Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «eremita», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Eremita

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola eremita è formata da sette lettere, quattro vocali e tre consonanti.
È una parola bifronte senza capo né coda, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (timer).
Divisione in sillabe: e-re-mì-ta. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: artemie, emerita (scambio di consonanti), eritema, materie, mieterà, remiate, temerai.
eremita si può ottenere combinando le lettere di: [ter, tre] + maie; tiè + [arem, arme, erma, ...]; [eri, ire, rei] + [mate, meta, team, ...]; mie + [arte, atre, erta, ...]; [item, mite, temi] + [are, era, rea]; [meri, mire, rime] + [eta, tea]; tee + [armi, mari, mira, ...]; [erte, rete] + [ami, mai, mia]; [mete, teme] + [ari, ira, ria]; [erme, mere] + tai.
Componendo le lettere di eremita con quelle di un'altra parola si ottiene: +tic = acetimetri; +toc = acetimetro; +din = aderimenti; +don = aderimento; +[aro, ora] = aerometria; +[ore, reo] = aerometrie; +ogm = agiteremmo; +[mou, umo] = aiuteremmo; +sla = alesametri; +[gol, log] = algometrie; +mat = ammetterai; +rem = ammirerete; +can = anticamere; +[aro, ora] = areometria; +[ero, ore] = areometrie; +[dan, dna] = aridamente; +gag = armeggiate; +[bar, bra] = arrembiate; +osa = ateromasie; +una = aumenterai; +une = aumenterei; +bit = batimetrie; +bot = batometrie; +cra = catramerei; ...
Vedi anche: Anagrammi per eremita
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: eredita, eremiti, gremita.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: fremiti, fremito, gremite, gremiti, gremito, tremiti, tremito.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: erma, erta, rema, reità, rita.
Parole con "eremita"
Iniziano con "eremita": eremitana, eremitane, eremitani, eremitano, eremitaggi, eremitaggio.
Parole contenute in "eremita"
ere, rem, remi, eremi. Contenute all'inverso: mere, timer.
Incastri
Si può ottenere da eta e remi (EremiTA).
Lucchetti Riflessi
Usando "eremita" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: sumere * = suità; * attica = eremitica; * attici = eremitici; * attico = eremitico; * attori = eremitori; * attiche = eremitiche.
Lucchetti Alterni
Usando "eremita" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * anoa = eremitano.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "eremita"
»» Vedi anche la pagina frasi con eremita per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Dopo la morte della moglie, Piero si è ritirato a vivere isolato come un eremita.
  • In un convento sul Pollino un eremita vive da solo.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cenobita, Monaco, Frate, Eremita, Romito, Anacoreta, Solitario - Cenobita è colui che vive vita religiosa in comune, ed è per conseguenza lo stesso che Frate, se non quanto questo è più generico, e accenna più la persona che la professione. - Monaco è propriamente colui che vive solo nella propria cella, e sotto una regola, come i Certosini e i Camaldolesi; ma ora si estende a significare frati di istituti più nobili, come i Benedettini. - Eremita è colui che si apparta dal mondo, e vive in penitenza e in contemplazione in luoghi remoti dall'abitato: il popolo dice Romito. - Anacoreta è lo stesso, se non quanto gli Anacoreti vivevano nel deserto e facevano vita più austera. - Solitario è chi vive lontano dalla conversazione civile, per fuggire occasione di peccare, ma anche per altro fine che la vita di orazione e di penitenza. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Eremita, Solitario, Monaco, Cenobita, Anacoreta; Eremo, Solitudine, Ritiro - «I monaci un tempo vivevano soli nella loro cella, come indica il nome (Μόνος): poi furono radunati sotto una regola. Ora i monaci non vivono più nè solitarii, nè soli. Cenobiti piuttosto sono i monaci d'oggidì; perchè cenobita è colui che vive con altri nel luogo stesso, e in comune (κοινòς). Solitario, chiunque vive in solitudine più o meno assoluta, in città o in deserto, per pietà religiosa, o per capriccio, o per altra ragione qualsiasi. Eremita, chi vive nell'eremo, cioè in solitudine deserta ed incolta ('Eρημoς). Anacoreta, chi vive lontano dall'abitato ('Aνἀ χωρή), lontano dagli agi della vita civile, in mortificazioni e digiuni. L'eremita ha cella propria: l'anacoreta non ha certa dimora. Il solitario può far vita agiata in solitudine deliziosa: il monaco non è più solitario: anacoreta ed eremita sono oramai termini storici, il primo segnatamente». Romani e Gatti.

Eremo è il luogo, ma proprio in sito deserto e selvaggio; solitudine è il luogo, e il fatto dello star solo; onde si dice di chi si compiace starsene da sè, anche vivendo in paesi o città: il tale ama la solitudine. Ritiro è luogo qualunque ove uno vive appartato dalla società, abitualmente o soltanto in alcune ore del giorno: nel ritiro, e lontano dai profani rumori del mondo, si pensa, si medita, si studia, si scrive, si prega meglio che non in mezzo al trambusto e alle distrazioni. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Eremita - e † EREMITO e ROMITO e † REMITO (Vit. SS. Pad. 2. 166. E 2. 190.). [T.] S. m. Chi vive in eremo o in eremitaggio, per fine religioso. L'Anacoreta viveva da sè in luogo remoto e senza ferma dimora; l'Eremita in un luogo sempre, e anco in comune. Eremita, in Sulp. Sev. – Salvin. Annot. Buon. Fier. 4. 2. 7. (C) Gli eremiti, cioè i solitarii; e gli anacoreti, cioè i ritirati, che, vedendo il mondo cotanto guasto, dalla comune società si separarono e andarono ne' deserti a seguir Dio. La distinz. non è qui per l'appunto osservata, e neanche nell'uso sempre. T. San Paolo, per distinguerlo dall'Apostolo, ha il titolo di Primo eremita. O ass. Eremita. = Stor. Barl. 2. (Man.) Prese da se medesimo abito di religione, e misesi al diserto, e per istare e vivere come eremito, e per fuggire la vanità di questo mondo. Morg. 25. 271. Un santo e devoto eremito. Vit. SS. Pad. 1. 13. Guid. G. (C) Fr. Jac. Tod. 1. 9. 34. Nelle selve agli eremiti Tosto andai. T. Alam. Gir. 12. 138. Quando vide sì povero ogni arnese, Che romiti vi sia, certezza prese. Nel senso pr. e stor., Eremita è il più usit. Ma de' sec. posteriori, Chi attende in soliludine a pratiche rel. senza appartenere a un Ordine rel., suol dirsi Romito; e se ne fa Romitello. Chi, per estens., di tempi anteriori al Cristianesimo, per accennare a simil modo di vita, non Eremita direbbesi, ma Romito. – A modo d'Agg. e pr. e fig. sempre Romito (V.); ch'è altro da Eremitico. Luogo, Via, Amante, Uomo in sè romito. E il Filic. elegantemente alla sua canz. Vergine romitella.

2. Altro uso stor., quasi per antonom. T. Pietro l'Eremita, il predicatore delle Crociate. = Tass. Ger. 1. 32. (C) Ispiri tu dell'Eremita i detti, E tu gl'imprimi a' cavalier' nel cuore.

3. T. Docum. del sec. XIII. Padri eremiti dell'ordine di S. Francesco. V. in altro senso EREMITANO.

4. In senso rel., più fam. che altro. T. Vivere da eremita, in solitudine, in luogo remoto, senz'agi. In questo senso, Romito dice meno.

5. Bernardo eremita. Crostaceo in conchiglia univalva, il qual muta ogni anno dimora. A' Fr. Bernard l'hermite o Diogène. Targ. Tozz. G. Viagg. 2. 468. (Gh.) Quantità di bernardi eremiti, o siano piccoli granchi mezzi nudi e mezzi vestiti di coccia crostacea. E 2. 474. I bernardi eremiti nascondono la parte nuda del loro corpo dentro a' gusci vuoti de' testacei. – Detto anco Cancello dim. di Cancer. Font. Glic. Diz. econ. in Gambero.
Eremita - e † REMITA e ROMITA. [T.] S. f. V. il S. m. – Remita, Franc. Barb. Regg. donn. 243. E 244. – Romita, Vit. SS. Pad. 2. 335. Bern. Orl. 2. 9. 22. – Ora non si direbbe che Una romita, non Una eremita. – In Sidon, Eremitis agg. femm. Gr. ̓Ερημὰς, άδος, Solitaria.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ereditiera, ereditiere, ereditino, ereditò, eredito, eremacausi, eremi « eremita » eremitaggi, eremitaggio, eremitana, eremitane, eremitani, eremitano, eremiti
Parole di sette lettere: eredito « eremita » eremiti
Vocabolario inverso (per trovare le rime): calamita, elettrocalamita, palamita, islamita, imamita, vietnamita, betlemita « eremita (atimere) » gremita, estremità, semita, antisemita, imita, limita, sublimità
Indice parole che: iniziano con E, con ER, iniziano con ERE, finiscono con A

Commenti sulla voce «eremita» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze