Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ah», il significato, curiosità, anagrammi, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ah

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Interiezioni proprie [ * » Ahi]
Parole Monoconsonantiche [Agì « * » Ahi]
Parole bifronti [Agre « * » Al]
Parole Monovocaliche [Agra « * » Al]
Parole che finiscono per consonante [Agus « * » Aids]
Giochi di Parole
La parola ah è formata da due lettere, una vocale e una consonante.
È una parola bifronte, la lettura all’inverso produce una parola di senso compiuto (ha).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: ha (rovesciamento).
Parole con "ah"
Iniziano con "ah": ahi, ahia, ahimè, ahimé.
Finiscono con "ah": bah, mah, blah, puah, yeah, bleah, pesah, shoah, torah, casbah, kippah, mullah, ayatollah, hannukkah, hezbollah, maharajah.
»» Vedi parole che contengono ah per la lista completa
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "ah"
»» Vedi anche la pagina frasi con ah per una lista di esempi.
Citazioni
  • Nel 1801, in Opere edite ed inedite di Carlo Gozzi, è riportato: "Ah il gran sublime pensiero!... Se mi riuscisse, fili vendicherei dell'ingiuria io diventerei Tu non goderesti più Angela mia".
  • Il 13 maggio 2013, l'Huffington Post, titola un articolo di Luigi Manconi: "Ah, se ci fosse un giudice a Varese".
  • Il 2 novembre 2013, il quotidiano Corriere della Sera, nella sezione "Politica", in un articolo sui soprannomi dati agli esponenti del Pdl, riportando le dichiarazioni di Manuela Repetti, definita "il cigno", scrive: "Ah ah ah! Ora bisognerà vedere cosa ne pensa Sandro...".
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Oh!, Eh!, Ah!, Ah! sì, Ohe! - Oh! è generalmente esclamazione di meraviglia. - Eh! di irresolutezza, di dubbio. Uno ti domanderà se vuoi fare una tal cosa; e tu risponderai: Eh! secondo i casi; oppure sospensivamente, Eh!... con la quale particella mostri la tua irresolutezza. - Ah! si adopra a significare che abbiamo inteso o compreso: « E' tornato Giulio. - Ah! » - Oppure si dice Ah! si, per significare che ci torna in mente una tal cosa: « Non ti ricordi? - Ah! si. » - Che per giuoco suol compiersi: « Ah si, no, asino. » - [Ohe serve a chiamar qualcuno in modo familiare. - « Ohe, quell'omino; venite qua. » - « Era inutile che gli gridassi dietro Ohe! Ohe! Era sordo spaccato! » - Talora è anche voce che suona rimprovero. - « Guardate come parlate, ohe! » - « Ohe! che maniere son queste! » - Ohe, per chiamare, non s'usa che rivolgendosi a persone del basso popolo o tra molto familiari. G. F.] [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Oh, Ah, O, Ahi, Ohi, Hui, Ohe - O, vocativo, talvolta tenero e supplichevole; oh esclamazione di maraviglia; ah, di dolorosa sorpresa; ahi, di dolore in noi, di pietà verso altrui; ohi, di commiserazione soltanto, forse; hui, di pungente dolore, che si vorrebbe ma non si può totalmente reprimere; ohe, voce che serve a chiamare con famigliarità, con disprezzo o con una certa severità. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Ah! - [T.] Esclamazione che rende il sentimento nel modo più schietto. S'usa nel dolore, nella gioja, in ogni senso che esca dal cuore.

Di pers. o cosa amata. T. Ah mio diletto!

2. Più sovente esprime sentimento doloroso, perchè i sentimenti, anco piacevoli, se troppo vivi o non contenuti, terminano in dolore. But. (C) Ah! che è voce che significa dolore. Petr. Canz. 9. 3. Ah crudo Amor! ma tu allor più m'informe A seguir d'una fera (Laura) che mi strugge, La voce e i passi. E 12. Udii dir alta voce di lontano: Ah quanti passi per la selva perdi! (Altri legge: Ahi!)

3. Di desiderio. T. Ah lo vorrei pure!

4. D'esortazione più o meno imperiosa. Ar. Fur. 18. 43. (C) Ah, dicea, valent'uomini, ah compagni, Ah fratelli, tenete il luogo vostro.

5. De' sentimenti d'avversione. T. Ah temo! Ah non vorrei! Ah no!

6. Di rimprovero. Ar. Fur. 30. 61. (C) Ah (disse a lui Ruggier) senza più, basti A mostrar che non merti quella insegna, Ch'or tu la getti, e dianzi la tagliasti. T. Ah traditore!

7. Di minaccia. Zibald. Andr. (C) Ah s'io ti posso avere nelle mani, spero che te ne farò pentire.

8. Di chi si compiace o di potere sfogare l'ira sua, o dell'impedire che altri faccia male, o di qualunque soddisfacimento del desiderio. (Man.) Ah pur ci venisti! – Ah ah, dieditela. T. Ah sei qui! – Ah finalmente! – Ah respiro!

9. Di chi si ricorda, o si ravvede, o intende cosa che non gli era chiara. Varch. Ercol. 143. (C) V. Io mi sono sdimenticato a qual parte io era.C. La lingua volgare essere una lingua da sè,… V. Ah ah sì T. Ah capisco! Ah sì! Anche per ironia.

[M.F.] Anche raddoppiato. Calandr. 9. Cal. Che pianelle?… ti domandai non di quello che è suo, ma come la stava. Fess. Ah! ah! come la stava vuoi saper tu? Cal. Messer, sì

10. Ripetuto due o tre volte, per rendere il suono di chi ride (che i lat. scrivevanoha ha), ma anche per esprimere con affettazione la beffa senza il suono del riso. Cecch. Stiav. 1. 5. (C) Ah, ah ah, bel garzonetto! Fil. Non te ne ridere. Io vo' ben ridere, e da capo. Ah ah ah. T. Anco il Redi l'ha nelle Lett.

11. In senso d'interrogazione, segnatam. se c'entri maraviglia o vera o affettata. T. Che ne dici, Ah? – Ah che ve ne pare? Ah lo domandi?

T. E in questo senso, e nel senso di dolore, e per dire Ho capito, ossivvero Respiro, l'esclamazione ha un senso da sè senz'altre parole.

12. Quando significa maraviglia, ne richiede d'ordinario delle altre. T. Ah che discorso! Ah che desinare! Ah che uomo!

13. In parecchi de' sensi not. accoppiasi al Che partic. con ellissi evidente. Lanc. Com. Ruchetta. 3. 2. Ah, ch'io ho preso errore! Allegr. Rim. burl. 110. Non son questi ch'io miro Della natura i più graditi effetti? Ah, che pur son! Fag. Pros. 225. Ah, che pur troppo è vero che non v'è chi goda! E 65. Vaj. Rim. burl. 143. Ah, che non son le genti oggi sì matte! Chiabr. Op. 1. 438. Ah, che tal cetra piglierassi a scherno! E 440. (Viani.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: aguzziate, aguzzina, aguzzine, aguzzini, aguzzino, aguzzò, aguzzo « ah » ahi, ahia, ahimè, ahimé, ai, aia, aiata
Parole di due lettere: ad « ah » ai
Vocabolario inverso (per trovare le rime): elettrosmog, moog, grog, iceberg, cyborg, bug, krug « ah (ha) » bah, casbah, bleah, yeah, maharajah, hannukkah, blah
Indice parole che: iniziano con A, con AH, finiscono con H

Commenti sulla voce «ah» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze