Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «acca», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Acca

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Alfabeto italiano [Gi « * » I]
Parole palindrome [ * » Ada]
Parole Monoconsonantiche [Acaico « * » Acceca]
Parole Monovocaliche [Acarpa « * » Accada]
Giochi di Parole
La parola acca è formata da quattro lettere, due vocali (tutte uguali, è monovocalica) e due consonanti (tutte uguali, è monoconsonantica). In particolare risulta avere una consonante doppia: cc.
È una parola palindroma (la parola è uguale anche se si legge da destra verso sinistra).
Divisione in sillabe: àc-ca. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di acca con quelle di un'altra parola si ottiene: +bob = abbocca; +[ehi, hei] = acaiche; +tre = accerta; +gin = accinga; +giù = acciuga; +mal = acclama; +[sul, usl] = acclusa; +[gol, log] = accolga; +pop = accoppa; +pro = accorpa; +sto = accosta; +[sui, usi] = acuisca; +ili = alcaici; +[ilo, oli] = alcaico; +[ari, ira, ria] = arcaica; +rii = arcaici; +[ori, rio] = arcaico; +tot = attacco; ...
Vedi anche: Anagrammi per acca
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: alca, anca, arca.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: ecco.
Con il cambio di doppia si ha: alla, anna, arra, atta, azza.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: bacca, cacca, lacca, pacca, sacca, tacca, vacca.
Parole con "acca"
Iniziano con "acca": accada, accade, accadi, accanì, accapo, accasa, accasi, accaso, accasò, accadde, accadrà, accalca, accalco, accalcò, accampa, accampi, accampo, accampò, accanii, accanto, accasai, accasci, accatta, accatti, accatto, accattò, accadere, accadeva, accadica, accadici, ...
Finiscono con "acca": bacca, cacca, lacca, pacca, sacca, tacca, vacca, biacca, bracca, fiacca, giacca, placca, spacca, stacca, alpacca, ammacca, attacca, baracca, bivacca, boiacca, caracca, casacca, impacca, insacca, intacca, malacca, patacca, polacca, risacca, salacca, ...
Contengono "acca": laccai, vaccai, baccalà, baccani, baccano, baccara, baccarà, baccare, braccai, daccapo, fiaccai, laccano, laccare, laccata, laccate, laccati, laccato, laccava, laccavi, laccavo, placcai, saccade, saccadi, saccaia, saccaie, spaccai, staccai, vaccaia, vaccaie, vaccaio, ...
»» Vedi parole che contengono acca per la lista completa
Incastri
Inserito nella parola li dà LaccaI; in vi dà VaccaI; in sia dà SaccaIA; in via dà VaccaIA; in vie dà VaccaIE; in atti dà ATTaccaI; in bivi dà BIVaccaI; in fino dà FIaccaNO; in tabi dà TABaccaI; in disti dà DISTaccaI; in finte dà FIaccaNTE; in finti dà FIaccaNTI; in fisse dà FIaccaSSE; in fissi dà FIaccaSSI; in ridere dà RIaccaDERE; in sbarre dà SBARaccaRE; in spossa dà SPaccaOSSA; in sprono dà SPaccaRONO; in fisserò dà FIaccaSSERO; in risarcì dà RIaccaSARCI; ...
Inserendo al suo interno idi si ha ACCidiA; con nei si ha ACneiCA; con cadi si ha ACcadiCA; con ciac si ha ACciacCA; con oppi si ha ACCoppiA; con orci si ha ACCorciA; con riti si ha ACritiCA; con etili si ha ACetiliCA; con etileni si ha ACetileniCA; con lassisti si ha AClassistiCA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "acca" si può ottenere dalle seguenti coppie: acanti/antica, acereti/eretica, aceri/erica, aceti/etica, acetileni/etilenica, acetili/etilica, acmi/mica, acre/reca, acridi/ridica, acro/roca, acumi/umica.
Usando "acca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * cane = acne; * cani = acni; * care = acre; * cari = acri; * caro = acro; ciac * = cica; * caino = acino; * cauta = acuta; * caute = acute; * cauti = acuti; * cauto = acuto; bea * = becca; boa * = bocca; pia * = picca; ria * = ricca; * aedi = accedi; * aedo = accedo; spia * = spicca; * aiuga = acciuga; * alari = acclari; ...
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "acca" si può ottenere dalle seguenti coppie: ciac/caci.
Usando "acca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ciac = caci; caci * = ciac.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "acca" si può ottenere dalle seguenti coppie: acino/caino, acne/cane, acni/cani, acre/care, acri/cari, acro/caro, acustica/caustica, acusticamente/causticamente, acustiche/caustiche, acustici/caustici, acustico/caustico, acuta/cauta, acutamente/cautamente, acute/caute, acuti/cauti, acuto/cauto.
Usando "acca" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * mica = acmi; * reca = acre; * roca = acro; cica * = ciac; * erica = aceri; * etica = aceti; * umica = acumi; * antica = acanti; * asia = accasi; * odia = accodi; * ridica = acridi; acri * = cricca; * ampia = accampi; * ascia = accasci; * lamia = acclami; * colloca = accollo; * oncia = acconci; * oppia = accoppi; * orgia = accorgi; * corsica = accorsi; ...
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "acca" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ai = acacia; di * = dacica; ti * = taccia; * odi = accodai; * usi = accusai; ali * = alaccia; * lai = alcaica; * lui = aluccia; del * = daccela; fin * = faccina; phi * = pacchia; pii * = piaccia; sci * = scaccia; * ceno = accecano; * cere = accecare; * ceti = accecati; * ceto = accecato; * enti = accentai; * erti = accertai; * etti = accettai; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "acca"
»» Vedi anche la pagina frasi con acca per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quando vado in vacanza nei paesi arabi, non capisco un'acca di quello che dicono quando parlano.
  • Non ho compreso un'acca di quello che diceva l'amica di mia madre perché parlava in un dialetto molto stretto.
Espressioni e Modi di Dire
  • Non capire un'acca
  • Non valere un'acca
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Acca - [T.] Ottava lettera dell'Alfabeto e suo carattere nella scrittura. Panciat. Scherz. Poet. Faz. Rim. 1. 275. (C)

2. Dall'essere l'acca più frequente nel latino, lingua dotta, e dal non avere nella pronunzia italiana il valore che han le altre lettere, dicesi fam. Saper due acche, Sapere qualcosa, ma poco a quel che pretendesi o a quel che bisogna, o a quel ch'altri sa. Mach. Mandrag. 2. 3. (C) Per imparare due acche. (Le stampe hanno due hac.) T. Meno volgare: Due acca, quasi indeclinabile. Per sapere due acca fa tant'aria.

T. In senso sim.: Sapere quattr'acca. Ma non si direbbe nè tre, nè cinque, nè altro numero.

E con la negazione. Monos. Flor. p. 258, num. 40. (Gh.) E' non sa un'acca, Non sa l'abbiabbè, non sa l'Avemaria, Non sa dir pappa. T. Sav. Pr. 8. delle 25. in Ps. Quam bonus. – Pigliano a difendere le cause a fare l'arte del notaio, e non sanno un'acca; pensa che procuratori e' sono!

T. Non solo Non ne sapere, ma Non ne capire, o Non ci capire un'acca. Il Ne riguarda la cognizione in generale d'una cosa; il Ci,intendere il tale o tale discorso altrui.

3. Colla negazione, altresì di parola o di proposizione o d'argomento. Lipp. Malm. 1. 85. (C) Non ho che dir, gli rispond'ella, un'acca. Not. Malm. 121. L'H vogliono che non sia lettera, ma semplice aspirazione; e però dicendosi: Non ho che dire un'acca, è lo stesso che dire: Non ho che dir nulla. Allegr. Rim. Lett. 222. Voi non mi negherete delle stesse Cose di ch'io favello un zero o un'acca.

4. Per estens. Fag. Rim. 3. 107. (C) Che la lettera Non abbia senso, e non concluda un'acca. Fortig. Ricciard. 2. 35. E se fortuna avversa mi distacca Dal regio soglio, e a basso mi rovina, Di questo non mi calse o cale un'acca. T. Com. Non me ne importa un'acca. = Pucc. Ant. Centil. 82. 43. (C) Avendo gli avversar (avversarii) per men d'un'acca. E 9. 37. E 1. 102. Salvin. Casaub. volg. 159. Non ti stimo un'acca. (Coll'Un o sim. porta la negazione; il pl., l'affermazione.)

† Pucc. Centil. c. 57. terz. 81. v. 3. p. 141. (Gh.) Usciron per la porta della Vacca… E molta roba quivi fu per acca (per poco o nulla). – (Fanf.) Avere cosa per un'acca (con poca fatica).

T. Quando parlasi della lettera o del carattere propriamente, pare che meglio stia mascolino. L'acca fu levato da molte parole che un tempo l'avevano. Nell'altro senso pare che porti il fem. Le quattro acca che so, mi costano care.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: acatisto, acattolica, acattoliche, acattolici, acattolico, acazi, acazio « acca » accada, accadde, accade, accademia, accademica, accademicamente, accademiche
Parole di quattro lettere: abbi « acca » acme
Vocabolario inverso (per trovare le rime): opaca, radiopaca, semiopaca, maraca, braca, falsabraca, calzabraca « acca (acca) » bacca, trabacca, cacca, biacca, acciacca, fusciacca, fiacca
Indice parole che: iniziano con A, con AC, iniziano con ACC, finiscono con A

Commenti sulla voce «acca» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze