Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «doccia», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Doccia

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate doccia

Astratto blu con piastrelle

Ice Bucket Challenge

Foto 534166002
Giochi di Parole
La parola doccia è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc.
Divisione in sillabe: dóc-cia. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: accodi, dacico.
doccia si può ottenere combinando le lettere di: [ciò, coi] + cad.
Componendo le lettere di doccia con quelle di un'altra parola si ottiene: +[sai, sia] = accidiosa; +sei = accidiose; +sii = accidiosi; +osi = accidioso; +tan = accodanti; +cra = accodarci; +ram = accodarmi; +ras = accodarsi; +[tar, tra] = accodarti; +sta = accodasti; +[are, rea] = accoderai; +ree = accoderei; +moa = accodiamo; +[eta, tea] = accodiate; +amo = accomodai; +[tar, tra] = accordati; +[ter, tre] = accredito; +url = accudirlo; +[adì, dai] = addiaccio; +uri = ariduccio; +ben = biondacce; +[bar, bra] = bocciarda; +brr = broccardi; +can = cacciando; ...
Vedi anche: Anagrammi per doccia
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: boccia, coccia, goccia, noccia, roccia.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: boccio, bocciò, coccio, goccio, moccio, noccio.
Con il cambio di doppia si ha: doppia.
Scarti
Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: oca.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si può avere: caicco.
Parole con "doccia"
Finiscono con "doccia": bagnodoccia.
Contengono "doccia": addocciare.
Parole contenute in "doccia"
doc.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "doccia" si può ottenere dalle seguenti coppie: domassi/massiccia, domattina/mattinaccia, domi/miccia, domina/minaccia, donava/navaccia, dono/noccia, dori/riccia, dorica/ricaccia, doro/roccia, dota/taccia, dove/veccia, doviziosa/viziosaccia.
Usando "doccia" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cado * = caccia; fado * = faccia; godo * = goccia; nodo * = noccia; rido * = riccia; rodo * = roccia; vedo * = veccia; brado * = braccia; crudo * = cruccia; scado * = scaccia; scodo * = scoccia; arrido * = arriccia; chiodo * = chioccia; * aoni = doccioni; ricado * = ricaccia; approdo * = approccia; barbudo * = barbuccia.
Lucchetti Alterni
Usando "doccia" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: caccia * = cado; * miccia = domi; * riccia = dori; * taccia = dota; * veccia = dove; faccia * = fado; riccia * = rido; veccia * = vedo; braccia * = brado; cruccia * = crudo; scaccia * = scado; arriccia * = arrido; * minaccia = domina; * navaccia = donava; * ricaccia = dorica; ricaccia * = ricado; barbuccia * = barbudo; * massiccia = domassi; * mattinaccia = domattina; * viziosaccia = doviziosa; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "doccia" (*) con un'altra parola si può ottenere: ah * = adocchia; ahi * = adocchiai; * enoli = denocciolai.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "doccia"
»» Vedi anche la pagina frasi con doccia per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Negli ex manicomi, per calmare un paziente, si usava fare la doccia fredda.
  • Sotto la doccia, mentre l'acqua scorre e ci coccola, ci piace cantare o fischiettare la canzone del momento.
  • La doccia è un sistema utile e veloce per lavare tutto il corpo.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Doccia, Doccione, Doccionata, Doccio - Doccia è canaletto di terra cotta, o di legno, o d'altra materia, per la quale si fanno scorrere o colare le acque, come per esempio quella dei tetti, nella quale si versa l'acqua della gronda, per essere poi scaricata nei fognuoli. - Doccione è cannone di terra cotta, più stretto dall'uno dei lati, che si usa per far condotti da acqua o da altro, i quali condotti, che i muratori chiamano Doccionata, si fanno imboccando l'un cannone nell'altro. La Doccia è più spesso all'esterno; La Doccionata si fa generalmente nella grossezza del muro. - [I Docci, detti anche Tegoli e Tegolini, non hanno nulla che vedere con le Doccie, e son que' pezzi concavi di terra cotta che nel fare i tetti si mettono sopra gli orli riuniti delle Tegole o Embrici affinché l'acqua non s'infiltri tra tegola e tegola. G. F.] [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Doccia, Doccione, Doccio, Canale, Acquedotto, Gronda, Grondaia, Condotto, Docci, Tegolini - « Doccia, canaletto di terra cotta o di legno o d'altra materia, per la quale si fa scorrere o scolare le acque. La gronda sporgente dicesi pure doccia. I condotti sono tutti quelli che servono a condurre acqua di lontano, e d'ordinario per canali segreti. Doccione dicesi toscanamente la gronda: e doccione è anco quell'acquaio, che però si dice condotto. Condotto è voce generica; canale, ancor più. Qualunque luogo dove corre acqua, od anco stia, è canale. Canali que' di Venezia, canale del fiume, canale del ruscello. Ogni condotto è a qualche modo canale: non ogni canale è condotto. Questa voce inoltre ha parecchi sensi traslati. Canali vegetali o animali. Per arrivare alle orecchie d'un potente, convien talvolta passare per certi canali molto sudici e molto bassi. Acquedotto è canal murato, e con più arte costrutto, per condurre l'acqua da luogo a luogo a certa distanza ». Tommaseo.

« Docci e non docce (detti anche tegolini) sono que' pezzi concavi di terra cotta che si sovrammettono agli orli delle tegole, e impediscono così che l'acqua entri fra tegola e tegola. La doccia è quel canale per lo più di latta, che riceve le grondaie, e conduce l'acqua in una cisterna o in una fogna, o la getta riunita, da un punto solo ». Lambruschini.

« Grondaia è piuttosto l'acqua che cade; e il luogo ove cade spesso. Parlando, le voci gronda e grondaia si usano promiscuamente: ma pare la grondaia si possa immaginare più grande e più abbondante d'acqua ». Meini.

Giacchè ogni parola deve significare una cosa distinta, gronda direi in questo senso la goccia d'acqua che si forma dallo scolo del tetto quando leggermente pioviggina: grondaia, le molte goccie che cadono contemporaneamente, o il filo d'acqua che lo stesso scolo dà, quando più abbondantemente piove: questa è una mia idea, la do per quale è, e per quanto vale, come qualche altra che vado risicando; ma quando sono un po' troppo avventate, mi piace avvertirne il lettore. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Doccia - S. f. Canaletto di terra cotta, di legno o d'altra materia, per lo quale si fa correre unitamente l'acqua. T. Aquae ductus, ductio. Nel b. lat. Ductus assol., come noi Condotto. Fors'anche occia forma dim. Nel lat. barb. Doga per Doccia. Aff. anco a Goccia, commutandosi le due lett., come in Diaccio e Ghiaccio. = G. V. 1. 38. 3. (C) Macrino fece fare il condotto dell'acque in docce in arcora. Dant. Inf. 14. Lor corso in questa valle si diroccia, Fanno Acheronte, Stige, e Flegetonta, Poi sen va giù per questa stretta doccia. E 23. Non corse mai sì tosto acqua per doccia A volger ruota di mulin terragno.

[Cont.] Pall. B. Agr. IX. 11. L'acqua si mena per forma di condotti fabbricati di pietra o di calcina, ovver per cannelle di piombo, ovvero per docce di legno d'ontano, ovver per gambiere di terra. Bart. C. Arch. Alb. 86. 33. Faccinvisi doccie di legname, e canali che stieno sollevati in aria, per li quali l'acqua che soprabbonda, scorrendovi sopra, passi via.

[Cont.] E per l'Acqua stessa che corre nella doccia. Bandi Fior. XLVIII. 204. Le cartiere si trovano accese a pile, quando dovevano essere tassate a docce, o siano rami di acqua, che in esse da più parti influiscono.

2. Corrente doccia disse l'Ariosto, per Rivo, Fiumicello. Ar. Fur. 24. 51. (M.) Intanto lungo la corrente doccia Vider venire un pastorello.

[Val.] † A doccia. Avverb. Come una doccia. Fag. Rim. 6. 200. E tutto il sangue fan versarti a doccia.

3. T. Il Recipiente di latta per lo più sotto il tetto che accoglie l'acqua, e la manda al tubo ch'è la grondaja.

[Cont.] Può essere anche di pietra. Sansov. Ven. Descr. 140. v. Attorno al tetto girano le gorne o doccie di pietra viva, per le quali l'acqua piovana scorre per via di cannoni nascosti ne' pozzi.

[Cont.] Lo stesso che Tegolo o Doccio. Bandi Fior. XV. 14. 6. Doccie da tetti di braccia tre così piane come mezze tonde. Bart. C. Arch. Alb. 42. 7. Tutto quello che io ho detto infin qui de' mattoni, il medesimo si debbe osservare nei tegoli per i tetti, e negli embrici, e nelle doccie.

4. (Mar.) Doccia della tromba. Cilindro, o Canale di legno che dalla cisterna delle trombe a ruota corrisponde fuori del bordo per mandar fuori l'acqua che vien tirata su dalla sentina. (Mt.)

5. (Ar. Mes.) [Cont.] Quel Canale che conduce il grano o altra materia in granelli o in polvere, la quale vi scorra da sè per la inclinazione del canale istessa, o spinta dai pani di una chiocciola, e sim. Spet. nat. X. 58. La piccola doccia inclinata per ricevere il grano, che scappa dall'orificio inferiore della tramoggia, per ridurlo nell'apertura della mola superiore.

6. Bere a doccia, cioè In gran copia. (Fanf.)

7. E Bere a doccia, per Bere senza appressare il vaso alla bocca; il che si fa piegando il capo all'indietro, e versando dall'alto il liquore in bocca. Cicogn. Stanz. 88. (Man.) Vin buon, ch'è stato in fresco un dì nel pozzo, Vo' che si mesca, e che si beva a doccia.

8. (Med.) Medicamento liquido che si doccia sopra la parte inferma. Ricett. Fior. 113. (C) Si debbono comporre dallo speziale, allorchè si hanno ad operare, e sono le infusioni, i decotti…, l'embrocche e docce. Vett. Colt. 67. Di questa adunque tale erba (stecade), che è giovevole in più modi a' corpi umani, e s'usa molto ne' bagnuoli e docce artificiose da' medici, se ne truova gran quantità in un monte vicino a Carmignano, il quale si chiama Monte Albano. Car. Lett. 2. 59. (Ediz. d'Aldo 1575.) (M.) Sono poi venuto a' bagni, e dopo molti accidenti che mi hanno impedito fino a ora appunto di sotto la doccia, m'è similmente uscito di capo questo pensiero così molle, come vedete.

T. Doccia a pioggia.

9. (Ar. Mes.) Diconsi ancora Docce alcuni strumenti che sono una spezie di scarpelli fatti a doccia. (Fanf.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: dobbiamo, dobbiate, dobermann, doblone, dobloni, doc, docce « doccia » doccione, doccioni, docente, docenti, docenza, docenze, docetista
Parole di sei lettere: divoro « doccia » docile
Vocabolario inverso (per trovare le rime): boccia, sboccia, bisboccia, coccia, saccoccia, incoccia, scoccia « doccia (aiccod) » bagnodoccia, goccia, chioccia, figlioccia, galloccia, belloccia, noccia
Indice parole che: iniziano con D, con DO, iniziano con DOC, finiscono con A

Commenti sulla voce «doccia» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze