Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «minestra», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Minestra

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola minestra è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: mi-nè-stra. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: sarmenti, smentirà, stermina.
minestra si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): tir + mensa; sir + [mante]; tris + [amen]; sim + [entra]; trim + [anse]; set + ramni; [ter] + [smani]; sten + [armi]; rem + [santi]; seni + tram; [nesti] + ram; [entri] + mas; mie + trans; [mesti] + rna; [metri] + [nas]; risme + tan; meni + star; menti + ras.
Componendo le lettere di minestra con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ila, lai] = alimentarsi; +bai = ambientarsi; +[amo, moa] = ammaestrino; +emo = ammonireste; +mio = ammoniresti; +[ali, ila, lai] = amnistiarle; +sei = ansimeresti; +oda = ardimentosa; +ode = ardimentose; +[dio, odi] = ardimentosi; +odo = ardimentoso; +[ciò, coi] = armoniciste; +osé = assentiremo; +oda = astraendomi; +lob = benaltrismo; +[beo, boe] = briosamente; +col = centralismo; +dot = dimostrante; +oda = disamorante; +[agi, gai, già] = emarginasti; ...
Vedi anche: Anagrammi per minestra
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: finestra, ginestra, minestre, ministra.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: finestre, ginestre.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: minerà, mina, mieta, mistra, mista, mitra, mira, mesta, meta, mera, nera.
Parole contenute in "minestra"
est, tra, mine. Contenute all'inverso: seni.
Lucchetti
Usando "minestra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lamine * = lastra; nomine * = nostra; * aoni = minestroni.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "minestra" si può ottenere dalle seguenti coppie: damine/strada, nettamine/stranetta, nomine/strano, timine/strati.
Usando "minestra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: strada * = damine; strano * = nomine; * damine = strada; * nomine = strano; * timine = strati; strati * = timine; stranetta * = nettamine; * nettamine = stranetta.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "minestra" si può ottenere dalle seguenti coppie: mine/estrae.
Usando "minestra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: lastra * = lamine; nostra * = nomine.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "minestra"
»» Vedi anche la pagina frasi con minestra per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Preferisco la minestra con i crostini di pane, se possibile.
Proverbi
  • Tanto l'amore quanto la minestra di fagioli vogliono uno sfogo.
Espressioni e Modi di Dire
  • Minestra riscaldata
  • O mangi la minestra o salti dalla finestra
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Zuppa, Minestra, Minestra di zuppa - La Zuppa è propriamente pane arrostito e inzuppato nel brodo, che suole, più che altro, mangiarsi al principio dei pasti. - La Minestra che si mangia al principio del desinare, è voce generica, e può farsi di paste e di altre cose, e anche di pane, cioè Zuppa, nel qual caso alcuni dicono Minestra di zuppa. - Notisi però che Zuppa per Minestra in genere, è la Soupe dei Francesi. - [Nota però giustamente il Tommaseo che quando, invitando alcuno a desinare, diciamo Venire a mangiare una zuppa con me, allora Zuppa ci sta, perchè l'invito modesto accenna alla minima delle cose. Più familiarmente però suol dirsi Venga a far penitenza con me; ma forse è modo quasi superbo, o almeno scherzevole, nell'affettata umiltà. G. F.] [immagine]
Minestra, Zuppa - La Minestra si fa di riso, di pasta, e di altre cose cotte nel brodo. - La Zuppa è pane arrostito, sopra il quale si getta il brodo bollente, spesso facendo cuocer nel detto brodo ortaggi di varie qualità, che allora si chiama zuppa d'erbe. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Minestra, Zuppa - La zuppa è una specie di minestra, se vuolsi; è fatta di pane bagnato nel brodo: la vera minestra è di riso, di vermicelli, di farro o d'altro, e anche la mista con verdure, legumi ecc. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Minestra - S. f. Vivanda di paste o di riso, o di pane, o d'erbe, o di legumi, o di parecchie di queste cose mescolate insieme, cotte in molto brodo, o in acqua condita. (Fanf.) T. Dal ministrare il cibo, giacchè la minestra è il primo a ministrarsi. Questi contratto da Ministrato, come da Comprato, Compro; e fatto sost. come Vivanda. Così Servito dal Servire. = Coll. SS. Pad. 2. 24. 28. (M.) Non pigliando, fuor di questo, alcuna minestra di cotto, nè in domenica, nè in sabato. Ar. Len. 2. 1. Se talor ne avanzano Minestra, o broda, solete mandarmene. Red. Cons. 1. 175. Per desinare si piglia una buona minestra assai brodosa.

[Cont.] Cit. Tipocosm. 505. Minestra imperiale, o napoletana, mangiarbianco, trippe.

T. Farro da cuocere in minestra. [F.T-s.] Cocch. Cons. I. 65. Pranzo consistente in minestra brodosa…[L.B.] Minestra asciutta.

[G.M.] Minestra maritata; metà d'una sorte, e metà d'un'altra, come Paste e zuppe.

2. T. A Lucca, Principi delle sessanta minestre, que' che governavano la repubblica per due mesi.

[Val.] † Minestra lattata. Zuppa con sparsovi sopra latte e uova. Buonarr. Ajon. 3. 14. Venivan via le minestre lattate.

3. † Per Tanta materia da fare una minestra, cioè quanta n'entra in una scodella. Mir. Mad. M. (C) Comperarono otto minestre di carne, e dieronla agli osti per cuocerla (cioè, tanta carne che facesse otto minestre).

4. [Camp.] † Fig. per Vivanda in genere. Bib. Re, I. 9. El cuoco levò la minestra dell'armone, (armum), e posela innanzi a Saul. – Armone è la spalla dell'animale.

5. Trasl. Bern. Rim. 1. 9. (C) Questa è una certa novella, Una materia astratta, una minestra, Che non la può capire ogni scodella. Benv. Cell. Vit. 2. 485. (M.) Disse al Duca: sappiate, signore, che il fare le figure grandi ell'è un altra minestra, che il farle piccoline. [L.B.] O che minestra è ella? (che affare è cotesto?)

[Val.] Fortig. Ricciard. 19. 63. Girò la canna con la mano destra, Che pe' Cristiani fu trista minestra.

Essere una medesima minestra, fig. e bassam. vale Essere una medesima cosa, un tutto uno. Allegr. 143. ediz. Crus. (Gh.) Quelle cose, le quali da un medesimo principio dipendono, son come dire, o il più delle volte, una medesima minestra.

T. Fam. È la stessa minestra. (È tutt'uno. Non in senso di lode. Anco di pers.) T. Tutto una minestra.

Prov. O mangiar questa minestra, o saltar questa finestra, che vale: O adattarsi a fare una cosa, o rilevarne danno. (Man.)

[Val.] Bell'e fatta la minestra; Concluso il negozio, Compiuto l'affare, Fag. Rim. 1. 221. Vassi al giuoco, al ballo, Ed ecco bell'e fatta la minestra.

6. Prov. che hanno anche senso fig. T. Prov. Tosc. 65. I troppi cuochi guastano la minestra. (Troppi che s'impacciano nella medesima cosa senz'ordine.) E 90. Chi ha il mestolo in mano, fa la minestra a modo suo.

Far le minestre, fig. e in modo basso, vale Governare, Comandare. Malm. 12. 27. (C) Ov'ella a ripigliarlo è poi spedita Da chi dopo di lei fa le minestre. Red. Lett. fam. 3. 277. (Man.) Le auguro (le feste) a V. S. felicissime: sta mo a quello che fa le minestre il concederle. Leopar. Rim. 30. (Gh.) Dichiara chi tra gli uomin tien l'impero; Mentre si dice il tal fa le minestre: Motto ch'esprime quel concetto intero.

Farsi la minestra come ne piace, vale Intendere, o acconciare le cose al piacer nostro. Franc. Sacch. Nov. 228. (M.) Ovvero che in ogni cosa si chiama guadagno; e di più in questo latino trascorrono, e fannosi la minestra come a loro piace.

[T.] Lib. Son. Pagarti lo scotto, E condir la minestra col tuo sale. Leop. Cap. 28. Una minestra di civaie. – Fare la minestra di magro. – Minestra di riso, di paste, di capellini. (Palm.) Farro che si cuoce in minestra.

T. Per antonom. Minestra e lesso, vitto parco, non lauto.

II. T. Fig. fam. Guastar la minestra, far andar a male una faccenda, sturbare un discorso.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: mineremmo, mineremo, minereste, mineresti, minerete, minerò, minerogenesi « minestra » minestre, minestrina, minestrine, minestrone, minestroni, minestrucce, minestruccia
Parole di otto lettere: minerete « minestra » minestre
Vocabolario inverso (per trovare le rime): defenestra, finestra, portafinestra, sopraffinestra, controfinestra, sottofinestra, ginestra « minestra (artsenim) » sequestra, dissequestra, aspidistra, registra, videoregistra, mistra, ministra
Indice parole che: iniziano con M, con MI, iniziano con MIN, finiscono con A

Commenti sulla voce «minestra» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze