Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «irritare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Irritare

Verbo
Irritare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è irritato. Il gerundio è irritando. Il participio presente è irritante. Vedi: coniugazione del verbo irritare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di irritare (indisporre, infastidire, innervosire, indispettire, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti
Liste a cui appartiene
Verbi relativi all'odore [Infastidire « * » Nauseare]
Giochi di Parole
La parola irritare è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: rr. Lettera maggiormente presente: erre (tre).
Divisione in sillabe: ir-ri-tà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: irriterà (scambio di vocali), riterrai, ritirare, ritirerà.
irritare si può ottenere combinando le lettere di: tir + [erari, errai]; rii + terra; [irti, riti, tiri, ...] + [arre, erra, rare]; [eri, ire, rei] + tirar; [erti, irte, iter, ...] + rari; erri + [arti, atri, irta, ...].
Componendo le lettere di irritare con quelle di un'altra parola si ottiene: +sob = aborriresti; +cad = arredatrici; +[csi, ics, sci, ...] = carrieristi; +fen = interferirà; +oda = irradiatore; +dee = irradierete; +fen = irrefrenati; +sos = irritassero; +non = irriteranno; +[amo, moa] = martorierai; +emo = martorierei; +pet = periartrite; +[pio, poi] = prioritarie; +pop = proprietari; +[ops, pos] = respiratori; +psi = riapriresti; +tag = rigratterai; +con = rincorriate; ...
Vedi anche: Anagrammi per irritare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: irrigare, irritate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: irite, irta, irte, rare.
Parole contenute in "irritare"
are, tar, rita, tare, irrita. Contenute all'inverso: era, tir.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "irritare" si può ottenere dalle seguenti coppie: irrida/datare, irrido/dotare, irrita/tatare, irritai/ire, irritamenti/mentire, irritamento/mentore, irritata/tare.
Usando "irritare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: butirri * = buttare; * areata = irritata; * areate = irritate; * areati = irritati; * areato = irritato; * rendo = irritando; * evi = irritarvi; * resse = irritasse; * ressi = irritassi; * reste = irritaste; * resti = irritasti; * ressero = irritassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "irritare" si può ottenere dalle seguenti coppie: irriso/ostare, irritavo/ovattare, irriterà/areare, irritata/atre, irritato/otre.
Usando "irritare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = irritata; * erte = irritate; * erti = irritati; * erto = irritato; mari * = maritare; meri * = meritare.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "irritare" si può ottenere dalle seguenti coppie: irrita/area, irritata/areata, irritate/areate, irritati/areati, irritato/areato, irritai/rei, irritando/rendo, irritasse/resse, irritassero/ressero, irritassi/ressi, irritaste/reste, irritasti/resti, irritate/rete, irritati/reti.
Usando "irritare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * datare = irrida; * dotare = irrido; buttare * = butirri; * mie = irritarmi; * tiè = irritarti; * vie = irritarvi; * mentire = irritamenti; * mentore = irritamento.
Sciarade incatenate
La parola "irritare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: irrita+are, irrita+tare.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "irritare"
»» Vedi anche la pagina frasi con irritare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il mio collega di ufficio riesce sempre a farmi irritare quando prende le mie matite.
  • Quella battuta inopportuna del mio collega fece irritare il capoufficio.
  • Guarda che se continui a rispondere al cellulare durante la riunione, finisci per irritare tutti i colleghi.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Eccitare, Incitare, Stimolare, Aizzare, Istigare, Irritare, Innasprire, Provocare, Stuzzicare, Animare, Sospingere - «Eccitare da ex-citare; incitare da in; il secondo è più forte: stimolare, nel proprio, è pungere con lo stimolo i bovi; gli è un modo d'incitare o d'eccitare, a cui non sempre seguita l'effetto. Istigare è uno stimolare più forte, e più al male che al bene. Aizzare è un istigare a sensi di rabbia più che d'altro. Dicesi più particolarmente dei cani. Irritare è un eccitare ira o collera direttamente; ha dunque l'effetto. Si può talvolta aizzare senza irritare. Si può, da un'altra parte, irritare senz'aizzare, quando l'uomo è irritato o da chi non vorrebbe, o dall'umore suo caustico. Provocare è generico; ma dicesi specialmente di chi aizza, o stimola l'ira altrui, non contro un terzo, ma contro se stesso. Stuzzicare è un provocare leggermente». Romani.

Innasprire è rendere più amaro e cocente un dolore, più dolorosa una piaga; è ciò moralmente e fisicamente; innasprire chi è già avverso ad un altro, è proprio di chi si gode nelle discordie e nel metter male. Eccitare a qualche impresa può venire proprio dal citarla e parlarne una prima volta e poi ritornarne a parlare; animare a farla è un tentare di metter coraggio in chi si vorrebbe che la eseguisse; sospingervelo è quasi un mettervelo dentro a forza, egli non volente, o resistente. La vista o la descrizione delle altrui miserie eccita la compassione: l'esempio altrui o le esortazioni puonno animarci a fare il bene, come anche il male, al quale però siamo sospinti di preferenza, abbenchè in principio a malincuore, da quella certa propensione che la corrotta nostra natura ha verso il male. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Irritare - e † INRITARE, V. a. Provocare a sdegno. (Fanf.) Aureo lat. T. Nel pres. dell'indicativo e del sogg. sing. vuole l'accento sulla seconda, Irrita, Irriti, per riguardo alla origine, e per togliere l'equivoco coll'agg. Irrito. = Tac. Dav. Ann. 14. 200. (C) Verso i quali (figliuoli) sperava il Principe più dolce, niente irritandolo. E Stor. 4. 331. Guardassesi piuttosto che l'ostinazione d'alcuno non irritasse il Principe. Serd. Stor. 3. 130. Con quel fatto si veniva a irritare le nazioni vicine.

Ass. T. D'Elci. Il ver che irrita e giova.

2. N. pass. Adirarsi, Prendere sdegno. Serd. Stor. 4. 151. (C) Gli altri non si sgomentarono, come suole avvenire, per la sciagura del capitano, anzi piuttosto s'irritarono maggiormente. Magal. Lett. 5. (Mt.) Contro tal sorta d'uomini agramente s'irrìta il divino filosofo colà nel Fedone. T. Facile ad irritarsi; dall'impazienza per insino all'ira.

3. Irritare si dice dai medici delle Cose che cagionano dolore, o calore, o tensione in una parte qualunque del corpo. Red. nel Diz. di A. Pasta. (Mt.) Sangue tutto pieno di minime particelle salate, sulfuree, focose, le quali lo mettono in moto, lo stimolano e lo irritano. E appresso: Bisogna investigare quali sono quelle cose le quali possono irritare e render sediziosi i mali della signora. E Cons. 1. 50. (M.) Ogni qual volta cresce la di lei quantità (della pituita), irritando la potenza espultrice, cagiona che dalla medesima ell'è tramandata da' vasi maggiori ai minori. Magal. Lett. fam. 1. 62. (Mt.) Vellica necessariamente il diafragma, e questo irritando la membrana maggiore, le fa fare l'estramissione all'esofago… T. Gazzer. Tratt. Chim. 1. 193. Ha (l'ammoniaca) un odore acre e penetrante, che irríta fortemente gli occhi e le narici.

T. Irritare la piaga, il dolore. [Cont.] Dalla Croce G. Cir. 148. 50. Nel principio di tal ferite, nè collirii, nè fomenti, nè empiastri, nè medicamenti caldi, per non aggravare o scaldar troppo, sono lodati: ed anco per non irritar dolori ed infiammazioni, ho io molte volte esperimentato il fuoco del trifoglio.

Quasi fig. fam. T. Irríta i nervi, parola o cosa che, per ragioni o intell. o mor., fa impazientire o sdegnare.

4. Fig. T. Irritare un affetto, l'animo, il cuore.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: irritandosi, irritandoti, irritandovi, irritano, irritante, irritanti, irritarci « irritare » irritarla, irritarlo, irritarmi, irritarono, irritarsi, irritarti, irritarvi
Parole di otto lettere: irritano « irritare » irritata
Lista Verbi: irrigare, irrigidire « irritare » irrobustire, irrogare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): ospitare, maritare, rimaritare, meritare, strameritare, demeritare, rimeritare « irritare (eratirri) » tritare, ritritare, esitare, visitare, rivisitare, transitare, depositare
Indice parole che: iniziano con I, con IR, iniziano con IRR, finiscono con E

Commenti sulla voce «irritare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze