Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «pulito», il significato, curiosità, forma del verbo «pulire» aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Pulito

Forma verbale
Pulito è una forma del verbo pulire (participio passato). Vedi anche: Coniugazione di pulire.
Aggettivo
Pulito è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: pulita (femminile singolare); puliti (maschile plurale); pulite (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di pulito (nitido, immacolato, lavato, lindo, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola pulito è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: pu-lì-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
pulito si può ottenere combinando le lettere di: [out, tuo] + pil; top + lui.
Componendo le lettere di pulito con quelle di un'altra parola si ottiene: +cad = duplicato; +ace = eucalipto; +tac = ottuplica; +toc = ottuplico; +tag = pattuglio; +can = plutonica; +cin = plutonici; +con = plutonico; +spa = populista; +psi = populisti; +sta = postulati; +ras = posturali; +ras = pulsatori; +gin = puntiglio; +[nas, san] = pustolina; +sos = pustolosi; +[nas, san] = stipulano; +sta = stipulato; +[arca, cara] = apicoltura; +[acre, care, cera, ...] = apicolture; +[acre, care, cera, ...] = apicultore; ...
Vedi anche: Anagrammi per pulito
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: polito, pulirò, pulita, pulite, puliti, pulivo, punito.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: pulpito.
Parole con "pulito"
Iniziano con "pulito": pulitore, pulitori.
Finiscono con "pulito": ripulito.
Parole contenute in "pulito"
ito, pulì.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "pulito" si può ottenere dalle seguenti coppie: pupo/polito, pulii/ito, pulimenti/mentito, puliremo/remoto, pulivi/vito, pulivo/voto.
Usando "pulito" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: canapuli * = canato; * torà = pulirà; * toro = pulirò; * torci = pulirci; * torsi = pulirsi; * torti = pulirti; * torvi = pulirvi; * tosca = pulisca; * tosco = pulisco; * tosse = pulisse; * tossi = pulissi; * toste = puliste; * tosti = pulisti; * toscano = puliscano; * orice = pulitrice; * orici = pulitrici.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "pulito" si può ottenere dalle seguenti coppie: pulirà/arto, pulire/erto, pulirò/orto.
Usando "pulito" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * otici = pulci; * otre = pulire; * ottura = pulitura.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "pulito" si può ottenere dalle seguenti coppie: ripulì/tori, stipuli/tosti.
Usando "pulito" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * stipuli = tosti; tori * = ripulì; tosti * = stipuli.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "pulito" si può ottenere dalle seguenti coppie: pulirà/torà, pulirci/torci, pulirò/toro, pulirsi/torsi, pulirti/torti, pulirvi/torvi, pulisca/tosca, puliscano/toscano, pulisco/tosco, pulisse/tosse, pulissi/tossi, puliste/toste, pulisti/tosti.
Usando "pulito" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * polito = pupo; * voto = pulivo; canato * = canapuli; * remoto = puliremo; * turato = pulitura; * ureo = puliture; * zero = pulitzer.
Sciarade incatenate
La parola "pulito" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: pulì+ito.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "pulito"
»» Vedi anche la pagina frasi con pulito per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non vai al cinema se prima non hai pulito bene le scale!
  • Dopo tanti giorni di pioggia, finalmente un cielo completamente pulito!
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Netto, Pulito, Uscire netto, Uscirne al pulito - Nella voce verbale Netto e Pulito mutano di importanza; chè il primo significa ciò che non ha nemmen l'ombra di macchia, equivalente quasi a Puro: Coscienza netta. Dove Pulito si dice semplicemente per significare che la cosa o la persona non è sudicia; onde le frasi Uscir netto da una cosa, che vale Uscirne in tutto e per tutto purgato anche dal più lontano sospetto, e Uscrine pulito, che vale Scansare danno o disonore o per mancanza di prove o per altra cagione. [immagine]
Decente, Pulito - Pulito è affine a Netto: Decente a Conveniente: camicia pulita; abito, cappello decente. L'impulizia è sempre indecente: non ogni cosa pulita è decente, poichè può essere pulito un abito, ma vecchio, ma trito, ma stracciato perfino: ciò che è decente per la campagna, non è tale in città, e meno in una sala da ballo: un'altra indecenza dell'abito, può provenire dalla foggia, perchè immodesta: molte signore, benchè, o appunto perchè vestite secondo certe mode, non sono punto decenti. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Decente, Pulito - Pulito è affine a netto: decente a conveniente: camicia pulita; abito, cappello decente: l'impulizia è sempre indecente: non ogni cosa pulita è decente, poichè può essere pulito un abito, ma vecchio, ma trito, ma stracciato perfino: ciò che è decente per la campagna, non lo è in città, e meno in una sala da ballo: un'altra indecenza dell'abito può provenire dalla foggia, perchè immodesta: molte signore abbenchè o appunto perchè vestite secondo certe mode, non sono punto punto decenti. [immagine]
Immacolato, Puro, Mondo, Netto, Pretto, Pulito - Immacolato, non solo che non ha macchia, ma che non fu mai macolato da bruttura veruna abbenchè piccola e leggera. Puro, ciò che non ha miscuglio di sorta. Mondo, ciò che fu rimondato da una certa corteccia o inviluppo di cose eterogenee che ne appannavano la bellezza. Netto, ciò che non ha sucidume o macchia per essere stato lavato e pulito, ond'è che dicesi ordinariamente, netto e pulito; pulito dunque è più, perchè pulita è la cosa che ricevette quell'ultima mano di lavoro per cui esce tersa e lucida dalle mani dell'artefice. Pretto, il vino fatto d'uva e non più, senz'altra concia o manipolazione, che una pretesa arte insegna per renderlo migliore. Anima immacolata, coscienza netta e monda da peccato. [immagine]
Chiaro, Limpido, Nitido, Terso, Netto, Splendido, Forbito, Pulito, Lucente, Lucido, Lustro, Luminoso, Brillante - «Chiaro, opposto ad oscuro: limpido, a torbido. Chiaro, illuminato d'assai luce; limpido, puro, trasparente. Nitido, lucente, nella superficie, di lume piacente. Terso, senza macchia, e più o men lucente, quasi cosa detersa. Netto, contrario di sudicio, di sporco, o misto a corpi estranei, e non opportuni». Gatti.

«Splendido, dove si parli di cose intellettuali, dice altra cosa. La chiarezza riguarda la comprensione, lo splendore riguarda l'effetto che viene dalla vivacità delle imagini». Polidori.

«Forbito si dice di superficie lucente, atta a riflettere la luce: forbito acciaro». Cioni.

Forbito dicesi specialmente delle armi, e di altri oggetti metallici. Ciò che è limpido è traversato facilmente dalla luce; di modo che più la luce passa, più la limpidezza è grande e completa. Nitido, dice squisita nettezza. Lucente è più di nitido, poichè indica nitidezza tale che riflette la luce; in cui può specchiarsi. Lucido è meno di lucente; lustro, meno di lucido. Lisciando ben bene una tavola o altro mobile diverrà lustro; dandovi su una qualche vernice a ciò appropriata lo faremo lucido; non sarà però mai lucente come un cristallo. Luminoso vale pieno di lume e dicesi di luogo aperto alla luce. Luminosa idea si dice, cioè idea che non solo è chiarissima per sè ma che dà lume abbastanza per condurre nell'esecuzione: luminoso potrebbe dunque anche significare che dà lume. Brillante, è ciò che è all'apice della lucentezza: non solo riflette la luce, ma pare ne mandi una propria: i diamanti, per antonomasia, diconsi brillanti. Terso, ciò che non ha macchia superficiale nè interna; dicesi di cristallo, vetro e simili. Netto val talvolta purgato da sozzura. Pulito indica un'ultima ripulitura, e talora dice quel non essere stato tocco, adoperato e maneggiato da altri; dicesi infatto fazzoletto, bicchiere netto e pulito. Splendido significa non solo perfetta limpidezza, ma una certa facoltà di emettere una luce sua propria, o rifletterla e riverberarla in un modo particolare. L'azione splendida è informata di tale squisita virtù, che nessuno è uso negarla o appannarla menomamente con dubbii. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: pulitamente, pulite, pulitezza, pulitezze, puliti, pulitina, pulitine « pulito » pulitore, pulitori, pulitrice, pulitrici, pulitura, puliture, pulitzer
Parole di sei lettere: puliti « pulito » puliva
Lista Aggettivi: pugilistico, pugliese « pulito » pullulante, pulsante
Vocabolario inverso (per trovare le rime): fotolito, abbrustolito, ammutolito, affievolito, incatorzolito, impuzzolito, supplito « pulito (otilup) » ripulito, mito, sciamito, calamito, calamitò, palamito, bramito
Indice parole che: iniziano con P, con PU, iniziano con PUL, finiscono con O

Commenti sulla voce «pulito» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze