Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «annullare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Annullare

Verbo
Annullare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è annullato. Il gerundio è annullando. Il participio presente è annullante. Vedi: coniugazione del verbo annullare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di annullare (cancellare, abolire, elidere, revocare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola annullare è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere due consonanti doppie: ll, nn.
Divisione in sillabe: an-nul-là-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: annullerà (scambio di vocali).
annullare si può ottenere combinando le lettere di: unne + ralla; nel + ranula; nulle + rana; [runa, urna] + nella; unna + ralle; rulla + [enna, nane].
Componendo le lettere di annullare con quelle di un'altra parola si ottiene: +sos = annullassero; +non = annulleranno; +toc = lanternucola; +tap = pannellatura; +pet = pannellature; +pet = pennellatura; +[fino, info] = fannulloneria; +miti = intraluminale; +cast = scannellatura; +step = spennellatura; +pizio = plurinazionale; +trombe = tamburelleranno; +emetti = unilateralmente; +emizigote = multigenerazionale; +emizigoti = multigenerazionali.
Vedi anche: Anagrammi per annullare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: annullate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: annua, annue, anna, anulare, anure, aula, aule, aure, alla, alle, alare, nulle.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: annullarle.
Parole contenute in "annullare"
are, lare, nulla, annulla. Contenute all'inverso: era, unna.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "annullare" si può ottenere dalle seguenti coppie: annuisti/istillare, annusato/satollare, annullai/ire, annullamenti/mentire, annullamento/mentore, annullata/tare, annullatore/torere.
Usando "annullare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = annullata; * areate = annullate; * areati = annullati; * areato = annullato; * rendo = annullando; * evi = annullarvi; * resse = annullasse; * ressi = annullassi; * reste = annullaste; * resti = annullasti; * retore = annullatore; * retori = annullatori; * ressero = annullassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "annullare" si può ottenere dalle seguenti coppie: annullerà/areare, annullata/atre, annullato/otre.
Usando "annullare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = annullata; * erte = annullate; * erti = annullati; * erto = annullato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "annullare" si può ottenere dalle seguenti coppie: annulla/area, annullata/areata, annullate/areate, annullati/areati, annullato/areato, annullai/rei, annullando/rendo, annullasse/resse, annullassero/ressero, annullassi/ressi, annullaste/reste, annullasti/resti, annullate/rete, annullati/reti, annullatore/retore, annullatori/retori.
Usando "annullare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * istillare = annuisti; * satollare = annusato; * mie = annullarmi; * tiè = annullarti; * vie = annullarvi; * torere = annullatore; * mentire = annullamenti; * mentore = annullamento.
Sciarade incatenate
La parola "annullare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: annulla+are, annulla+lare.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "annullare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = annullatrice.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "annullare"
»» Vedi anche la pagina frasi con annullare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Bisogna sempre annullare le marche da bollo quando si usano.
  • Per annullare le foto su questo contest bisogna consumare venticinque punti.
  • Una prenotazione non sempre si può annullare senza incorrere in sanzioni.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Abolire, Abrogare, Derogare, Cassare, Annullare - Fra tutti questi vocaboli che contengono l'idea di Toglier di mezzo, Cancellare, c'è una differenza, più che altro di proprietà, voluta dall'uso. Si abolisce ogni cosa: un istituto come una convenzione, un Ordine religioso come una consuetudine. Si abrogano più propriamente le leggi, e nella parola stessa vi è un'idea di legalità. Derogare vale Scemare l'effetto, la sostanza di qualche cosa, non abolirla del tutto. Cassare è preso dall'atto che si fa cancellando sopra un foglio una parola od una frase. Il Cassare suppone un potere quasi assoluto in chi lo fa; meglio che Cassare una legge dicesi Cassare un decreto; e per chi è l'oggetto di quest'atto è argomento di disonore. Annullare, sebbene, come ho già detto, non diversifichi nel significato da questi altri vocaboli, sta a significare le conseguenze dell'abolire, dell'abrogare, del cassare. [immagine]
Annullare, Infirmare, Cassare, Revocare, Abrogare, Derogare - Si annulla una legge, un decreto, una cambiale, quando si stracciano prima che sieno pubblicati o che abbiamo forza legale. La mancanza di forma basta ad infirmare, cioè a togliere la forza legale a un atto pubblico. Il Cassare è Dichiarare o irregolare o ingiusta una sentenza data da un tribunale. Un atto pubblico si revoca, cioè si dichiara non obbligatorio con un altro atto pubblico. L'Abrogare è il Dichiarare tolta via una legge; dove il Derogare è quando si toglie via una parte di essa legge. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Annientare, Annullare, Ridurre al niente, Annichilare, Distruggere - «Annientare è il più proprio per esprimere l'atto di far tornare nel niente la cosa che esiste: quando un oggetto si fa sparire in modo che non ne rimanga vestigio, per approssimazione diciamo annientare. Ridurre al niente non ha che un significato approssimativo, vale ridurre a poca, pochissima cosa. Annichilare è pure ridurre al niente, ma esprime più forza e violenza con cui la cosa succede. Annullare ha sempre senso traslato, e dicesi di rendere quasi nulla, quasi non esistente, legge, decreto, contratto e simili. Distruggere è men d'annullare; di ciò che è distrutto rimane vestigio». Tommaseo. [immagine]
Abolire, Abrogare, Cassare, Cancellare, Annullare, Estinguere, Derogare - L'azione dell'abolire può cadere su tutto ciò che direttamente dipende dall'autorità. Si abolisce una legge, una consuetudine, un ordine religioso, una classe d'uffiziali pubblici, ecc. Abrogare riguarda soltanto la legge: il primo può essere atto dispotico ed illegale; il secondo al contrario è rivestito delle forme legali. Annullare è azione che può essere fatta anche da particolari, annullare una scritta, una convenzione, ecc. Cassare si applica alle cose e alle persone, e dicesi: cassare un decreto, una sentenza, un impiegato ecc., non una legge. Cassare importa l'idea di potere assoluto in chi fa quell'atto, e di decisione irrevocabile. S'estingue da sè ciò che si lascia andare in disuso. Si deroga a qualche articolo di legge in favore di qualche persona, e in merito di qualche circostanza straordinaria che faccia eccezione. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Annullare - [T.] V. a. Far nullo. Questo è il senso più freq. dell'uso; e così differisce chiaramente da Annientare e Annichilare; ma nel seg. ha senso più prossimo al Ridurre proprio in nulla. Car. Rett. Arist. 29. (Gh.) E imponendo loro maggior peso che non sostengono, le annullano della propria natura, perchè le riducono a scienze.

2. Dicesi segnatam. del Togliere ogni valore ad atti pubblici o privati che impongano obbligazione. Demetr. Segn. 12. (Man.) Annullare la legge. Ross. Svet. Vit. Aug. 54. [Cam.] Adr. Plut. Op. 1. 429. Cacciar Licurgo ed annullare sue leggi. T. Band. Legg. Ant. 4. 56. 10. La qual ordinazione e ogni altro decreto contrario seguito sino a questo presente giorno, abrogarono e annullarono in tutto e per tutto. E8. 95. 3. Per virtù della presente deliberazione e ordine s'intendano essere revocate, abrogate e annullate le Provvisioni e Leggi pubblicate e bandite… sotto dì 7 del mese di dicembre dell'anno 1568… – Annullare, oltre che dice più, può farsi senza l'atto espresso dell'abrogazione. Si può rivocare una legge, e segnatam. una provvisione, senza annullarne tutti gli effetti.

T. Il disuso annulla le leggi senza abrogazione. – Una legge s'annulla quasi da sè per impotenza o svogliatezza di chi deve farla eseguire.

Varch. Stor. 10. 316. (Man.) In loro podestà era annullare i fidecommissi. Dav. Scism. 22. Allo annullare quella (dispensa) di Giulio tutto si diè. Vill. G. l. 9. c. 49. (Gh.) I quali processi furon poi cassi (cassati) e annullati per (da) papa Giovanni. Bocc. Test. 4. Questo intendo sia il mio testamento… rivocando e annullando ogni altro testamento.

T. L'assemblea annulla l'elezione d'un deputato, non perchè con la sua autorità essa deroghi alla legge, ma perchè l'elezione non è fatta secondo la legge.

T. Annullasi un contratto.

T. Annullasi un'obbligazione qualsiasi.

T. Annullare una partita di debito.

T. Annullasi anche una consuetudine. Men com. [Cam.] Adr. Plut. Op. 1. 448. Annulleresti l'uso vicendevole de' bicchieri, il festeggiar con gli amici, il ricevere i forestieri, che sono le più umane e le prime communanze e conversazioni che eserciti l'un uomo con l'altro.

3. Annullare un'istituzione, un corpo morale; Far nulli i vincoli e i patti che lo tenevano in vita; è più proprio del moderno Sopprimere; chè dice col suono Oppressione, e pare che non denoti il totale disfacimento. Petr. Vit. imp. pont. 183. (Man.) Tra molte deliberazioni che fece, annullò l'ordine de' cavalieri del Tempio.

Men com. Vill. G. l. 9. c. 48. v. 5. p. 47. (Gh.) Disponendo (deponendo) e annullando tutti i giudici e notai.

4. Per estens. Ridurre a poco meno che nulla potenza o forza, e sim. T. Mach. Queste divisioni aveano avuto forza di annullare ogni grande e potentissima città. [Cam.] Gio. Vill. 7. 39. I grandi e possenti popolani che prima avevano retta la terra… al tutto gli aveva annullati e tolto loro ogni stato. E 7. 73. I grandi, i quali aveva annullati il duca. E 7. 74. Altre schiatte di contado erano annullate e venute lavoratori di terra. = E 2. 4. 3. (C)

Morg. 27. 235. (C) Carlo dicea: Ch'ogni cosa si strugga, Purchè Marsilio e 'l regno suo s'annulle (annulli).

[Val.] Fortig. Rim. cap. 3. È il papato un continuo martoro, E chi lo cerca, San Pietro l'annulli, E a chi lo brama gli possa venire, E tardi Morte con sue corna il frulli.

Bocc. Nov. 93. 4. (C) Seco propose, con maggior liberalità, quella (la fama d'altr'uomo) o annullare o offuscare. Chiabr. Alc. Pros. ined. 10. (Gh.) Annullare la memoria.

Di cose corp. [Val.] Fortig. Ricciard. 26. 58. Colà dove per nebbia il sol s'annulla, Dico nella Cimmeria.

5. Di cose corp. in senso prossimo al Nulla proprio. [Val.] Fortig. Ricciard. 5. 13. Come in legno verde a dramma a dramma Entra il foco, ed infin l'umore annulla Onde… subito l'infiamma.

T. Siccome il Lib. Cur. Malatt. Annullagione degli accidenti del male; così si potrà: T. Annullare gli avanzi, i germi, il fomite della malattia.

6. Del Tenere che una cosa sia nulla, dell'Annullarla coll'opinione. [Cam.] Adr. Plut. Op. 1. 488. L'intera miscredenza è annullare gl'Iddii in suo pensiero.

7. Del Tenere per nulla o Voler fare ch'altri tenga per nulla. [Val.] Car. Lett. fam. 2. 65. Una censura… che non solamente la strapazzava, ma l'annullava del tutto (la mia canzone). = Bocc. Comm. Dant. v. 1.p. 43. (Gh.) Avviliscono e annullano in quanto possono i poeti. Franch. Sacch. nov. 90. (C) Mostrando la sua magnanimità… per avere annullate e fatto poca stima di quelle cose, le quali molti vili fanno maggiori, temendo che ogni mosca non li offenda.

8. Annullarsi, Tenersi da nulla per umiltà dice l'opinione, Annichilarsi il fatto, Annientarsi il sentimento della confusione. Vit. SS. PP. t. 1. p. 81. col. 2. (Gh.) Quanto più il mondo lo magnificava, egli più vile si riputava e annullava.

9. Quello che il Galil. Annichilarsi, Andare scemando via via fino al non essere, nel seg. Annullarsi;men bene del Virg.: Se subducere; e in D. (2. 7.) Muore il lembo. Bast. Ross. Appar. e Intermed. p. 2.tergo. (Gh.) Nel mezzo della gran sala era posto un palco alto un braccio sopra il solajo, che aveva un grado dinanzi, e fu largo dodici braccia e d'altrettanta lunghezza; e di mano in mano andava annullandosi, tanto che alla sua fine, dalla parte di dietro si riduceva al pian del solajo.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: annullamento, annullammo, annullando, annullano, annullante, annullanti, annullarci « annullare » annullarla, annullarle, annullarli, annullarlo, annullarmi, annullarono, annullarsi
Parole di nove lettere: annullano « annullare » annullata
Lista Verbi: annualizzare, annuire « annullare » annunciare, annunziare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): telecontrollare, ricontrollare, satollare, rizollare, cullare, maciullare, giullare « annullare (erallunna) » rullare, frullare, trastullare, sciabolare, mandibolare, sottomandibolare, tribolare
Indice parole che: iniziano con A, con AN, iniziano con ANN, finiscono con E

Commenti sulla voce «annullare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze