Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «adocchiare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Adocchiare

Verbo
Adocchiare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è adocchiato. Il gerundio è adocchiando. Il participio presente è adocchiante. Vedi: coniugazione del verbo adocchiare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di adocchiare (notare, osservare, sbirciare, mirare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola adocchiare è formata da dieci lettere, cinque vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc.
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: adocchierà (scambio di vocali), orchidacea.
adocchiare si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): ohi + carcadè; [ehi] + accorda; che + [acidaro]; oche + [arcadi]; [orche] + [acida]; dico + archea; [cedo] + chiara; chiedo + [arca]; [cechi] + adora; [cerchio] + ada; [aro] + daciche; ahò + caderci; [ahi] + cordace; oda + [cariche]; [adirò] + cache; hard + ecoica; eroda + cachi; [aderì] + coach; oca + rachide; [acro] + chieda; [acori] + dache; hac + [cordaie]; chiaro + [cade]; caie + chador; arche + acido; acheo + [cardi]; archeo + [cadi]; achei + [cadrò].
Componendo le lettere di adocchiare con quelle di un'altra parola si ottiene: +sos = adocchiassero; +non = adocchieranno; +[elfi, file] = cefalorachidei; +[elfo, fole] = cefalorachideo; +fanali = cefalorachidiana; +[alfine, felina, finale] = cefalorachidiane; +[finali, infila] = cefalorachidiani; +filano = cefalorachidiano; +celtismo = socialdemocratiche.
Vedi anche: Anagrammi per adocchiare
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: adocchiate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: adire, acca, acre, ahia, doccia, docce, dire, dare, oche, care.
Parole contenute in "adocchiare"
are, chi, doc, occhi, chiare, adocchi, adocchia. Contenute all'inverso: era, oda, coda.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "adocchiare" si può ottenere dalle seguenti coppie: adoni/nicchiare, adocchiai/ire, adocchiamenti/mentire, adocchiamento/mentore, adocchiamo/more, adocchiata/tare.
Usando "adocchiare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areno = adocchino; * remo = adocchiamo; * areata = adocchiata; * areate = adocchiate; * areati = adocchiati; * areato = adocchiato; * rendo = adocchiando; * resse = adocchiasse; * ressi = adocchiassi; * reste = adocchiaste; * resti = adocchiasti; spia * = spidocchiare; * ressero = adocchiassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "adocchiare" si può ottenere dalle seguenti coppie: adocchierà/areare, adocchiata/atre, adocchiato/otre.
Usando "adocchiare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erano = adocchino; pioda * = picchiare; * ermo = adocchiamo; * erta = adocchiata; * erte = adocchiate; * erti = adocchiati; * erto = adocchiato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "adocchiare" si può ottenere dalle seguenti coppie: adocchia/area, adocchiata/areata, adocchiate/areate, adocchiati/areati, adocchiato/areato, adocchino/areno, adocchiai/rei, adocchiamo/remo, adocchiando/rendo, adocchiasse/resse, adocchiassero/ressero, adocchiassi/ressi, adocchiaste/reste, adocchiasti/resti, adocchiate/rete, adocchiati/reti.
Usando "adocchiare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * nicchiare = adoni; * more = adocchiamo; * mentire = adocchiamenti; * mentore = adocchiamento.
Sciarade e composizione
"adocchiare" è formata da: adocchi+are.
Sciarade incatenate
La parola "adocchiare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: adocchi+chiare, adocchia+are, adocchia+chiare.
Frasi con "adocchiare"
»» Vedi anche la pagina frasi con adocchiare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Entrando nella sala cerco di adocchiare un posto libero.
  • Mi accadde di adocchiare tra la folla una persona pettegola e maligna: cercai di evitarla, voltando il viso e cambiando direzione.
  • Si nascondeva dietro le quinte per adocchiare da vicino le attrici.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Squadrare, Aocchiare, Adocchiare, Occhieggiare, Sbirciare, Osservare, Guatare, Guardare, Riguardare, Mirare, Rimirare, Ragguardare - Guardare è la pura azione di aprir gli occhi e fissarli su di un oggetto; riguardare è ripetere quest'azione: poi riguardare per avere riguardo, cura, sollecitudine; e riguardarsi, star riguardato è averle per sè. Ragguardare, non ha di vivo che ragguardevole. Mirare è prender di mira un punto fisso; perciò anco mirare per tendere, intendere a una cosa: l'ambizioso mira al potere, l'orgoglioso agli onori, l'iracondo alla vendetta. Rimirare non ha questo senso traslato; ma quello proprio di mirare o semplicemente guardare di nuovo per effetto di compiacenza: la vanarella si mira e si rimira nello specchio. Osservare è guardare con attenzione e intenzione; chi ben osserva le cose del mondo le trova ridicole e vane: guatare è guardare di soppiatto e con cattiva o almeno ostile intenzione: il gatto guata al sorcio; perciò da guatare, agguato. Sbirciare è guardare da canto o alla sfuggita; chi ha gli occhi storti pare che sbirci ognora. Aocchiare o adocchiare è guardare con desiderio, con cupidigia, con quell'amore interessato che i Francesi dicono convoitise: il ghiotto adocchia sempre il migliore o il più grosso boccone. Occhieggiare è far d'occhio, far segni d'intelligenza cogli occhi: linguaggio che non manca di dolci, di forti espressioni. Squadrare è guardare da capo a piedi, da un lato all'altro, proprio in ogni senso la persona come se si volesse misurare; come è un guardare un po' insolente, è provocante, ostile, nemico. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Adocchiare - e AOCCHIARE. V. a. Vedere e scorgere.

T. Aocchiare pronunziano i Toscani; altri dialetti Adocchiare; nè questa è forma di voce ai Toscani ignota. Gioverà forse prescieglierla negli scritti: se non che quell'Aocchiare nel linguaggio familiare ha certa vivezza e snellezza sua propria.

T. Aocchiare è un Veder cosa che dia nell'occhio: denota bene quasi il primo atto del vedere. = Sacch. Franc. Nov. 2. 185. (C) Avvenne per caso ch'egli ebbe aocchiato un porco di smisurata grassezza…, e fatto ragionamento con due contadini…, si puosono di voler furare il detto porco. T. Il ladro aocchia un oriuolo.

Cell. Benv. Vit. 1. 239. (C) Essendo stato vigilato da un ladro, il quale, sott'ombra di dire che era orefice, adocchiando quelle gioje, disegnò rubarmele. Ambr. Cof. 2. 1. E come io capito Alla corona, v'aocchiai un giovane Della mia tacca. Bern. Orl. 60. 26. Ha tra gli altri adocchiato Cardorano, Ch'è re di Mulga, tutto irto e peloso.

2. T. In senso quasi trasl. Ricevere nell'anima le impressioni degli oggetti. = D. 2. 21. (C) L'anima sua ch'è tua e mia sirocchia (sorella), Venendo su, non potea venir sola, Perocch'al nostro modo non adocchia. (Qui neut.) (T. Parla Virg. a Stazio dell'anima di Dante, e dice che, essendo egli vivo, abbisognava di guida.)

3. E per semplicem. Guardare. D. 2. 4. (C) O dolce signor mio, diss'io, adocchia Colui che mostra sè più negligente, Che se pigrizia fosse sua sirocchia. [Camp.] E 3. 28. E com'io mi rivolsi e furon tocchi Li miei (occhi) da ciò che pare in quel volume, Quantunque (quanto) nel suo giro ben s'adocchi. (T. Parla della simbolica visione di Dio.) = Buonarr. Fier. 208. 1. (C) Uom non lontano Osservare adocchiò (adocchiò un uomo non lontano che osservava).

4. Guardare fisamente. D. 1. 18. (C) Quei mi sgridò: Perchè se' tu sì ingordo Di riguardar più me che gli altri brutti? Ed io a lui: Perchè, se ben ricordo, Già t'ho veduto coi capelli asciutti, E sei Alessio Interminei da Lucca; Però t'adocchio più che gli altri tutti. But. Com. ivi.T'adocchio, cioè t'avviso. [Camp.] E 3. 25. Quale è colui che adocchia e s'argomenta Di veder ecclissare il sole un poco, Che, per veder, non vedente diventa.

5. Guardando riconoscere. D. 1. 29. (C) Sì vedrai ch'io son l'ombra di Capocchio, Che falsai li metalli con alchimia; E ten dee ricordar, sebben t'adocchio, Com'io fui di natura buona scimia. But. Com. ivi. Se ben t'adocchio, cioè se ben ti riconosco, cioè tu sia colui ch'io credo.

N. pass. Ar. Fur. 28. 56. (C) Ben s'adocchiâr, ma non ne fêr sembiante, Ch'esser notato ognun di lor temette.

6. T. E per Conoscere prontamente, secondo il primo senso notato di Adocchiare e Aocchiare. = Ben. Bart. Rim. 10. (C) Non si trova di me chi meglio adocchi D'ogni bestiame subito i difetti, O la bontà. Ubert. Faz. Ditam. 5. 13. Io era ad ascoltare ancora attento, Quand'ei mi pose mente per lo viso, Dove spesso s'adocchia uom mal contento. Buonarr. Tanc. 335. 2. Forse i' potre' aocchiar questo fatto. Baldin. Decenn. 6. 339. Aveva costui un fratello piovano, il quale, avendo adocchiato in quel fanciullo un buon genio al disegno, tanto operò con suo padre, che…

7. Guardar cosa o persona con sentimento di compiacenza o cupidità. Ar. Fur. 25. 28. (C) La faccia e le viril fattezze adocchia, Tanto che se ne sente il cor conquiso. Poliz. Rim. 2. 23. Ma chi m'abbi a sè legato, Quella el sa che 'l mio cor vede: Ecci ben chi d'altra crede, Perchè or questa or quella adocchio. Ambr. Cofan. 2. 1. Fui affrontato da Agabito Della Pressa, il quale, per quanto intendere Posso. ha adocchiata questa vedova Degli Agolanti, che l'ha fatta chiedere. Dav. Tac. Ann. 177. Fu aocchiata da Otone, giovane splendido…, e senza indugio… seguitò il matrimonio. Anguill. Ovid. Met. 6. 275. Come il re tracio in lei lo sguardo tiene, E le divine sue bellezze adocchia… D'amoroso desio tutto s'infiamma. Ricc. L. Teofr. Caratt. 1. 101. Ha adocchiato il campetto del suo vicino, e spera che… sia per cadere… nella rete di cederglielo. Fortig. Ricciard. 10. 6. Nè v'ha chi scaltro ed amoroso adocchia La donna altrui; che al villano par bella La propria, e amor per altra nol martella. Salvin. Odiss. 396. Forestiero, anche adesso darai noja, Di notte rigirandoti per casa? E adocchierai le femmine?
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: adocchiamento, adocchiammo, adocchiamo, adocchiando, adocchiano, adocchiante, adocchianti « adocchiare » adocchiarono, adocchiasse, adocchiassero, adocchiassi, adocchiassimo, adocchiaste, adocchiasti
Parole di dieci lettere: adirebbero, adocchiamo, adocchiano « adocchiare » adocchiata, adocchiate, adocchiati
Lista Verbi: adibire, adire « adocchiare » adombrare, adoperare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): tossicchiare, avviticchiare, avvolticchiare, canticchiare, ammonticchiare, bevicchiare, scarabocchiare « adocchiare (eraihccoda) » spidocchiare, sgranocchiare, infinocchiare, scapocchiare, crocchiare, scrocchiare, baciucchiare
Indice parole che: iniziano con A, con AD, parole che iniziano con ADO, finiscono con E

Commenti sulla voce «adocchiare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2021 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze