Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «dipartire», il significato, curiosità, anagrammi, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Dipartire

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola dipartire è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti.
Anagrammi
dipartire si può ottenere combinando le lettere di: [irti, riti, tiri, ...] + [padre, perda, preda]; piri + tarde; [ter, tre] + [rapidi, ripida]; pet + [arridi, irradi, irrida, ...]; per + [arditi, idrati, ridati, ...]; [erti, irte, iter, ...] + padri; [iper, peri, ripe] + [darti, tardi, tradì]; preti + [ardi, dirà, idra, ...]; ridi + parte; [dire, idre, ride] + [patri, prati, tarpi]; perdi + [atri, irta, rita, ...]; [ridite, teridi] + rap; [irride, ridire] + tap; ripide + [tar, tra].
Componendo le lettere di dipartire con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ceo, eco] = deprecatorii; +oca = idroterapica; +[ciò, coi] = idroterapici; +osé = parodieresti; +[neo, noè] = peridentario; +con = ponderatrici; +oca = predicatoria; +[ceo, eco] = predicatorie; +[ciò, coi] = predicatorii; +non = preordinanti; +[neo, noè] = preordiniate; +sto = radiospettri; +ano = riadoperanti; +osa = riadoperasti; +non = riperdonanti; +[neo, noè] = riperdoniate; +cui = ripudiatrice; +[neo, noè] = torpediniera; +[mese, seme] = disimparerete; +oche = idroterapiche; ...
Vedi anche: Anagrammi per dipartire
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bipartire, dipartite, ripartire.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: ripartirà.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: diparte, diarie, diari, diate, dirti, dire, diti, dite, darti, dare, dati, date, ipati, ipate, iati, irti, irte, parte, parie, pari, pare, patire, patì, paté, arte, arie, arre, atre.
Parole contenute in "dipartire"
ire, par, tir, arti, parti, partire. Contenute all'inverso: api, eri, rap, tra, rapi.
Incastri
Si può ottenere da dire e parti (DIpartiRE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "dipartire" si può ottenere dalle seguenti coppie: dipartimenti/mentire, dipartimento/mentore, dipartita/tare.
Usando "dipartire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * partirete = dite; * partiresti = disti; * rete = dipartite; ridi * = ripartire.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "dipartire" si può ottenere dalle seguenti coppie: dipartita/atre.
Usando "dipartire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = dipartita; * erte = dipartite.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "dipartire" si può ottenere dalle seguenti coppie: idi/partirei, modi/partiremo, tedi/partirete.
Usando "dipartire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: partiremo * = modi; partirete * = tedi; * modi = partiremo; * tedi = partirete.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "dipartire" si può ottenere dalle seguenti coppie: disti/partiresti, dite/partirete, dipartite/rete.
Usando "dipartire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tare = dipartita; * mentore = dipartimento.
Intarsi e sciarade alterne
"dipartire" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: dirti/pare, dir/patire.
Intrecciando le lettere di "dipartire" (*) con un'altra parola si può ottenere: quarte * = quadripartirete.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Dipartire - V. a. Dividere in due o più parti. Departior, nel senso gen. in Boez. Departio, nelle Gl. gr. lat. Sen. Pist. (M.) Noi la partiamo e dipartiamo in picciole parti.

2. Separare, Disgiungere. Tes. Br. 33. (C) Questo (il Danubio) dipartiva già Alamagna da Francia, ma ora dura infino o Lauren. Dant. Purg. 9. Pur come un fosso che muro diparte. [F. T-s.] Anguill. Metam. I. 6. Nel suo centro (del cielo) pose La terra, indi dal mar la dipartio.

3. Per Levare, Separare, Scostare una persona o una cosa da altre o da alcun luogo. Non com. Dant. Inf. 23. (C) Sanza costringer degli angeli neri, Che vegnan d'esto loco a dipartirci. E Purg. 9. Trafugò lui, dormendo in le sue braccia, Là onde poi gli Greci il dipartîro.

(Tom.) D. 3. 6. Faccian li Ghibellin, faccian lor arte Sott'altro segno (l'insegna dell'aquila), chè mal segue quello Sempre, chi la giustizia e lui diparte (divide l'impero dalla giustizia).

Petr. canz. 9. 5. (C) Onde mai, nè per forza, nè per arte Mosso sarà, finch'io sia dato in preda A chi tutto diparte. E 24. 5. Ma io però da' miei non ti diparto. Alam. Colt. 1. 12. Poscia il terzo anno, che il secondo teme, Lieto il diparta del materno stelo.

4. Per Separare cose diverse mescolate e confuse insieme. M. Aldobr. P. N. 108. (C) Il calore che è nel vino, vuole la grossa e viscosa materia dipartire.

[Cont.] Ram. Viaggi, I. 95. A. Antimonio. Questo nasce in alcuni luoghi d'Africa nelle minere del piombo, ed i maestri lo dipartono dal piombo col zolfo; se ne truova gran quantità ne' piedi del monte Atlante.

5. Per Scompartire, Distribuire. Gr. S. Gir. 65. (M.) Egli non dipartono le cose loro a' poveri… Se dirittamente non offeri, e dirittamente non diparti (dispensi), peccato hai fatto. Guitt. Lett. Agio e piacere tuo meco diparti. [Tav.] Com. Ant. P. XXVII. 16. La provedenza che quivi comparte vice e ufficio, nel beato coro silenzio posto avea da ogni parte. Cioè, Iddio, rettore di quello beato coro, il quale col suo ordine diparte la sua gloria, e dispensa per vicende e offizii come li piace,… [Camp.] Aquil. III. 49. Tutto ne lo trasse Cesare (il pubblico tesoro), e dipartillo intra suoi cavalieri. Somm. 30. E loro diparte sue grazie a ciascheduno, secondo sua volontà, siccome dice l'Apostolo. Mil. M. Pol.

6. [Camp.] Dipartire uno incontro ad altro, per Porre divisione, scissura tra essi. Bib. Mat. 10. Non venni a metter pace, ma coltello; perocchè io venni a dipartire l'uomo incontro al padre suo, e la figliuola contro la madre sua, e la nuora incontra alla suocera sua. (Veni separare hominem adversus patrem suum.)

7. Dipartire uno della vita vale Spegnerlo, Ucciderlo, Farlo morire. Dant. Inf. 5. (M.) Vidi Paris, Tristano, e più di mille Ombre mostrommi, e nominolle a dito Ch'amor di nostra vita dipartille (cioè, le tolse dal mondo).

8. N. pass. Dividersi in parti; e parlando di membra, e sim., Dislogarsi. Vit. S. Onof. 146. (Mt.) Caddi in terra quasi mezzo morto, e tutte le mie membra si dipartiano per la paura.

9. E N. pass. Partirsi, Allontanarsi. Bocc. Nov. 8. 5. (C) Le virtù, di quaggiù dipartitesi, hanno nella feccia de' vizi i miseri viventi abbandonati. E nov. 13. 18. Tantosto di qui ti diparti, e nel tuo luogo ritorna. E nov. 93. 5. E così dicendo, senza più tornarsi si dipartì.

(Tom.) † Senza l'affisso. D. 1. 4. L'Ombra sua (di Virgilio) torna, ch'era dipartita. [Camp.] Pist. S. Gir. 99. Il medesimo dì che il santo figliuolo nostro Asterio arcidiacono dipartiva, pervennero a me le lettere della tua Beatitudine. = Tass. Ger. 6. 90. (C) Scuopre il disegno della fuga, e finge Ch'altra cagione a dipartir l'astringe.

10. Fig. Bocc. Teseid. 2. 36. (C) Era anco lor della memoria uscita L'antica Tebe, e il loro alto leguaggio, E similmente s'era dipartita La 'nfelicità loro ed il dannaggio. [Camp.] Poes. ant. anon. II. Quando ferito fui dal vero Amore, Allor si dipartì l'amor fallace.

11. [Camp.] Per Discostarsi. D. Purg. 15. E tanto si diparte (lo raggio) Dal cader della pietra in ugual tratta. (E vuol dire: si scosta ugualmente dalla perpendicolare col far l'angolo di riflessione uguale a quello d'incidenza.)

12. [Camp.] Per Isviarsi, in senso morale. D. Par. 1. Così da questo corso si diparte Talor la creatura, ch'ha podere Di piegar, così pinta, in altra parte. (Vuol dire in sostanza: che molti si perdono per l'abuso che fanno del libero arbitrio.)

13. Dipartirsi da altrui per checchessia, o in checchessia, vale Dissimigliare, Essere diverso. Dant. Par. 8. (M.) Quinci addivien ch'Esaù si diparte Per seme da Jacob, e vien Quirino Da sì vil padre, che si rende a Marte.

14. (Tom.) Delle opinioni. D. 2. 29. Quai li troverai nelle sue carte (d'Ezechiello) Tali eran quivi: salvo ch'alle penne Giovanni è meco, e da lui si diparte.

15. Dipartirsi dal vero, per Mentire, Esser falso. Ar. Fur. 12. 49. (M.) Duro era il resto lor più che diamante, Se la fama dal ver non si diparte.
Dipartire - S. m. Dipartenza. Petr. son. 15. (C) Ma gli spiriti miei s'agghiaccian poi Ch'io veggio, al dipartir, gli atti soavi Torcer da me le mie fatali stelle. E 134. L'anima al dipartir presta raffrena. E 250. I vostri dipartir non son sì duri, Ch'almen di notte suol tornar colei…
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: dipanò, dipano, diparte, dipartimentale, dipartimentali, dipartimenti, dipartimento « dipartire » dipartirsi, dipartita, dipartite, dipartono, dipenda, dipendano, dipende
Parole di nove lettere: dipaniate « dipartire » dipartita
Vocabolario inverso (per trovare le rime): intontire, rintontire, appuntire, martire, protomartire, partire, bipartire « dipartire (eritrapid) » ripartire, quadripartire, tripartire, impartire, scompartire, spartire, divertire
Indice parole che: iniziano con D, con DI, iniziano con DIP, finiscono con E

Commenti sulla voce «dipartire» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze