Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «calzare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Calzare

Verbo
Calzare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, sia transitivo che intransitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è calzato. Il gerundio è calzando. Il participio presente è calzante. Vedi: coniugazione del verbo calzare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti
Giochi di Parole
La parola calzare è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: cal-zà-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: calzerà (scambio di vocali).
calzare si può ottenere combinando le lettere di: [lare, real] + zac.
Componendo le lettere di calzare con quelle di un'altra parola si ottiene: +sos = calzassero; +non = calzeranno; +ilo = calzoleria; +[ozi, zio] = coalizzare; +[ozi, zio] = coalizzerà; +zii = laicizzare; +zii = laicizzerà; +uni = lucreziana; +rii = ricalzerai; +tiè = telecrazia; +[anzi, nazi] = canalizzare; +[anzi, nazi] = canalizzerà; +zita = catalizzare; +zita = catalizzerà; +zito = catalizzerò; +[mino, nomi] = cleromanzia; +[filo, lofi] = fallocrazie; +[eoni, noie] = lacerazione; +mene = malecreanze; +vita = ricalzavate; ...
Vedi anche: Anagrammi per calzare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: balzare, calcare, calmare, calzate.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: alzare, calare.
Altri scarti con resto non consecutivo: calze, cala, cale, care, czar, alare, lare.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: scalzare.
Parole con "calzare"
Finiscono con "calzare": scalzare, incalzare, ricalzare, rincalzare.
Parole contenute in "calzare"
are, zar, alza, calza, alzare. Contenute all'inverso: era.
Incastri
Si può ottenere da cale e zar (CALzarE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "calzare" si può ottenere dalle seguenti coppie: caria/rialzare, carica/ricalzare, casba/sbalzare, casca/scalzare, calzabraca/bracare, calzai/ire, calzamaglia/magliare, calzata/tare, calzatura/turare.
Usando "calzare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = calzata; * areate = calzate; * areati = calzati; * areato = calzato; * rendo = calzando; * resse = calzasse; * ressi = calzassi; * reste = calzaste; * resti = calzasti; * ressero = calzassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "calzare" si può ottenere dalle seguenti coppie: calla/alzare, calzerà/areare, calzata/atre, calzato/otre.
Usando "calzare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = calzata; * erte = calzate; * erti = calzati; * erto = calzato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "calzare" si può ottenere dalle seguenti coppie: calza/area, calzata/areata, calzate/areate, calzati/areati, calzato/areato, calze/aree, calzai/rei, calzando/rendo, calzasse/resse, calzassero/ressero, calzassi/ressi, calzaste/reste, calzasti/resti, calzate/rete, calzati/reti.
Sciarade incatenate
La parola "calzare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: calza+are, calza+alzare.
Intarsi e sciarade alterne
"calzare" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: czar/alé.
Frasi con "calzare"
»» Vedi anche la pagina frasi con calzare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Mi si era ingrossato il piede e non riuscivo a calzare la scarpa.
  • Anche la semplice azione di calzare i guanti ne denotava la classe.
  • Quanto poteva calzare l'esempio che avevo fatto durante il discorso?
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Quadrare, Cadere, Tornare, Calzare, Affarsi, Confarsi, Avvenirsi, Addirsi, Convenirsi, Star bene - Quadrare sarebbe un calzare a capello, se nell'idea espressa da quest'ultimo verbo non entrasse quel tondeggiare della gamba che vien calzata; è dunque uno star proprio bene, un convenire perfettamente: ma quadrare esprime un non senso materiale suo proprio che non saprebbe altrimenti esprimersi, meno però nel caso di dover dire: questa idea, questa proposizione mi quadra, cioè mi piace, perché e mi par esattamente giusta e mi conviene. Cadere può in acconcio una cosa per ispeciale caso, abbenchè non sia forse di sua natura conveniente; ma si sa che le circostanze modificano le cose, come anche queste modificano le circostanze. Tornare si dice con un certo vezzo elegante e saporito di cosa spettante al vestito che stia bene alla cera, al portamento della persona: quel cappellino torna, o torna bene a quella signora, che a quell'altra non istarebbe bene punto punto. Affarsi è andar d'accordo, convenirsi di carattere e d'umore con altra persona; affarsi anco alle circostanze coll'uso e colla pazienza, e più di tutto con quella virtù della pieghevolezza che è propria delle anime ben fatte e amanti della pace. Addice cosa che non disconvenga, che non faccia torto o mal senso; e questo certe volte dipende dalle circostanze e dalle convenienze sociali più che dalla cosa in sè: non s'addice per certo a un magistrato andare per le strade canterellando; non s'addice a un uomo di cinquant'anni un gilè canarino e una cravatta rossa: tutte cose non cattive in sè. Avvenirsi è incontrarsi in qualcuno, e non mi pare in questo senso per nulla affine agli altri verbi qui notati; ha però il derivato avvenente, gentile parola, la quale fa vedere che l'avvenirsi suonasse e possa suonare a un certo modo come convenire, ma con un fare più largo e meno interessato che convenire non dice: conviene un negozio; conviene a un banchiere parlare di speculazioni; s'avviene una parola di santa carità in bocca a donna gentile, e le s'avviene come a cosa che bene le sta e le è naturale. [immagine]
Calcare, Calzare - Si calca onde il corpo si restringa e tenga minor luogo: si calza onde il recipiente si dilati o si aggiusti ben bene al corpo che deve ricevere. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Calzare - S. m. Aff. al lat. Calceus. E Svet. ha in altro senso Calcearium. Calzamento, Scarpa, Stivaletto, e Tutto ciò che serve per vestire il piede e la gamba. Tes. Br. 8. 53. (C) Perocchè potrebbe venire molta polvere sui calzari, senza essere ito lunga via. Bocc. Nov. 51. 5. Le donne mi davan così poco salaro, che io non ne poteva appena pur pagare i calzari. Franc. Sacch. Nov. 90. Non è l'arte tua cucir ciabatte, e far calzari. [Camp.] Serm. 22. El calzare del Sacerdote significa la incarnazione di Cristo.

2. Andare in qualche operazione col calzare, o coi calzari del piombo o di piombo, vale Procedere con maturità e con cautela. Burch. 1. 82. (C) E su vi va colli calzar del piombo. Ciriff. Calv. 4. 123. E che tu facci, intendo, di te pruova; Ma col calzar del piombo ir ti bisogna. Borgh. Orig. Fir. 16. Ma quei primi, che son usi d'andare nelle cose loro col calzar del piombo, vorrebbono autorità certa e chiara. Salvin. Annot. Tanc. Buonar. p. 556. col. 2. (Gh.) Ire a rilente, Andare adagio, lentamente, co'l calzar di piombo. T. Prov. Tosc. 351.

3. T. La seg. locuz. accenna al noto detto di un Romano per dolori domestici. Non com. [Val.] Metaf. Ar. Sat. 7. Ed in risposta, come Emilio, fuore Porgerò il piè, e dirò: Tu non sai dove Questo calzar mi prema e dia dolore.
Calzare - V. a. ed anche N. e N. pass. Avere, Mettere in gamba e in piè calze, o scarpe e sim. In Fed. Calceare. [Camp.] G. Giud. A. 28. Due delli principi di quello exercito li calzâro (a Pirro) li calzari inaurati.

[Cont.] Bandi Lucch. 81. Neuna donna o donzella, la quale passi la etade di anni sette, ardisca o presuma farsi calsare ad alcuno calsoraio o calsaiolo.

Bocc. Nov. 100. 9. (C) E fattisi que' vestimenti venire, che fatti aveva fare, prestamente la fece vestire e calzare. Pist. S. Gir. Lo studio di questi cotali è… di calzare stretto e assettato. Esp. Vang. Non vogliate vestire e calzare tanto vanamente e vanagloriosamente.Allegr. 93. ediz. Crus. (Gh.) Sei pa' (paja) di scarpe… si proverà un galant'innamorato che si deletta (diletta) di calzare stretto e polito, avanti che ne trovi un pajo che s'affaccian al suo piede.

[Camp.] Guid. G. XV. 50. Venne nel mezzo luogo della sala, Là ove Ettore si calzava i suoi gamberuoli. = Vit. Plut. Dim. (C) Egli si levò con furore…, e calzandosi dicea a' suoi amici: mala fiera è questa colla quale abbiamo a combattere. Dat. Lepid. 76. (Man.) Fra l'altre per suo costume veniva dall'uscio di dietro in S. Felicita, e lì finiva di calzarsi e vestirsi. [Val.] Fag. Rim. 3. 117. O mi metto le scarpe e poi mi calzo.

T. Prov. Tosc. 140. Chi se ne calza, non se ne veste. I rapaci, benchè da principio paja che se la passino bene, poi pagano il fio; ma dicesi anche per coloro che fidano sul gioco. (Serd.)

2. Calzare una persona vale Fargli le scarpe. Minuc. in Not. Malm. v. 1. p. 326. col. 2. verso la fine. (Gh.) Quando un calzolajo dice Io calzo il tale, s'intende Io gli fo le scarpe.

3. [Cont.] Provvedere il necessario per fare le scarpe. Fiorav. Spec. sci. I. 2. Le pecore si lasciano spogliar loro per vestirci… ed all'ultimo si lasciano cavar la pelle per calzarci.

4. E detto de' guanti. [Tor.] Dat. Lepid. 12. Sendo un goffo poco uso a portar guanti, se gli era calzati assai stretti, e quando si fu per entrare a tavola, e per darsi l'acqua alle mani, non se gli potendo cavare si lavò le mani co' guanti.

5. Calzarsi dicesi anche de' polli, galline e piccoli animali, quando stoppa, e sim., si sono ravviluppate intorno a' piedi, ed impediscono loro l'andare. Cresc. 9. 90. 2. (M.) Dalle donnole sicuri si fanno li colombi, se entra loro vecchia spartea…, della quale gli animali si calzaro.

6. Per Puntellare con biette checchessia perchè non iscuota. Bald. (Mt.)

[Cont.] Cell. Oref. 17. E perchè i tasselli devono essere alquanto minori per la detta cagione, avvertisci a calzarli con biette di ferro, fermandoli bene acciò non si muovino punto.

7. [Cont.] Pigiare cenere, sabbia, terra, o sim., attorno un corpo perchè lo abbraccino strettamente, e fermamente lo ritengano. Biring. Pirot. IV. 4. Dipoi le locarete (le boccie) alli luochi loro al fornel da distillare, calzandovi le ceneri attorno. E IV. 12. Con terra alquanto umida e trita empirete a poco a poco tutta la fossa (in cui fu posta la forma) e a suolo a suolo con pistoni benissimo la calzerete.

8. [Cont.] Battere la carica nel cannone. Biring. Pirot. X. 3. Messa la polvere nell'artigliaria, sopra le metterete uno stroppaglio, e con il calzatoro… il calzerete forte.

9. Per estens. Coprire, Vestire, o sim. Cecch. Ass. 4. 2. (M.) Questa berretta mi calza bene il capo? [Val.] Car. Lett. Fam. 1. 35. Non senza solennità gli fu calzata la berretta in capo.

10. E per Coprirsi con roba che si può serrare alla vita. Franc. Sacch. Nov. 225. (M.) Il Golfo comincia gridare, e dice: Oimè!… io aggiaccio: e tira il copertojo calzandosi con esso attorno attorno.

11. T. V. n., fig. Di cosa che bene entri in un'altra. Il turácciolo calza bene.

12. T. Trasl. Convenire come il calzare al piede. Oraz. Cui male conveniet sua res, ut calceus olim Si pede major erit, subvertet, si minor uret. – Ci calza bene, appuntino, e di parola e d'immagine e di comparazione e di concetto.

Capr. Bott. (C) Oh buono! e guarda se questo ci calza. Fir. Luc. 2. 2. Oh to' se questa ci calza. Alleg. 264. Or vedi come questa ben ci calza. Salv. Spin. (Mt.) Oh questa sì che ci calza.

[Cam.] Borgh. Selv. Tert. 80. Veramente a noi calza quel detto di Diogene: I Megaresi mangiano come se dovessero morire il giorno dopo.

13. Nello stesso signif. dicesi Mi calza, o Non mi calza. Varch. Ercol. t. I. p. 187, (M.) Quando alcuno o non intende o non vuole intendere alcuna ragione, che detta gli sia, suole dire: Ella non mi va; non m'entra; non mi calza, non mi quadra; e altre parole così fatte. Menz. Poet. 1. E non pensi s'è proprio, e se vi calza Un detto più che l'altro, e sferzi e sproni Il puledro mal domo in ogni balza.

[Tor.] Targ. Ar. Vald. 2. 583. Tali dottrine non calzano nè punto, nè poco ai supposti ristagni nelle colmate, ma bensì calzano a meraviglia al padule di Fucecchio, ed a' suoi peduli secondarii.

14. [Val.] E detto anche ass. senza particelle prenominali. Ros. Sat. 5. Calza giusto a proposito il successo Degli Efesini.
Gran Dizionario Teorico-Militare del 1847
Calzare - v. a. Caler, Ensaboter. Dicono gli artefici per puntellare checchessia con calzatoie, perchè non crolli.

Calzare una palla, una bomba, una granata ecc. Ensaboter. Attaccare il tacco a quei proietti che ne debbono essere forniti. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: calzamaglia, calzamaglie, calzammo, calzando, calzano, calzante, calzanti « calzare » calzarono, calzascarpe, calzasse, calzassero, calzassi, calzassimo, calzaste
Parole di sette lettere: calzano « calzare » calzata
Lista Verbi: calumare, calunniare « calzare » cambiare, camminare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): gazare, alzare, balzare, strabalzare, sobbalzare, rimbalzare, sbalzare « calzare (erazlac) » ricalzare, incalzare, rincalzare, scalzare, rialzare, innalzare, infilzare
Indice parole che: iniziano con C, con CA, iniziano con CAL, finiscono con E

Commenti sulla voce «calzare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze