Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «liberale», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Liberale

Aggettivo
Liberale è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: liberale (femminile singolare); liberali (maschile plurale); liberali (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di liberale (democratico, libertario, progressista, liberista, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola liberale è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: ballerei.
liberale si può ottenere combinando le lettere di: [eri, ire, rei] + [balle, bella]; [ile, lei] + berla; [lire, riel] + [albe, bela, elba]; [ere, ree] + balli; relè + [albi, balì]; elle + bari; ielle + bar; bel + [arile, ilare, reali]; bei + ralle; [beli, bile] + [lare, real]; [berli, libre] + alé; belli + rea; berle + [ali, ila, lai]; belle + [ari, ira, ria].
Componendo le lettere di liberale con quelle di un'altra parola si ottiene: +rom = allibreremo; +tre = allibrerete; +pos = esplorabile; +avo = labiovelare; +ben = nebbiarelle; +uno = neurolabile; +qui = querelabili; +sob = rabbioselle; +cip = replicabile; +rom = riballeremo; +tre = riballerete; +tav = ribellavate; +sud = sbudellerai; +[est, set] = sillaberete; +tar = traballerei; +boss = abbellissero; +beve = allevierebbe; +tris = allibreresti; +bene = allineerebbe; +nord = banderillero; +mini = bimillenarie; +[coro, orco, roco] = collaborerei; ...
Vedi anche: Anagrammi per liberale
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: liberali, liberare, liberate.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: liberal.
Altri scarti con resto non consecutivo: libere, libra, libre, lira, lire, leale, berle, bere.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: liberarle.
Parole con "liberale"
Iniziano con "liberale": liberalesca, liberalesco, liberalesche, liberaleschi, liberaleggiante, liberaleggianti.
Finiscono con "liberale": illiberale, antiliberale.
Parole contenute in "liberale"
alé, era, libera, liberal. Contenute all'inverso: lare.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "liberale" si può ottenere dalle seguenti coppie: liberare/areale, liberassi/assiale, liberai/ile, liberare/relè, liberaste/stele, liberasti/stile, liberata/tale, liberate/tele, liberava/vale, liberavi/vile.
Usando "liberale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * leva = liberava; * levi = liberavi; * levo = liberavo; pulì * = puberale; * lente = liberante; * lenti = liberanti; * lerci = liberarci; * lesse = liberasse; * lessi = liberassi; * leste = liberaste; * lesti = liberasti; * aleatori = liberatori; * levano = liberavano; * levate = liberavate; * lessero = liberassero; * aleatoria = liberatoria; * aleatorie = liberatorie; * aleatorio = liberatorio; * lezione = liberazione; * lezioni = liberazioni; ...
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "liberale" si può ottenere dalle seguenti coppie: libererà/areale, liberti/itale.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "liberale" si può ottenere dalle seguenti coppie: delibera/lede.
Usando "liberale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * delibera = lede; lede * = delibera.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "liberale" si può ottenere dalle seguenti coppie: libera/alea, liberatori/aleatori, liberatoria/aleatoria, liberatorie/aleatorie, liberatorio/aleatorio, libere/alee, liberai/lei, liberante/lente, liberanti/lenti, liberarci/lerci, liberasse/lesse, liberassero/lessero, liberassi/lessi, liberaste/leste, liberasti/lesti, liberava/leva, liberavano/levano, liberavate/levate, liberavi/levi, liberavo/levo, liberazione/lezione...
Usando "liberale" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: puberale * = pulì; liberassi * = assiale; * liberatori = aleatori; * areale = liberare; * tele = liberate; * vile = liberavi; * liberatoria = aleatoria; * liberatorie = aleatorie; * liberatorio = aleatorio; * assiale = liberassi; * stele = liberaste; * stile = liberasti.
Sciarade incatenate
La parola "liberale" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: libera+alé, liberal+alé.
Frasi con "liberale"
»» Vedi anche la pagina frasi con liberale per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ugo la Malfa è stato segretario del Partito Liberale Italiano.
  • Dopo una giornata di trattative mi arrivo l'ordine: liberale, il riscatto è stato pagato.
  • Quel nonno è molto liberale verso i propri nipoti ed è generoso nel comprare molti regali.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Generoso, Liberale, Benefico, Magnanimo, Largo, Prodigo, Elemosiniere, Splendido - Liberale, chi non esita a dare, a spendere in ogni circostanza: generoso, chi paga largamente, chi dà per Dio senza spilorceria: benefico, chi fa del bene in ogni modo, ma specialmente nel far limosina del suo: il liberale dà per impulso di natura; il generoso, per grandezza d'animo; il benefico, per amore della carità, per tenerezza verso i fratelli infelici. Una generosità tutta speciale si è quella di perdonare le ingiurie ricevute e non vendicarsene potendo. La generosità è una delle doti del magnanimo; ma questi non solo nel dare, nel perdonare, grandemente opera, ma in ogni cosa che fa, agisce con un disinteresse, con una confidenza tale, che dà a divedere di non temere l'inganno, la frode, la malizia; basse passioni tutte ch'egli crede indegne dell'uomo. Largo, nel dare e più nel promettere; se quest'ultimo non è fatto con malizia e per ingannare può essere difetto, ma proveniente da cuor grande, da innata magnanimità e liberalità di sentimenti. Splendido è chi spende, dà, vive con isfarzo, che fa molto per l'apparenza, e più forse che la grettezza naturale, o il censo, o la prudenza non vorrebbero. Il prodigo dà nell'eccesso; non ispende, spreca; non dà, getta; nella prodigalità smodata è pazzia, o almeno insania. L'elemosiniere dà molto in elemosine: se non ha obblighi più stretti verso figli o nipoti, se fa l'elemosina a chi è povero veramente o inabile al lavoro, l'elemosiniere è una provvidenza in terra; se la fa per ostentazione, se la prepone a doveri più stretti, è anch'egli un pazzo borioso, e l'elemosina non gli sarà computata. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Liberale - S. m. [Cast.] Uomo che ama la libertà, che ne ha i sentimenti e i principii. T. O dice d'averli. L'ha il Machiav.

[T.] Oggidi Liberale ha senso polit., e spesse volte più polit. che civile, e che sociale o morale, in certe bocche, e massime in certe mani. – Liberale una volta chi dava; adesso Liberale chi piglia, o al più, chi promette di dare una parte di quel che ha pigliato. – Liberali una volta i re e i ricchi, perchè davano, o dicevano o facevano le viste di dare; Liberali anco di busse e più del bisogno. Ar. Fur. Se conosciute il re quell'arme avesse, Care avute l'avria sopra ogni arnese: Nè in premio della giostra l'avea messe, Comecchè liberal fosse e cortese. – Adesso Liberali i nemici de' grandi e de' re. Ma Liberale non sempre vuol dire Libero.

T. Spiriti liberali, e della liberalità del donare, e di civile libertà. Consuetudini liberali, in ambedue questi sensi – Sentimenti, Massime liberali, segnatam. nel senso polit.

T. Legge liberale, conforme a massime di libertà. Può essere più veramente liberale una legge che largisce sull'atto men libertà, ma che meglio ne guarentisce l'uso e che libertà maggiori apparecchia. – Riforma liberale, del governo o di tale o tal parte, secondo i principii di libertà, o che preparano a quella.

T. Forme liberali, convenienti a tempi e a consuetudini di libertà, a uomini civilmente educati.

T. Maniere liberali, che l'uomo usa cogli altri uomini, nel rispettare e favorire i loro diritti, nel sovvenire a' bisogni.

T. Nel senso e soc. e mor. e intell. Ug. Fosc. Sep. Di liberal carme l'esempio.

T. Nel senso intell, di certa larghezza, denotante franchezza e copia d'ingegno. Varch. Ercol. 279 Il suo stile è piuttosto puro… quello di M. Annibale, largo, chiaro, fiorito e liberale.
Liberale - Agg. com. Aff. al lat. aureo Liberalis. Che usa liberalità. Bocc. Nov. 54. 2. (C) Della nostra città è stato nobile cittadino, liberale e magnifico. Dittam. 1. 29. Quel magno Pompeo, D'animo forte, franco e liberale. Viv. Lett. Acc. Cr. 114. (Man.) Ricevo dalla mano liberale di V. S. molto illustre e molto rev. la preziosa operetta sua. [G.M.] Segner. Crist. Instr. 3. 22. 16. Siate liberali co' poverelli, e Dio sarà liberale con esso voi.

[Cont.] Garimb. Cap. gen. 94. Il nome veramente di liberale non consiste solo nel donare, ma nella qualità de' doni fatti con le debite circostanze.

[F.T-s.] Machiav. Lett. fam. 9. Spero non c'incorrere più (nell'ingiuria della prigione), sì perchè sarò più cauto, sì perchè i tempi saranno più liberali, e non tanto sospettosi.

T. Liberale verso i poveri. Verso dice l'abito; Liberale a, anco in tale o tal caso.

2. E trasl. Chiabr. Rim. 2. 331. (M.) Ogni fior d'aprile Liberal d'ogni odor quivi sorride. E 3. 339. Alba che liberale all'universo D'alti conforti, ci rinfresca in mente, Come… E Vendemm. 41. Aprile adorno, E liberal di fiori.

3. Per Amorevole, Benigno. Bocc. Nov. 45. 11. (C) Rendute grazie a Giacomino della sua liberale risposta, il pregarono che gli piacesse di dover lor dire come costei alle mani pervenuta gli fosse. E nov. 49. 10. E per certo questa vostra liberale venuta m'è troppo più cara,…

4. † Per Licenzioso. Bocc. Concl. 3. (C) E se forse pure alcuna particella è in quelle, alcuna paroletta più liberale, che forse a spigolistra donna non si conviene… dico…

5. [G.M.] Vive nel senso di Franco, Libero, Schietto, Che non ha troppi riguardi. Io son liberale; dico le cose come le intendo. – Meglio parlar liberale che finto.

T. Scienze liberali, Arti, dicevansi le lecite e solite professarsi da uomini liberi. Liberale ai Rom. non era la mercatura; gli schiavi esercitavano alcune arti belle. Ora Liberali diconsi le discipline che richieggono coltura di mente e la compiono.

6. Talora è aggiunto che si dá alle arti nobili. Bocc. Vit. Dant. 224. (C) La sua puerizia con istudio continuo diede alle liberali arti. E Com. Dant. 17. I liberali studii e filosofici essere de tutto abbandonati da' principi. Guid. G. 65. Era dotto delle discipline delle sette arti liberali. Franc. Sacch. Rim. Maestro delle arti liberali. Galat. 22. Nelle speculazioni delle arti che si chiamano, secondochè io ho udito dire, liberali. [Cont.] Mart. Arch. I. Pr. Conosciuta dopo breve tempo l'utilità sua e la nobiltà di molte scienze delle quali presuppone la notizia, fu in modo celebrata (l'arte del disegno), che, siccome ne scrive Plinio, nel primo grado delle liberali era riputata, nè permettevano che a' servi insegnata fosse. = Varch. Lez. 197. (M.) Dell'arti alcune si chiamano liberali, cioè degne d'uomini liberi, e non servi, e queste si dicono comunemente essere sette, delle quali tre sono intorno al favellare: la Grammatica, la Rettorica, e la Dialettica, e quattro intorno alla quantità: la Geometria, l'Aritmetica, la Musica, e l'Astronomia.

[Cont.] Scam. V. Arch. univ. Pr. Le arti liberali per incominciar di qua, fanno libero adito a tutte le virtù dell'animo, e parimente a tutte le scienzie, esercitando solo l'intelletto senza fatica delle mani… sono sette… la grammatica, la dialetica e la retorica… l'aritmetica, la geometria, l'astrologia e la musica. Bart. C. Aritm. Or. Fineo, 1. Non è nessuno di sana mente che non sappia che infra le liberali matematiche, le quali solamente sono chiamate discipline, la aritmetica è quella, che ottiene il primo luogo.

T. Ar. Fur. 43. 60. Debban così fiorir queste paludi Di tutti i liberali e degni studii.

7. Per Conveniente ad uomo liberale. F. Vill. Vit. Claud. 5. (M.) Il suo alto e liberale animo, il quale per l'innata nobiltà non poteva le vili e basse cose ragguardare, tutto il tempo… spendeva nello studio de' poeti.

Fig. Quasi iron. [G.Fal.] Machiav. Stor. Fior. Lib. II. Costui (Ramondo di Cardona), veduto i Fiorentini essere stati per l'addietro della loro libertà liberali…

8. [F.T-s.] † Latinismo che denota fattezze di pers. ben nata. Mach. Andr. Ter. 1. 1. Era più che l'altre di forma bella e liberale (Erat forma… honesta et liberali).

9. [Fanf.] Da libertà. Bruscaccio, Canz. (Cod. maruc. C. 152. 69. col. 2.) Chi segue la mia insegna liberale Non tema affanni di pioggia o di vento.

10. T. Alla liberale. Modo avv. In senso non tanto di lode.

11. (Arche.) Giuochi liberali, dal dio Libero. [Cam.] Borgh. Selv. Tert. 142. Anzi generalmente i giuochi denominandosi Liberali, in essi risonava il culto professato a Bacco.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: liberabili, liberai, liberal, liberaldemocratica, liberaldemocratiche, liberaldemocratici, liberaldemocratico « liberale » liberaleggiante, liberaleggianti, liberalesca, liberalesche, liberaleschi, liberalesco, liberali
Parole di otto lettere: libeccio « liberale » liberali
Lista Aggettivi: liberal, liberaldemocratico « liberale » liberativo, liberato
Vocabolario inverso (per trovare le rime): ambulacrale, sacrale, lombosacrale, sepolcrale, cattedrale, concattedrale, euedrale « liberale (elarebil) » antiliberale, illiberale, puberale, prepuberale, viscerale, federale, confederale
Indice parole che: iniziano con L, con LI, iniziano con LIB, finiscono con E

Commenti sulla voce «liberale» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze