Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «tripudio», il significato, curiosità, forma del verbo «tripudiare», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Tripudio

Forma verbale
Tripudio è una forma del verbo tripudiare (prima persona singolare dell'indicativo presente). Vedi anche: Coniugazione di tripudiare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Informazioni di base
La parola tripudio è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti. Divisione in sillabe: tri-pù-dio. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Parole con la stessa grafia, ma accentate: tripudiò.
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con tripudio per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • La vittoria del nostro compagno di classe alle gare della scuola fu premiata con il nostro tripudio di applausi.
  • Un tripudio di colori dipingeva il tramonto su Gallipoli.
  • Nel tripudio generale rientrò in patria il generale vittorioso.
Citazioni da opere letterarie
Nel sogno di Neera (1893): Sotto i boschi densi d'ombra sostavano negli ardenti meriggi, e come le piccolette si divertivano a rincorrere le farfalle ed a snidare i grilli, egli ne prendeva argomento per spiegare le leggi dell'amore universale, per istillare nei giovani cuori la pietà, la dolcezza, la comprensione sensibile di ogni sofferenza e di ogni tripudio, riportandoli alla cagione unica del tutto.

Il Ritorno di Cesare Cantù (1878): — Ella (ripigliava il padre) ti vuol bene ancora, oh si davvero; non aveva che te nel cuore, te sulle labbra: contava i giorni, fin le ore che mancavano al tuo tornare, ed ora sarete contenti. Vi ricorda quando bambini di dieci anni, io e il mio povero fratello vi abbiam fatti impromettere l'uno all'altro? con che tripudio faceste le simulate nozze? Ora le compirete da vero: vi sposerete, e vivremo tutti insieme nel colmo d'ogni felicità».

La Storia di Elsa Morante (1974): E immediatamente la precedette nella stanza da letto: dove in un tripudio di risatelle, che già parevano un colloquio, si piegò sul lettuccio. E là c'era Giuseppe che lo guardava, come se già lo riconoscesse. Il suo sguardo, fino a oggi trasognato nel vapore della nascita, pareva esprimere in questo momento il primo pensiero della sua vita: che era un pensiero d'intesa festante, suprema. Tanto che pure i suoi braccini, e le sue gambucce, lo accompagnavano accennando un minimo scalpitio primitivo.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per tripudio
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: tripudia.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere i vocaboli: ripudio, tripudi.
Altri scarti con resto non consecutivo: trii, trio, tipi, tipo, riudì, ridi, rido, rudi.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: tripudino.
Parole contenute in "tripudio"
dio, udì, ripudi, ripudio, tripudi.
Lucchetti Alterni
Usando "tripudio" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ateo = tripudiate.
Sciarade incatenate
La parola "tripudio" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: tripudi+dio, tripudi+ripudio.
Intarsi e sciarade alterne
"tripudio" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: tipo/rudi.
Intrecciando le lettere di "tripudio" (*) con un'altra parola si può ottenere: * arno = tripudiarono.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: Sinonimo di triregno, Batte un tris, Un'ascendente come la trisavola per il nipote, Arde d'amore per Tristano, Con triple è un liquore.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Esultanza, Esultazione, Tripudio - Il primo, secondo il Tommaseo, non è indispensabile alla lingua, avendoci Esultazione. Per altro, vivendo anch'esso, si può serbare a indicar il sentimento dell'animo; Esultazione, al manifestarsi del sentimento con atti esterni di giubilo. L'Esultazione è quasi sempre molto vivace e talora anche con un che di rumoroso; l'Esultanza, se non è quieta, ha almeno un che di solenne nel suo brillare di gioja intensa che può essere tutta nel cuore senza che si riveli ad occhio non fino. L'Esultazione non si nasconde, essendo come un sussulto, un saltare di giubilo vivissimo. - Qui calza bene il seguente esempio di Francesco da Buti: «Allegrezza trae primo movimento nell'anima, e chiamasi giubilo; e poi esce nel volto e dilatasi nella faccia, e chiamasi letizia; e poi si sparge per tutto 'l corpo, e muovelo, e chiamasi esultazione.» - Il Tripudio è esultazione materiale rumorosa che si manifesta anche con saltare e ballare, e agli antichi valeva appunto Ballo tondo. Al Tripudio va congiunta spesso l'idea di festeggiamenti, conviti e simili. G.F. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Gioia, Allegrezza, Allegria, Godimento, Piacere, Letizia, Contento, Giocondità, Ilarità, Gaudio, Giubilo, Esultazione, Esultanza, Tripudio - La gioia è dell'animo, perciò intima e tranquilla; l'allegrezza, del cuore, perciò più espansiva; l'allegria, del carattere, perciò rumorosa: fare un'allegria, vale una festa, un pranzo, una cena, un ballo o che so io, per fare un po' di baccano e stare allegri in molti. Il godimento è quel piacere che produce il possesso della cosa; se a buon diritto, è più completo, più tranquillo, più puro. Piacere è generico: i piaceri dell'anima sono ben diversi da quelli dei sensi; i primi o sono comprensioni o sentimenti; i secondi mere sensazioni, transitorie e fugaci. Gaudio esprime l'atto, o meglio l'effetto del piacere: l'anima prova un gaudio ineffabile quanto più gli è dato avvicinarsi al centro d'ogni verità, di ogni giustizia. La letizia si vede in volto, il contento si sente nel cuore; ma quella è un effetto di questo, e il vero contento proviene dalla pienezza del godimento, dalla tranquillità del possesso: ma chi è il contento in questo mondo? chi ha provato un vero, un intero contento quaggiù? i mali sono troppo misti ai beni, l'ingiusto al giusto per poterli perfettamente gli uni dagli altri sceverare. L'ilarità, come già dissi all'art. Gaio, indica una contentezza o una bontà d'animo abituale che si manifesta sul volto. La giocondità, quella gioia moderata che risente in sè chi nè troppo si lascia trasportare dai fausti avvenimenti, nè troppo abbattere dagl'infausti; chi è abbastanza filosofo da prendere tutto per il meglio e vedere che i beni e i piaceri di quaggiù non sono eterni, e che le afflizioni hanno per buona sorte da avere un fine: nella giocondità v'è sempre un qualche granello d'ironia se non contro alle persone almeno rispetto alle cose. Il giubilo è quel movimento muscolare, se vuolsi, prodotto da eccesso di gioia; il tripudio è giubilo prolungato accompagnato da atti più visibili, da moti, da riso, da grida che sfuggono quasi involontarii: il tripudio è comunicativo; il tripudio di un solo parrebbe follia. Esultazione, esultanza pare vogliano significare trasalto dell'animo e perciò anco del corpo a cagione di viva gioia: però esultazione direi dimostrazione di gioia pubblica, e per cagione di pubblico bene: esultanza lo stesso sentimento, ma più individuale e riferibile a moto anche esso individuale: l'esultanza che in ogni animo cattolico produsse l'esaltamento di Pio IX alla cattedra di S. Pietro si manifestò in tutto il mondo, ma più ne' Stati Pontificii, con segni non dubbii di pubblica esultazione. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Tripudio - S. m. Festeggiamento in cui con balli, o altri atti si mostra allegrezza; e talvolta vale semplicemente Ballo che gira in tondo. Tripudium, in Cic. Liv. e Catull. – Dant Par. 12. (C) Poichè 'l tripudio e l'altra festa grande, Sì del cantare e sì del fiammeggiarsi,… But. ivi: Tripudio è vocabolo gramaticale, che significa ballo che giri in tondo. Fr. Giord. Pred. R. Si perdono bruttamente in carnovaleschi tripudii, e pacchiamenti.

T. Tripudio; Festa, Allegria rumorosa. Tripudiare ne' conviti. Quindi Ogni gioja estrinseca, e che abbia del materiale. [G.M.] Segner. Quares. 6. 5. Un embrice, che, all'entrare di Bibolo in Campidoglio, gli cadde in capo, l'uccise sul carro stesso del suo trionfo, e convertìgli ad un tratto i lauri in cipressi, i tripudii in lutto, e quella pompa sì festosa, sì fausta, in un funerale. Al. Manz. Lungi il grido e la tempesta De' tripudi inverecondi: L'allegrezza non è questa Di che i giusti son giocondi.

2. [Tor.] Voce augurale presso i Romani antichi. Da Terripudium, detto propriamente dei polli che nel mangiare dimostrano soddisfazione. Sc. Amm. Disc. s. Tac. 2. 111. Allora avveniva il tripudio quando a' polli, per la fretta e ingordigia del beccare, cadevan dal becco de' bocconcini, i quali toccando la terra facevan quel tripudio. E appresso: A me, all'esercito e popolo Romano, lietissimo e ottimo auspicio è stato l'essere annunciato il tripudio.

3. [Camp.] † Fig., per Coro d'angeli festeggianti. D. 3. 28. Poscia ne' due penultimi tripudii Principati ed Arcangeli si girano: L'ultimo è tutto d'angelici ludi.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: tripudieremmo, tripudieremo, tripudiereste, tripudieresti, tripudierete, tripudierò, tripudino « tripudio » trireattore, trireattori, triregni, triregno, trireme, triremi, tris
Parole di otto lettere: triptoti, triptoto, tripudia « tripudio » triregni, triregno, trisecai
Vocabolario inverso (per trovare le rime): gaudio, multiaudio, claudio, preludio, interludio, ripudiò, ripudio « tripudio (oidupirt) » studio, studiò, ristudio, ristudiò, cenotafio, annaffio, annaffiò
Indice parole che: iniziano con T, con TR, parole che iniziano con TRI, finiscono con O

Commenti sulla voce «tripudio» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze