Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «pulire», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Pulire

Verbo
Pulire è un verbo della 3ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è pulito. Il gerundio è pulendo. Il participio presente è pulente. Vedi: coniugazione del verbo pulire.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di pulire (detergere, tergere, lavare, igienizzare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani

Foto taggate pulire

Foto 873906001

al lavaggio
 
Giochi di Parole
La parola pulire è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: pu-lì-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
pulire si può ottenere combinando le lettere di: pur + [ile, lei]; url + pie; lui + per.
Componendo le lettere di pulire con quelle di un'altra parola si ottiene: +cad = duplicare; +[ade, dea] = epidurale; +[adì, dai, dia] = epidurali; +sos = espulsori; +bai = iperbulia; +bei = iperbulie; +[adì, dai, dia] = iperdulia; +dei = iperdulie; +ace = peculiare; +caì = peculiari; +[adì, dai, dia] = plaudirei; +rap = pluripare; +tai = puerilità; +[dan, dna] = puledrina; +din = puledrini; +don = puledrino; +sos = pulissero; +nut = purulenti; +tra = reputarli; +don = ripulendo; +tai = ripuliate; +[csi, ics, sci, ...] = ripulisce; ...
Vedi anche: Anagrammi per pulire
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: pulirà, pulirò, pulite, punire.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: pule, pure.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: pulirei, pulirle.
Parole con "pulire"
Iniziano con "pulire": pulirei, puliremo, pulirete, pulirebbe, puliremmo, pulireste, puliresti, pulirebbero.
Finiscono con "pulire": ripulire.
Contengono "pulire": ripulirei, ripuliremo, ripulirete, ripulirebbe, ripuliremmo, ripulireste, ripuliresti, ripulirebbero.
»» Vedi parole che contengono pulire per la lista completa
Parole contenute in "pulire"
ire, lire, pulì. Contenute all'inverso: eri.
Incastri
Inserito nella parola rii dà RIpulireI; in rimo dà RIpulireMO.
Inserendo al suo interno est si ha PULIRestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "pulire" si può ottenere dalle seguenti coppie: puliamo/amore, pulii/ire, pulimenti/mentire, pulimento/mentore, pulita/tare, pulitore/torere, pulitura/turare.
Usando "pulire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rete = pulite; * reti = puliti; * evi = pulirvi; * resse = pulisse; * ressi = pulissi; * reste = puliste; * resti = pulisti; * retina = pulitina; * retine = pulitine; * retore = pulitore; * retori = pulitori; * ressero = pulissero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "pulire" si può ottenere dalle seguenti coppie: pulita/atre, pulitina/anitre, pulito/otre.
Usando "pulire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = pulita; * erte = pulite; * erti = puliti; * erto = pulito; * errai = pulirai.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "pulire" si può ottenere dalle seguenti coppie: stipuli/resti.
Usando "pulire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * stipuli = resti; resti * = stipuli.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "pulire" si può ottenere dalle seguenti coppie: pulii/rei, pulisse/resse, pulissero/ressero, pulissi/ressi, puliste/reste, pulisti/resti, pulite/rete, puliti/reti, pulitina/retina, pulitine/retine, pulitore/retore, pulitori/retori.
Usando "pulire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tare = pulita; * amore = puliamo; * aie = pulirai; * mie = pulirmi; * tiè = pulirti; * vie = pulirvi; * remore = puliremo; * torere = pulitore; * turare = pulitura; * mentore = pulimento.
Sciarade incatenate
La parola "pulire" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: pulì+ire, pulì+lire.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "pulire" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = pulitrice; * sante = pulsantiere; * sciocchi = pulisciorecchi.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "pulire"
»» Vedi anche la pagina frasi con pulire per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Mi devo ricordare di portare a pulire il sensore della reflex.
  • Devo ricordarmi di non pulire con detergenti lo schermo del computer.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Nettare, Pulire, Ripulire - Nettare è levare via ciò che fa imbratto o lordura, e si nettano i bambini quando se la son fatta addosso, e simili: è parimente il tôr via da riso, grano e altre civaje, tutto ciò che vi può esser mescolato. - Pulire è tôr via dalla cosa ciò che la rende sudicia: si pulisce o astergendo, o spazzolando, o lustrando, o strisciando. -Ripulire è rendere decente ciò che non era, o pulendo, o togliendo ingombri, o meglio vestendo e adornando. [immagine]
Ripulire, Pulire, Nettare - Ripulire è Tòrre via il sudiciume da cosa prima stata pulita; e assolutamente si dice Ripulire per Spazzare, o ravviare una stanza, e Ripulirsi per Mettersi abiti migliori, ravviarsi il capo, ecc. - Pulire è Ridurre una cosa alla nettezza che deve avere. - Nettare è Levar via impaccio o sudiciume, senza idea necessaria di ridurre a perfetta pulitezza. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Nettare, Mondare, Purgare, Pulire, Ripulire, Polire, Tergere, Astergere, Lavare, Risciacquare - Nettare si dice meglio delle più grosse e lorde sozzure, e per estensione, degli ingombri, dei mali intoppi d'ogni genere. Ercole e Teseo nettarono la Grecia dai malandrini, dai ladri e dalle bestie feroci; per celia, far netta la casa, la borsa, è portar via quel che c'è, spendere fino all'ultimo quattrino. Mondare dicesi specialmente della frutta, per quello spogliarla che si fa della scorza o buccia: mondare da ogni macchia o sozzura si dice eziandio, ma forse meglio nel senso traslato che nel proprio: anima, coscienza monde da ogni macchia. Purgare è curare che si sciolga ed esca dal corpo ogni impurità: si purga il sale, lo zucchero ed ogni altra cosa per averla pura, liberandola da corpi eterogenei che potessero andare amalgamati con essa: purgare è termine medico che non ha bisogno di spiegazione. Pulire è nettare con accuratezza e minutamente: è togliere ogni più piccola macchia che offuschi ed appanni: si puliscono specialmente cose che hanno o avevano, prima di essere macchiate, superficie levigata e lucida. Ripulire è pulire di nuovo. Polire è dare ai metalli, al legno, al marmo o simili quella levigatura che li tien puliti o per cui meglio si possono ripulire. Tergere è degli occhi, e delle lagrime che li offuscano bagnandoli: astergere è asciugare e ripulire corpo qualunque da acqua sudicia, vino, olio o altro liquido imbratto. Il lavare è uno de' mezzi più efficaci a nettare: si lava ciò che è sporco e sudicio; si lavano le mani e la faccia sovente anco per pulizia e salute. Risciacquare è passare nell'acqua chiara e pulita ciò che già s'è lavato. [immagine]
Limare, Pulire, Levigare, Lisciare - Limare, materialmente, colla lima, s'intende. Col limare si conduce l'opera al punto che si vuole. Si lima un'opera di letteratura lavorandovi dattorno quando già è finita di primo getto, purgandola dalle mende, da ogni scoria e improprietà sfuggite nel primo comporla. Pulire è più; è levare ogni asprezza benchè minima lasciata eziandio dalla lima: a pulire usansi raschiatoi e brunitoi. Levigare è il pulire che si fa de' marmi, delle pietre in genere con acqua e pietra pomice: e' bisogna, per finirli bene, levigarli finchè restino lisci e come bruniti: si levigano o si lisciano anche mobili di legno, ma con altri procedimenti. Lisciare si può anco colla mano cosa più soffice e cedevole: si lisciano i capelli; altri si liscia per certo moto di compiacenza la barba o i baffi: lisciare, in traslato, pigliasi talvolta per adulare, per accarezzare, o a dir meglio tiene un certo mezzo fra essi due: certuni vanno lisciati per ottenerne qualche cosa; qui l'accarezzare o l'adulare non ci capirebbe. Nelle opere dell'ingegno lisciare sarebbe eccesso. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: pulimenti, pulimento, pulimmo, pulirà, pulirai, puliranno, pulirci « pulire » pulirebbe, pulirebbero, pulirei, puliremmo, puliremo, pulireste, puliresti
Parole di sei lettere: pulirà « pulire » pulirò
Lista Verbi: puddellare, pugnalare « pulire » pullulare, pulsare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): demolire, abbrustolire, ammutolire, affievolire, incatorzolire, impuzzolire, supplire « pulire (erilup) » ripulire, mire, bramire, cachemire, gremire, schermire, ghermire
Indice parole che: iniziano con P, con PU, iniziano con PUL, finiscono con E

Commenti sulla voce «pulire» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze