Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «chinare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Chinare

Verbo
Chinare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è chinato. Il gerundio è chinando. Il participio presente è chinante. Vedi: coniugazione del verbo chinare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola chinare è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: chinerà (scambio di vocali).
chinare si può ottenere combinando le lettere di: [neri, reni] + hac; cren + [ahi, hai]; che + iran; echi + rna.
Componendo le lettere di chinare con quelle di un'altra parola si ottiene: +hac = anarchiche; +[dio, odi] = anorchidie; +top = antropiche; +tot = archettino; +col = arlecchino; +bio = barioniche; +sob = baroneschi; +bei = biancherie; +bit = brechtiani; +bot = brechtiano; +cip = capriniche; +doc = cerchiando; +sim = chermisina; +sos = chinassero; +non = chineranno; +tir = chitarrine; +cui = cianuriche; +cip = cineparchi; +ugo = coniugherà; ...
Vedi anche: Anagrammi per chinare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: chinate.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: chiare.
Altri scarti con resto non consecutivo: chine, cina, cine, care.
Parole con "chinare"
Finiscono con "chinare": inchinare, macchinare, panchinare, damaschinare, marocchinare.
Parole contenute in "chinare"
chi, china. Contenute all'inverso: ani, era.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "chinare" si può ottenere dalle seguenti coppie: chiare/arenare, chimi/minare, chinai/ire, chinata/tare.
Usando "chinare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: buchina * = bure; barchina * = barre; cechi * = cenare; orchi * = ornare; banchi * = bannare; * areata = chinata; * areate = chinate; * areati = chinati; * areato = chinato; marchi * = marnare; plachi * = planare; tonchi * = tonnare; torchi * = tornare; * rendo = chinando; * evi = chinarvi; * resse = chinasse; * ressi = chinassi; * reste = chinaste; * resti = chinasti; march * = marinare; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "chinare" si può ottenere dalle seguenti coppie: chiuda/adunare, chinerà/areare, chinata/atre, chinato/otre.
Usando "chinare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = chinata; * erte = chinate; * erti = chinati; * erto = chinato.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "chinare" si può ottenere dalle seguenti coppie: citochina/recito, ochina/reo.
Usando "chinare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * citochina = recito; recito * = citochina.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "chinare" si può ottenere dalle seguenti coppie: china/area, chinata/areata, chinate/areate, chinati/areati, chinato/areato, chine/aree, chinai/rei, chinando/rendo, chinasse/resse, chinassero/ressero, chinassi/ressi, chinaste/reste, chinasti/resti, chinate/rete, chinati/reti.
Usando "chinare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cenare * = cechi; marinare * = march; ornare * = orchi; bannare * = banchi; * arenare = chiare; marnare * = marchi; planare * = plachi; tornare * = torchi; bure * = buchina; barre * = barchina; * mie = chinarmi; * vie = chinarvi; infornare * = inforchi.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "chinare" (*) con un'altra parola si può ottenere: mino * = minchionare.
Frasi con "chinare"
»» Vedi anche la pagina frasi con chinare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ha dovuto chinare la testa per ottenere quello che cercava.
  • Per riconoscere i propri peccati bisogna chinare il capo.
  • Si cerca di chinare per cogliere un fiore e cade a terra.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Abbassare, Chinare, Avvilire, Umiliare - Abbassare vuol dire ridurre da alto a più basso luogo, o da superiore ad inferior grado. Chinare, che da inchinare deriva, è quell'abbassarsi che si fa piegando.

«Avvilire è gettare in un'abiezione vergognosa, rendere o tentar di rendere più o meno disprezzabile».
Tommaseo.

Umiliare è abbassare a un giusto grado, e far rientrare in sè chi si fosse insuperbito, e ridurlo, se si può, a conoscere il vero suo valore. Umiliare i voti, le preghiere, è frase adulatoria e cortigianesca, e umilia se stesso almeno alcun poco chi se ne vale. [immagine]
Chinare, Piegare, Curvare - Chinare è piegare in giù e dalla parte dinanzi, dal che il chinarsi e l'inchinarsi; piegare o piegarsi è un torcersi o abbassarsi da ogni lato, per ogni verso. Nel piegare si posson fare e curve e angoli; nel curvare, curve soltanto. Piegare ha senso traslato; vale acconsentire dopo una certa resistenza. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Chinare - V. a. Piegare in basso, Abbassare. Clinare, aureo lat. Dant. Inf. 5. (C) Chinai il viso e tanto il tenni basso Finchè 'l poeta mi disse: che pense?[Camp.] E 15. E chinando la mano alla sua faccia. = Petr. son. 49. (C) Per chinar gli occhi, o per piegar la testa. Dant. Purg. 7. (Mt.) Tal parve quegli; e poi chinò le ciglia, E umilmente ritornò vêr lui. [Cors.] Dial. S. Greg. 3. 37. Per divino miracolo non potè chinare, nè piegare le braccia, nè la spada. [Val.] Tasson. Secch. 5. 29. All'uscir della città le schiere Chinavano a' suoi piè lancie e bandiere (cioè, in segno di onoranza).

(Tom.) Chinare è una specie dell'Abbassare. Si china, d'ordinario, piegando.

2. Chinar la testa, o il capo, vale sovente Acconsentire alle domande senza rispondere. Tac. Dav. Ann. 11. 131. (C) Ei chinò il capo, ed essi cominciarono. E Vit. Agr. 400. All'ultimo, spaventandolo, gli spianarono che attendesse ad altro, e lo menarono al Principe, il quale con sembiante finto e altiero, quasi capace delle scuse, chinò il capo. Varch. Ercol. 30. E chi non sa che chinando alcuno la testa a chi alcuna cosa gli domanda, egli con tal atto acconsente e dice di sì?

3. Chinar la testa vale anche Abbassarla per segno di riverenza, Salutare. Ar. Fur. 46. 104. (C) Senza smontar, senza chinar la testa, E senza segno alcun di riverenza.

4. Chinar la testa, fig., vale anche Deporre l'albagia, Umiliarsi. Canig. Rist. 85. (Man.) Aumíliati a Dio e a lui adora, E agli altri signor china la testa.

[G.M.] Chinar la testa ai voleri di Dio, Rassegnarsi a quelli.

[G.M.] Bisogna chinar la testa, diciamo, per significare che sarebbe inutile o dannoso l'opporsi.

5. Chinar le spalle, o gli omeri, fig., vale Sottoporsi, e Comportar con pazienza. Tac. Dav. Ann. 1. 37. (C) Ravvedutosi della scappata, chinò le spalle ad assolvere il reo della querela.

6. T. Chinare l'occhio o gli occhi, per Guardare in giù.

T. Chinare gli occhi, a persona, alle sue preghiere, al suo dolore, indica condiscendenza di degnazione con principio d'affetto.

T. Chinare gli occhi anche Per non guardare; sia dispregio o vergogna.

7. Fig. Chinare il guardo. [Val.] Perdersi dietro, Seguire con passione. Segner. Dichiar. Patern. 2. 4. 22. È una ignominia di gran lunga maggiore a te, che sei figliolo eccelso di Dio, chinare il guardo ai guadagni, alle glorie, ai piaceri.

8. Trasl. Chinare per Deprimere. [Val.] Ant. Pucc. Centil. 60. 74. Andando contro a lor la piena Della fortuna, ch'ogni altezza china.

9. [Val.] Chinare l'animo. Porre attenzione, Stare attento. Non com. Ant. Pucc. Centil. 75. 2. Come udirai, se qui l'animo chini.

10. [Val.] † Chinare la voce. Abbassarla, Dire o Cantare a voce men alta. Ant. Com. Dant. Etrur. 2. 441. Secondo che queste note sono alte e basse, così chinano ed alzano le voci.

11. T. Chinare l'orecchio; non solo di superiore per condiscendenza alle parole dell'inferiore, ma anche di questo a quello, denota docilità e umiltà come in senso sim. Chinare il capo, la fronte. = Canig. Rist. 85. (Man.) E agli altri signor china la testa, E al pover gli orecchi senza mora.

12. T. Ass. della pers. D. 1. 31. Stava a bada di vederlo chinare.

13. N. pass. Piegare in basso tutta la persona. Bocc. Nov. 31. 28. (C) Sopra la coppa chinatasi piangendo, cominciò a versare tante lagrime, che mirabil cosa fu a riguardare. Dant. Par. 30. Come fec'io per far migliori spegli Ancor degli occhi, chinandomi all'onda. [Val.] Cellin. Vit.2. 8. Perchè… si chinò a ricorlo (un diamante), il Papa gli disse…

14. [Val.] Inginocchiarsi. Ner. Sammin. 4. 15. Si pone in ginocchion Fillide, e chiede Alla Ninfa perdon del preso inganno: La Najade gentil non gli concede, Ch'ella si chini, e insieme a seder vanno.

15. Trasl. [M.F.] † Chinarsi a tristizia, dolore, ecc. Prendere tristezza, Farsi tristo. Sen. Pist. 37. 124. La natura costringe l'uomo a ricordarsi della sua mortalità: e per questo e' si chinerà a tristizia, e spaventerà, e sbigottirà…

16. [Val.] Chinarsi, per Indursi a credere, Propendere. Non com. Borghin. Scritt. ined. Etrur. 1. 618. Mi andavo immaginando che…, e qui mi chino più, perchè…

17. [Val.] Lasciarsi sedurre, Tener dietro. Fortig. Ricciard. 7. 112. Quando saprà com'io mi pieghi e chini All'amor d'un…

18. Rendersi umile, Avvilirsi. [Val.] Car. Lett. Fam. 1. 206. Voi, per cosa di manco stima, che non son io, vi siete alcuna volta chinato fino in terra.

19. [Val.] † Chinarsi in una cosa, Seguirla. Reg. S. Bened. 22. Nè noi chinandoci nel male, et disutili fatti, alcun'ora guardi Dio.

20. N. ass. Declinare, Venir meno. Non com. Ott. Com. Inf. 20. 373. (C) La luna tiene già il confine dell'emisperio di sotto, e tocca il mare là sotto Sibilia: questo viene a dire, che 'l dì chinava, e la notte succedeva.

[M.F.] Detto del Sole o sim. Piegare il corso. Lib. Eccles. I. 6. Et va d'intorno al meridie (il sole) et china per aquilone.

21. Per Discendere. Din. Com. 114. (M.) Credendosi guadagnare il pregio della vittoria, chinò giù coi cavaglieri alla terra, poichè scoperti si vedeano.

22. [Val.] † Chinare addosso a uno, Piombargli addosso, Assalirlo. Ant. Pucc. Centil. 24. 39. Se viene in Cicilia a furore, E' Cicilian gli chineranno addosso.

23. [Val.] Perder potere, forza, Rimaner vinti, Scadere. Ant. Pucc. Centil. 17. 43. Al Re Carlo ne parve molto male, Quando sentì che Parte Guelfa china.

24. [Val.] Chinare a terra, Scader di potere, Venire in basso stato Ant. Pucc. Centil. 77. 33. A cui spiacea signoria del Legato, Che ciascun brama, ch'egli a terra chini.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: china, chinai, chinammo, chinando, chinano, chinante, chinarci « chinare » chinarmi, chinarono, chinarsi, chinarti, chinarvi, chinasse, chinassero
Parole di sette lettere: chinano « chinare » chinata
Lista Verbi: chiazzare, chiedere « chinare » chiosare, chiudere
Vocabolario inverso (per trovare le rime): originare, arginare, riarginare, emarginare, rimarginare, sverginare, rimuginare « chinare (eranihc) » macchinare, marocchinare, panchinare, inchinare, damaschinare, scalinare, pralinare
Indice parole che: iniziano con C, con CH, iniziano con CHI, finiscono con E

Commenti sulla voce «chinare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze