Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ripulire», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ripulire

Verbo
Ripulire è un verbo della 3ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è ripulito. Il gerundio è ripulendo. Il participio presente è ripulente. Vedi: coniugazione del verbo ripulire.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di ripulire (pulire, detergere, lavare, nettare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola ripulire è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: ri-pu-lì-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
ripulire si può ottenere combinando le lettere di: url + perii; uri + lepri; [puri, rupi] + riel; urli + [iper, peri, ripe]; [lupi, pulì] + erri.
Componendo le lettere di ripulire con quelle di un'altra parola si ottiene: +oca = perioculari; +sos = ripulissero; +[acro, arco, caro, ...] = ipercloruria; +[cero, core, creo, ...] = iperclorurie; +bagni = irrepugnabili; +[ratto, rotta, torta, ...] = plurireattori; +[lasco, losca, scalo, ...] = plurisecolari; +[pasto, posta, spato] = prepositurali; +stono = retropulsioni; +[acerbe, becera] = irrecuperabile; +[acerbi, bearci, cibare, ...] = irrecuperabili; +amalfi = plurifamiliare; +stenda = preindustriale; +bacate = recuperabilità; +[peschi, psiche, spechi] = risupplicherei; +massoni = iposurrenalismi; +bagnati = irrepugnabilità; +bicordi = irriproducibile; +calotta = pluriarticolate; ...
Vedi anche: Anagrammi per ripulire
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: ripulirà, ripulirò, ripulite.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: ripe, pule, pure.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: ripulirei, ripulirle.
Parole con "ripulire"
Iniziano con "ripulire": ripulirei, ripuliremo, ripulirete, ripulirebbe, ripuliremmo, ripulireste, ripuliresti, ripulirebbero.
Parole contenute in "ripulire"
ire, lire, pulì, pulire, ripulì. Contenute all'inverso: eri, lupi.
Incastri
Inserendo al suo interno est si ha RIPULIRestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "ripulire" si può ottenere dalle seguenti coppie: ripuliamo/amore, ripulii/ire, ripulita/tare, ripulitura/turare.
Usando "ripulire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rete = ripulite; * reti = ripuliti; * evi = ripulirvi; * resse = ripulisse; * ressi = ripulissi; * reste = ripuliste; * resti = ripulisti; * egli = ripulirgli; * ressero = ripulissero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "ripulire" si può ottenere dalle seguenti coppie: ripulita/atre, ripulito/otre.
Usando "ripulire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = ripulita; * erte = ripulite; * erti = ripuliti; * erto = ripulito; * errai = ripulirai.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "ripulire" si può ottenere dalle seguenti coppie: mori/puliremo, steri/pulireste, stiri/puliresti, teri/pulirete.
Usando "ripulire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * mori = puliremo; * teri = pulirete; * steri = pulireste; * stiri = puliresti.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "ripulire" si può ottenere dalle seguenti coppie: rii/pulirei, rimo/puliremo, ripulii/rei, ripulisse/resse, ripulissero/ressero, ripulissi/ressi, ripuliste/reste, ripulisti/resti, ripulite/rete, ripuliti/reti.
Usando "ripulire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tare = ripulita; * amore = ripuliamo; * aie = ripulirai; * mie = ripulirmi; * tiè = ripulirti; * vie = ripulirvi; * remore = ripuliremo; * glie = ripulirgli; * turare = ripulitura.
Sciarade incatenate
La parola "ripulire" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: ripulì+ire, ripulì+lire, ripulì+pulire.
Frasi con "ripulire"
»» Vedi anche la pagina frasi con ripulire per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Mia moglie ha dovuto ripulire dove avevo pulito io.
  • Ogni città italiana dovrebbe giornalmente ripulire le vie e i corsi. Ancor più dovrebbe educare il cittadino al rispetto degli altri.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Nettare, Pulire, Ripulire - Nettare è levare via ciò che fa imbratto o lordura, e si nettano i bambini quando se la son fatta addosso, e simili: è parimente il tôr via da riso, grano e altre civaje, tutto ciò che vi può esser mescolato. - Pulire è tôr via dalla cosa ciò che la rende sudicia: si pulisce o astergendo, o spazzolando, o lustrando, o strisciando. -Ripulire è rendere decente ciò che non era, o pulendo, o togliendo ingombri, o meglio vestendo e adornando. [immagine]
Ripulire, Pulire, Nettare - Ripulire è Tòrre via il sudiciume da cosa prima stata pulita; e assolutamente si dice Ripulire per Spazzare, o ravviare una stanza, e Ripulirsi per Mettersi abiti migliori, ravviarsi il capo, ecc. - Pulire è Ridurre una cosa alla nettezza che deve avere. - Nettare è Levar via impaccio o sudiciume, senza idea necessaria di ridurre a perfetta pulitezza. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Nettare, Mondare, Purgare, Pulire, Ripulire, Polire, Tergere, Astergere, Lavare, Risciacquare - Nettare si dice meglio delle più grosse e lorde sozzure, e per estensione, degli ingombri, dei mali intoppi d'ogni genere. Ercole e Teseo nettarono la Grecia dai malandrini, dai ladri e dalle bestie feroci; per celia, far netta la casa, la borsa, è portar via quel che c'è, spendere fino all'ultimo quattrino. Mondare dicesi specialmente della frutta, per quello spogliarla che si fa della scorza o buccia: mondare da ogni macchia o sozzura si dice eziandio, ma forse meglio nel senso traslato che nel proprio: anima, coscienza monde da ogni macchia. Purgare è curare che si sciolga ed esca dal corpo ogni impurità: si purga il sale, lo zucchero ed ogni altra cosa per averla pura, liberandola da corpi eterogenei che potessero andare amalgamati con essa: purgare è termine medico che non ha bisogno di spiegazione. Pulire è nettare con accuratezza e minutamente: è togliere ogni più piccola macchia che offuschi ed appanni: si puliscono specialmente cose che hanno o avevano, prima di essere macchiate, superficie levigata e lucida. Ripulire è pulire di nuovo. Polire è dare ai metalli, al legno, al marmo o simili quella levigatura che li tien puliti o per cui meglio si possono ripulire. Tergere è degli occhi, e delle lagrime che li offuscano bagnandoli: astergere è asciugare e ripulire corpo qualunque da acqua sudicia, vino, olio o altro liquido imbratto. Il lavare è uno de' mezzi più efficaci a nettare: si lava ciò che è sporco e sudicio; si lavano le mani e la faccia sovente anco per pulizia e salute. Risciacquare è passare nell'acqua chiara e pulita ciò che già s'è lavato. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Ripulire - e † RIPOLIRE. Verb. a. Intens. più che iterat. di Pulire. Repolio Colum.; Iscr. Remundo. [Cont.] Pall. R. Agr. III. 17. Vuolsi colla sega ricidere prima dove vuogli innestare, e in tal modo segare che non si magagni la corteccia, segandolo ancora in luogo netto, e senza immargini: e poi quella segatura ripulire molto bene col coltello, o con altro ferramento bene tagliente. = Filoc. 5. 5. (C) Fatte levare l'erbe…, e similmente le figure degl'Iddii con pietosa man ripulire, e adornare di nuovi ornamenti, domandò che un toro gli fosse menato. Varch. Stor. 9. 261. Chi volesse raccontare… quanto si è ripulita la città, e massimamente dopo che fu creato Papa Lione, arebbe troppo che fare. Red. Vip. 2. 31. L'ho provata eziandio in molti galletti, a' quali feci bere acqua, dove lungo tempo erano state infuse, e ben ben rinvenute, lavate e ripulite quelle medesime frecce.

[G.M.] Ripulire e poi lustrare le scarpe. Ripulire i calzoni dal fango.

2. E pure fig. per Dirozzare, Ingentilire. Varch. Ercol. 144. (M.) Si può dire che non solo la rivocassero da morte (la lingua)…, ma la ripulissero, e ringentilissero ancora. Salvin. Disc. 1. 186. Le lettere.. i naturali talenti dell'uomo perfezionano; e il senno comune, per altro debole e rozzo, ringagliardiscono e ripuliscono. Tolom. Lett. 6. 41. (M.) Le forme toscane, che mi domandate…, non sono ancor degne di venire in luce del mondo: qualche giorno forse si ripoliranno, e si mostreranno più belle, e più chiare.

3. N. pass. e trasl. Istruirsi, Perfezionarsi. [Val.] Cocch. Op. 1. 282. Avendo potuto… applicarsi agli studii, e viaggiare per la Grecia, e trattenersi in Atene, e quivi ripulirsi Cocch. Op. 1. 447. Molti… si fermano… in qualche altro luogo più oscuro per ripulirsi negli esercizii e nel francese.

4. Parlandosi di Componimenti, vale Dar l'ultima mano, Limare. Red. Lett. (M.) Spero… pubblicare altre mie osservazioni, le quali vado ripulendo di giorno in giorno. Galil. Op. Lett. 7. 333. (Man.) Che ad uno, che abbia scritto una semplice lettera senza verun pensiero di farla pubblica, sia conceduto il rivederla, e, bisognando, ripulirla. [Val.] Mann. Vit. Ant. Pucc. 3. XXVI. Egli non riguardava per lo più, nè ripuliva le sue rime. Soldan. Sat. 4. Ardisco sciorre i miei pensieri in rima… Poi ripulisco con più esatta lima. [Camp.] S. Gir. Pist. 57. Basti ad avere dettato insino a qui, perciocchè l'orazione, la quale non è ripulita con lo stilo della propria mano, conciossia cosa che per se medesima sia rozza, allora si fa più molesta se raddoppia il tedio per la sua lunghezza.

5. Fam. fig. Ripulire per Portar via. Buon. Fier. 4. (M.) Rastiando, e ripulendo Nelle corbone tue La più parte dell'oro, e dell'argento.

6. [Val.] Fam. Per Rubare. Fag. Comm. 6. 120. E' m'avea cera di saper ripulire anco l'argento, se lo trovasse comido.

7. [Val.] † Ripulire il piano. Fuggire. Fag. Rim. 1. 343. Accertati I creditor, ch'ei ripuliva il piano, Ricorser tutti quanti ai Magistrati.

8. † Ripulire, è anche termine della caccia, e vale Richiamare i bracchi per far loro cercare, se siano rimasti addietro uccelli, che non siano stati levati. (C)

[T.] Senso mater. T. Ripulire la casa. – Ripulire lo schioppo.

T. Ripulire tale o tale arnese. Levar via dall'oggetto la parte più grossolana, per poi meglio ripulirlo.

T. Ripulire la persona, I vestiti. Ripulirsi.

II. Di piante e sim. T. Ripulire il grano. Colum. Repolio, Nettarlo. Ripulire pianta, levandone i seccumi.

T. Nel dicembre e nel gennaio si ripulisce il terreno per la sementa, dai rovi e dai cespugli.

III. Fig. Lavoro letter. o d'arte. T. Magal. Com. Dant. 99. Questo ch'io fo presentemente è un abbozzo, il qual col tempo mi verrà fatto d'andar sempre ripulendo e perfezionando. Giacom. Oraz. 69. Se questo è da sperarsi, invano dunque ripuliva Virgilio i suoi versi…, falsamente Orazio se medesimo ad affaticante ape assimigliò.

IV. Altra fig. senso intell. e soc. T. Salvin. Formandosi e ripulendosi il giudizio. G. Gozz. Ripulire il costume.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: ripuliate, ripulii, ripulimmo, ripulirà, ripulirai, ripuliranno, ripulirci « ripulire » ripulirebbe, ripulirebbero, ripulirei, ripuliremmo, ripuliremo, ripulireste, ripuliresti
Parole di otto lettere: ripulirà « ripulire » ripulirò
Lista Verbi: ripudiare, ripugnare « ripulire » riqualificare, risaldare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): abbrustolire, ammutolire, affievolire, incatorzolire, impuzzolire, supplire, pulire « ripulire (erilupir) » mire, bramire, cachemire, gremire, schermire, ghermire, dormire
Indice parole che: iniziano con R, con RI, iniziano con RIP, finiscono con E

Commenti sulla voce «ripulire» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze