Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «conseguente», il significato, curiosità, forma del verbo «conseguire» aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Conseguente

Forma verbale
Conseguente è una forma del verbo conseguire (participio presente). Vedi anche: Coniugazione di conseguire.
Aggettivo
Conseguente è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: conseguente (femminile singolare); conseguenti (maschile plurale); conseguenti (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di conseguente (successivo, consecutivo, consequenziale, seguente, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Aggettivi per «ragionamento» [Condivisibile « * » Consequenziale]
Giochi di Parole
La parola conseguente è formata da undici lettere, cinque vocali e sei consonanti. Lettera maggiormente presente: e (tre).
Divisione in sillabe: con-se-guèn-te. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
conseguente si può ottenere combinando le lettere di: ugo + censente; ungo + centese; tue + consegne; une + congeste; unse + cogente; gesù + [centone, cotenne]; unge + [cestone, contese, noceste]; [negus, sugne] + [contee, nocete]; nego + uscente; [esento, estone, oneste] + cugne; gene + contuse; ungete + censo; ungeste + [ceno, noce, once]; ungente + [cose, esco, seco].
Componendo le lettere di conseguente con quelle di un'altra parola si ottiene: +[dirò, dori, ordì, ...] = secondogeniture.
Vedi anche: Anagrammi per conseguente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: conseguenti, conseguenze.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: consegne, consente, consuete, consunte, conte, cose, coste, cogente, cote, cent, cene, cute, oste, neet, sente, sete, egee, gente, gene, unte.
Parole con "conseguente"
Iniziano con "conseguente": conseguentemente.
Finiscono con "conseguente": inconseguente.
Contengono "conseguente": inconseguentemente.
Parole contenute in "conseguente"
con, ente, segue, consegue, seguente.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "conseguente" si può ottenere dalle seguenti coppie: coi/inseguente, conseguendo/dote.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "conseguente" si può ottenere dalle seguenti coppie: conseguirò/oriente.
Lucchetti Alterni
Usando "conseguente" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * dote = conseguendo.
Sciarade e composizione
"conseguente" è formata da: con+seguente.
Sciarade incatenate
La parola "conseguente" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: consegue+ente, consegue+seguente.
Frasi con "conseguente"
»» Vedi anche la pagina frasi con conseguente per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il danno conseguente alla pesante grandinata fu rilevante.
  • Il danno conseguente al tamponamento è stato di lieve entità.
  • Ho lasciato il bracciale d'argento immerso nell'acido, con conseguente rottura di ogni piccolo pezzo.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Conseguente - e † CONSEQUENTE. [T.] Part. pres. di CONSEGUIRE, segnatam. Neut.

Del tener dietro in ordine di tempo, o in rispetto d'effetto a causa. Segn. Stor. fior. 1. 191. (Gh.) I pericoli conseguenti necessariamente alla guerra. G. V. 11. 49. 12. (C)

[F.T-s.] Cic. Uff. Volg. 10. L'uomo… partecipe della ragione… vede le cose conseguenti, e conosce le cagioni delle cose, e i progressi di quelle (consequentia cernit). = Bart. Op. post. l. 2. p. 87. (Vian.) Conseguente a queste abitudini di natura è l'essere il Cinese timido e consigliato, il Giapponese generoso e arrischiato.

2. † A modo d'Agg. nel senso più prossimo al com. Seguente. Franc. Sacch. Op. div. 57. (Lett. al Signor di Pisa.) Mirate quello d'Anglia e quello di Spagna, e tutti i conseguenti, insino alli due Regoli di Puglia. Borgh. Fast. 467. (M.) E Vesc. Fior. 489.

3. Segnatam. nel senso log. Boez. Varch. 3. 10. (C) Io non posso… contrastare alle primiere risposte; e veggo che questo che tu ora ne inferisci è da quelle conseguente. Circ. Gell. 8. 198. O elle sono principi: (le cose necessarie) o elle sono conclusioni conseguenti i detti principii. Col quarto caso, men com., dice la sempl. successione. Col Da, dice la deduzione; coll'A, dice la corrispondenza dell'una all'altra idea, e il vincolo loro mutuo.

Ass. T. Cic. Dimostrando come quel che intendono concludere non viene dalle premesse e non è conseguente.

T. Un Lat. Siccome nelle singole voci è da riprendere quel che non è latino, così ne' costrutti quel che non è conseguente.

T. Non è conseguente sarebbe più it. che Non è logico; e questo, poi, può avere senso più gen.

T. Essere conseguente a se stesso, nel pensare e nell'operare, sa di fr. Meglio il latinismo Costante a se stesso. Più it. Coerente a se stesso; men bella però l'imagine: e Coerente, ass., non pare da usarsi. Ma si potrebbe: Pensieri o Azioni l'una all'altra bene conseguenti.

4. Come Sost. T. Gli antecedenti e i conseguenti; (e di fatti e di principii e d'idee del costrutto. Ha dunque senso e gramm. e log. e gen.)

Segnatam. nel log. (Rosm.) Conseguente è ciò che si contiene, secondo Aristotele, nella conseguenza da cui si distingue: onde si trae che si può dare una conseguenza giusta, che sia un conseguente falso.

† Per Conseguenza, nel senso usuale, non com. [Cors.] Bart. Uom. Punt. 1. 1. Proseguiamo a dedurre, per uso pratico della vita, uno o più conseguenti. = E Stor. It. l. 2. c. 1. (Man.)

5. Col Per prende forma avverb.; ma nel seg. ritiene il valore del senso sopra not. Cavalc. Discipl. Spir. 97. (C) Onde, per conseguente si conclude che…

Qui più espressam. avverb. Filoc. 5. 193. (C) Questo onore, se con umiltà gli uomini il sostengono, li fa amici di Dio; e per conseguente felicemente vivere. T.Bocc. Nov. 93. 15. Non hanno quasi con altra arte… li loro regni ampliati, e per conseguente la fama loro. E 33. 12. Gli incominciò a rincrescere, e per conseguente a mancare verso lei l'amore. – Da questi es. appare che il modo avv. porta e il senso log. e il com.

Qui poi nel senso di Seguentemente. T. G. V. 7. 111. 1. Condannò i Fiorentini in 40000 marchi d'argento, e per conseguente per errata tutte l'altre terre guelfe di Toscana, che non vollono ubbidire.

6. (Matem.) [Gen.] Conseguenti, i due angoli che una retta indefinita fa con un'altra tirata da un suo punto. Viv. Prop. 254. Il medesimo angolo ottuso ABC conseguente all'acuto. [Cont.] G. G. Par. XIV. 287. È manifesto la linea BC essere un lato del poligono similmente inscritto nel cerchio maggiore, nel quale le due CD, DF sieno lati conseguenti.

Conseguente d'una ragione: Il secondo termine. (Mt.) [Gen.] Viv. Prop. 5. Niuno mai de' termini conseguenti d'una proporzione serva d'antecedente all'altra simile. E 36. L'antecedente A all'antecedente C sta come il conseguente B al conseguente D. Gal. Dial. 5. Mi pare che V… in questa maniera non apporti la definizione delle grandezze proporzionali se non quando le antecedenti saranno maggiori delle conseguenti.

[Cont.] Spet. nat. X. 95. Non solo si paragona un antecedente con un conseguente; ma la ragione, od il rapporto dell'uno coll'altro si paragona utilmente colla ragione di due altri termini, che si considerano, l'uno come secondo antecedente, l'altro come secondo conseguente.

[Cont.] In forma di Agg. Barbaro, Arch. Vitr. 101. Il secondo (modo per raccogliere due proporzioni) si fa moltiplicando tra sè i numeri antecedenti delle proposte proporzioni, e moltiplicando i numeri conseguenti anche tra sè, avvertendo che questa regola ci serve nelle proporzioni simiglianti, cioè quando amendue sono della disagguaglianza dal maggiore, ovvero amendue dal minore.

7. (Aritm.) [Gen.] Avv. com. Numeri conseguenti, Quei numeri interi di cui l'uno segue l'altro nell'ordine naturale. Galig. Prat. Aritm. 8. 32. I quali numeri congruenti e congrui quadrati escono da numeri conseguenti.

E generalm. Si dice delle cose che si seguono senza intervallo. [Gen.] Gal. Dial. Mat. 1. Il poligono rivoltato sopra un piano stampa con i toccamenti conseguenti de' suoi lati una linea retta eguale al suo perimetro.

8. (Mus.) [Ross.] Nel contrappunto la parola Conseguente, che si usa anche in forza di Sost. m., vale Risposta. Mart. Es. 2. XII. La parte che propone si chiama antecedente o guida, e le parti che rispondono diconsi conseguenti. Zarl. 1. 5. 55.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: consegnino, consegnò, consegno, consegua, conseguano, consegue, conseguendo « conseguente » conseguentemente, conseguenti, conseguenza, conseguenze, conseguenziale, conseguenziali, consegui
Parole di undici lettere: conseguendo « conseguente » conseguenti
Lista Aggettivi: conscio, consecutivo « conseguente » conseguibile, consensuale
Vocabolario inverso (per trovare le rime): distribuente, ridistribuente, attribuente, acuente, seguente, eseguente, inseguente « conseguente (etneugesnoc) » inconseguente, proseguente, perseguente, susseguente, languente, estinguente, distinguente
Indice parole che: iniziano con C, con CO, parole che iniziano con CON, finiscono con E

Commenti sulla voce «conseguente» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze