Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «perseverare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Perseverare

Verbo
Perseverare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, intransitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è perseverato. Il gerundio è perseverando. Il participio presente è perseverante. Vedi: coniugazione del verbo perseverare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola perseverare è formata da undici lettere, cinque vocali e sei consonanti. Lettere più presenti: e (quattro), erre (tre).
Divisione in sillabe: per-se-ve-rà-re. È un pentasillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: persevererà (scambio di vocali).
perseverare si può ottenere combinando le lettere di: [ere, ree] + [perversa, preserva]; vere + [sperare, spererà]; [serve, verse] + parere; erre + pervase; vespe + [errare, errerà]; pere + [versare, verserà]; perverse + rea.
Componendo le lettere di perseverare con quelle di un'altra parola si ottiene: +sos = perseverassero; +non = persevereranno.
Vedi anche: Anagrammi per perseverare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: perseverate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: persa, pere, pera, peserà, pesare, pesa, pare, errare, erra, erre, severe, sera, serre, sere, vere.
Parole contenute in "perseverare"
are, era, per, erse, rare, vera, perse, severa, persevera.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "perseverare" si può ottenere dalle seguenti coppie: perseverai/ire.
Usando "perseverare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areate = perseverate; * areato = perseverato; * rendo = perseverando; * resse = perseverasse; * ressi = perseverassi; * reste = perseveraste; * resti = perseverasti; * ressero = perseverassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "perseverare" si può ottenere dalle seguenti coppie: persa/asseverare, persevererà/areare, perseverato/otre.
Usando "perseverare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erte = perseverate; * erto = perseverato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "perseverare" si può ottenere dalle seguenti coppie: persevera/area, perseverate/areate, perseverato/areato, perseverai/rei, perseverando/rendo, perseverasse/resse, perseverassero/ressero, perseverassi/ressi, perseveraste/reste, perseverasti/resti, perseverate/rete.
Sciarade incatenate
La parola "perseverare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: persevera+are, persevera+rare.
Frasi con "perseverare"
»» Vedi anche la pagina frasi con perseverare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Un appoggio da parte di un amico mi spinge a perseverare nel mio lavoro.
  • Marco continua a perseverare con la sua ricerca anche dopo il suo orario lavorativo.
  • Dobbiamo pensare a come perseverare nel preservare.
Proverbi
  • Errare è umano, perseverare è diabolico.
  • Sbagliare è umano, perseverare è diabolico.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Perseverare, Persistere - Il primo è del durare costantemente nel bene o in ciò che non sia male; il secondo, nel male. Nel primo è l'idea del continuare per forza d'animo che mira a scopo degno; nel secondo lo star fermo, spesso per puntiglio, in ciò che si è cominciato a dire o a fare. Perseverare ha sempre senso morale o intelletuale; Persistere, anche corporeo e materiale. G. F. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Continovare o Continuare, Seguitare, Proseguire, Perseverare, Persistere; Continuità, Perseveranza - Continuare è non intralasciare: seguitare è tener dietro a ciò che precede; onde ben dicesi: seguitare il filo del discorso. Proseguire non implica continuazione assoluta: ogni giorno si prosegue l'opera incominciata; si prosegue il cammino appunto quando si è riposato alquanto. Perseverare nel male sarebbe una enormità, onde non si dice, almeno, quantunque troppo spesso si faccia; perciò è meglio detto ad onore della logica, se non dell'uomo, perseverare nel bene, persistere nel male: persistere però si può anche in proposito buono; ed è forse il più appropriato vocabolo, quando devesi lottare colla passione che va, dirò così, arietando il buon proponimento onde farlo crollare.

«La perseveranza è della volontà, e si manifesta più nel proposito che nell'atto. Una macchina a vapore, un orologio hanno continuità di moto, non perseveranza. La continuità è nel moto, scientificamente o teoricamente considerato, ed uniforme.» Capponi. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Perseverare - [T.] V. n. Continuare segnatam. nell'affetto e nell'eseguimento di cose buone, per assai lungo tempo. Aur. lat. L'uso più ordin. è neut., il senso più ordinario è di bene: bene segnatamente relig., in quanto il sentimento relig. è che fa l'uomo meglio costante a se stesso. Segner. Crist. instr. 3. 2. 11. (M.) Per ottenere la grazia di perseverare nel bene. T. Perseverare nella pratica d'una virtù, d'atti pii. – Perseverò nella solitudine.

2. Ass. Fior. Virt. 119. (M.) Non chi comincia, ma quale (chi) persevera infino alla fine, quelli sarà salvo. Pass. 8. Così faceva tutto il giorno: e perseverò infino alla fine. Guitt. Lett. 15. 45. (C) A fin buon perseverare. Coll'A, men com. Fior. Virt. 116. (Man.) (Non è da lodare chi comincia, ma chi persevera).

3. Di bene, o almeno di non male, in senso altro dal relig. Bocc. Nov. 3. g. 10. (C) Ed in tanto perseverò in questo laudevol costume, che già non solamente il Levante, ma quasi tutto il Ponente per fama il conoscea.

Cas. Lett. (C) S. M. Cristianissima perseveri nella sua gloriosa impresa. T. Guicc. Stor. 2. 74. Essendo perseverato nella prima deliberazione di conservarsi neutrale. [Pol.] Porz. Cong. Bar. lib. 1. l Veneziani perseveravano nelle armi ostinatamente. T. Meglio se s'accompagna con avv. di luogo.

Col Di e l'inf. Non com. [Cors.] Belc. Prat. spir. cap. 199. E perseverando cotidianamente di dargli queste ammonizioni.

T. Nel seg. il Di ha altro senso, e Perseverare rimane ass. Tass. Lett. 5. 274. V. S., che ha dato sì buon principio d'obbligarmi colla sua cortesia, non si dimentichi di andar perseverando di bene in meglio.

T. D. 3. 16. Dal voi, che prima Roma sofferie, In che la sua famiglia non persevra, Ricominciaron le parole mie. (Diedi a Cacciaguida del Voi non del Tu; e il dire Voi a pers. singola fu segno d'onore, prima sofferto a Roma non sai più da chi lo ricevesse o da chi lo desse, quasi per fingere moltiplicato il valore).

4. Modi com. agli usi not. T. Fortemente, Longanimemente, Generosamente perseverare.

5. T. Si persiste e nel bene e, più spesso nel male. La perseveranza, meglio nel bene.

Il seg. può tener de' due sensi. Bocc. Nov. 8. g. 5. (C) Perseverando adunque il giovane, e nell'amare e nello spendere smisuratamente, parve a certi suoi amici e parenti che egli sè e 'l suo avere parimente fosse per consumare.

Ass. nel male. [Laz.] S. Greg. 25. 10. Perseverando nel peccato. = Tes. Br. 1. 11. (M.) Perseverano nel male infino alla vecchiezza. [Laz.] Coll. SS. PP. 23. 18. Con ciò sia cosa che questo profeta dica non solamente d'aver peccato, ma eziandio d'essere perseverato sempre in quelli peccati, non si dispera però della salute.

Ar. Fur. 5. 86. Chè questo, in che pregando egli persevera, Era una fraude pur troppo evidente.

T. Coll'Essere, può dirsi come Durare e sim.; ma l'Avere, del bene, parrebbe più pr., in quanto dimostra più espressam. la libera volontà, e il possedimento che ha di se stesso lo spirito perseverante. [Camp.] S. Greg. Mor. Quanto elli sarà, più lungo tempo, perseverato nella iniquità sua.

Nel seg più aff. a Durare; di che vedremo altri es. Ovid. Pist. 135. (M.) Pare che nella nostra schiatta sia perseverata l'ira di Giuno.

Nel seg. può intendersi neutr., ma anche att. M. V. 9. 104. (C) Gli villani, perseverando il loro maltalento, mandarono per gli Catalani… e dieronsi a loro. † Att. è più chiaro in [Camp.] Comp. Ant. Test. Perseveràro (gli uomini) lo peccato nella loro malizia, innanti lo termine statuito… furono diluviati (se non è err.)

6. † Forma att. Segr. Fior. Stor. 4. 33. (M.) Resterebbero i primi di quella terra, ed a lei si persevererebbero gli antichi privilegi suoi. (T. Forse è da leggere Sì; e allora il verbo sarebbe neut., Durerebbero). Ma l'art. è chiaro ne' seg.; forse per essersi confuso Perseverare con Perservare e Serbare. [Val.] Leggend. Tob. 33. Ti conforta, che tu perseveri la vita che hai fatta infino a qui. = Stor. Barl. 87. (M.) Guardati che non ti partissi dalla gloriosa credenza; anzi fermamente la persevera, e si la tieni tutto tempo della tua vita. Fior. Virt. 119. Egli non perseverò il buono cominciamento. Vit. SS. Pad. 1. 59. Il monaco torni alla sua solitudine, se egli vuole perseverare la sua divozione.

[Cors.] Segr. Diosc. 1. 16. Quanta difficoltà sia ad un popolo uso a vivere sotto un principe, perseverare di poi la libertà, se per accidente alcuno l'acquista,… lo dimostrano infiniti esempi. = Segn. Stor. Fior. 1. 23. (Gh.) S'andavano essi perseverando l'antica riputazione.

7. † Att. e in senso aff. a Preservare e Conservare. Car. Lett. ined. 3. 6. (Gh.) Intanto perseveratevi sano, e amatemi come fate.

8. † Att. aff. a Continuare, d'operazione qualsiasi. Guid. G. 158. (C) E approvarono per lo migliore di perseverare la battaglia. Fr. Giord. 240. (M.) Non potemmo perseverare oggi la predica.

† Vit. SS. Pad. 2. 359. (M.) Più giorni era perseverato alla porta.

9. Neut. aff. a Durare. Guicc. Stor. 17. 28. (M.) Noi già perseveriamo più d'un mese in queste acerbissime miserie (è più d'un mese che durano).

[Giust.] † Om. S. Greg. 1. Ogni cosa che appo me pare che passi, persevera ferma. T. Passav. 284. Gloria è una fama, e una nominanza continuata, che perseveri con lode. = Bocc. Com. Dant. 1. 256. (C) Insino ne' nostri dì è perseverata la fama sua.

10. † Di cose mater. [Giust.] Om. Greg. 1. Nella giovanezza il corpo è vigoroso, ed il petto persevera forte e sano. = Cr. 2. 24. (C) Sono molti in numero i frutti degli arbori salvatichi, e non sono mica verminosi, ma interi e saldi, e che negli arbori lungamente perseverano. [Cont.] Bocc. Museo fis. 229. Fiamma del fuoco, che, separandosi dall'esca, subito s'estingue, e non persevera.

11. Durare fig. Bocc. Com. Dant. 1. 208. (M.) Una gran montagna, la quale, dal mare Oceano Atlantico andando verso Levante persevera molte giornate. T. Come diciamo che La strada continua; Finisce; Non finisce mai.

12. † Persevrare. D. 3. 16. T. Come Lograre per Logorare, e Spermentare D. 2. 11.; e Scevro che ha pur qualche vita; e il com. Aprire, Averzere e Verzir in qualche dial. it.

† Nel seg. non sdrucciolo, ma secondo la prosodia de' Lat. Barber. Docum. 292. (Gh.) Tuo studio persevera, Se vuoi tenere in terra La memoria che hai: Se non, la perderai.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: perseverammo, perseverando, perseverano, perseverante, perseverantemente, perseveranti, perseveranza « perseverare » perseverarono, perseverasse, perseverassero, perseverassi, perseverassimo, perseveraste, perseverasti
Parole di undici lettere: perseverano « perseverare » perseverate
Lista Verbi: perseguire, perseguitare « perseverare » persistere, personalizzare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): reiterare, obliterare, alterare, adulterare, traslitterare, butterare, abbeverare « perseverare (erarevesrep) » asseverare, impolverare, spolverare, rispolverare, ricoverare, annoverare, rimproverare
Indice parole che: iniziano con P, con PE, parole che iniziano con PER, finiscono con E

Commenti sulla voce «perseverare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze