Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «vagheggiare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Vagheggiare

Verbo
Vagheggiare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è vagheggiato. Il gerundio è vagheggiando. Il participio presente è vagheggiante. Vedi: coniugazione del verbo vagheggiare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola vagheggiare è formata da undici lettere, cinque vocali e sei consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: gg. Lettera maggiormente presente: gi (tre).
Divisione in sillabe: va-gheg-già-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: vagheggerai.
vagheggiare si può ottenere combinando le lettere di: gighe + vagare; reggevi + aghà; [aghi, ghia] + reggeva; vaghi + reggae; gag + vagherei; [ave, eva] + aggreghi.
Componendo le lettere di vagheggiare con quelle di un'altra parola si ottiene: +con = grecheggiavano; +alt = largheggiavate; +sos = vagheggiassero.
Vedi anche: Anagrammi per vagheggiare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: vagheggiate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: vaghi, vagire, vagì, vagare, vaga, vere, aghi, aghà, agire, agre, ahia, ghia, ghie, gare.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: vangheggiare.
Parole contenute in "vagheggiare"
are, già, giare, vaghe, vagheggi, vagheggia. Contenute all'inverso: era.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "vagheggiare" si può ottenere dalle seguenti coppie: vagheggiai/ire, vagheggiamenti/mentire, vagheggiamento/mentore, vagheggiamo/more, vagheggiata/tare.
Usando "vagheggiare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areno = vagheggino; * remo = vagheggiamo; * areata = vagheggiata; * areate = vagheggiate; * areati = vagheggiati; * areato = vagheggiato; larva * = largheggiare; * rendo = vagheggiando; * resse = vagheggiasse; * ressi = vagheggiassi; * reste = vagheggiaste; * resti = vagheggiasti; * ressero = vagheggiassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "vagheggiare" si può ottenere dalle seguenti coppie: vagheggiata/atre, vagheggiato/otre.
Usando "vagheggiare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erano = vagheggino; * ermo = vagheggiamo; * erta = vagheggiata; * erte = vagheggiate; * erti = vagheggiati; * erto = vagheggiato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "vagheggiare" si può ottenere dalle seguenti coppie: vagheggia/area, vagheggiata/areata, vagheggiate/areate, vagheggiati/areati, vagheggiato/areato, vagheggino/areno, vagheggiai/rei, vagheggiamo/remo, vagheggiando/rendo, vagheggiasse/resse, vagheggiassero/ressero, vagheggiassi/ressi, vagheggiaste/reste, vagheggiasti/resti, vagheggiate/rete, vagheggiati/reti.
Usando "vagheggiare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: largheggiare * = larva; * more = vagheggiamo; * mentire = vagheggiamenti; * mentore = vagheggiamento.
Sciarade e composizione
"vagheggiare" è formata da: vagheggi+are.
Sciarade incatenate
La parola "vagheggiare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: vagheggi+giare, vagheggia+are, vagheggia+giare.
Frasi con "vagheggiare"
»» Vedi anche la pagina frasi con vagheggiare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Mia sorella si incanta davanti allo specchio a vagheggiare il suo uomo.
  • Smettila di vagheggiare quell'attore: stai con i piedi a terra!
  • Adoro vagheggiare la bellezza delle Dolomiti ogni volta che vado in vacanza in montagna.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Vagheggiare - V. a. Rimirare checchessia con dilettosa compiacenza, quasi Vagare con gli sguardi sull'oggetto. [Cors.] Tass. Dial. 1. 132. Vagheggiato che avremo le fonti e gli alberi disposti con sì maestrevole artifizio, io comincerò a leggere. [G.M.] Segner. Incred. P. I. 1. 5. 9. A che le scene de' boschi, de' prati, delle pianure, de' monti, e, quel che è più di tante stelle che adornano il firmamento, se non v'era occhio capace di vagheggiarle per tutta un'eternità? E Mann. Magg. 1. Considera quanto bello sia il firmamento che tu vagheggi fregiato di tante stelle.

2. Fare all'amore, Guardare intentamente e con diletto la persona amata. Bocc. Nov. 5. g. 3. (C) Avea lungo tempo amata e vagheggiata infelicemente la donna di messer Francesco. E nov. 5. g. 5. Per la qual cosa da diversi fu cominciata a vagheggiare. E nov. 4. g. 7. Essendosi avveduta che un giovane… la vagheggiava, discretamente con lui s'incominciò ad intendere. Franc. Sacch. Nov. 84. Avea una sua donna assai vana, la quale un Sanese buono pezzo avea vagheggiata. Malm. 7. 39. Ei, che vagheggia… Il gentil volto e le dorate chiome, Nè anche gli risponde una parola. [G.M.] Segner. Quares. 16, 5. Costumando sovente gli uomini di vagheggiar le bellezze carnali, malagevolmente sapevano poi temperarsi di non trascorrere da' vagheggiamenti a' desiderii, e da' desiderii agli effetti. Fag. Comm. Per così aver campo, colla conversazione di questa, di vagheggiar la figliuola.

E ass. But. (C) Vagheggiare: con desiderio d'avere la cosa amata ragguardare. [G.M.] Segner. Quares. 12. 7. Nelle pubbliche chiese si uccella, si vagheggia, si ghigna.

3. Di più alto e nobile amore. T. D. 3. 10. Leva, dunque, lettore, all'alte ruote Meco la vista dritto a quella parte, Dove l'un moto all'altro si percuote (le stelle fisse si muovono in circoli paralleli al zodiaco; e però dice che il moto delle stelle urta quasi e s'incontra nel moto de' pianeti e del sole), E lì comincia a vagheggiar nell'arte Di quel Maestro (l'eterno Artefice) che dentro a sè l'ama (ama l'arte motrice del tutto), Tanto che mai da lei l'occhio non parte. [G.M.] E: Tu vuoi saper di quai piante s'infiora (di quali spiriti si abbella) Questa ghirlanda che 'ntorno vagheggia La bella donna ch'al ciel t'avvalora. E 3. 26. Dentro da que' rai Vagheggia il suo Fattor l'anima prima Che la prima virtù creasse mai (Adamo). = E 2. 16. (C) Esce di mano a Lui, che la vagheggia Prima che sia…, L'anima semplicetta… T. Soldan. Oraz. 1. 4. 120. In villa dimorando, poteva ancor più acconciatamente e meglio la sua amata sapienza vagheggiare. [G.M.] Segner. Mann. Magg. 30. Non era egli stato sul terzo cielo (l'Apostolo) a vagheggiar quella gloria di cui si trattava?

4. Di cose poste a riscontro l'una dell'altra, come personificandole. D. 3. 8. (C) E da costei (da Venere) ond'io principio piglio, Pigliavano (le antiche genti) 'l vocabol dalla stella Che 'l sol vagheggia or da coppa or da ciglio (or dietro, or dinanzi). [Cam.] Ser Poi, Lett. al Casa. Tutti i coperchi delle cassette e scatole appariscenti, senza l'impaccio delle robe di mezzo (cioè, essendo vuote) vagheggiano i fondi.

5. Dominare, Soprastare, Essere a cavaliere. Non com. Vas. Op. Vit. 3. 564. (M.) Fuor di Firenze a Montughi… fece una casetta piccola,… che vagheggia, essendo alquanto rilevata, tutta la città di Firenze, ed il piano intorno. [Cors.] Tass. Dial. 1. 5. Noi eravamo un giorno in una piacevole montagnetta, la quale vagheggia il Serchio, penserosi per la lontananza di Turino.

6. Aspirare con intenso desiderio a una cosa. T. Vagheggiare un ideale. – Vagheggia col pensiero una patria più bella di questa. – Vagheggia un luogo solitario e tranquillo, ove finire in pace i giorni suoi.

7. † Vagheggiare, per Andar vagando, Andare attorno errando. [Camp.] Metam. XIV. Non va follemente vagheggiando per tutto il mondo. (Nec toto passim vagus errat in orbe.)

8. Vagheggiarsi; Compiacersi della propria bellezza, avvenenza, o sim. Giust. Cont. Rim. ined. 66. (M.) Che non pur io, ma il sol se la vagheggia; E tolta me l'avría, se il corso amore Nol ritirasse ove Dafne verdeggia. Tass. Am. 1. 1. (C) Allor che fuggirai le fonti, ove ora Spesso ti specchi, e forse ti vagheggi.

[G.M.] Donne leggiadramente abbigliate, che si vagheggiano allo specchio. – Alle Cascine di Firenze è una fonte dedicata a Narciso, ove, secondo le reminiscenze poetiche, sono questi versi del tempo mediceo: Eterno monumento in questo loco Generosa pietà fonda a Narciso, Che vagheggiando al fonte il proprio viso, Mori consunto d'amoroso foco.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: vagheggiamento, vagheggiammo, vagheggiamo, vagheggiando, vagheggiano, vagheggiante, vagheggianti « vagheggiare » vagheggiarono, vagheggiasse, vagheggiassero, vagheggiassi, vagheggiassimo, vagheggiaste, vagheggiasti
Parole di undici lettere: vagheggiano « vagheggiare » vagheggiata
Lista Verbi: vagabondare, vagare « vagheggiare » vagire, vagliare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): biancheggiare, fiancheggiare, focheggiare, archeggiare, parcheggiare, petrarcheggiare, scheggiare « vagheggiare (eraiggehgav) » vangheggiare, largheggiare, gorgheggiare, occhieggiare, taglieggiare, arieggiare, dannunzieggiare
Indice parole che: iniziano con V, con VA, iniziano con VAG, finiscono con E

Commenti sulla voce «vagheggiare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze