Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «bontà», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Bontà

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Terminanti con l'accento sulla a [Bonificherà « * » Borbotterà]
Giochi di Parole
La parola bontà è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: bon-tà. È un bisillabo tronco (accento sull'ultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di bontà con quelle di un'altra parola si ottiene: +bai = abbinato; +bea = abbonate; +bai = abbonati; +boa = abbonato; +[adì, dai, dia] = abitando; +[ile, lei] = abolenti; +[ari, ira, ria] = abrotani; +[aro, ora] = abrotano; +mie = ambiento; +alé = balenato; +[ori, rio] = baritono; +[ari, ira, ria] = baronati; +ora = baronato; +[sai, sia] = bastiano; +sei = bastione; +sii = bastioni; +[sai, sia] = bastonai; +dei = beandoti; +zie = benzoati; ...
Vedi anche: Anagrammi per bontà
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: botta, conta, monta, tonta.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: conte, conti, conto, contò, fonte, fonti, monte, monti, monto, montò, ponte, ponti, tonte, tonti, tonto.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: onta, bona.
Parole contenute in "bonta"
onta.
Incastri
Inserendo al suo interno arie si ha BONarieTA (bonarietà).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "bontà" si può ottenere dalle seguenti coppie: boa/anta, boma/manta, borico/riconta, bosco/sconta, bovi/vinta, bone/eta, bongo/gota, bonzi/zita.
Usando "bontà" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tane = bonne; cibo * = cinta; sebo * = senta; probo * = pronta; improbo * = impronta; placebo * = placenta.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "bontà" si può ottenere dalle seguenti coppie: boetta/attenta, boom/monta, bonari/irata.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "bontà" si può ottenere dalle seguenti coppie: bonne/tane.
Usando "bontà" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * manta = boma; * vinta = bovi; cinta * = cibo; senta * = sebo; * gota = bongo; * zita = bonzi; placenta * = placebo.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "bontà" (*) con un'altra parola si può ottenere: * alca = balconata; * asta = bastonata; * uffa = buffonata; * entra = bentornata; * itali = bitonalità; * ricca = bricconata; sloga * = sbolognata.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "bontà"
»» Vedi anche la pagina frasi con bontà per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Basterebbe un po' di bontà in più da parte di tutti, per ridurre le sofferenze nel mondo.
  • Luigi è di una bontà infinità, ma a volte qualcuno se ne approfitta troppo.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Bontà, Benignità, Bonarietà, Mansuetudine - La Bontà è inclinazione a far del bene e l'astenersi dal far il male o il dispiacere di altrui. - La Benignità ha, più che la bontà, un naturale affabile, facile, indulgente. - La Bonarietà consiste in una natura dolce, paziente e anche un poco debole. - La Mansuetudine consiste in un umore sempre eguale, in una disposizione al perdono e alla clemenza; è come la riunione della bontà, della benignità e della bonarietà. [immagine]
Probità, Bontà, Onestà, Integrità - Probità è quella virtù sociale per cui l'uomo si astiene dal far cose disdicevoli, e che lo fa da tutti tenere per uomo degno dell'approvazione comune. - Bontà è quella naturale disposizione dell'animo per cui l'uomo si porge a tutti piacevole e pronto a fare il bene. - Onestà è quella virtù che non consente di mancare a nulla di ciò che rende l'uomo degno d'onore. - Integrità è quella virtù che non consente all'uomo di mancare al suo dovere nè per minaccie nè per larghe promesse. [immagine]
Mansuetudine, Bontà, Dolcezza - La Dolcezza viene da bontà di carattere; la Mansuetudine da bontà di temperamento: trattar con dolcezza gl'inferiori, i dipendenti; restar mansueto fra gl'iracondi, sono virtù praticate da pochi, forse perchè la prima non par necessaria e decorosa, la seconda perchè non forte abbastanza contro il mal esempio. Dolcezza e mansuetudine sono manifestazioni, forme della bontà; non la bontà istessa, che è virtù reale ed intera. V'hanno dei mansueti che nell'intrinseco son meno buoni d'assai di certi burberi e collerici: v'ha chi con parole dolcissime punge, inganna, assassina: avvi infine una bontà che va esercitata con rigore e con severità, altrimenti non adeguerebbe lo scopo. (Zecchini). [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Mansuetudine, Bontà, Dolcezza - La dolcezza viene da bontà di carattere; la mansuetudine da bontà di temperamento: trattar con dolcezza gl'inferiori, i dipendenti; restar mansueto fra gl'iracondi, sono virtù praticate da pochi, forse perchè la prima non par necessaria e decorosa, la seconda perchè non forte abbastanza contro il mal esempio. Dolcezza e mansuetudine sono manifestazioni, forme della bontà; non la bontà istessa, che è virtù reale ed intera: v'hanno de' mansueti che nell'intrinseco son meno buoni d'assai di certi burberi e collerici: v'ha chi con parole dolcissime punge, inganna, assassina: avvi infine una bontà che va esercitata con rigore e con severità, altrimenti non adeguerebbe lo scopo. [immagine]
Bontà, Benignità, Bonarietà, Umanità, Clemenza - La bontà è il ceppo di tutti questi sentimenti; è il genere, di cui essi non sono che particolari specialità: bontà è parola assoluta, è opposto di cattiveria; l'uomo buono non farà scientemente mai male a nessuno, il che è un gran bene; farà il bene che potrà, il che è un bene eziandio maggiore. La benignità ci porta a compassionare, a perdonare, ad amare, è la delicata affezione del forte verso il debole: benigno (vedi). L'umanità è quella bontà che riguarda specialmente l'uomo, sia che l'eserciti egli stesso a pro' d'altri, sia che su di esso si versi: un atto di pietoso e ben inteso soccorso verso chi è misero è un vero atto di umanità: umani si può essere anche colle bestie. La bonarietà è bontà schietta senza pretesa o apparato: è veramente bontà d'indole e di carattere: nella benignità può entrare un po' d'ostentazione; nell'umanità un po' di calcolo, pensando alle vicende sovversive della fortuna; nella bontà può essere santa lotta contro una natura superba e ricalcitrante; nella bonarietà invece l'impulso e l'atto son così naturali e repenti da non poter supporre pensiero secondario di sorta. La bonarietà è tanto buona, che il mondo sovente la deride. La clemenza è virtù propria di chi può e ha diritto di punire: più si monta, la clemenza dovrebb'essere meno condizionata, più intera, più facile; poiché giunti a Dio, sommità delle sommità, la troviamo perfetta. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: bonifico, bonne, bonobi, bonobo, bonomia, bonomie, bonsai « bontà » bontempone, bonus, bonzi, bonzo, boogie, book, booking
Parole di cinque lettere: bonne « bontà » bonus
Vocabolario inverso (per trovare le rime): vinta, stravinta, rivinta, convinta, riconvinta, avvinta, onta « bontà (atnob) » conta, racconta, rendiconta, riconta, sconta, anodonta, melolonta
Indice parole che: iniziano con B, con BO, iniziano con BON, finiscono con A

Commenti sulla voce «bontà» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze