Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «discolo», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Discolo

Aggettivo
Discolo è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: discola (femminile singolare); discoli (maschile plurale); discole (femminile plurale).
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola discolo è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: dì-sco-lo. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: disloco (scambio di consonanti), dislocò (scambio di consonanti).
discolo si può ottenere combinando le lettere di: [liso, silo, soli] + doc; [dolo, lodo] + [csi, ics, sci, ...].
Componendo le lettere di discolo con quelle di un'altra parola si ottiene: +cad = addolcisco; +ani = consolidai; +tai = diastolico; +[ave, eva] = diavolesco; +uni = diluiscono; +gel = discollego; +tap = discolpato; +[dan, dna] = dislocando; +[tar, tra] = dolciastro; +ani = isolandoci; +van = scivolando; +nel = scodellino; +nel = scodelloni; +tan = sdolcinato; +cru = sdrucciolo; +van = svicolando; +[anse, sane] = ciondolasse; +[ansi, nasi, sani] = ciondolassi; +[ante, etna, nate, ...] = ciondolaste; +[nati, tina] = ciondolasti; +[arno, orna] = colorandosi; +[anno, nano, nona] = consolidano; ...
Vedi anche: Anagrammi per discolo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: discola, discole, discoli.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: dico, diolo, dolo, isolo, solo.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: discolpo.
Parole con "discolo"
Iniziano con "discolo": discolone, discoloni.
Parole contenute in "discolo"
col, colo, disco, scolo. Contenute all'inverso: csi.
Incastri
Inserendo al suo interno per si ha DISCOLperO (discolperò); con pin si ha DISCOLpinO; con arti si ha DISartiCOLO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "discolo" si può ottenere dalle seguenti coppie: dime/mescolo, dirime/rimescolo, disperi/pericolo, disse/secolo, discoste/stelo, discosterò/sterolo, discosti/stilo.
Usando "discolo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * scolora = dirà; * scoloro = dirò; ordisco * = orlo; * scolorai = dirai; medi * = mescolo; * lorda = discorda; * lorde = discorde; * lordi = discordi; * lordo = discordo; * colofonia = disfonia; * colofonie = disfonie; * scolorimenti = dirimenti; * lordai = discordai; rimedi * = rimescolo; * opera = discolperà; * opero = discolperò; * lordano = discordano; * lordare = discordare; * lordate = discordate; * lordato = discordato; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "discolo" si può ottenere dalle seguenti coppie: radi/scolora, ridi/scolori, rividi/scolorivi, rodi/scoloro.
Usando "discolo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: scolora * = radi; scolori * = ridi; scoloro * = rodi; scolorivi * = rividi; * radi = scolora; * ridi = scolori; * rodi = scoloro; * ridi = scolorì; * rividi = scolorivi.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "discolo" si può ottenere dalle seguenti coppie: dirà/scolora, dirai/scolorai, dirimenti/scolorimenti, dirò/scoloro, disfonia/colofonia, disfonie/colofonie.
Usando "discolo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * mescolo = dime; mescolo * = medi; * secolo = disse; * rimescolo = dirime; rimescolo * = rimedi; * pericolo = disperi; orlo * = ordisco; * pio = discolpi; * stelo = discoste; * stilo = discosti; * paio = discolpai; * pareo = discolpare; * patio = discolpati.
Sciarade incatenate
La parola "discolo" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: disco+colo, disco+scolo.
Intarsi e sciarade alterne
"discolo" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: dico/sol.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "discolo"
»» Vedi anche la pagina frasi con discolo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Luigino è un discolo anche a scuola e prende parecchie note per indisciplina.
  • Chi di noi non è stato un simpatico discolo da piccolo?
  • Tuo nipote, pur se di giovane età, è già un bel discolo.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Discolo, Scapato, Scapestrato, Dissipato - Discolo è giovane di mal costume o notoriamente scandaloso. - Scapato è quel giovane che non attende di proposito allo studio o all'arte, ma fa le cose all'impazzata, vago solo di spassi e di celie: Scapato non ha nulla di vituperevole; e spesso si dà altrui per appellativo di celia amorevole. - Scapestrato è colui che non comporta disciplina alcuna e vuol vivere secondo il proprio capriccio. - Dissipato è quegli, i cui pensieri si volgono a mille oggetti senza fermarsi in alcuno; e che mai non si dà a far ciò che sarebbe di suo obbligo, o nulla che vaglia. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Dissipato, Discolo, Scapato, Scapestrato - Dissipato è colui che non ha fermezza nè dignità ne' pensieri, che corre dietro ad ogni vanità che gli si presenti sotto forma alquanto attraente: il dissipato è anche dissipatore, se può; dissipa sempre per altro il tempo che Dio concede a tutti, e le facoltà morali, intellettuali e fisiche, le quali sono, a ben considerarle, capitale incalcolabile. Il discolo non fa il bene, come il dissipato, e fa il male per ignoranza (dis, colo, colere, coltivare, insegnare, apprendere) non d'inutili o superficiali cognizioni, ma sì volontaria de' veri principii della saviezza e del nobile fine a cui l'uomo è indirizzato: il giovane discolo (per lo più dei giovani si dice) è il tormento e talora la vergogna de' parenti, il rifiuto e lo scandalo della società, per cui talvolta chi ha il potere in mano deve metterci le mani sopra per ricondurlo, se v'ha mezzo ancora, al dovere. Scapestrato è il discolo che ha rotto ogni freno, che non sente più ritegno nè di pudore nè d'altro. Scapato è meno di discolo; s'accosta più al dissipato per dire che non ha testa ferma, nè giudizio sufficiente onde condursi da sè; scapato in senso di discolo pare che voglia significare chi ha fatto un primo fallo, una prima scappata. Da scapato si fa scapatello, e dicesi quasi per vezzo a ragazzo vispo, risoluto e che comincia fin d'allora a voler fare a suo modo. Badino i parenti a tener ben d'occhio questi vezzosi scapatelli, a correggerne l'umore, a temperarne col ragionamento i capricci, se non vogliono, cresciuti in età, vederli riuscire scapati, discoli, scapestrati. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Discolo - Agg. Secondo l'orig. gr., Difficile di gusto, d'umore, di fantasia. Nella Volg. [G.M.] Dal gr. Δὺς,e Κόλον, Cibo. = Maestruzz. (C) Coloro che a ogni cosa si pongono al contrario per contrastare, non curando persona, son chiamati litigiosi e discoli.

2. Difficile a contentare in ogni cosa. Segnatam. ne' cibi. Ficin. Vit. san. 68. (Gh.) Volendo nutrire una persona dilicata e discola co' cibi grossi, dobbiamo e tenerle caldo lo stomaco e prolungarle il sonno…

3. † Per Idiota, Di poche lettere; che però intende con difficoltà. Franc. Sacch. Nov. pr. (C) Io Franco Sacchetti fiorentino, come uomo discolo e grosso, mi proposi di scriver la presente opera.

4. Ritroso, Incomportabile, e più generalmente Di costumi poco lodevoli (Fanf.), Difficile al bene, Difficile a essere ben regolato. Fr. Giord. Pred. (C) Praticano con giovani discoli e maliziosi. Varch. Stor. 10. Que' giovani discoli per dir così, e scorretti, de' quali si favellò di sopra. Buon. Fier. 5. 4. 6. Discoli esilïar, mormoratori Porre io vorrei in dileguo. Pallav. Stor. Conc. 1. 306. (M.) Eran simiglianti a quelle (minacce) del figliuolo discolo, che finge al padre di volersi gittare da una finestra, perchè non infreni le sue dissoluzioni.

T. A modo di Sost. Istituto de' discoli. – Mettere un ragazzo ne' discoli (titolo che andrebbe mutato, perchè quasi infamante). – Patronato de' discoli.

5. Alla discola. Post. avverb. vale Dissolutamente. V. DISCOLAMENTE.

6. T. Per cel. fam. diciamo che fa il discolo, diventa discolo, chi si toglie, anche per poco e per causa innocente, alle ordinarie occupazioni e consuetudini.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: discollegherò, discolleghi, discolleghiamo, discolleghiate, discolleghino, discollegò, discollego « discolo » discolone, discoloni, discolpa, discolpai, discolpammo, discolpando, discolpano
Parole di sette lettere: discoli « discolo » discuta
Lista Aggettivi: discografico, discoidale « discolo » discontinuo, discordante
Vocabolario inverso (per trovare le rime): pascolò, pascolo, compascolo, mescolò, mescolo, rimescolò, rimescolo « discolo (olocsid) » pulviscolo, maiuscolo, muscolo, minuscolo, crepuscolo, opuscolo, gruppuscolo
Indice parole che: iniziano con D, con DI, iniziano con DIS, finiscono con O

Commenti sulla voce «discolo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze