Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «astuto», il significato, curiosità, aggettivo qualificativo, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Astuto

Aggettivo
Astuto è un aggettivo qualificativo. Forme per genere e per numero: astuta (femminile singolare); astuti (maschile plurale); astute (femminile plurale).
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di astuto (dritto, scaltro, avveduto, furbo, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Informazioni di base
La parola astuto è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti. Divisione in sillabe: a-stù-to. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con astuto per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Con un guizzo astuto il gatto ha catturato il topo.
  • È stato così astuto da raggirare tutti con la sua parlantina.
  • Rui Costa ha vinto il mondiale di ciclismo in modo astuto, ha lasciato che gli avversari si dessero battaglia e nel finale li ha beffati tutti.
Citazioni da opere letterarie
Azzurro tenebra di Giovanni Arpino (1977): Già il nano Houseman aveva lanciato se stesso in uno zigzagare lieve, astuto. Oscillò tra i tronchi immobili azzurri, ecco il nano che aggira Tarcisio la Roccia, scocca il sinistro con la grazia balistica dell'uomo che conosce anche il più sordido dei biliardi. Arcuandosi all'indietro San Dino deve subire il sacrificio.

La via del male di Grazia Deledda (1906): — Mi arresteranno, mi condanneranno; passerò la vita in reclusione. A che servirà la vendetta? Sarà peggiore della sventura. No, bisogna essere astuti; astuti come le donne. Vedi, — diceva a sé stesso, — vedi come è stata furba e maligna Maria? Mi ha tradito, ha tessuto la sua tela senza farmi sospettare di niente. Io non riuscirò neppure a chiederle: «perché hai fatto così?». Eppure mangio il suo pane e dormo sotto il suo tetto. Mi ha tradito senza che io me ne accorgessi. Bisogna che anch'io diventi maligno, calcolatore, astuto...

Nelle nebbie del tempo di Lanfranco Fabriani (2005): — Il punto è un altro. Chi è tanto imbecille da andare a pasticciare con Colombo? Ammazzandolo non si sposterebbe la storia del mondo di un millimetro, qualcun altro scoprirebbe l'America e tutto finirebbe lì. Qui non c'è neanche da tirare in ballo la legge di conservazione della storia. La realtà è che in quel periodo tutti erano pronti a scoprire l'America. E Colombo non è che fosse poi il più astuto nell'universo. Turchi a est, avevano cominciato tutti ad andare a ovest.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per astuto
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
»» Vedi tutte le definizioni
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: astato, astuta, astute, astuti.
Scarti
Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: suo.
Altri scarti con resto non consecutivo: atto, auto.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "astuto" si può ottenere dalle seguenti coppie: aspo/potuto, asta/auto.
Lucchetti Riflessi
Usando "astuto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: posa * = potuto; densa * = dentuto; stasa * = statuto; ripesa * = ripetuto.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "astuto" si può ottenere dalle seguenti coppie: lias/tutoli, ras/tutor.
Usando "astuto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: tutoli * = lias; * lias = tutoli.
Lucchetti Alterni
Usando "astuto" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * potuto = aspo.
Intarsi e sciarade alterne
"astuto" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: atto/su.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Astuto, Prudente - L'uomo astuto ha un certo senso che lo fa vedere più in là del comune accorgimento, specialmente in ciò che le cose possano avere o produrre di male: può evitare il male, e farne più d'un altro; perciò astuto ha talora men buona significazione. Prudente è chi sa condursi bene e navigare fra gli scogli della vita. L'uomo prudente non compromette sè, nè altri; vede ciò che può recar pregiudizio, e nol fa e nol dice; ma pesa e misura le parole in ispecie, perchè sa che dalle imprudenti parole vengono la più parte dei mali. [immagine]
Furbo, Astuto, Malizioso, Tristo, Triste - Furbo, primieramente, è chi, mediante l'accortezza dell'ingegno, capisce non solo da poche parole, ma dai gesti, dall'espressione della fisonomia altrui le di lui intenzioni, e s'accomoda perciò a secondarle onde renderselo benevolo; onde diciamo sovente in senso di dolce rimprovero a un ragazzo, a una fanciulla, che per naturale svegliatezza stian sempre coll'orecchio teso: ehi furbo, ehi furbetta, ve ne siete accorti! Furbo ha poi assolutamente mal senso quando si dice d'uomo o di persona qualunque che mediante la propria furberia della dabbenaggine altrui malamente abusi con inganni e perfidie; onde dire di uno ch'egli è un furbo, è poco meno che dirgli ladro o barone. Lastuto ha buon naso, occhio fine: scuopre e conosce a colpo d'occhio gli affari; può fare il male se è tristo, può far bene per sé, senza danno altrui, se ha buon fondo. Il tristo è assolutamente cattivo: dall'uomo tristo non isperare mai bene; vive del male e nel male che fa, e se ne compiace; far male è per lui impulso di natura o di irrimediabile depravazione. Tristo fanciullo è quello che sempre secca, disturba, guasta, mal fa: di tristo fanciullo trist'uomo, se una severa educazione non lo corregge. Triste è affine a mesto; ma è più di mesto: nella mestizia può essere una certa dolcezza; la tristezza stringe il cuore più fortemente ed è dolorosa. Da triste, tristezza; da tristo, tristizia. Malizioso è affine a furbo; ma il furbo è accorto in tutto; il malizioso in ciò solo che al male tende o del male partecipa, e più specialmente a quel male che alla purezza de' costumi si oppone. [immagine]
Accorto, Destro, Astuto, Sagace, Scaltro, Avveduto - Accorto è chi prevede e provvede: destro è chi oltre a ciò sa anche fare, eseguire e trarre o volgere le cose a proprio vantaggio. Avveduto è chi sta in guardia, nè si lascia sorprendere o ingannare da fatti nè da parole per intricati e travisate che siano.

Astuto è chi ha occhio fino, buon naso, sottile ingegno, e come scuopre facilmente gl'inganni che altri può tessere a suo danno, saprebbe anche ordirne a danno altrui. Sagace chi ha sano discernimento, diritto criterio, per cui distingue, sa condursi, operare opportunamente. Scaltro chi sa profittare delle circostanze, de' momenti, de' casi a proprio vantaggio. L'astuto scruta, il sagace discerne, lo scaltro opera, s'avvantaggia, talvolta anco senza troppi scrupoli. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: astuccini, astuccino, astuccio, astuta, astutamente, astute, astuti « astuto » astuzia, astuzie, atabagica, atabagiche, atabagici, atabagico, atalantina
Parole di sei lettere: astuta, astute, astuti « astuto » atelia, atelie, atenei
Lista Aggettivi: astronomico, astruso « astuto » atavico, ateistico
Vocabolario inverso (per trovare le rime): mietuto, ripetuto, istituto, sostituto, dentuto, puntuto, potuto « astuto (otutsa) » battuto, abbattuto, riabbattuto, dibattuto, iperdibattuto, ribattuto, imbattuto
Indice parole che: iniziano con A, con AS, parole che iniziano con AST, finiscono con O

Commenti sulla voce «astuto» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze