Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «arguire», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Arguire

Verbo

Arguire è un verbo della 3ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è arguito. Il gerundio è arguendo. Il participio presente è arguente. Vedi: coniugazione del verbo arguire.

Parole Collegate

»» Sinonimi e contrari di arguire (desumere, concludere, dedurre, argomentare, ...)

Utili Link

Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Treccani

Informazioni di base

La parola arguire è formata da sette lettere, quattro vocali e tre consonanti. Divisione in sillabe: ar-gu-ì-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).

Frasi e testi di esempio

»» Vedi anche la pagina frasi con arguire per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Dalla descrizione del progetto presentata si può arguire che ci sono alcune lacune.
  • Dal tuo comportamento imbarazzato devo arguire che mi hai mentito!
  • Dalle tue parole devo arguire che non hai capito nulla!
Citazioni da opere letterarie
L'isola del giorno prima di Umberto Eco (1994): Da come Roberto ne riferisce, si deve arguire che l'invenzione superasse le sue possibilità d'intendimento - o che il discorso di padre Caspar, come tanti altri suoi, fosse fratto di ellissi ed esclamazioni, attraverso i quali il padre parlava ora della sua forma, ora del suo ufficio, e ora dell'Idea che vi aveva presieduto.

Col fuoco non si scherza di Emilio De Marchi (1900): Dalla terrazza della villa si poteva vedere il Morning Star ancorato nella piccola baia: e se dalla sera si doveva arguire la notte, il viaggio di quei signori sarebbe stato delizioso. Col canocchiale Flora poté assistere all'imbarco degli amici quando salivano a bordo, mentre il sole cominciava a discendere dietro il promontorio, su cui l'antica chiesa diroccata sfolgorava in una gloria d'oro, versando nel seno tranquillo delle acque un tesoro infinito di gemme.

Il partigiano Johnny di Beppe Fenoglio (1968): Aspettarono a lungo un segno di male nel paese, ma non echeggiò uno sparo né si spiralò un ricciolo di fumo. Poi Johnny decise di scendere a valle per una segregata stradina con un carro agricolo, l'uomo a cassetta tutto giacca e cappello come uno spaventapasseri guidava la bestia in calma, abbozzando solo di cozzonarla; il corpo del ferito giaceva tra le due sponde, su una delle quali sedeva, inclinato e come predicante, il giovane curato di Mango. L'aria così ferma e tenue, nella sua trasparenza senza sole, che potevi cogliere o arguire il reale attrito di quelle ruote lontane sui banchi petrosi che emergevano da quella strada di scampo e di pace.

Giochi di Parole

Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per arguire
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: arguirà, arguirò, arguite.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: arie, arre, agire, agre, aure.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: arguirei.
Parole con "arguire"
Iniziano con "arguire": arguirei, arguiremo, arguirete, arguirebbe, arguiremmo, arguireste, arguiresti, arguirebbero.
Finiscono con "arguire": redarguire.
Contengono "arguire": redarguirei, redarguiremo, redarguirete, redarguirebbe, redarguiremmo, redarguireste, redarguiresti, redarguirebbero.
»» Vedi parole che contengono arguire per la lista completa
Parole contenute in "arguire"
ire, arguì. Contenute all'inverso: eri.
Incastri
Inserendo al suo interno est si ha ARGUIRestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "arguire" si può ottenere dalle seguenti coppie: arse/seguire, arguiamo/amore, arguii/ire.
Usando "arguire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rete = arguite; * resse = arguisse; * ressi = arguissi; * reste = arguiste; * resti = arguisti; * ressero = arguissero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "arguire" si può ottenere dalle seguenti coppie: arguito/otre.
Usando "arguire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = arguite; * erto = arguito; sera * = seguire; * errai = arguirai.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "arguire" si può ottenere dalle seguenti coppie: arguii/rei, arguisse/resse, arguissero/ressero, arguissi/ressi, arguiste/reste, arguisti/resti, arguite/rete.
Usando "arguire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * seguire = arse; * amore = arguiamo; * aie = arguirai; * remore = arguiremo.
Sciarade incatenate
La parola "arguire" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: arguì+ire.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: Il principe di Messene che fu uno degli Argonauti, L'argonauta rapito dalle Ninfe, Chiarire un argomento, Frase arguta e talvolta licenziosa, Argute, piene di brio.

Definizioni da Dizionari Storici

Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Argomentare, Arguire - Argomentare è credere dietro certi argomenti. Arguire (argo), travedere o presentire il vero, o ciò che si crede vero. Argomentare, nel senso delle scuole, è ragionare su d'un tema con argomenti detti appunto scolastici. [immagine]
Ragionare, Raziocinare, Argomentare, Arguire, Sillogizzare, Discorrere; Ragionamento, Diceria, Raziocinio, Argomentazione, Argomento; Razionale, Ragionevole - Si ragiona discorrendo assennatamente; ma non poche volte però si discorre all'impazzata, celiando, e non si ragiona proprio; e molte altre volte volendo e discorrere e proprio ragionare, si sragiona perchè si parte da falsi principii. Raziocinare è fare qualche parziale raziocinio che può essere giusto e conseguente, ma peccare in massima; così raziocinava il Topo ragionatore del Clasio, che raziocinatore meglio potrebbe dirsi; il quale di raziocinio in raziocinio se ne andò difilato in bocca al gatto, credendo che questi non dovesse mangiarlo perchè era tempo di quaresima. L'argomentare delle scuole è discorrere e ragionare su qualche argomento, ma colle norme che la logica dà e insegna: l'argomento logico ha da avere la maggiore, la minore, la conseguenza: tre lati eminentemente vulnerabili; egli è per ciò che opponendo argomento ad argomento si spreca il fiato o la carta, si perde il tempo, nè mai si conclude nulla: argomentare poi è affinissimo ad arguire quando da qualche indizio o ragione si trae argomento, s'argomenta di credere una qualche cosa; l'arguire è proprio un vedere o una conseguenza del vedere, se non cogli occhi materiali del corpo, con quelli della mente; ma sì questi che quelli puonno andar soggetti ad illusione, ad inganno. Sillogizzare è lo stesso che argomentare; sillogismo, è voce greca che viene da syn insieme, e da logos discorso o ragione, e vale lo stesso che argomento. Di tutte le forme d'argomento il dilemma è la più facile a ridursi al nulla. Aveva Protagora sofista insegnato a Evatlo suo discepolo l'arte propria, a questa condizione, cioè, di essere pagato se avesse vinta la sua prima causa davanti al senato; ma al discepolo pare che non si presentassero sì tosto clienti, onde il maestro lo citò in giudizio, dicendo: o tu vinci la causa contro di me, e mi devi pagare perchè così vuole il patto fermato tra di noi; o la perdi, e mi pagherai per sentenza de' giudici; ma il discepolo fece tale risposta: o perdo la lite, e a norma del nostro patto non ti devo mercede; o la guadagno, e la sentenza mi dispenserà dal pagarti. Ecco come si può distruggere quasi sempre il valore del dilemma. L'argomentazione è o dovrebb'essere una catena d'argomenti uno dall'altro dedotti; ma riesce più sovente un'insulsa diceria se il soggetto del discorso non è di per sè importante, o se chi argomenta non ha forza sufficiente d'ingegno o di logica da stringere con forti e incontrastabili ragioni. Il raziocinio è una specie di ragionamento che fa l'uomo fra sè e sè; non di rado è fallace, perchè egli non contempla che gli elementi che stanno in lui o dà troppo facilmente ascolto alla voce del proprio desiderio. Razionale dicesi la filosofia che sulla ragione sola s'appoggia; ragionevole l'uomo perchè dotato della ragione, e così appellasi ogni azione sua quando per la ragione è retta e sta nei limiti dell'onesto e del giusto. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: arguiamo, arguiate, arguii, arguimmo, arguirà, arguirai, arguiranno « arguire » arguirebbe, arguirebbero, arguirei, arguiremmo, arguiremo, arguireste, arguiresti
Parole di sette lettere: argilla, arginai, arguirà « arguire » arguirò, arguite, arguito
Lista Verbi: arginare, argomentare « arguire » arianizzare, arieggiare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): rieseguire, inseguire, conseguire, proseguire, perseguire, susseguire, languire « arguire (eriugra) » redarguire, fluire, defluire, affluire, rifluire, influire, confluire
Indice parole che: iniziano con A, con AR, parole che iniziano con ARG, finiscono con E

Commenti sulla voce «arguire» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2023 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze