Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «capitare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Capitare

Verbo
Capitare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, intransitivo. Ha come ausiliare essere. Il participio passato è capitato. Il gerundio è capitando. Il participio presente è capitante. Vedi: coniugazione del verbo capitare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di capitare (succedere, accadere, avvenire, giungere, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola capitare è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: ca-pi-tà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: capiterà (scambio di vocali), capriate, capterai, carpiate, erpicata, paretica, recapita, terapica.
capitare si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): pet + [acari]; tiè + [capra]; pie + carta; [peti] + [arca]; cip + arate; ceti + [apra]; [ceri] + tapa; peci + [atra]; tra + [apice]; tap + [aceri]; [par] + [aceti]; tai + [capre]; [arti] + pace; pia + [carte]; [patì] + [acre]; [apri] + [tace]; [parti] + ace; [eta] + [capri]; [era] + capti; [arte] + [paci]; ape + traci; paté + [acri]; [arpe] + taci; parte + caì; [ipate] + cra; [arpie] + tac.
Componendo le lettere di capitare con quelle di un'altra parola si ottiene: +hit = apartitiche; +sol = apriscatole; +chi = archetipica; +sir = aspiratrice; +zoo = azeotropica; +pro = capireparto; +sos = capitassero; +non = capiteranno; +ilo = capitolerai; +top = cappotterai; +odi = cardiopatie; +non = carpionante; +con = copricatena; +ori = crioterapia; +don = drepanocita; +mie = emiparetica; +[ore, reo] = eterocarpia; +sim = imprecisata; +mal = metacarpali; +fon = nefropatica; +uno = neuropatica; ...
Vedi anche: Anagrammi per capitare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: capitale, capitari, capitate, capotare.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: captare.
Altri scarti con resto non consecutivo: capite, capire, capta, capre, caia, caie, catare, care, citare, cita, apre, atre, pite, pare.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: capitarie.
Parole con "capitare"
Finiscono con "capitare": decapitare, recapitare, ricapitare.
Parole contenute in "capitare"
api, are, cap, tar, capi, pita, tare, capita. Contenute all'inverso: era, tipa.
Incastri
Si può ottenere da care e pita (CApitaRE).
Inserendo al suo interno lizza si ha CAPITAlizzaRE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "capitare" si può ottenere dalle seguenti coppie: caos/ospitare, carica/ricapitare, capino/notare, capita/tatare, capitribù/tributare, capivo/votare, capitoli/oliare, capitai/ire, capitaletto/lettore, capitali/lire, capitalista/listare, capitalizza/lizzare, capitata/tare, capitavola/volare.
Usando "capitare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tarerà = capirà; * tarerò = capirò; * tarerai = capirai; * tarerei = capirei; * tareremo = capiremo; * tarerete = capirete; * areale = capitale; * areali = capitali; * rena = capitana; * reni = capitani; * areata = capitata; * areate = capitate; * areati = capitati; * areato = capitato; * areola = capitola; osca * = ospitare; * tareranno = capiranno; * tarerebbe = capirebbe; * tareremmo = capiremmo; * tarereste = capireste; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "capitare" si può ottenere dalle seguenti coppie: caso/ospitare, capitavo/ovattare, capiterà/areare, capitreno/onerare, capitata/atre, capitato/otre.
Usando "capitare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = capitata; * erte = capitate; * erti = capitati; * erto = capitato; * erniate = capitaniate.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "capitare" si può ottenere dalle seguenti coppie: capirà/tarerà, capirai/tarerai, capiranno/tareranno, capirebbe/tarerebbe, capirebbero/tarerebbero, capirei/tarerei, capiremmo/tareremmo, capiremo/tareremo, capireste/tarereste, capiresti/tareresti, capirete/tarerete, capirò/tarerò, capita/area, capitale/areale, capitali/areali, capitalmente/arealmente, capitata/areata, capitate/areate, capitati/areati, capitato/areato, capite/aree...
Usando "capitare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ospitare = caos; ospitare * = osca; * notare = capino; * votare = capivo; * lire = capitali; * oliare = capitoli; * tiè = capitarti; * vie = capitarvi; * tributare = capitribù; capitribù * = tributare; * capitalmente = arealmente; * glie = capitargli; * lettore = capitaletto.
Sciarade e composizione
"capitare" è formata da: capi+tare.
Sciarade incatenate
La parola "capitare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: capita+are, capita+tare.
Intarsi e sciarade alterne
"capitare" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: capta/ire, cita/apre.
Intrecciando le lettere di "capitare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * nei = capitanerei; * neet = capitanerete; * nesti = capitaneresti.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "capitare"
»» Vedi anche la pagina frasi con capitare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Qualche volta può capitare di confondere una persona con un'altra.
  • Può capitare di giudicare male una persona che non si conosce.
Espressioni e Modi di Dire
  • Capitare a tiro
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Capitare, Andare, Giungere - Capitare è il far capo, l'arrivare ad un luogo, non per deliberato proposito, ma più a caso che altro. - «Camminando per quei luoghi a me ignoti, capitai a un monastero.» - Quando invece si dice Andare o Giungere a un luogo, si intende sempre che quello è il termine che si propone al nostro cammino. - «Andai a Roma; giunsi la sera tardi.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Arrivare, Pervenire, Giungere, Capitare - Il primo indica azione più facile; il secondo più difficile e penosa: si arriva anche andando a passo lento; si perviene sbracciandosi e superando coraggiosamente i passi difficili: arrivare per giungere a riva, pare una stentatura etimologica, e anticamente era forse il significato proprio: ci arrivo, vale capisco; o meglio, capisco l'intenzione e lo scopo della cosa. Giungere non deve dirsi che per significare a luogo determinato. Parto per Parigi, e arrivo a Lione già stanco del viaggio; però non posso e non voglio riposarmi che quando sia giunto al mio destino. Capitare è quasi sempre arrivare o trovarsi a caso; capitale in mezzo ai ladri: si capita d'improvviso, si capita a proposito, non attesi; capita un caso, una disgrazia. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Capitare - V. n. ass. Giugnere, Fare capo a un luogo. T. E di persone gradite e sgradite, e aspettate, e no. – Talvolta è Arrivare per caso; talvolta Dare del capo per l'appunto nel luogo desiderato, o nel solito. Si capita là dove s'ha ricapito. = Bocc. Nov. 12. tit. (C) Rinaldo d'Asti rubato, capita a Castel Guglielmo. E nov. 42. 17. Martuccio, in casa mia è capitato un tuo servidore, che vien da Lipari. E nov. 59. 3. E in quella spesse volte onoravano e gentiluomini forestieri, quando ve ne capitavano, e ancora de' cittadini. E nov. 93. 16. Niun fu che mai a casa mia capitasse, ch'io nol contentassi. T. Allegr. Rim. Lett. 223. Se ve ne capitasse un altro (de' cerretani) malassettato,… di maghera presenza…, il quale seccamente promettesse di sbarbar calli, o imbianchir denti, ogn'un s'affolterebbe. Car. En. 4. Che peregrino è questo Che qui novellamente è capitato? (Accessit?) Ar. Fur. 29. 51. Trascorso avea molto paese il conte…, Ed alfin capitò sopra quel monte.

2. T. Abituale. Ci capita tutte le sere a quest'ora.

3. T. Quasi impers. Ci capita molti viaggiatori. – Mi capitò due forestieri.

4. [Val.] Capitare a uno. Andarlo a trovare, a vedere, a visitare. Non com. Fatti d'Enea. 74. La Sibilla, alla quale capitò Enea, fu la Sibilla Cumana. [Camp.] Avv. Cicil. III. 1. Poi, entrato in uno legno co' suoi compagni, capitò al Re di Rascia in Ischiavonia.

5. T. D'avventure. La mi è capitata bella. – Sentite quel che mi cápita.

6. T. Capitare addosso un malanno. Fam. Dice il Sopraggiungere per lo più non gradito.

7. Per Venire. Dav. Acc. 141. (C) Trenta tornate, e più, nell'accademia non è capitato.

8. Capitare si dice anche delle cose inanimate, in signif. di Rispondere, Mettere o Far capo, Dare in un luogo. Bocc. Nov. 65. 7. (C)S'avvide che quivi era una camera dove capitava la fessura. Vit. Tob. C. S. (M.) Sai tu la via la quale capita al reame de' Medi? Pallad.193. (Gh.) E facciasi che tutti i capi di queste fosse capitino in una fossa più pendente e elleno tutte vi pendano dentro.

9. E per estens. [Cors.] Mor. S. Greg. 9. 19. Tutte le cose capitano a un luogo: di terra son fatte, e in terra si ritornano.

10. [Camp.] Riferita l'azione a Fiume, per Isboccare, Mettere foce, ecc. Met. I. In alcuna parte (i fiumi), tranghiottiti dalla terra, capitano al mare.

11. Giungere, Arrivare al suo destino, mediante consegna. [Val.] Car. Lett. 2. 220. Desidero sapere se la lettera è capitata.

12. † Per Uscirne, Averne esito. Franc. Sacch. 9. 219. (M.) Volle stare a vedere come la cognata di questa ricetta capitasse.

13. Capitare alle mani. Venire in potestà, Venire a mano. Petr. Uom. ill. 22. (M.) Per non capitare alle mani vivo a' suoi nemici, se medesimo con un pugnale uccise.

14. Per simil. Capitar nell'animo vale Venire in pensiero, o sim. Borgh. Mon. 162. (M.) Quando onorata uccisione lo chiedesse, o pur capitasse lor nell'animo di volerlo fare.

15. T. Capitare bene, o male, non è l'Arrivare materialmente, ma l'Abbattersi a persona o a cosa, e non solo per breve tempo, ma anco per tutta la vita. = Esp. P. N. 23. (C) E dell'una maniera e dell'altra chi ne capita bene, e chi male. Bocc. Nov. 33. 2. I quali ugualmente mal capitarono. M. V. 5. 21. I quali consigli de' Ghibellini d'Italia… feciono mal capitare.

Pass. 350. (M.) Non hanno efficacia veruna qualunque parole dette, o portate addosso scritte… a capitar bene di piato, o di qualunque altra impresa (cioè, riuscir bene in lite). Giov. Gell. Vit. Alf. 190. Nè cessò poi d'ingegnarsi di farlo capitar male con l'insidie, poichè e' non aveva potuto con l'armi. Bern. Orl. 1. 17. 23. (C) Pártiti, in cortesia, perch'io non voglio, Che tu per mia cagione capiti male. Boez. Varch. 1. 3. Gli uomini, che per lo più sono imprudenti, giudicandoli di mia famiglia, ne fecero alcuni mal capitare. Ambr. Cofan. 1. 3. (Mt.) Capitaron mal tutti.

16. Capitar male, parlando di donzella, vale Perdere la onestà. Gell. Sport. 5. 2. (C) Fecilo solamente perchè quella fanciulla non capitasse male. Fir. Trin. 4. 3. Dice… ch'ella tien pratica di farla capitar male.

[G.M.] Nell'uso odierno, Capitar male, di donzella, vale Restare incinta.

17. [Camp.] Capitare saviamente, per Riuscire a bene, Cessar danno o pericolo. Guid. G. II. 3. Adunque, Giasone, tira a te l'animo, se tu desideri di saviamente capitare.

18. (Tom.) Col Come. Come capitò quella ragazza che prima… – Come capitò quello scapestrato?

19. Capitare innanzi a qualcheduno. Venire in sua presenza. Cecch. Dot. 5. 1. (M.) Come volete voi ch'io sia ardito di capitargli innanzi?[Cors.] Segret. Fior. Cliz. 1. 3. Io non volevo capitargli innanzi, se prima non ti vedevo. [Val.] Car. Lett. Fam. 1. 283. Facendole fede, che pochi le possono capitare innanzi di sì rara bontà.

20. † Att. Per Conchiudere, Condurre a capo o a fine, Terminare. M. V. 2. 41. (C) Il papa Clemente in questo tempo era stato in una grande e grave malattia; nella quale, rimorso da coscienza di non aver capitato il fatto tra i due Re…, propuose nell'animo, come fosse guarito, di capitare quella quistione. [Val.] T. Liv. Dec. 9. 34. Poi che ebbero capitati li grandi bisogni, lasciaro la dittatura. (Il Lat. ha: Ingentibus rebus gestis.) E 10. 24. Nobili uomini e pregiati, non solamente per li grandi fatti, che avevano capitati, ma eziandio per la concordia…

21. † Capitare a mal tenore, per Condurre a mal termine. Pataff. 2. (Mt.) I'v' ho già capitato a mal tenore.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: capitaniate, capitanino, capitanò, capitano, capitante, capitanti, capitarci « capitare » capitargli, capitari, capitaria, capitarie, capitario, capitarono, capitarti
Parole di otto lettere: capitano « capitare » capitari
Lista Verbi: capitalizzare, capitanare « capitare » capitolare, capitombolare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): limitare, delimitare, autolimitare, gomitare, sgomitare, vomitare, rivomitare « capitare (eratipac) » decapitare, recapitare, ricapitare, crepitare, strepitare, precipitare, scalpitare
Indice parole che: iniziano con C, con CA, iniziano con CAP, finiscono con E

Commenti sulla voce «capitare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze