Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «contrariare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Contrariare

Verbo
Contrariare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è contrariato. Il gerundio è contrariando. Il participio presente è contrariante. Vedi: coniugazione del verbo contrariare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di contrariare (contraddire, contrastare, osteggiare, avversare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Informazioni di base
La parola contrariare è formata da undici lettere, cinque vocali e sei consonanti. Lettera maggiormente presente: erre (tre). Divisione in sillabe: con-tra-rià-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con contrariare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non voglio contrariare le persone che non hanno le mie stesse idee. Esprimo poco le mie opinioni.
  • Tante volte per evitare discussioni ho evitato di contrariare mio padre.
  • Sai che non lo devi contrariare altrimenti si offende.
Citazioni da opere letterarie
L'isola di Arturo di Elsa Morante (1957): E lo sposo tuo, sai che m'hanno detto? che in mezzo a tanti spiriti d'inferno lui si trova contento come Satana, e anzi (dicono certuni) porta qua le mogli apposta per contrariare quei diavoli: perché lui, più loro s'arrabbiano, e più si diverte! Ma tu, adesso, nenna mia, devi sentire a màmmeta: che in questa casa non ti ci vuole più lasciare! - e in così dire colei riprese a singhiozzare più dirottamente di prima.

La biondina di Marco Praga (1893): Certamente aveva mille ragioni. E Giacomo pensò che anche la buona gente, anche la gente onesta, à delle piccinerie di sentimento che non vale la pena di contrariare e che è meglio compatire. Pensò del pari che, forse senza accorgersene, il Galli aveva esagerato parlando della zia. Quando la conobbe gli parve una buona e brava donna. Non trovò nella sua casa e sulla sua persona dei lussi esagerati.

Daniele Cortis di Antonio Fogazzaro (1906): «Io ricordo» riprese riafferrando subito il pubblico «che un uomo di grande ingegno e di grandi studi politici, mi diceva: il popolo è un fanciullo, lasciate che giuochi col fuoco, lasciate che si scotti, imparerà. Questa è la legge naturale, e a volerla contrariare si fa peggio. Ebbene, signori, io non sono persuaso di tale dottrina; io dico che per la legge naturale coloro che hanno senso, volontà e forza si uniscono a impedire che altri bruci la casa comune.
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per contrariare
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: contrariate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: contrarie, contrarre, contrai, contrae, contare, contai, conta, conti, conte, coniare, conia, coni, coti, cote, cora, corri, corra, corre, cori, core, cria, crie, cariare, caria, carie, cari, cara, care, caia, caie, onta, onte, otri, otre, otaria, otarie, oraria, orarie, orari, orare, naia, naie, trarre, trae, tria, trie, tari, tarare, tara, tare, tiare, rara, rare, raia, raie, arie, arare, arre.
Parole contenute in "contrariare"
are, ari, con, ria, tra, aria, rari, contrari, contraria. Contenute all'inverso: era, ira.
Incastri
Si può ottenere da contare e rari (CONTrariARE).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "contrariare" si può ottenere dalle seguenti coppie: contrariai/ire, contrariamo/more, contrariata/tare.
Usando "contrariare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areno = contrarino; * remo = contrariamo; * areata = contrariata; * areate = contrariate; * areati = contrariati; * areato = contrariato; * rendo = contrariando; * resse = contrariasse; * ressi = contrariassi; * reste = contrariaste; * resti = contrariasti; * ressero = contrariassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "contrariare" si può ottenere dalle seguenti coppie: contrarierà/areare, contrariata/atre, contrariato/otre.
Usando "contrariare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erano = contrarino; * ermo = contrariamo; * erta = contrariata; * erte = contrariate; * erti = contrariati; * erto = contrariato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "contrariare" si può ottenere dalle seguenti coppie: contraria/area, contrariata/areata, contrariate/areate, contrariati/areati, contrariato/areato, contrarie/aree, contrarino/areno, contrariai/rei, contrariamo/remo, contrariando/rendo, contrariasse/resse, contrariassero/ressero, contrariassi/ressi, contrariaste/reste, contrariasti/resti, contrariate/rete, contrariati/reti.
Usando "contrariare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * more = contrariamo.
Sciarade e composizione
"contrariare" è formata da: contrari+are.
Sciarade incatenate
La parola "contrariare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: contraria+are.
Intarsi e sciarade alterne
"contrariare" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: contrai/rare, conia/trarre.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: Cosa contraria alla logica e alla ragione, Contrari al progresso, Tiene impegnati eserciti contrapposti, Contrapposte alle minime, Viene spesso contrapposta alla formica.
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Nimicare, Contrariare, Avversare - Nimicare importa Procedere contro alcuno come se fosse nemico, frastornandolo nelle sue imprese, mettendolo in mala voce, e simili. - Osteggiare è lo stesso, salvo che si riferisce più specialmente al far di tutto perchè la persona osteggiata non riesca in veruno de' suoi propositi. - Contrariare è il censurare ogni cosa per mal detta o mal fatta, e studiarsi che sia fatto il contrario. - Avversare è contradire e disapprovare ogni cosa, anche buona, acciocchè non abbia effetto. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Impedire, Vietare, Contrariare, Contrastare - Impedire è non permettere che uno faccia cosa, o fare che cosa altrimenti succeda che come piace a noi. Vietare è proibizione speciale; ma ciò malgrado non è molte volte sufficiente impedimento. Contrariare è opporsi al desiderio, al gusto altrui; contrastare, all'opinione, alle ragioni, alla forza; contrastare è più aperto, più risoluto; contrariare più meticoloso, più subdolo; però si può contrastare, cioè fare o metter contrasto anche alla sorda, e contrariare apertamente con una opposizione di tutti i momenti, e come dicono i giornalisti francesi, sistematica. A impedire vale la forza; a vietare, l'autorità, il volere: contrasta chi s'oppone, sta saldo, resiste; contraria chi dissente, chi discute, chi annoia con vane parole. [immagine]
Ostare, Far fronte, Tener fronte, Contrariare, Impedire, Attraversare, Attraversarsi, Contramminare, Opporsi - Ostare, stare, porsi contro (obviam stare); opporsi gli è affinissimo: nell'opporsi però è più risoluzione, aggressione quasi, o attiva difesa: nell'ostare, più fermezza e talvolta immobilità. Impedire dice ostacolo posto ai piedi, al passo: contrariare si oppone ai desiderii, alla volontà particolarmente: le contrarietà tanto maggiormente infastidiscono quanto è più cara la cosa che si desidera avvicinare, conseguire. Attraversare la strada, attraversarsi è quasi mettere noi a traverso, e come ostacolo all'altrui avanzamento. Contramminare è fare in modo, con prudenza o con astuzia, che riescano vani i progetti, i tentativi, le macchinazioni altrui; appunto come fa la contrammina che rende vano l'effetto della mina scavata dai nemici. Far fronte al nemico, al pericolo, è riceverlo di piè fermo; tener fronte è resistergli, non indietreggiare o fuggire, resistito che si sia al primo assalto: far fronte alle occorrenze, alle spese di casa ecc., sono modi usuali. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Contrariare - V. a. e N. ass. Far contro, Ostare, Intraversarsi, Contrastare; e s'accompagna col terzo e col quarto caso. Fr. Jac. T. 2. 23. 3. (C) Cr.1 4. (M.) La quale (acqua) è fredda e umida, se alcuna cosa di fuori non la contraria. E appresso: Quando le cose acetose si mangiano, contrariano alla putrefazione. [Camp.] Stor. Marc. Mon. E perch'io lì era utile allo monasterio, molto mi contrariò che ciò non facessi. = Cas. Oraz. (M.) I quali assai chiaramente confessano di quanta riverenza sia degna la ragione; poichè essi medesimi che la contrariano, sono sforzati di rifuggire a lei. Sagg. nat. esp. 36. I narrati avvenimenti, anzi di contrariare, favorivano mirabilmente la loro opinione. [Lamb.] Galil. Mas. Sist. 471.

[G.M.] Per Contradire. Ci son taluni che hanno il vizio di contrariar sempre chi parla.

2. [Camp.] Per Opporsi al divisamento altrui. Comp. ant. Test. E volendo costoro rubare lo tempio e la terra, Erode contrariava quanto più poteva.

3. [Camp.] Contrariare ad alcuno, per Fargli offesa di fatto, e sim. Bibb. Ezech. 28. E la casa d'Israel non averae più offesa d'amaritudine, nè spina che le dea dolore d'ogni parte per lo circuito di coloro i quali contrariano a loro (qui adversantur eis). E Serm. 27. Li primi inimici di Cristo sono i Judei, li quali sempre hanno contrariato a Cristo. E Serm. 31. Allora Alessandro disse che non volea contrariare a Dio.

4. Fig. [Camp.] † Per Abborrire, Abbominare, e sim. Boez. V. Contrariate adunque li vizii; onorate le virtudi; alle diritte speranze l'animo sollevate… (Aversamini igitur vitia.)

5. Per Operare in contrario. Filoc. 5. 190. (C) E, contrariando al primo giuramento, non dee valere.

6. Per Far contrappeso. Fig. Tit. Liv. lib. 1. cap. 27. (Mt.) Questa crudeltà spiacque fortemente a' Padri ed al popolo, ma lo fresco merito contrariava al maleficio.

7. N. pass. Contrariarsi, per Fare o Dire cosa contraria a quello che si è detto, o fatto. Pallav. Tratt. Stil. Pref. (Mt.) Pertanto se non mi sarò contrariato nella qualità degli adornamenti, non penso che la loro abbondanza mi faccia reo.

8. E per semplicemente Contraddirsi. [Camp.] Bibb. S. Greg. Prol. I. in Job. Alcuna volta… le parole stesse della lettera si contrariano. E Boez. V. Troppo pare contrariarsi e repugnare Pio anticonoscere tutte le cose, ed essere alcuno arbitrio di libertà (adversari).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: contrariamente, contrariammo, contrariamo, contrariando, contrariano, contrariante, contrarianti « contrariare » contrariarono, contrariarsi, contrariasse, contrariassero, contrariassi, contrariassimo, contrariaste
Parole di undici lettere: contrargini, contrariamo, contrariano « contrariare » contrariata, contrariate, contrariati
Lista Verbi: contraddistinguere, contrapporre « contrariare » contrarre, contrassegnare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): alloppiare, storpiare, spiare, espiare, cariare, angariare, salariare « contrariare (erairartnoc) » commissariare, inventariare, variare, avariare, inebriare, chicchiriare, escoriare
Indice parole che: iniziano con C, con CO, parole che iniziano con CON, finiscono con E

Commenti sulla voce «contrariare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze