Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «sbarra», il significato, curiosità, forma del verbo «sbarrare», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Sbarra

Forma verbale
Sbarra è una forma del verbo sbarrare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di sbarrare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Parole Monovocaliche [Sbarcava « * » Sbarrata]

Foto taggate sbarra

Gagliano - Casarano arrivo binario 1 - 19,40

Ricordi

Tre proteggono meglio di una
Informazioni di base
La parola sbarra è formata da sei lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: rr. Divisione in sillabe: sbàr-ra. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con sbarra per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nei passaggi a livello incustoditi la sbarra si abbassa automaticamente al sopraggiungere del treno.
  • Quel ginnasta fece un esercizio mozzafiato alla sbarra che gli rese la medaglia d'oro.
  • Cos'è la sbarra? Un attrezzo ginnico per esercizi di oscillazione e di volteggio.
Citazioni da opere letterarie
Una sfida al Polo di Emilio Salgari (1909): Si precipitò verso la vettura che si trovava quasi rovesciata su un fianco, ma per un caso miracoloso ancora in buon stato, levò la sbarra che chiudeva la porta, si gettò nell'interno ed uscì con una bottiglia in mano.

Una peccatrice di Giovanni Verga (1866): Il gigante stese le braccia per afferrarlo; le braccia muscolose del giovane lo ributtarono due o tre passi all'indietro con un vigore che il bravaccio non avrebbe mai supposto in quel corpo magro e svelto; allora mise un urlo di rabbia: l'urlo della iena che ha sentito pungersi mentre scherzava; e afferrata una sedia la slogò di un sol colpo sul pavimento, tornando quindi verso di Brusio con la sbarra pesante e ruvida fra le mani, che brandiva sulla sua testa come una clava. Pietro, dal canto suo, fu lesto ad impadronirsi del bastone di uno dei suonatori, che si erano salvati dietro le panche, e a pararsi il colpo con quello.

L'isola del giorno prima di Umberto Eco (1994): Orologi. Orologi ad acqua, a sabbia, orologi solari abbandonati contro le pareti, ma soprattutto orologi meccanici disposti su vari ripiani e cassettoni, orologi mossi dal lento discendere di pesi e contrappesi, da ruote che mordevano altre ruote, e queste altre ancora, sino a che l'ultima mordicava le due palette diseguali di una bacchetta verticale, facendole compiere due mezzi giri in direzioni opposte, così che essa in questo suo indecente sculettare muovesse a bilanciere una sbarra orizzontale legata all'estremità superiore; orologi a molla dove un conoide scanalato svolgeva una catenella, trainata dal movimento circolare di un bariletto che se ne impadroniva maglia per maglia.
Espressioni e Modi di Dire
  • Mettere alla sbarra
Canzoni
  • Canzoni alla sbarra (Cantata da: Gino Latilla e Duo Fasano e Quartetto Cetra; Anno 1954)
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per sbarra
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: sbarba, sbarca, sbarre, sbarri, sbarro, sburra, sgarra.
Con il cambio di doppia si ha: sballa, sbatta.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: barra. Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: bra.
Altri scarti con resto non consecutivo: sara, bara.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: sbarrai.
Testacoda
Togliendo la lettera iniziale e aggiungendone una alla fine si può ottenere: barrai.
Parole con "sbarra"
Iniziano con "sbarra": sbarrai, sbarrano, sbarrare, sbarrata, sbarrate, sbarrati, sbarrato, sbarrava, sbarravi, sbarravo, sbarrammo, sbarrando, sbarrante, sbarrasse, sbarrassi, sbarraste, sbarrasti, sbarrarono, sbarratura, sbarrature, sbarravamo, sbarravano, sbarravate, sbarramenti, sbarramento, sbarrassero, sbarrassimo.
Finiscono con "sbarra": blindosbarra.
Contengono "sbarra": contrasbarrata, contrasbarrate, contrasbarrati, contrasbarrato.
»» Vedi parole che contengono sbarra per la lista completa
Parole contenute in "sbarra"
bar, arra, barra. Contenute all'inverso: abs.
Incastri
Inserendo al suo interno che si ha SBARcheRA (sbarcherà); con azze si ha SBARazzeRA (sbarazzerà).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "sbarra" si può ottenere dalle seguenti coppie: sbafo/forra, sbava/varrà, sbavo/vorrà, sbarba/bara, sbarbare/barerà, sbarbaste/basterà, sbarbava/bavara, sbarbo/bora, sbarca/cara, sbarcano/canora, sbarcante/canterà, sbarcasse/casserà, sbarcata/catara, sbarco/cora.
Usando "sbarra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: gas * = gabarra; * aera = sbarrerà; * aero = sbarrerò; * aerai = sbarrerai; * aerei = sbarrerei; * aiate = sbarriate.
Lucchetti Riflessi
Usando "sbarra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * arca = sbarca; * arco = sbarco; * archi = sbarchi; * arazzi = sbarazzi; * arazzo = sbarazzo; * arcano = sbarcano; * arcata = sbarcata; * arcate = sbarcate; * arcati = sbarcati; * arcato = sbarcato.
Lucchetti Alterni
Usando "sbarra" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * forra = sbafo; * vorrà = sbavo; * bara = sbarba; * bora = sbarbo; * cara = sbarca; * cora = sbarco; * barerà = sbarbare; * bavara = sbarbava; * canora = sbarcano; * catara = sbarcata; * anoa = sbarrano; * area = sbarrare; * atea = sbarrate; * basterà = sbarbaste; * canterà = sbarcante; * casserà = sbarcasse.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "sbarra" (*) con un'altra parola si può ottenere: * bei = sbarberai; * eri = sbarrerai; * lodi = sbalordirà.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Trincea, Lizza, Sbarra; Trincierare, Sbarrare - La sbarra è un legno messo a traverso di strada o di porta o d'altro adito per impedire il passo; la trincea è di pali piantati in terra e di sbarre poste a traverso: è dell'uso militare a riparo, a difesa, e perciò più forte; la lizza è lo spazio così sbarrato. Sbarrare è mettere le sbarre e impedire con le sbarre; trincierare o meglio trincierarsi è mettersi al riparo dietro trincieramenti fatti secondo le regole dell'arte militare, o alla meglio dietro a que' materiali che si puonno ammontare e disporre in avanti onde impedire il primo irrompere dell'inimico: un uomo però sbarra o tenta sbarrare il passo o colle braccia o con arme lunga che abbia in mano, come picca o fucile; trincierarsi dietro capziosi argomenti, dietro una mancanza di prove, o dietro un negare continuo, è senso traslato messo in uso sovente. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Sbarra - Eravi anticamente in Francia alla porta della Grand'chambre (gran camera) una sbarra di ferro su cui andavano ad appoggiarsi i consiglieri onde ricevere le istanze dalle parti, e quelle si chiamavano instances a' la barre, o instructions a' la barre. Perciò il presentarsi al tribunale si dice presentarsi o discutere alla sbarra (à la barre.) [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Sbarra - S. f. Tramezzo che si mette per separare o impedire il passo; e anche si prende per Qualunque ritegno messo attraverso, acciocchè una cosa non rovini, o non si richiugga. Taluni qui rammentano il lat. Varus. Con pali o assi o altro intoppo a traverso. Così dal lat. Sera, Serrare. [Cont.] Zab. Cast. Ponti, 6. G sbarre, o sbadacchi che tengono forte l'armatura. = G. V. 7. 68. 1. (C) I nostri Fiorentini aveano già le sbarre vinte, ed alquanti entrati dentro. E 11. 37. 2. Gran battaglie ebbono alle sbarre della via. T. E 6. 34. Combattendosi a serragli, ovvero a sbarre, da una vicinanza all'altra. E altrove: Facendo serragli e sbarre nelle rughe della terra (potrebbero essere Serragli senza sbarre.) = Lasc. Streg. 2. 1. (C) Tutte le pene, tutte le catene, e tutte le sbarre del mondo non mi terrebbono che io non andassi via oggi.

T. Caro: Con puntelli per entro e stanghe e sbarre.

2. Trasl. Lib. Sent. Arr. 7. (C) Lo cuor del savio è sbarra di virtù, altresì come di muro e di fortezza. Buon. Fier. 4. 3. 2. A tal che gli occhi miei, non ben satolli, Bisogno han pur ancora Di sbarra che me gli apra.

3. [Val.] Steccato, Trincieramento. Pucc. Centil. 43. 16. Intorno intorno combattêr la sbarra. [Cont.] Gheri, Lett. Arch. St. It. App. 21. 56. Intendo che li signori elvezii sono vicini a' monti, dalle bande di qua ad uno loco che si chiama Pinerolo, che è loco comodo a dua passi; e lì fanno sbarre e tagliate, per fare difficile el transito de' franzesi, quando volessino fare quella via. Ran. Sardo, Cron. Pis. Arch. St. It. VI. p. II. 143. E gl'inglesi furono giunti al loro campo, e percossono alle isbarre loro; l'una schiera ruppe le sbarre, e li fiorentini erano forti su per la via e su per le case, gittando pietre e quadrella, sicchè li inglesi furono rotti.

4. [Val.] Confine. Pucc. Centil. 61. 27. Poi in Calavra sua passò la sbarra.

5. Sbarra, si dice anche Quello strumento che si pone altrui in bocca ad effetto d'impedirgli la favella. Buon. Fier. 1. 5. 9. (C) Uno sgraziato incatenato e stretto, Co' piè ne' ceppi, e le manette a' polsi, E le sbarre alla bocca, e in capo un sasso.

6. [Camp.] Ordigno che si mette tra le mascelle dell'animale per fargli tenere la bocca aperta. Din. Din. Mascal. IV. 29. Mettigli (al cavallo) una sbarra in bocca, acciò che tenghi la bocca aperta, e poi gli metti la mano giù per la gola…

7. [Cont.] Bastone o Spranga che serve di leva, e sim. Spet. nat. II. 183. La sbarra del timone, dov'è applicato il manubrio. E XII. 243. Si gira in un istante la sbarra che fa girare… la vite con tanta forza che, spingendo l'altro conio su quello dell'effigie, il pezzo violentemente incalzato dai due conj ne riceve gl'impronti con un sol colpo in un momento. Stat. Lan. Radic. Agg. I. M. Qualunque persona conducierà, o terrà in allogagione e' tiratoi dell'arte, sia tenuto e debbia tenere acconci e' tiratoi, e tirare, a la pena di quaranta soldi di denari; e per ogni colonna o sbarra di sotto o di sopra vi fusse trovata rotta o guasta, che la debba avere acconcia fra tre dì.

8. Per Uscetto o Imposta che serra l'ovile. Poliz. stanz. 1. 19. (M.) Or delle pecorelle il rozzo mastro Si vede alla sua torma aprir la sbarra.

9. Sbarra. Term. degli Oriuolai. Nome che si dà a diversi pezzi dell'oriuolo. Tale è quello che regge la molla del tamburo. (M.) [Cont.] Gius. da Capr. Orol. 5. Ogni castello si compone di quattro colonne, di tre pilastri, di dieci sbarre, sei per larghezza del castello,… l'altre quattro un po' più lunghe.

10. Sbarra d'un carro. Term. de' Meccanici. Pezzi di legno posti ai fianchi dei carri, per far che il carico non impedisca il girar delle ruote. (M.)

11. Sbarra. Term. araldico. Dicesi di Un pezzo dell'arme che dalla sinistra dello scudo va in basso a terminarsi verso la destra. Pecor. g. 9. n. 2. (M.) Un drago verde nel campo vermiglio con una sbarra azzurra in mezzo. Ar. Fur. 10. 85. Porta in azzurro una dorata sbarra Il conte d'Ottonlei nello stendardo. Borgh. Lett. Beniv. 110. (Man.) Dico di questi altri Capponi, ingannati dall'Arme che oggi si crede sola de' Capponi, non vi essendo la sbarra di gigli.

12. Sbarra. Term. de' Lanajuoli. Pezzo di legno assai forte, situato sul davanti del telajo, e spaccato in tutta la sua lunghezza, perchè vi posso passare la parte già tessuta del panno. Marchett. Lucr. 5. 361. (Man.) Che solo il ferro a prepararne è buono Gli strumenti da tessere, e non ponno Farsi per altra via tanto polite Le fusa, i subbi, i pettini, le spole, Le sbarre, i licci, e le sonanti casse.

13. Sbarra. Term. de' Beccai. Pezzo di legno che si mette per traverso a' castrati, per accomodar la rete. (M.)

14. Sbarra. Term. di Musica. Nome delle due linee verticali che attraversano il Rigo, ed indicano per lo più il fine del pezzo musicale. (M.) [G.F.] Giuoco di fanciulli, nel quale segna una linea sul terreno, e a due schiere di qua e di là si corrono incontro; e chi di loro è toccato, perde; e chi si scansa, e trova rifugio dietro alla linea, grida Sbarra!; cioè sono in sicuro.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: sbarcherò, sbarchi, sbarchiamo, sbarchiate, sbarchino, sbarcò, sbarco « sbarra » sbarrai, sbarramenti, sbarramento, sbarrammo, sbarrando, sbarrano, sbarrante
Parole di sei lettere: sbarca, sbarcò, sbarco « sbarra » sbarre, sbarri, sbarro
Vocabolario inverso (per trovare le rime): disopra, sottosopra, aspra, stupra, arra, barra, gabarra « sbarra (arrabs) » blindosbarra, sgarra, marra, amarra, tamarra, rimarrà, zimarra
Indice parole che: iniziano con S, con SB, parole che iniziano con SBA, finiscono con A

Commenti sulla voce «sbarra» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze