Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ultimare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ultimare

Verbo
Ultimare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è ultimato. Il gerundio è ultimando. Il participio presente è ultimante. Vedi: coniugazione del verbo ultimare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola ultimare è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: ul-ti-mà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: limature, multerai, mutilare, mutilerà, ultimerà (scambio di vocali).
ultimare si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): tum + [arile]; rum + [itale]; uri + [malte]; tir + [emula]; [turi] + [lame]; muti + [lare]; muri + [alte]; trim + aule; lui + [marte]; urli + [mate]; [lumi] + [arte]; multi + [era]; emù + [altri]; mute + [lari]; mure + [alti]; [leu] + [mitra]; [lume] + [arti]; multe + [ari]; [eri] + multa; [erti] + mula; [iurte] + mal; mie + ultra; [item] + urla; reumi + alt; [lite] + mura; [lutei] + ram; [lire] + muta; [elmi] + [artù]; [emuli] + [tar]; ...
Componendo le lettere di ultimare con quelle di un'altra parola si ottiene: +oda = adulteriamo; +mio = ammutolirei; +cap = impalcature; +pos = impulsatore; +rna = intramurale; +[tar, tra] = malatteruri; +mas = malmisurate; +[csi, ics] = malriuscite; +gal = metallurgia; +gel = metallurgie; +doc = modulatrice; +sos = mutilassero; +non = mutileranno; +bip = permutabili; +din = rudimentali; +[csi, ics, sci] = simulatrice; +gas = smagliature; +sos = ultimassero; +non = ultimeranno; +rna = ultramarine; +maga = ammagliature; +temo = ammutolirete; +[nato, nota, onta] = antitumorale; +[arno, orna] = arruolamenti; ...
Vedi anche: Anagrammi per ultimare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: ultimate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: ultime, limare, lima, lime, lire, lare, tiare, tare.
Parole contenute in "ultimare"
mare, ultima. Contenute all'inverso: ami, era, ram, rami.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "ultimare" si può ottenere dalle seguenti coppie: ultimassi/massimare, ultimi/mimare, ultimai/ire, ultimata/tare.
Usando "ultimare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = ultimata; * areate = ultimate; * areati = ultimati; * areato = ultimato; * rendo = ultimando; * resse = ultimasse; * ressi = ultimassi; * reste = ultimaste; * resti = ultimasti; * ressero = ultimassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "ultimare" si può ottenere dalle seguenti coppie: ultimerà/areare, ultimata/atre, ultimato/otre.
Usando "ultimare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = ultimata; * erte = ultimate; * erti = ultimati; * erto = ultimato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "ultimare" si può ottenere dalle seguenti coppie: ultima/area, ultimata/areata, ultimate/areate, ultimati/areati, ultimato/areato, ultime/aree, ultimai/rei, ultimando/rendo, ultimasse/resse, ultimassero/ressero, ultimassi/ressi, ultimaste/reste, ultimasti/resti, ultimate/rete, ultimati/reti.
Usando "ultimare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ultimi * = mimare; ultimassi * = massimare.
Sciarade incatenate
La parola "ultimare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: ultima+mare.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "ultimare" (*) con un'altra parola si può ottenere: milioni * = multimilionarie; miliardi * = multimiliardarie.
Frasi con "ultimare"
»» Vedi anche la pagina frasi con ultimare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Prima di partire per le vacanze dobbiamo ultimare la pulizia della casa.
  • La madre diceva ai bambini che, prima di andare a giocare in cortile, dovevano ultimare i compiti.
  • Occorre ultimare tutte le operazioni relative alla sicurezza prima di partire.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Ultimare, Finire, Compire, Terminare, Consumare; Il fine, La fine, Fine, Finimento - Si ultima ordinariamente per non più parlare della cosa e per isbrigarsene; vi si dà un'ultima mano e poi si lascia lì. Si finisce invece con un certo amore, con una diligenza che dà all'oggetto proprio quella finitezza che se non è perfezione, vi si accosta però di molto. Si compie per dovere, obbligo o necessità ciò che si era incominciato e intrapreso. Si termina conducendo a un punto voluto la cosa per cui si possa dire finita o lo paia, ma talvolta non è: il termine a cui si porta non è sempre l'apice o il sommo cui potrebbe raggiungere. Si consuma un sacrifizio, un’impresa che per essere rata e legale ha bisogno di certe formalità o condizioni. Consumare ha poi altri significati che però stanno sempre nella linea del ridurre a un ultimo termine: il consumare la vita, il tempo, le sostanze, è un dilapidarle senza pro ordinariamente. Il fine è usato in certi sensi che la fine non comporta. Qual è il vero fine dell'uomo? avere un fine, tendere a un fine; è come la logica conseguenza di questo. Sentire la fine di un discorso può dirsi; andare alla fine della pagina, del libro; fine onorata. Fine è dunque meglio usato per indicare scopo, meta o conseguenza. Finimento non ha altro senso che di cosa materiale; finimento da tavola; e il complesso degli arnesi che si mettono addosso ai cavalli da sella o da tiro dicesi finimenti. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Ultimare - V. a. Finire, Condurre a fine, Terminare. Ultimare, Essere all'ultimo, all'estremo, in Tert. – Guicc. Stor. 5. 235. (C) Acquistato il ducato d'Urbino, furono varii i suoi pensieri, o di volgersi a ultimare l'impresa di Camerino, o d'assaltare scopertamente i Fiorentini. Galil. Lett. Uom. ill. 1. 25. Di tanto ne do certa e risoluta parola a V. S. Illustriss., acciò possa ultimare e effettuare quello che resta. [F.T-s.] Bib. Caland. II. 5. Dirogli aver ultimato il fatto suo. T. Panciat. Scritt. var. 186. Ultimare l'ordito componimento [G.M.] Fag. Commed. Ultimare questo uegozio. E: Ultimar seco le nozze.

T. Ultimare è sempre attivo, nell'uso. Dicesi, per l'ordinario, di faccende. Ultimare un processo, una lite, un negozio, un trattato. Nè si direbbe: Ultimare un discorso, un amore, la vita.

2. N. ass. Non usit. Dant. Purg. 15. (C) Quanto tra l'ultimar dell'ora terza, E 'l principio del dì, par della spera (raggio di sole), Che sempre, a guisa di fanciullo, scherza (tremola), Tanto… (Qui a modo di sost.) Ott. Com. Inf. 34. 575. In questo ultimo capitolo del primo libro, ultimando, la quarta qualità pone…
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ultimai, ultimamente, ultimammo, ultimando, ultimano, ultimante, ultimanti « ultimare » ultimarono, ultimasse, ultimassero, ultimassi, ultimassimo, ultimaste, ultimasti
Parole di otto lettere: ultimano « ultimare » ultimata
Lista Verbi: uguagliare, ulcerare « ultimare » ultracentrifugare, ululare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): biasimare, spasimare, immedesimare, cresimare, ansimare, massimare, approssimare « ultimare (eramitlu) » intimare, stimare, sovrastimare, ristimare, disistimare, sottostimare, battimare
Indice parole che: iniziano con U, con UL, iniziano con ULT, finiscono con E

Commenti sulla voce «ultimare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze