Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «stuzzicare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Stuzzicare

Verbo
Stuzzicare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è stuzzicato. Il gerundio è stuzzicando. Il participio presente è stuzzicante. Vedi: coniugazione del verbo stuzzicare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di stuzzicare (provocare, pizzicare, tormentare, indispettire, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Liste a cui appartiene
Verbi relativi all'odore [Stuccare « * ]
Giochi di Parole
La parola stuzzicare è formata da dieci lettere, quattro vocali e sei consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz.
Divisione in sillabe: stuz-zi-cà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
stuzzicare si può ottenere combinando le lettere di: struzzi + ace; stizze + [cura, urca]; cui + strazze; ictus + razze; curi + stazze; [scuri, uscir] + tazze; scruti + azze; [cure, ecru] + [stazzi, stizza].
Componendo le lettere di stuzzicare con quelle di un'altra parola si ottiene: +osa = acutizzassero; +tee = acutizzereste; +tiè = acutizzeresti; +[sai, sia] = cauterizzassi; +[eta, tea] = cauterizzaste; +tai = cauterizzasti; +[sai, sia] = riacutizzasse; +tai = riacutizzaste; +poa = scopiazzature; +sos = stuzzicassero; +[alee, elea] = casualizzerete; +[lane, lena] = nuclearizzaste; +[alni, lina] = nuclearizzasti; +vita = ristuzzicavate; +[borsa, sorba] = burocratizzasse; +torba = burocratizzaste; +[alesi, elisa, esali] = casualizzeresti; +[erosa, osare, oserà, ...] = cauterizzassero; +[omasi, siamo] = cauterizzassimo; +etere = cauterizzereste; +[irosa, rasoi, rosai] = riacutizzassero; +[irite, rieti] = riacutizzeresti; ...
Vedi anche: Anagrammi per stuzzicare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: stuzzicate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: stia, stie, stare, star, sucre, sure, sire, tuzia, tuzie, tuia, tuie, ture, tiare, tare.
Parole con "stuzzicare"
Finiscono con "stuzzicare": ristuzzicare.
Parole contenute in "stuzzicare"
are, care, stuzzica. Contenute all'inverso: era.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "stuzzicare" si può ottenere dalle seguenti coppie: stupì/pizzicare, stuzzicai/ire, stuzzicamenti/mentire, stuzzicamento/mentore, stuzzicata/tare, stuzzicatore/torere.
Usando "stuzzicare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = stuzzicata; * areate = stuzzicate; * areati = stuzzicati; * areato = stuzzicato; * rendo = stuzzicando; * resse = stuzzicasse; * ressi = stuzzicassi; * reste = stuzzicaste; * resti = stuzzicasti; * retore = stuzzicatore; * retori = stuzzicatori; * redenti = stuzzicadenti; * ressero = stuzzicassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "stuzzicare" si può ottenere dalle seguenti coppie: stuzzicata/atre, stuzzicato/otre.
Usando "stuzzicare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = stuzzicata; * erte = stuzzicate; * erti = stuzzicati; * erto = stuzzicato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "stuzzicare" si può ottenere dalle seguenti coppie: stuzzica/area, stuzzicata/areata, stuzzicate/areate, stuzzicati/areati, stuzzicato/areato, stuzzicadenti/redenti, stuzzicai/rei, stuzzicando/rendo, stuzzicasse/resse, stuzzicassero/ressero, stuzzicassi/ressi, stuzzicaste/reste, stuzzicasti/resti, stuzzicate/rete, stuzzicati/reti, stuzzicatore/retore, stuzzicatori/retori.
Usando "stuzzicare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * pizzicare = stupì; * mie = stuzzicarmi; * torere = stuzzicatore; * mentire = stuzzicamenti; * mentore = stuzzicamento.
Sciarade incatenate
La parola "stuzzicare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: stuzzica+are, stuzzica+care.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "stuzzicare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = stuzzicatrice.
Frasi con "stuzzicare"
»» Vedi anche la pagina frasi con stuzzicare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Il piatto era così bello e buono, che riusciva a stuzzicare sia la vista sia l'appetito.
  • Per stuzzicare l'appetito ci vorrebbe un gustosissimo snack.
  • E' affetta da acne da lungo tempo, ma tende a stuzzicare i brufoli, provocando il dilagare dell'infezione.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Eccitare, Incitare, Stimolare, Aizzare, Istigare, Irritare, Innasprire, Provocare, Stuzzicare, Animare, Sospingere - «Eccitare da ex-citare; incitare da in; il secondo è più forte: stimolare, nel proprio, è pungere con lo stimolo i bovi; gli è un modo d'incitare o d'eccitare, a cui non sempre seguita l'effetto. Istigare è uno stimolare più forte, e più al male che al bene. Aizzare è un istigare a sensi di rabbia più che d'altro. Dicesi più particolarmente dei cani. Irritare è un eccitare ira o collera direttamente; ha dunque l'effetto. Si può talvolta aizzare senza irritare. Si può, da un'altra parte, irritare senz'aizzare, quando l'uomo è irritato o da chi non vorrebbe, o dall'umore suo caustico. Provocare è generico; ma dicesi specialmente di chi aizza, o stimola l'ira altrui, non contro un terzo, ma contro se stesso. Stuzzicare è un provocare leggermente». Romani.

Innasprire è rendere più amaro e cocente un dolore, più dolorosa una piaga; è ciò moralmente e fisicamente; innasprire chi è già avverso ad un altro, è proprio di chi si gode nelle discordie e nel metter male. Eccitare a qualche impresa può venire proprio dal citarla e parlarne una prima volta e poi ritornarne a parlare; animare a farla è un tentare di metter coraggio in chi si vorrebbe che la eseguisse; sospingervelo è quasi un mettervelo dentro a forza, egli non volente, o resistente. La vista o la descrizione delle altrui miserie eccita la compassione: l'esempio altrui o le esortazioni puonno animarci a fare il bene, come anche il male, al quale però siamo sospinti di preferenza, abbenchè in principio a malincuore, da quella certa propensione che la corrotta nostra natura ha verso il male. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Stuzzicare - V. a. e N. pass. Frugacchiare leggermente con alcuna cosa appuntata. Rammenta il gr. Στίζω, Punzecchiare. Ted. Stutzen, Urtarsi. T. Cecch. Acquav. 2. 3. A far li steccarelli per stuzzicar li denti. = Morg. 19. 87. (C) E' si poteva pur fare altrimenti, Che sogghignare e stuzzicarsi i denti. Buon. Fier. giorn. 5. Non stuzzicate i boti di cartone Belli, ch'e' son poi dentro spazzatura. Cant. Carn. 237. T. Magal. Lett. scient. 85. Col tanto stuzzicare e ristuzzicare quelle fila e quelle papille nervose,… queste s'affilano, come fa il rasojo sulla ruota.

T. Stuzzicare il fuoco perchè arda meglio.

2. Fig. Buon. Fier. 4. 5. 18. (C) Ma i' vi consiglio A tacere amendue, nè stuzzicare Queste vostre materie.

T. Stuzzicare un tasto. – Non stuzzicate cotesti tasti; se no, perde la pazienza.

3. Per Istimolare. Cron. Morell. 303. (C) Deliberarono in fine di darsi al Duca, perchè erano molto stuzzicati. Varch. Ercol. 259. Stuzzicatemi pure: io vi ho detto che nessuno mi pare atto a ciò. [G.M.] Magal. Lett. fam. Con queste considerazioni mi son fatto a credere che, chi punto punto lo stuzzicasse, egli non sarebbe lontano dal mutar aria. [Pol.] G. Gozz. Nov. …Dolersi dell'avere stuzzicati i mariti alla vendetta.

T. Stuzzicar l'appetito. – Stuzzicare il palato (anche fig.).

4. Per Commuovere, Irritare. Fir. As. 133. (C) Ma la sazietà e la gran copia di quelle celesti ricchezze già aveano entro al petto delle due sorelle stuzzicato il veleno della rabbiosa invidia. Car. Lett. 2. 61. L'animo mio è di non volerla più seco in nessun modo, se egli non mi stuzzica di nuovo.

[G.M.] Segner. Quaresim. 3. 6. Si dirà che voi faceste quello che sa fare ogni vipera ed ogni vespa, ch'è di mordere chi le stuzzica.

5. Stuzzicare il can che dorme, le pecchie, il formicajo, il vespajo, il naso dell'orso quando fuma, e altre simili maniere proverb., vagliono Irritare chi ti può nuocere, o chi è adirato, o chi può più di te. Varch. Ercol. 81. (C) Quando un si sta ne' suoi panni senza dar noja a persona, e un altro comincia per qualche cagione a morderlo e offenderlo di parole, se colui è uomo da non si lasciare malmenare e bistrattare, ma per rendergli, come si dice, i coltellini, si usa dire: egli stuzzica il formicajo, e le pecchie, o sì veramente il vespajo, che i Latini dicevanoirritare crabrones. Lib. Son. 27. Tu stuzzichi le pecchie. Alleg. 224. Voi gli presenterete, pur come l'altre, questa ultima letterina, dicendoli che e' non istuzzichi più il can che dorme. Tac. Dav. Ann. 11. 135. (M.) Perchè stuzzicate i calabroni?

T. Prov. Tosc. 190. Tramontanin non buzzica (non si leva il tramontano) se il marin non lo stuzzica. [Cam.] E 314. Non istuzzicare l'orso, quando gli fuma il naso. T. Non devesi stuzzicare il viperajo. [L.B.] Stuzzicare il formicolajo. [G.M.] Serdon. Prov. Chi stuzzica il can che giace, Ha qualcosa che non gli piace. E: La cosa che sta ben tanto che basta, Non la stuzzicar più chè la si guasta. (Il meglio è nemico del bene.) E: Stuzzicare e Rinfrescare la piaga; dicesi quando alcuno racconta o rammenta cosa che ci cuoce e ci dispiace.

6. Stuzzicare i ferruzzi, vale Ingegnarsi, e Adoperarsi con tutti gli sforzi. Ora si direbbe: Adoprare tutti i suoi ferruzzi. Red. Lett. 1. 153. (M.) E per confessarla altresì giusta, non istuzzicò egli i suoi ferruzzi per tornarvi?

7. † N. ass. Per Essere in sul punto, Essere per risolvere. Benv. Cell. Vit. 2. 593. (M.) Il duca gli disse, che si motteggiava, e che mi voleva per sè; di modo che io stuzzicai parecchie volte di andarmi con Dio.

8. Stuzzicarsi, per Toccarsi, Soffregarsi. Bocc. Nov. 7. g. 2. (C) Quasi da iguale appetito tirati, cominciatisi a stuzzicare insieme…, fecero parentado.

9. Stuzzicarsi i denti, fig., vale Mangiare. Buon. Fier. 3. 2. 2. (C) Ma sempre il vino in tavola, ma sempre Da stuzzicarsi i denti.

[G.M.] Nell'uso si dice Stuzzicare i denti, dell'Avviare a mangiare qualcosa più per aguzzar l'appetito che per vero bisogno di cibo. Prendiamo qualcosa, tanto per istuzzicare i denti: E anco sost.: Per uno stuzzicadenti.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: stuzzicamenti, stuzzicamento, stuzzicammo, stuzzicando, stuzzicano, stuzzicante, stuzzicanti « stuzzicare » stuzzicarmi, stuzzicarono, stuzzicarsi, stuzzicasse, stuzzicassero, stuzzicassi, stuzzicassimo
Parole di dieci lettere: stuzzicano « stuzzicare » stuzzicata
Lista Verbi: stuprare, sturare « stuzzicare » subaffittare, subappaltare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): rinevicare, bazzicare, pizzicare, spizzicare, smozzicare, spiluzzicare, spilluzzicare « stuzzicare (eracizzuts) » ristuzzicare, calcare, accalcare, decalcare, ricalcare, anticalcare, defalcare
Indice parole che: iniziano con S, con ST, iniziano con STU, finiscono con E

Commenti sulla voce «stuzzicare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze