Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «giustezza», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Giustezza

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola giustezza è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz.
Divisione in sillabe: giu-stéz-za. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: guizzaste.
giustezza si può ottenere combinando le lettere di: giù + stazze; gusti + azze; [est, set] + [aguzzi, guazzi, guizza].
Componendo le lettere di giustezza con quelle di un'altra parola si ottiene: +sla = tagliuzzasse; +alt = tagliuzzaste; +erre = riaguzzereste; +erri = riaguzzeresti; +[apra, arpa, para, ...] = spiegazzatura; +[apre, arpe, pare, ...] = spiegazzature; +predica = spregiudicatezza; +[precedi, predice] = spregiudicatezze.
Vedi anche: Anagrammi per giustezza
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: giustezze.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: giusta, gite, gita, gusta, iute, iuta.
Parole contenute in "giustezza"
giù, giuste. Contenute all'inverso: sui, azze.
Frasi con "giustezza"
»» Vedi anche la pagina frasi con giustezza per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La giustezza mostrata da quell'uomo lo fa amare da tutti.
  • Agire nella giustezza rende la persona benvoluta da tutti!
  • Come politico e come uomo, la sua giustezza era il suo punto più forte.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Giustizia, Giustezza, Aggiustatezza - La giustizia è una virtù, la somma delle umane virtù, perchè ognuna di esse quando fosse in opposizione con questa, virtù più non potrebbe dirsi. La giustezza è una qualità; l'aggiustatezza è quel tatto nel sentire, quel modo nell'operare per cui si fa ogni cosa convenientemente. La giustizia dà a tutti secondo il merito e diritto: per la giustezza le cose convengono e rispondono eziandio esattamente al loro fine: l'aggiustatezza nel fare, nel dire, nel comportarsi è tal virtù sociale, che il mondo, il quale giudica ordinariamente dalle apparenze, stima ed apprezza più d'ogni altra: all'uomo aggiustato tributa pertanto quegli elogi e quella stima che niega al vero giusto troppo sovente. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Giustezza - [T.] S. f. Astr. di GIUSTO, in quanto Giusto è più aff. a Aggiustato, cioè Accomodato da sè o per opera umana in modo convenevole al fine e all'uso. T. Giustezza nella misura d'una estensione, d'un peso, di qualsiasi quantità, sua corrispondenza a una norma. – Giustezza della bilancia. = Gal. Sist. 380. (C) Lo strumento sia con assoluta giustezza fabbricato. Sagg. nat. esp. 16. Questa differenza consiste alle volte in minuzie così piccole ed inarrivabili, che la giustezza de' più squisiti orivoli non può mostrare. [Cont.] Fal. Vas. quadri, I. 6. La giustezza delle bussole,… per aggiustarle… esse deve aver la calamita da accomodarle.

T. di stamp. La lunghezza eguale di un verso, o linea d'una pagina. Voc. Dis. 156. in STAMPA. (Man.)

2. T. Giustezza della mira, per cogliere, prima con l'occhio, e poi con altro corpo, un oggetto.

T. Di mano, nel condurre qualsiasi lavoro.

T. Del colpo.

3. T. Talvolta significa Aggiustatezza delle forme è garbo dei movimenti. – Della voce dice più che la intonazione non isbagliata. = Segn. Aless. Memor. Viag. e Fest. 93. (Gh.) Corrisponde alle dimensioni della larga pianta l'altezza delle gran vôlte impostate sopra i pilastri, che di qualità proporzionata son disposti regolatamente a' loro luoghi, e condotti di pietra serena; benchè alla maniera gotica di quei tempi, con tal leggiadria, che anche agli occhi de' moderni avvezzi alle giustezze più perfette dell'architettura, recano di compiacenza quanto si dimostrino di maestà. In questo senso comporta anco il plur.

4. Senso più propriam. intell. T. Giustezza di giudizio, condizione necessaria alla giustizia mor. e civile. Ma della Giustezza seccamente matematica e freddamente pratica taluni abusano per sofisticar la giustizia. Giustezza di mente, disposizione naturale e acquisita a giudicare non pur giusto ma giustamente. Giustezza del ragionamento abit. D'un argomento; d'una risposta, d'una citazione.

T. D'un'imagine, appropriata al soggetto. D'una locuzione, d'un epiteto, d'un avverbio, d'un titolo.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: giustapposizioni, giustapposta, giustapposte, giustapposti, giustapposto, giustappunto, giuste « giustezza » giustezze, giusti, giustifica, giustificabile, giustificabili, giustificabilità, giustificabilmente
Parole di nove lettere: giuridico « giustezza » giustezze
Vocabolario inverso (per trovare le rime): stortezza, lestezza, tristezza, compostezza, incompostezza, scompostezza, robustezza « giustezza (azzetsuig) » battezza, ribattezza, fattezza, piattezza, compattezza, astrattezza, esattezza
Indice parole che: iniziano con G, con GI, iniziano con GIU, finiscono con A

Commenti sulla voce «giustezza» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze