Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «civetta», il significato, curiosità, forma del verbo «civettare» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Civetta

Forma verbale
Civetta è una forma del verbo civettare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di civettare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate civetta

Ma dici proprio a me?

Gufo

Occhi da caccia
Tag correlati: rapace, piume, uccello, occhi, becco, gufo
Giochi di Parole
La parola civetta è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt.
Divisione in sillabe: ci-vét-ta. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: cattive, cavetti (scambio di vocali).
civetta si può ottenere combinando le lettere di: [veti, vite] + tac; tic + vate; ceti + tav.
Componendo le lettere di civetta con quelle di un'altra parola si ottiene: +cra = accettarvi; +hac = attecchiva; +ira = caritative; +[ari, ira] = cattiveria; +[ire, rei] = cattiverie; +tot = cattivetto; +[are, rea] = cavetteria; +ree = cavetterie; +[ire, rei] = civetteria; +mio = civettiamo; +tiè = civettiate; +sol = coltivaste; +[ilo, oli] = coltiviate; +mio = comitative; +non = connettiva; +non = contentiva; +ara = cravattaie; +rna = cravattine; +[ari, ira, ria] = creatività; +[par, rap] = criptavate; +dir = decrittavi; +caì = eccitativa; ...
Vedi anche: Anagrammi per civetta
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: civette, civetti, civetto, divetta, pivetta.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: divette, pivette, pivetti, pivetto.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: città, cita.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: civettai.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: battevi, fattevi.
Parole con "civetta"
Iniziano con "civetta": civettai, civettano, civettare, civettate, civettato, civettava, civettavi, civettavo, civettammo, civettando, civettante, civettasse, civettassi, civettaste, civettasti, civettarono, civettavamo, civettavano, civettavate, civettassero, civettassimo.
Finiscono con "civetta": lascivetta, autocivetta.
»» Vedi parole che contengono civetta per la lista completa
Parole contenute in "civetta"
vetta. Contenute all'inverso: evi, atte.
Incastri
Inserendo al suo interno eri si ha CIVETTeriA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "civetta" si può ottenere dalle seguenti coppie: ciba/bavetta, cidì/divetta, cile/levetta, cina/navetta, cipro/provetta.
Usando "civetta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: baci * = bavetta; dici * = divetta; pici * = pivetta; braci * = bravetta; proci * = provetta; traci * = travetta; * tatare = civettare; * aera = civetterà; * aero = civetterò; * aoni = civettoni; * aerai = civetterai; * aerei = civetterei; * aiate = civettiate.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "civetta" si può ottenere dalle seguenti coppie: ciaf/favetta.
Lucchetti Alterni
Usando "civetta" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bavetta * = baci; * bavetta = ciba; * levetta = cile; * navetta = cina; bravetta * = braci; * provetta = cipro; provetta * = proci; travetta * = traci; * anoa = civettano; * area = civettare; * atea = civettate; * inia = civettini.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "civetta" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ha = chiavetta; * eri = civetterai.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "civetta"
»» Vedi anche la pagina frasi con civetta per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • In molte regioni la civetta è indice di buona fortuna.
  • Abbiamo visto una civetta al parco della villa reale.
Proverbi
  • Un uccello ammaliziato non dà retta alla civetta.
Libri
  • Il giorno della civetta (Scritto da: Leonardo Sciascia; Anno 1961)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Civetta, Frasca, Lusinghiera - Civetta è traslato significante, come Frasca, una donna vana e leggiera, derivando la metafora della prima dagli attucci della civetta per allettare gli altri uccelli alla pania; l'altra dalla leggerezza e dal continuo tremolio delle frasche. - Frasca è voce plebea. Galatea è una civettina, una frasca; Circe, Alcina ed Armida, sono lusinghiere. In francese Civetta è Coquette; Lusinghiera, Femme galante. - Applicati all'uomo i tre vocaboli differenziano ancora più: - Frasca è un vanerello, un zuccalvento - Civettone un amatore finto - Lusinghiero un vile assentatore delle passioni altrui. [immagine]
Cilecca, Civetta - Malamente confondono i non toscani le due voci nelle frasi Far civetta e Far cilecca. - Far civetta vale, Abbassando rapidamente la testa, evitare che altri ci colpisca; Far cilecca, Mostrare di voler dare altrui qualche cosa e poi non dargliela. G. F. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Civetta - S. f. (Zool.) [De F.] Uccello rapace notturno comunissimo ed assai noto. È la Strix passerina di Linneo. Alla civetta attribuivano i Greci la cognizione delle future cose, e però l'avevano consacrata a Minerva, come simbolo della prudenza e della vigilanza. T. In Festo altri legge Cecuma invece di Cucuma, che s'accosterebbe al suono della voce italiana. Fr. Chouette. = Cr. 10. 16. 1. (C) Veggendo gli altri uccelli intorno volare al gufo e alla civetta. T. Cant. Carn. Uccellatori alla civetta. = Red. Rim. (C) Già la civetta preparata e 'l fischio Amore aveva. (Qui allegoricam.) E Lett. 1. 313. Quei medicastroni, che più degli altri son creduli, e che in Cuccagna hanno per verità infallibile, che le civette cachino i mantelli. (Qui a modo di prov.) [Val.] Soldan. Sat. 4. Già la civetta ho provveduta e 'l fischio.

T. Prov. Tosc. 19. I panioni fermano, ma le civette chiamano. (La maggior colpa è di chi alletta al male.)

T. Prov. Tosc. 371. Sta su per i tetti come una civetta. E 372. Un naso come d'una civetta. – Muso a civetta.

2. Fig. Si dice ancora a Donna allettatrice di amanti. (Fanf.) Malm. 9. 22. (C) La dama accivettata, anzi civetta, Lo burla, chè gli è corsa la berretta. Salvin. T. B. 2. 9. (M.) Quelle che i Franzesi chiamano coquettes, e noi frasche dalla vanità e leggerezza loro, le addomandiamo anche civette dallo allettare co' loro movimenti e gesti gli amadori, quasi semplici augelletti ed incauti.

[Val.] Civetta spennata dicesi di Vecchia, che voglia far la cascante d'amore. Fortig. Ricciard. 12. 70. Ti pare egli ora, spennata civetta, Di tôr l'amante a vaga giovinetta?

3. Detto d'Uomo, vale Volubile, Variabile. Cecch. Prov. 62. (M.) Avvertisci Che avendoti io dato avviamento, E facendoti aver moglie, e una dote Di quella qualità, che tu non sia Una civetta.

4. Occhi di civetta. Così diconsi dalla plebe le Monete d'oro, dal color giallo degli occhi di tal uccello. Cecch. Esalt. Cr. (M.) E' doverà Dar lor la mancia. P. E' l'ha già data loro, Quattro occhi di civetta a ciascheduno. [M.F.] Fag. Rim. Appresso a noi son occhi di civetta Chiamate anch'oggi le monete d'oro. [Val.] Malm. 12. 42. Poi ne venivan gli occhi di civette.

5. [Val.] Da far gruccie alle civette; dicevasi prov. ad Artefice di niuna o poca abilità. Corsin. Torracch. 19. 116. O tu, mastro Bettin, figlio di Cacco, Legnajuol da far gruccie a le civette.

6. Andare a civetta. Andare a caccia colla civetta. Cr. in ANDARE.

7. [M.F.] Cercar uova di civetta. Fag. Rim. II. 120. Che dicono (i Greci) a chi pigliasi l'assunto D'imprese che averan dell'impossibile A cercar uova di civetta è giunto.

8. [Val.] Essere il primo preso alla civetta, o sim. Dicesi degli spaccamonti, che cedono e cadono al primo pericolo. Mach. Lett. Fam. 123. È il primo a schiamazzare e gridare, e poi, come giugne la civetta, è il primo preso.

9. [M.F.] Far civetta vale nell'uso Abbassare a tempo il capo per ischivare il colpo. Malm. C. II. Ma quei che è furbo, a un tempo fa civetta. Minuc. Not. Fa civetta: abbassa la testa. – Viene dal giuoco di civetta. [Val.] Ner. Sammin. 6. 14. Ma fece quei civetta, e la stoccata Fe' lieve danno a la parrucca sola. Malm. 2. 41. Ma quei, ch'è furbo, a un tempo fa civetta, E aggiusta lui.

10. Fare civetta, per Far riverenze e inchini. Fag. Rim. 1. 201. (Gh.) Quelli atti così flebili e divoti, Quel far civetta ad ogni tabernacolo, Quel fermarsi agli altari come i boti (voti).

11. Fare a civetta vale Fare un giuoco così detto dove l'un cerca di percuotere l'altro. (Fanf.) [Val.] Bianchin. Sat. Soldan. 66. Evvi un giuoco fanciullesco, detto Fare a civetta, che è un'imitazione dell'antica saltazione, detta σκὼψ da' Greci. Malm. 6. 34. Altri fanno a civetta, altri alla lotta.

12. Per simil. Fare a civetta o alla civetta vale Scansarsi. Ciriff. Calv. 1. 17. (Mt.) E disse: tu facesti alla civetta, E venisti assaltarmi co' serpenti.

13. Far la civetta vale Imitare i gesti che fa col capo la civetta allettando gli uccelli. Bern. Orl. 1. 3. 62. (C) Guardando or giù, or su, fa la civetta. E 1. 15. 24. E facea colla testa la civetta. Ciriff. Calv. 3. 86. Il vecchio gli ha veduti, e la civetta Faceva.

† Nel senso medesimo dicesi anche Fare alla civetta. M. Franz. Rim. burl. 2. 105. (M.) Bisogna ch'io la cavi e ch'io la metta (la berretta), E che contro mia voglia ad ogni passo Faccia con questo e quello alla civetta.

14. Fare la civetta dicesi delle donne che allettano gli amanti cogli sguardi e coi lezii a modo di civetta. Morg. 24. 41. (C) Non ti vid'io parlar con Bianciardino Nell'orto, e 'n qua e 'n là far la civetta? [M.F.] Fag. Rim. Quindi il far la civetta, e il civettare, In senso tal pure approvò la Crusca.

15. Giuocare a, o alla civetta. Lo stesso che Fare a civetta, nel signif. del § 11. [Val.] Poes. Pastor. e Rust. 309. Rimasto son… per poter giuocare a la civetta. = Maur. in Rim. burl. 1. 247. (Gh.) Di là partimmo con gran pioggia e venti,… Tutto quel giorno si giocò a civetta, E, per la via maestra cavalcando, Chi perdette il cappel, chi la berretta. (Qui fig. volendo accennare che i viaggiatori erano continuamente colpiti dal vento, il quale gittava lor di capo la berretta o il cappello, siccome avviene a chi giuoca a civetta.)

16. † Giuocare a civetta, per simil. Scansarsi. Bern. Orl. 3. 6. 12. (C) Fugge e sguizza il Pagano, e non aspetta; Poi torna, e gira e giuoca alla civetta.

17. [Rig.] Mangiare come le civette (senza masticare il cibo).

18. † Toccare a civetta vale Dar busse, Percuotere a mal modo. Salv. Granch. 2. 4. (C) Fa tuo conto, ch'io t'avrò a toccare A civetta.

19. [Val.] † Toccare a civetta vale anche Dileggiare, Beffare. Bianchin. Sat. Sold. 66. Si dice: Toccare a civetta, e vale: Dileggiare, Beffare.

20. Anche le civette impaniano. Prov. Fag. Com. 1. 76. (Gh.) [M.F.] Fag. Rim. II. 118. Per prova ecco il proverbio ve ne porto: Impaniano anche le civette, ideste Talor gabbato resta anco l'accorto. T. Prov. Tosc. 45.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ciurmaglie, ciurmatore, ciurmatori, ciurmatrice, ciurmatrici, ciurme, civaie « civetta » civettai, civettammo, civettando, civettano, civettante, civettare, civettarono
Parole di sette lettere: ciuccio « civetta » civette
Vocabolario inverso (per trovare le rime): chiavetta, schiavetta, navetta, bravetta, travetta, levetta, brevetta « civetta (attevic) » autocivetta, lascivetta, divetta, olivetta, pivetta, cattivetta, provetta
Indice parole che: iniziano con C, con CI, iniziano con CIV, finiscono con A

Commenti sulla voce «civetta» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze