Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «aggravio», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Aggravio

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola aggravio è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: gg.
Divisione in sillabe: ag-grà-vio. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: aggiravo (spostamento di una lettera), girovaga.
aggravio si può ottenere combinando le lettere di: [rivo, rovi, viro] + gagà; [giro, rigo] + vaga; oggi + [avrà, vara]; avo + raggi; [avrò, varo] + giga; [avori, ovari, vario] + gag; [vago, voga] + [agri, gira, riga]; [agro, argo, gora] + [vagì, viga].
Componendo le lettere di aggravio con quelle di un'altra parola si ottiene: +din = aggirandovi; +mie = amoreggiavi; +emo = amoreggiavo; +ife = favoreggiai; +don = girovagando; +[est, set] = girovagaste; +[gol, log] = gorgogliava; +alt = oltraggiava; +pet = parteggiavo; +rna = raggiravano; +nut = raggiuntavo; +[agi, gai, già] = riaggiogava; +rna = riaggravano; +[tar, tra] = riaggravato; +[csi, ics, sci, ...] = scoraggiavi; +sud = sogguardavi; +[est, set] = sorteggiava; +[ter, tre] = torreggiava; +nut = trangugiavo; +noi = viaggiarono; ...
Vedi anche: Anagrammi per aggravio
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: aggrazio.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: aggravo, aggravi.
Altri scarti con resto non consecutivo: aggio, agra, agri, agro, agavi, agio, aravi, aravo, arai, gravo, gaio.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: aggravino.
Parole contenute in "aggravio"
avi, avio, gravi, aggravi. Contenute all'inverso: iva.
Incastri
Si può ottenere da ago e gravi (AGgraviO).
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "aggravio" si può ottenere dalle seguenti coppie: aggrava/avvio, aggravo/ovvio, aggravavo/ovaio.
Usando "aggravio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: burga * = burgravio.
Cerniere
Usando "aggravio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ori * = riaggravi.
Lucchetti Alterni
Usando "aggravio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ateo = aggraviate.
Sciarade incatenate
La parola "aggravio" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: aggravi+avio.
Intarsi e sciarade alterne
"aggravio" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: agi/gravo.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "aggravio"
»» Vedi anche la pagina frasi con aggravio per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Chi dice che la seconda rata Imu non sia un altro aggravio per i contribuenti?
  • Sostenere quelle spese condominiali inattese è stato un aggravio per il bilancio familiare.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Danno, Detrimento, Nocumento, Scapito, Discapito, Perdita, Pregiudizio, Svantaggio, Aggravio, Iattura - «Danno, da demere, indica qualunque privazione che soffre una persona o un oggetto, sia corpo o spirito. Detrimento, da deterere, indica diminuzione fatta per lenta detrazione, per attenuazione. Nocumento, da nocere, è privazione di bene prodotta per forza di male, senza idea diretta di detrazione o scemamento. Svantaggio è il danno che viene dalla privazione di un utile: è idea negativa. Iattura è propriamente il gettare delle merci in mare, per alleggerire la barca pericolante. Ma in traslato, iattura vale ogni danno che viene dal gettar via. Discapito è propriamente danno di capitale in denaro ed in merci: ha sottintese le due idee relative del guadagno che se ne poteva attendere, e del fondo scemato. Perdita è la causa o una del danno. Aggravio è peso indebito che rechi danno alle facoltà, o nocumento al benessere». Romani.

«Pregiudizio è nocumento che procede da giudizio anticipato, o come che sia erroneo, che altri porti sul conto nostro. E chi prima applicò questa voce a significare ogni altro danno, mostrò di ben conoscere quanto l’uomo esser possa danneggiato dalle false opinioni degli uomini». Polidori.

Scapito è lo stesso presso a poco che discapito: è perdita reale, ovvero è non conseguimento di guadagno creduto certo. Discapito pare vorrebbe dire più precisamente intacco del capitale, quasi discapitalizzare; e scapito, soltanto il provento, il guadagno, il reddito: scapita però la merce nello stare nei magazzini, invecchiando. Si scapita nella riputazione, si scapita nell’onore per colpa nostra e d’altri. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Aggravio - S. m. Da AGGRAVARE. [Cont.] Aggravamento prodotto da un peso materiale. G. G. N. sci. VI. L'aggravio del peso morto farà sempre il medesimo effetto sopra una resistenza che fa il peso di 100 libbre cadente dall'altezza di quattro braccia.

2. Danno. Dav. Tac. 14. 194. (C) Egli con gran gente e aggravio d'Italia e Gallia passò il mare. [Val.] Bentiv. Lett. 2. 12. Son risoluti… far tutto quello che potranno per non lasciar fare alcun pregiudizio ed aggravio alla Chiesa.

3. Incomodo. [Val.] Bart. Cin. 2. 219. Una delle quali cerimonie, non men frequente che travagliosa, è smontar da cavallo e travagliarsi in que' profondi abbassamenti che si debbono a' maestrati e agli amici, aggravio intollerabile in una corte.

T. Fag. Rim. 4. 136. Chi chiede, ed ha la pretensione D'una gran cura e d'una ricca chiesa (benefizio), S'accolla un doppio aggravio.

4. T. Peso indebito che rechi danno alle facoltà o nocumento al ben essere. Segner. Incred. 348. Bella religione per verità… quella che cede per non soggiacere ad aggravii di soldatesche, non dirò combattenti, ma acquartierate!

T. Aggravio d'imposte.

[Val.] Ros. Sat. 4. Oh di rapacità portenti e mostri! Chi ritrova estorsioni, aggravii e dazi, Son tenuti Soloni ai tempi nostri.

E fig. Segn. Conf. Instr. (M.) Come non è conteso a veruno introdurre nuove mercanzie, purchè paghi al principe le solite gravezze della gabella, così… purchè si soddisfaccia all'aggravio prescritto di recitarle (le colpe) ad un Sacerdote…

Trasl. T. Far aggravio di colpa che apponesi ad altri; Aggravio di coscienza a se stesso.

[Cam.] Magal. Lett. Scient. 134. Il supporlo non è un far troppo aggravio o troppo onore alla Filosofia.

5. Torto, Ingiustizia. [Val.] Car. Lett. fam. 2. 24. M'affidi di poter mettere in considerazione de' suoi magistrati almeno la buona giustizia mia, e l'aggravio che mi vorrà fare Monsignore. [Cam.] Salv. Disc. 1. 118. Il nostro Dante ancora col suo divinissimo ingegno nell'Inf. al cap. 7. vide la fortuna che egli dice essere ordinata da Dio come generale ministra e duce a i mondani splendori, senza ragione dagli stolti patire aggravio.

6. Ingiuria. Segn. Pred. 3. 4. (C) Riputerò miei tutti gli aggravii, miei tutti gli affronti.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: aggraveresti, aggraverete, aggraverò, aggravi, aggraviamo, aggraviate, aggravino « aggravio » aggravo, aggravò, aggrazi, aggrazia, aggraziai, aggraziammo, aggraziamo
Parole di otto lettere: aggravai « aggravio » aggrazia
Vocabolario inverso (per trovare le rime): colloquio, sproloquiò, sproloquio, avio, laticlavio, setticlavio, flavio « aggravio (oivargga) » langravio, margravio, burgravio, sgravio, travio, traviò, savio
Indice parole che: iniziano con A, con AG, iniziano con AGG, finiscono con O

Commenti sulla voce «aggravio» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze