli uomini irreligiosi è disdetta cospirare sempre e non ispirare mai.

T. La carità v'ispiri. – La carità che lo ispira.

8. Gli es. preced. quasi tutti accennano a Dio; giacchè l'uomo non sente il proprio spirito, e non si leva sopra la materia, se non in quanto sente lo Spirito di Dio. Qui più espressam. But. Par. 1. 1. (C) Spirare è occultamente metter nell'animo; la qual cosa è propria di Dio. T. Virg. della Sibilla: A cui gran mente e animo ispira il vate di Delo, e le apre il futuro. Non a caso aggiunge Animo a Mente, perchè sola la mente, se l'animo rimanga freddo, non è veramente ispirata. Ora abbiamo, più che animi, corpi ispirati e spiritati. Apollo, dio della lira, ispirava i poeti, che in lui vedevano il Dio della luce; ora Apollo è il dio delle lire; e la carta ispira le carte. Ilar. Lo Spirito di Dio, che tutto sa, ispirava gli uomini santi a parlare. – Lo Spirito Santo ispira gli Apostoli. Nella locuz. In lingue di fuoco s'inspira ad essi, cadrebbe l'altra forma secondo il not. al § 2.

G. V. 11. 134. 2. (C) Noi rispondemmo alla quistione, come Iddio ne spirò. T. Quindi il bel modo de' nostri vecchi, e che le nostre madri non letterate con voce ispirata divevano: Fate quello che Dio v'ispira.

T. D. 3. 6. (Un Beato) La viva giustizia che m'ispira.

[G.M.] S. Antonin. Oper. ben viv. Per grande amore dunque che Dio ci porta, sì c'ispira e confortaci dentro a doverci partire dal male.

E col Di. [G.M.] S. Antonin. Oper. ben viv. Iddio…, per sua grazia, senza nullo nostro merito, è quello che ci cava del peccato, ispirandoci di ciò dentro, e aprendoci colla grazia sua gli occhi della nostra coscienza.

9. Modi com. a parecchi degli usi not. T. Ispirare nobili sensi. – Desiderio di bene celeste, di bene terreno non ignobile; di persona, di cosa. Staz. Amore. – L'amore di tale o tal cosa. Senza l'art., per lo più di pers. umana. Ispirare l'amore della virtù. – Essa virtù.

T. Ispirare pensieri degni. – Ispirare un pensiero.
T. Ispirare non solo pensieri e affetti, ma propositi, risoluzioni.
T. Ispirare un uomo, la sua mente, il suo cuore. – A operare, a dire, a patire.
T. Ispirare lo, o uno spirito, di mansuetudine, di generosità, come Combattere una battaglia.

10. Modi com. ai sensi not., ma quasi fig., de' quali s'è visto taluni. T. Volg. Eccli. La Sapienza ispira ne' suoi figli la vita. In questo senso anche Inspira. V. §§ 2 e 3.

T. Sentimenti che ispirano quelle parole.– L'affetto lo ispira. – Intenzioni che ispirano gli atti di lui, il suo discorso, il suo libro. – Pensieri, Principii che ispirano chi li accoglie.

T. Esempi di bene, di bellezza che ispirano. – Fatti che ispirano, letti, o sentiti, o veduti. – La natura ispira.

11. Di male, ne abusano i Fr. T. Quintil. Ira. Di timore, può dirsi ispirarlo se è quel timore che ad amore prepara o viene da amore; se no, non ispirarlo, ma incuterlo.

T. Governo tristo ispira scrittori venali. – Tristi consigli ispirano lui. – Spie lo ispirano; gl'inspirano (V. § 2 e 3) in corpo paura rabbiosa.

12. Rifl., ne abusano i Fr., ma non è impr., quando accenna al cooperare che fa lo spirito umano alla ispirazione dell'alto. T. Justin. Qui inspirari solent. Senonchè laddove i Fr. dicono, e gl'It. ripetono, Ispirarsi a…, meglio Di e In o Con. Il Con dice il mezzo; il Di, l'orig.; l'In, la più intima comunicazione dell'ispiramento. Ispirarsi nella fede. – Ispirarsi della Bibbia. – Ispirarsi con la lettura, coll'esercizio. – Ispirarsi de' principii, Prendere da quelli cagione a pensare o a fare; Ne' principii, Attingere da essi continuo vigore. Proprio Ispirarsi in Dio. In ipso vivimus.

T. Fosc. Sep. A questi marmi (di S. Croce) venía… Vittorio ad ispirarsi. – Ma più modesto (e più alto, perchè più modesto) che Ispirarsi è Lasciarsi ispirare. Un altro scrittore: Di tal vista ispirarmi.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ispirandomi, ispirandoti, ispirandovi, ispirano, ispirante, ispiranti, ispirarci « ispirare » ispirarmi, ispirarono, ispirarsi, ispirarti, ispirarvi, ispirasse, ispirassero
Parole di otto lettere: ispirano « ispirare » ispirata
Lista Verbi: ispessire, ispezionare « ispirare » issare, istigare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): rimirare, ammirare, spirare, aspirare, traspirare, espirare, respirare « ispirare (eraripsi) » inspirare, cospirare, sospirare, risospirare, tirare, ritirare, stirare
Indice parole che: iniziano con I, con IS, iniziano con ISP, finiscono con E

Commenti sulla voce «ispirare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze