Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «corsaro», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Corsaro

Aggettivo
Corsaro è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: corsara (femminile singolare); corsari (maschile plurale); corsare (femminile plurale).
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola corsaro è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: cor-sà-ro. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: corrosa.
corsaro si può ottenere combinando le lettere di: [orso, roso] + cra; [coro, orco, roco] + ras.
Componendo le lettere di corsaro con quelle di un'altra parola si ottiene: +bea = aerosbarco; +[bus, sub, usb] = burrascoso; +tan = castrarono; +psi = crisopraso; +din = discorrano; +uno = oscurarono; +tue = oscuratore; +vip = provocarsi; +sei = riassocerò; +cin = riconsacro; +psi = ricosparso; +uni = ricusarono; +pin = riscoprano; +noi = rosicarono; +[dan, dna] = scardarono; +tan = scartarono; +[ile, lei] = scolorerai; +ili = scolorirai; +don = scordarono; +per = scorporare; +tap = scorporata; +pet = scorporate; +top = scorporato; ...
Vedi anche: Anagrammi per corsaro
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: corsara, corsare, corsari, corsero.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: corso, cora, corro, coro, cosa, coso, caro, orso, raro.
Parole contenute in "corsaro"
aro, orsa, sarò, corsa. Contenute all'inverso: ora, ras.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "corsaro" si può ottenere dalle seguenti coppie: cora/asaro.
Usando "corsaro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: accorsa * = acro; intercorsa * = interro; * rocce = corsacce; * roccia = corsaccia.
Lucchetti Riflessi
Usando "corsaro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * orletti = corsaletti; * orletto = corsaletto.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "corsaro" si può ottenere dalle seguenti coppie: decorsa/rode.
Usando "corsaro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * decorsa = rode; rode * = decorsa.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "corsaro" si può ottenere dalle seguenti coppie: corsacce/rocce, corsaccia/roccia.
Usando "corsaro" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: acro * = accorsa; interro * = intercorsa; * eschio = corsareschi.
Sciarade incatenate
La parola "corsaro" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: corsa+aro, corsa+sarò.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "corsaro"
»» Vedi anche la pagina frasi con corsaro per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Mi sono fatto fotografare con un uomo vestito da corsaro.
  • In quel film Giuseppe interpreta la parte di un corsaro.
  • Sei andato a vincere in modo corsaro nella tana della prima in classifica.
Libri
  • Il Corsaro Nero (Scritto da: Emilio Salgari; Anno 1898)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Ladro di mare, Corsaro, Corsale, Pirata, Armatore, Corsara - Il Ladro di mare è il peggiore di tutti costoro; il ladro di mare assalta i legni mercantili meno forti di lui, ne uccide spietatamente gli equipaggi, a cui non vale l'arrendersi senza far resistenza, non valgono le supplicazioni, le lagrime; porta via le merci più preziose, i danari, le armi, le provvigioni se ne ha bisogno; e poi affonda il legno medesimo per distruggere ogni traccia del delitto commesso. Il ladro di mare non è coperto da alcuna bandiera: ve ne furono che andando all'abbordaggio ne spiegavano una tutta rossa o tutta nera per dire: strage senza pietà; morte senza remissione. Ogni nave da guerra di qualsiasi nazione che gli incontri e li prenda, può farne giustizia, il che è, d'ordinario, impiccare tutto l'equipaggio ai pennoni della nave stessa, quasi senza forma di processo. - Pirata pare voce un po' più nobile, ma in sostanza dice la medesima cosa. - Il Corsaro ha una patente dal proprio governo, ma in tempo di guerra soltanto: il perchè ha facoltà di dare addosso, prendere prigionieri, e danneggiare in ogni modo che possa i navigli, e perciò il commercio della nazione nemica. Corseggiare è allora una lucrosa speculazione, nella quale però si rischia e la propria nave e la vita: ma chi ha cuore di mettere in giuoco la pelle, non ha quattrini per lo più, ond'è che ne' porti di mare trovasi allora gente ricca, forse già arricchita nel corseggiare o peggio, che compra o fa costruire nave acconcia alla corsa, buona veliera, la provvede d'uomini, d'armi e d'ogni occorrente, e questi tali diconsi Armatori e dividono in giuste parti le prese o prede fatte sul nemico. Se poi quest'aggressione di un corsaro armato contro un bastimento inerme e impacciato dal carico delle mercanzie, per cui non può nè fuggire, nè far resistenza, sia cosa onesta, leale, onorevole perfino, è facile il vederlo; ma le leggi di guerra lo permettono; leggi di dura, di barbara necessità, che forse un dì spariranno totalmente d'in sulla terra. (Zecchini).

«Corsale è voce antiquata, e però meno odiosa perchè morta: poi da evitarsi per l'equivoco di Corsaletto. - Negli Stati del papa, Corsara dicono la barca che va in corso armata per vegliare contro i contrabbandi marittimi.» (Tommaseo). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Ladro di mare, Corsaro, Corsale, Pirata, Armatore, Corsara - Il ladro di mare è il peggiore di tutti costoro, il ladro di mare assalta i bastimenti mercantili meno forti di lui, ne uccide spietatamente gli equipaggi, a cui non vale l'arrendersi senza far resistenza, non valgono le supplicazioni, le lagrime; porta via le merci più preziose, i danari, le armi, le provvigioni se ne ha bisogno, e poi affonda il bastimento medesimo per distruggere ogni traccia del delitto commesso. Il ladro di mare non è coperto da alcuna bandiera: ve ne furono che andando all'abbordaggio ne spiegavano una tutta rossa o tutta nera per dire: strage senza pietà; morte senza remissione. Ogni nave da guerra di qualsiasi nazione che gl'incontri e li prenda, può farne giustizia, il che è, d'ordinario, impiccare tutto l'equipaggio ai pennoni della nave stessa, quasi senza forma di processo. Pirata pare voce un po' più nobile, ma in sostanza dice la medesima cosa. Il corsaro ha una patente dal proprio governo, ma in tempo di guerra soltanto, per cui ha facoltà di dare addosso, prendere prigionieri, e danneggiare in ogni modo che possa i navigli e perciò il commercio della nazione nemica. Corseggiare è allora una lucrosa speculazione nella quale però si rischia e la propria nave e la vita: ma chi ha cuore di mettere in giuoco la pelle, non ha quattrini per lo più, ond'è che ne' porti di mare trovasi allora gente ricca, forse già arricchita nel corseggiare o peggio, che compera o fa costrurre nave acconcia alla corsa, buona veliera, la provvede d'uomini, d'armi e d'ogni occorrente, e questi tali diconsi armatori e dividono in giuste parti le prese o prede fatte sul nemico. Se poi quest'aggressione di un corsaro armato contro un bastimento inerme e impacciato dal carico delle mercanzie, per cui non può nè fuggire, nè far resistenza, sia cosa onesta, leale, onorevole perfino, è facile il vederlo; ma le leggi della guerra lo permettono; leggi di dura, di barbara necessità che forse un dì spariranno totalmente d'in sulla terra. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Corsaro - e † CORSARE. S. m. (Mar.) Lo stesso che Corsale. V. T. Da Corso; che così dicono i viaggi di mare Oraz., Virg., Cic. Ma de' pirati più propr., che rincorrono gli altri legni.

Maestruzz. 2. 30. 9. (C) I corsari rubatori del mare tre volte l'anno sono iscomunicati dalla bocca del Sommo Pontefice. Tratt. Rep. E pone esemplo delli scherani e corsari di mare. [Cors.] Car. Rett. Arist. 3. 2. I corsari e i ladri si chiamano ora buscanti e procaccini. = Tass. Gerus. 17. 30. (C) E Tigrane, e Rapoldo il gran corsaro, Già de' mari tiranno. Segner. Mann. Nov. 15. 4. Regno fondato su le onde instabili, qual è quello di un gran corsaro di mare.

T. Armare corsari. – Nave predata da' corsari.

2. [Fin.] Capitano d'un bastimento privato, ma provveduto di patente sovrana per fare la guerra per conto proprio contro i nemici dello Stato; chiamasi pure Corsaro il bastimento stesso. T. Il pirata è ladrone più alla scoperta. Nel senso stor. ant. meglio Pirata.

3. T. Agg. Legno corsaro; Nave corsara. E Corsare sost., per ell., dicevansi le barche delle guardie di finanza nello Stato Pontificio, per girare le coste e impedire i contrabbandi.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: corsara, corsare, corsaresca, corsaresche, corsareschi, corsaresco, corsari « corsaro » corse, corserella, corserelle, corsero, corsesca, corsesche, corsetta
Parole di sette lettere: corsari « corsaro » corsero
Lista Aggettivi: corruttibile, corruttore « corsaro » corso, corteggiato
Vocabolario inverso (per trovare le rime): raro, pecoraro, curaro, sarò, asaro, casaro, pesaro « corsaro (orasroc) » ussaro, taro, tarò, cataro, borgataro, tataro, graffitaro
Indice parole che: iniziano con C, con CO, iniziano con COR, finiscono con O

Commenti sulla voce «corsaro» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze