Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «zitto», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Zitto

Aggettivo
Zitto è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: zitta (femminile singolare); zitti (maschile plurale); zitte (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di zitto (muto, silenzioso, silente, taciturno, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Treccani
Giochi di Parole
La parola zitto è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt.
Divisione in sillabe: zìt-to. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di zitto con quelle di un'altra parola si ottiene: +zac = cazzotti; +[ami, mai, mia] = zittiamo; +[csi, ics, sci] = zittisco; +unta = anzitutto; +zana = attizzano; +[anzi, nazi] = attizzino; +alzi = lottizzai; +soie = oziosetti; +pesa = spazietto; +[ansa, sana] = stanziato; +[arsa, rasa, sara] = straziato; +zame = tematizzo; +zana = tizzonata; +zane = tizzonate; +[anzi, nazi] = tizzonati; +alza = totalizza; +alzi = totalizzi; +[alzo, lazo] = totalizzo; +kris = trozkisti; +[nera, rane, rena] = zatterino; +[nera, rane, rena] = zatteroni; +[meri, mire, remi, ...] = zittiremo; +[noir, orni] = zittirono; ...
Vedi anche: Anagrammi per zitto
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bitto, fitto, pitto, ritto, vitto, zitta, zitte, zitti.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: bitta, bitte, bitti, città, ditta, ditte, fitta, fitte, fitti, pitti, ritta, ritte, ritti, vitti.
Con il cambio di doppia si ha: zippo.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: itto, zito.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: zietto.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si possono ottenere: botti, cotti, dotti, lotti, motti, notti, rotti.
Parole contenute in "zitto"
itto.
Incastri
Inserendo al suo interno ivan si ha ZITTivanO.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "zitto" si può ottenere dalle seguenti coppie: zia/atto, zie/etto, zii/itto, zio/otto, zita/tatto, ziti/ito.
Usando "zitto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: pizi * = pitto; vizi * = vitto; egizi * = egitto; grazi * = gratto; sfizi * = sfitto; delizi * = delitto.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "zitto" si può ottenere dalle seguenti coppie: zietto/ottetto.
Usando "zitto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * ottona = ziona; * ottone = zione; * ottoni = zioni; * ottetti = zietti; * ottetto = zietto.
Lucchetti Alterni
Usando "zitto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: gratto * = grazi; zita * = tatto; zittirà * = tirato; * tirato = zittirà.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "zitto" (*) con un'altra parola si può ottenere: vie * = vizietto; polio * = poliziotto.
Rotazioni
Slittando le lettere in egual modo si ha: seppi.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "zitto"
»» Vedi anche la pagina frasi con zitto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nessuno ascoltava Serafino e lui decise di stare zitto.
  • Ci sono delle occasioni in cui è meglio stare zitto piuttosto che dire stupidaggini.
  • Preferii restare zitto per non interferire nella discussione.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Cheto, Quieto, Zitto - Cheto si riferisce solo al parlare, e accenna l'attuale tacere di una persona. - Zitto è lo stesso, ma dà idea di cessazione dal parlare, o per ingiunzione altrui, o per qualche istantanea cagione; e accenna altresì il silenzio più profondo, dove quasi ci si astiene dal respirare. - « Cheto cheto mi avviai di là. - Sta zitto. - Non si ode uno zitto. » - La voce Quieto, che alcuni usano impropriamente per Cheto, si riferisce più che altro alla tranquillità dell'animo. - « Egli sta assai quieto, nè più si lamenta. » [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Cheto, Quieto, Zitto - Cheto dicesi dei movimenti esterni soltanto; quieto, e di questi e de' morali. Star zitto vale propriamente non parlare e non fare altro rumore. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Zitto - Agg. Che tace, Che non parla, Cheto.

Varch. Ercol. 85. (C) Noi abbiamo tacere, come i Latini; e ancor diciamo: non far parole, e non far motto, non alitare, e non fiatare, non aprir bocca; chiudila, sta' zitto. Allegr. 5. E i buon soldati, in campo o in cittadella, Si stanno zitti in far la sentinella. Malm. 1. 3. Alcun forse dirà ch'io non so cica, E ch'io farei 'l meglio a starmi zitto. [G.M.] Fag. Rim. Predico il parlar poco e stare zitto.

T. Sta' zitto; Modo di risvegliare l'altrui attenzione. Sta' zitto; la senti questa voce?

[G.M.] Anche di chi si astiene dal far valere le sue ragioni, come potrebbe, o dal fare risentimento, dicesi Stare zitto. È meglio ch'io stia zitto; se no, guasto i fatti miei. – Ma come si fa a stare zitti al vedere tali ingiustizie? Fag. Rim. 3. 106. E star convenne alla mia lingua zitta.

2. E con più efficacia: Zitto e cheto. T. Se n'andò via zitto e cheto. [Val.] Fag. Rim. 3. 199. Sai star zitta e cheta, Senza riferir mai quanto vedesti?

3. Così: Zitto come l'olio, com'olio, più dell'olio, vale Zittissimo, Chetissimo. Cecch. Donz. 2. 4. (C) I' ho visto Rodomonti, Che non hanno terror delle bombarde, Esser da una donna fatti stare Più zitti che non fa l'olio nell'orcia. Malm. 10. 1. Se si dà il caso di venire all'ergo, Zitti com'olio poi voltano il tergo.

[G.M.] Fag. Comm. 1. 370. È stato zitto com'olio. E Rim. Attonito si sta zitto com'olio.

4. Detto per simil. del suono facile e scorrevole delle lettere che chiamansi liquide. Salvin. Pros. Tosc. 1. 546. (Man.) Ella (la voce zolla) è composta della zeta, la quale… fu stimata dolce anzi che no,… e delle due liquide ll, le quali, quasi zitte com'olio, corrono.

5. Zitto zitto, così raddoppiato, fa come in tante altre parole, le veci del superlativo. [Val.] Fortig. Ricciard. 9. 27. Sta zitto zitto, e si morde le labbra. E 17. 44. Uccide zitto zitto una vitella. E 20. 111. E zitti zitti vi passaron drento. = E 26. 67. (Man.) Melena di quell'acqua, zitta zitta Empie una fiasca e se la batte via; E con la mano manca e con la dritta Le lattughe a strappar non è restía.

6. Nel seg. par vaglia Quieto, Persuaso. Morg. 24. 105. (C) …Io non parlo simulato e filto: Venga chi vuol con sue ragioni avanti, Ch'io lo farò po' al fin contento e zitto.

7. Zitto!, in modo imperativo. [P.Occell] Salvin. Cens. 219. Per intimare il silenzio si dice zitti.

Varch. Ercol. 85. (C) Il quale zitto credo che sia tolto da' Latini, i quali, quando volevano che alcuno stêsse cheto, usavano proferire verso quel tale queste due consonanti S T, quasi come noi diciamo zitto. Buon. Fier. Zitti un po' ch'elle dormono.

Red. Lett. 2. 13. (M.) Non l'ho portate da me, perchè poco esco di casa, e son molto frollo e per indisposizioni e per vecchiaia. Zitti, zitti.

T. Zitto, via! – Zitta e attenta. – Zitto un poco! (comincia a prender tono di risentimento). Zitto lì; un po' più risentito e sdegnoso. Zitto là, più burbero ancora.

8. [G.M.] Modo quasi prov. Zitti a papi. V. PAPA, § 7.

9. † Non fare zitto; Tacere, Non fare nemmeno zi, nemmeno un minimo cenno di parlare. Bocc. Nov. 9. g. 8. (C) Salvo chi non volesse starvi a modo di mutolo, senza far motto o zitto alcuno. M. V. 9. 75. Chetamente e senza fare zitto usci di Bologna. Rucell. V. 4. 12. 332. (M.) Ciò non fanno già le prudenti persone, le quali o del male altrui si condolgono, o restringendosi nelle spalle, se non trovan la via di scusarli, non se ne fanno zitto nè motto.

10. Non sentirsi uno zitto; Essere ogni cosa quieto e in silenzio. Tac. Dav. Ann. 1. 13. (C) Il non essersi altrove sentito un dispiacere, un zitto. Malm. 1. 10. Niun fiata però, non sente un zitto. [G.M.] Minucc. Not. ivi: Non sente un zitto; Non sente verun rumore, cioè di quei cenni zi. = Salvin. Cens. 219. (Man.) Noi quando vogliamo dinotare un'attenzione sommissima, e un silenzio usato verso qualche buono oratore, dichiamo: Non si sentiva un zitto, cioè neanche chi facesse zi, un minimo cenno di parlare. [G.M.] Fag. Rim. 3. 155. Allor non si sentì nemmeno un zitto. Baldov. Compon. Dramm. Dianzi sentii parlare; Ora, nemmeno un zitto.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: zittito, zittiva, zittivamo, zittivano, zittivate, zittivi, zittivo « zitto » ziucce, ziucci, ziuccia, ziuccio, zizzania, zizzanie, zizzolo
Parole di cinque lettere: zitti « zitto » zolfi
Lista Aggettivi: zetetico, zigano « zitto » zodiacale, zonale
Vocabolario inverso (per trovare le rime): diritto, guitto, vitto, evitto, invitto, convitto, semiconvitto « zitto (ottiz) » otto, duemilaotto, botto, palabotto, marabotto, giubbotto, borbotto
Indice parole che: iniziano con Z, con ZI, iniziano con ZIT, finiscono con O

Commenti sulla voce «zitto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze