Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «diminuire», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Diminuire

Verbo
Diminuire è un verbo della 3ª coniugazione. È un verbo regolare, sia transitivo che intransitivo. Ha come ausiliare sia avere che essere. Il participio passato è diminuito. Il gerundio è diminuendo. Il participio presente è diminuente. Vedi: coniugazione del verbo diminuire.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di diminuire (ridurre, abbassare, ridimensionare, render minore, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola diminuire è formata da nove lettere, cinque vocali e quattro consonanti. Lettera maggiormente presente: i (tre).
Divisione in sillabe: di-mi-nu-ì-re. È un pentasillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: inumidire.
diminuire si può ottenere combinando le lettere di (tra parentesi quadre le parole con anagrammi): uri + dimeni; uni + [dirime]; muri + indie; [munì] + [direi]; [riunì] + [dime]; [miri] + [duine]; mini + [erudì]; munii + [dire]; [rumini] + dei; [mirini] + due; une + dirimi; [menu] + iridi; [eri] + numidi; nei + udirmi; [neri] + umidi; [unire] + midi; mie + [diurni]; [meri] + duini; reumi + [indi]; [meni] + riudì; neumi + ridi; [munire] + idi; emiri + [indù]; inermi + udì.
Componendo le lettere di diminuire con quelle di un'altra parola si ottiene: +sos = diminuissero; +set = inumidireste; +sos = inumidissero; +[devo, dove, vedo] = individueremo; +[capto, copta] = idropneumatici; +gallo = illanguidiremo; +ebbro = inumidirebbero; +[casta, tasca] = traducianesimi; +faceta = fiduciariamente; +[astili, listai, saliti, ...] = similitudinarie; +[assesta, sassate] = sussidiariamente; +[spallone, spellano] = pluridimensionale; +[spalloni, spillano, spillona] = pluridimensionali.
Vedi anche: Anagrammi per diminuire
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: diminuirà, diminuirò, diminuite.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: dime, dine, dire, dure, inie, mini, mine, mire, mure.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: diminuirei, diminuirle, diminuirne.
Parole con "diminuire"
Iniziano con "diminuire": diminuirebbe, diminuirebbero, diminuirei, diminuiremmo, diminuiremo, diminuireste, diminuiresti, diminuirete.
Parole contenute in "diminuire"
ire, diminuì. Contenute all'inverso: eri, uni, riunì.
Incastri
Inserendo al suo interno est si ha DIMINUIRestE.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "diminuire" si può ottenere dalle seguenti coppie: diminuiamo/amore, diminuii/ire, diminuita/tare.
Usando "diminuire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * rete = diminuite; * reti = diminuiti; * resse = diminuisse; * ressi = diminuissi; * reste = diminuiste; * resti = diminuisti; * ressero = diminuissero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "diminuire" si può ottenere dalle seguenti coppie: diminuita/atre, diminuito/otre.
Usando "diminuire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = diminuita; * erte = diminuite; * erti = diminuiti; * erto = diminuito; * errai = diminuirai.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "diminuire" si può ottenere dalle seguenti coppie: diminuii/rei, diminuisse/resse, diminuissero/ressero, diminuissi/ressi, diminuiste/reste, diminuisti/resti, diminuite/rete, diminuiti/reti.
Usando "diminuire" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * tare = diminuita; * amore = diminuiamo; * aie = diminuirai; * remore = diminuiremo.
Sciarade incatenate
La parola "diminuire" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: diminuì+ire.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "diminuire"
»» Vedi anche la pagina frasi con diminuire per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nonostante la dieta non riesco a diminuire di peso.
  • In Italia deve diminuire il nostro debito pubblico per poter diminuire anche lo spread!
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Scemare, Diminuire - Scemare, che è quasi Scimare, Levar la cima, si riferisce propriamente all'altezza. - «Quell'asta è troppo lunga; scemátela.» - «L'acqua del fiume è scemata di un metro.» - Alla quantità e al numero si riferisce il Diminuire. Come spesso, per altro, e altezza e quantità nell'uso si confondono, così nell'uso suole pigliarsi Scemare per Diminuire, ed e converso. Ma qui si parla della stretta proprietà. [immagine]
Calare, Scemare, Diminuire - Calare è di misura e di peso: una sostanza molle col tempo cala, e di un chilogrammo diventa mezzo. - Scemare è di quantità, come il comun dettato: «Levare e non mettere, ogni gran monte scema.» Ed è anche di numero: «Erano cento, ma ora son scemati.» - Diminuire è più specialmente del volume o dell'intensità. - «Il freddo è diminuito. - Il tale era grasso, ma è diminuito la metà.» [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Calare, Scemare, Diminuire, Calante, Scemo - Scemare ha senso attivo e neutro: nel primo caso vale diminuire o togliere qualche parte del tutto o della porzione assegnata; nel secondo, quasi svaporare, ristringersi, diventar minore in qualsiasi modo. Calare è questo stesso minuire ma relativamente ad altezza o altra misura, a forza, a importanza.

«Calante è difetto di quantità, riguardo al peso; scemo, riguardo allo spazio da quella occupato. Moneta calante, bottiglia scema». A.

Quando si dice: «questa cosa scema», pare vogliasi indicare una mancanza che succeda tuttora, e qualche volta a vista d'occhio: dicendosi invece: «questa cosa cala», oltre a questo senso attuale, pare possa intendersi eziandio che la mancanza è già sopravvenuta, che la cosa non si conservò nello stato primitivo, che la cosa non è più come era; il primo modo indica azione attuale, il secondo anco azione o effetto già consumato. Diminuire dicesi più specialmente nel numero, e allora è attivo; se della forza e potenza d'una cosa, allora è neutro. I governi in tempo di pace dovrebbero diminuire il numero delle milizie, o altrimenti, impiegarle in cose utili: il caldo, il freddo, la febbre diminuì. Scemo, vale anche sciocco, di poco senno. Calante ha per contrapposto crescente, e dicesi anche della voce, del tuono, della nota. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Diminuire - V. a. Scemare, Ridurre a meno. Aureo lat. T. Si diminuisce dalla cosa una quantità, e la cosa d'una quantità. = Bocc. Introd. 29.(C) Nè ancora dar materia agl'invidiosi… di diminuire in niuno atto l'onestà delle valorose donne con isconci parlari. E nov. 16. 25. Ma il generoso animo, dalla sua origine tratto, non avea ella in cosa alcuna diminuite. E nov. 93. 17. Alla quale, non che io diminuissi gli anni suoi, ma io le aggiugnerei volentieri de' miei. Pass. 114. L'altro modo, che la confessione diminuisce e scema la pena, si è per la eruhescenzia. Maestruzz. 2. 8. 3. Avviene alcuna volta che l'uomo proffera parola, per la quale la fama altrui è diminuita. T. Cic. Ai vecchi diminuire le fatiche del corpo, accrescere gli esercizi dell'animo. = Guicciard. 1. 125. (Gh.) Dove, essendo diminuito di fanti,… attendeva a fortificarsi (cioè, avendo sofferto diminuzione di fanti). [F.T-s.] Cocchi, Cons. 1. 150. Tumefazione straordinaria de' vasi emorroidali, che ne diminuisse la capacità, e ne difficoltasse l'azione.

(Archi.) [Cont.] Serlio, Arch. IV. 37. v. Avendoti dimostrato teoricamente il modo di fare la voluta; ci rimane ora da fare la sua cinta segnata B, e farla diminuire proporzionalmente come la voluta. Buonarr. M. V. Lett. 16. Un'altra (di scatole aovate) ne mettessi sopra questa, che fussi tanto minore per ogni verso, che in sulla prima di sotto avanzassi tanto piano, quanto vuole il piè per salire, diminuendole e ritirandole verso la porta fra l'una e l'altra sempre per salire. Mart. Arch. III. 5. È opinione di Vitruvio le colonne doversi diminuire in due altri modi: il primo, diminuendo per retta linea una sesta o settima parte del diametro da capo insino a piè della colonna: e secondo, similmente per retta linea diminuendo solo i due terzi dell'altezza superiori.

2. E N. pass. Ridursi a meno, Scemarsi. Bocc. pr. 3. (C) Per se medesimo in processo di tempo si diminuì in guisa che sol di sè nella mente m'ha al presente lasciato quel piacere… Sagg. nat. esp. 179. La mole dell'acqua, ancor digiuna del nuovo freddo, non si diminuisce.

[Cont.] Pall. A. Arch. I. 11. Quanto più i muri ascendono e s'inalzano, tanto più si diminuiscono.

3. E N. ass. Fir. As. 273. (M.) I suoi detti diminuendo (cioè, facendosi minori). S. Eufrag. 181. Degli altri santi ordinamenti… nullo… consenti che preterisca o diminuisca, ma più tosto del contrario gli tieni… Bocc. 10. 1. Perciò che a lui, che da quello che egli era si tenea, niente era donato, e stimò che molto ne diminuisse la fama sua.

[Cont.] Serlio, Arch. III. 10. Perchè le colonne rotonde diminuiscono nella parte di sopra: dove il fondo dell'architrave è della grossezza della colonna: e volendolo accompagnare con li pilastri quadri che non diminuiscono: esso fondo dell'architrave non averia trovato il suo dritto: anzi saria restato da ogni lato tanto di morto dell'architrave, quanto è il diminuire della colonna tonda: l'architetto prudente fece tanto di risalto nell'architrave quanto è la diminuzion della colonna. Garg. T. Piazza univ. 247. v. Per le forme in generale bisogna cercar terra, che regga bene al fuoco, e che sia bene disposta a ricevere i metalli, e che renda il getto netto, e che non diminuisca, o creppi con sfenditure nel seccare, o nel ricocere.

T. Diminuire di pregio, non di bellezza; perchè la bellezza non si figura come quantità, sebbene sia numeri armonici. Dicesi però: Più o men bello.

T. Prov. Tosc. 290. Quando il grasso diminuisce, il magro perisce. (Fig. Scemando le forze ai maggiori, i minori, che sperano forse goderne, patiscono di più.)

4. (Mus.) Diminuire, parlando d'uno Strumento, vale Passeggiare sopra le corde di quello con dita, unghia, penna, o sim.; locchè si dice anche Arpeggiare, o Sminuire. Vasar. (M.) Le mani poste alle corde in atto di diminuire.

5. [Cont.] In forza di Sost. Vas. V. Pitt. Scul. Arch. II. 181. Una pergola (disegnò) piena di uva, i cui legnami di piane squadrate vanno diminuendo al punto: ma ingannossi, perchè il diminuire del piano di sotto, dove posano i piedi le figure, va con le linee della pergola, e la botte non va con le medesime linee, che sfuggano.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: diminuibile, diminuibili, diminuii, diminuimmo, diminuirà, diminuirai, diminuiranno « diminuire » diminuirebbe, diminuirebbero, diminuirei, diminuiremmo, diminuiremo, diminuireste, diminuiresti
Parole di nove lettere: diminuirà « diminuire » diminuirò
Lista Verbi: dimettere, dimezzare « diminuire » dimissionare, dimorare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): fluire, defluire, affluire, rifluire, influire, confluire, diluire « diminuire (eriunimid) » sminuire, annuire, interloquire, fruire, usufruire, istruire, ostruire
Indice parole che: iniziano con D, con DI, iniziano con DIM, finiscono con E

Commenti sulla voce «diminuire» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze