Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «profumo», il significato, curiosità, forma del verbo «profumare», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Profumo

Forma verbale
Profumo è una forma del verbo profumare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di profumare.
Parole Collegate
»» Aggettivi per descrivere profumo (dolce, delicato, intenso, inebriante, maschile, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate profumo

Profumo

Collezione Autunno

Profumo
Informazioni di base
La parola profumo è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti. Divisione in sillabe: pro-fù-mo. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: profumò.
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche le pagine frasi con profumo e canzoni con profumo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Cosa le hai regalato per il vostro anniversario? L'ultimo profumo di Dior.
  • Ogni mattina mi sveglia il profumo delle brioches appena sfornate.
  • Il profumo si avverte mediante uno dei cinque sensi: l'odorato.
Citazioni da opere letterarie
Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa (1958): Quando è ritornata dal collegio mi ha fatto venire a casa sua e mi ha suonato la mia vecchia mazurka: Suonava male ma vederla era una delizia, con quelle trecce nere, quegli occhi, quelle gambe, quel petto... Uuh! altro che odore di beccume! le sue lenzuola devono avere il profumo del paradiso!”

Ahi, Giacometta, la tua ghirlandella! di Antonio Beltramelli (1921): Niente, Giacometta: solo, ma solo la luce de' tuoi grandi occhi celesti. E fino a quando quella luce fosse stata con me, potevo chiamarmi un divino pastore per il mondo. Nè si trattava più di ghirlandelle (posso dirtelo, Giacometta, se tu vuoi ancora ascoltarmi dalla tua interminata lontananza) ma solo di quella parte di te meno terrena che poteva essere con la stella di Dio e alla soglia del mio cuore e diffusa come la Primavera che non è alito, né colore, né sentore di profumo ma una presenza che appena si avverte quando si abbia, come io avevo, una buia e desolata soffitta.

Le piccole libertà di Lorenza Gentile (2021): Chiunque sia il proprietario di questo negozio, la sua idea di moda è agli antipodi rispetto a quella di mia madre. Vestiti, cappotti, gilet, scarpe, stivali, borse, cappelli di seconda mano non sono certo raggruppati per colore, né sono in ordine sugli scaffali (anche perché di scaffali non ce ne sono) o appesi in modo da creare abbinamenti invitanti. La merce è ammucchiata un po' ovunque, come in un bazar, e gli stand sono così pieni che nello sfilare un abito ne vengono fuori dieci. Non c'è nessun diffusore per ambienti al profumo di fiore di cotone, solo odore di stantio.
Libri
  • Profumo (Scritto da: Luigi Capuana; Anno 1892)
Canzoni
  • Il profumo del silenzio (Cantata da: Alice; Anno 1983)
  • Il profumo del mare (Cantata da: Gianni Bella; Anno 2001)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per profumo
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: profugo, profuma, profumi, profuso.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: promo, pomo.
Parole contenute in "profumo"
pro, umo, fumo. Contenute all'inverso: ufo.
Incastri
Inserendo al suo interno mia si ha PROFUmiaMO; con mere si ha PROFUmereMO; con massi si ha PROFUmassiMO.
Lucchetti
Usando "profumo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * fumosa = prosa; * fumose = prose.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "profumo" si può ottenere dalle seguenti coppie: saprò/fumosa.
Usando "profumo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fumosa * = saprò; * saprò = fumosa.
Lucchetti Alterni
Usando "profumo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: profumini * = minimo; * aio = profumai; * ateo = profumate; * avio = profumavi; * minimo = profumini; * massimo = profumassi; * astio = profumasti.
Sciarade e composizione
"profumo" è formata da: pro+fumo.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "profumo" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = profumarono; * atre = profumatore; * atri = profumatori.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Aroma, Profumo, Timiama, Fragranza, Olezzo - L'Aroma è quell'odore, generalmente soave, che esala, senza ajuto dell'arte, dai corpi naturali, come le spezie e alcune gomme; de' fiori per altro si direbbe meno propriamente. - Profumo è l'odore che mandano certe sostanze naturali bruciate, come dice la parola fumo, virtualmente compresa nel Profumo; e però parla impropriamente chi lo dice parlando dei fiori. - Timiama è quella sostanza che, bruciata, dà il profumo, come l'incenso; e non si userebbe acconciamente se non parlando di sacre cerimonie. - Fragranza è odore gentile che emana da certi frutti, e del quale s'impregna l'aria circostante, come dalle fragole, onde probabilmente è venuta la voce, dagli ananassi, dalle pasche e simili. - Olezzo, voce per altro del linguaggio poetico o dello stile nobile, è propriamente quello de' fiori, di cui l'aria si impregna; e viene dall'antico Olire per Mandare odore. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Aroma, Profumo, Spezie, Droga, Timiama - Aroma è il corpo che dà l'odore: profumo è l'odore che vien esalato dal corpo stesso; più propriamente da corpo odoroso che venga abbruciato. Spezie è nome proprio di droga che serve agli usi della cucina. Droga è generico, e dicesi a quelle che servono alla medicina, al condimento de' cibi e alla tintoria: nel traslato, droga vale cosa vecchia, che ha perduto ogni valore. Timiama, profumo da bruciare.

«L'aroma è del regno vegetante soltanto, come legni, corteccie, radici, fiori; il muschio, l'ambra sono profumi». Roubaud. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Profumo - L'uso dei profumi è della più alta antichità. Mosè dà la composizione di quello che offrivasi al Signore sull'altare d'oro, e di quel che serviva ad ungere il gran sacerdote ed i suoi figli, non meno che il tabernacolo ed i vasi destinati al suo servizio.

Gli Ebrei imbalsamavano i morti con squisiti profumi. Al lusso ed alla ricchezza delle vesti, i Babilonesi aggiungevano di questi la voluttà, e ne adopravano moltissimi. Gli antichi pure ne abbruciavano sulle tombe. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Profumo - S. m. Tutto quello che per delizia o per medicina s'abbrucia, o si fa bollire per aver odore del suo fumo, il quale ancora si dice Profumo; e generalmente qualunque cosa, o semplice o composta, atta in qualunque modo a render buono odore. [Cont.] Matt. Disc. Diosc. I. 130. Credesi che si cacciano le zanzare facendo profumo con le noci del cipresso e con le cime delle frondi. [Laz.] Benv. Cell. Vit. 1. 13. Vincenzio attendeva a far fuoco… e molta quantità di profumi preziosi. E appresso: Mi si raccomandò, pregandomi che io gli tenessi fermo, e che io facessi fare profumi di zaffetica. Parn. Merigg. Ad ogni scossa De' convitati alle narici manda Vezzoso nembo d'arabi profumi. = Fir. As. 117. (C) Egli come più tosto si vedeva privato de' miei abbracciamenti, ancor tutto pieno d'odori, e di profumi, e di ghirlande di fiori, volendo… E 167. Riempiendo ogni cosa di odor soavissimo di finissimi e odoriferi profumi, se ne ritornò da Psiche. E Luc. 2. 4. Preparate la cazzuola del profumo, e fate che ogni cosa sia pulita e netta. Ar. Supp. 2. 1. (M.) Aveano,.. di bellissimi guarnimenti, e appresso buona copia di sommachi, e profumi, e cose simili.

2. Profumo si dice pure delle Cose onde esala un odore gradevole, soave. Elc. Epigr. p. 36. (Gh.) Invan consumi, Vana fanciulla, tanti profumi.

3. T. Il profumo de' fiori ci viene di Francia. Basti a noi La fragranza, Il soave odore.

4. Fig. per Adulazione. Car. Lett. 1. 98. (M.) Io ho nel vostro soprascritto due volte del Signore, ed una del Messere; e per entro la lettera tanti altri profumi, che buon per me…
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: profumieri, profumiero, profumini, profumino, profumista, profumiste, profumisti « profumo » profusa, profusamente, profuse, profusero, profusi, profusione, profusioni
Parole di sette lettere: profugo, profuma, profumi « profumo » profusa, profuse, profusi
Vocabolario inverso (per trovare le rime): fumo, scacciafumo, mangiafumo, parafumo, antifumo, nerofumo, negrofumo « profumo (omuforp) » sfumo, sfumò, schiumo, schiumò, spiumo, spiumò, calumo
Indice parole che: iniziano con P, con PR, parole che iniziano con PRO, finiscono con O

Commenti sulla voce «profumo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze