Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «forzare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Forzare

Verbo
Forzare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è forzato. Il gerundio è forzando. Il participio presente è forzante. Vedi: coniugazione del verbo forzare.
Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di forzare (fare forza, spingere, infrangere, scassinare, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola forzare è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: for-zà-re. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: forzerà (scambio di vocali).
forzare si può ottenere combinando le lettere di: zero + [far, fra]; fez + raro.
Componendo le lettere di forzare con quelle di un'altra parola si ottiene: +sos = forzassero; +non = forzeranno; +ani = frazionare; +ani = frazionerà; +noi = frazionerò; +qui = quarzifero; +[far, fra] = rafforzerà; +zita = atrofizzare; +zita = atrofizzerà; +zito = atrofizzerò; +inia = frazionarie; +inia = frazionerai; +inie = frazionerei; +sten = frenasterzo; +[afri, fari, rifa'] = rafforzerai; +[ferì, refi] = rafforzerei; +[fati, fiat, tifa] = rafforziate; +[iena, naie] = rarefazione; +inia = rarefazioni; +tini = rinforziate; ...
Vedi anche: Anagrammi per forzare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: formare, forzate.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: orzare, forare.
Altri scarti con resto non consecutivo: forze, fora, forre, fare, orare, rare.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: sforzare.
Parole con "forzare"
Finiscono con "forzare": sforzare, rafforzare, rinforzare.
Parole contenute in "forzare"
are, zar, forza, orzare. Contenute all'inverso: era.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "forzare" si può ottenere dalle seguenti coppie: foga/garzare, fosche/scherzare, foste/sterzare, forzai/ire, forzamenti/mentire, forzamento/mentore, forzata/tare, forzatore/torere, forzatura/turare.
Usando "forzare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * areata = forzata; * areate = forzate; * areati = forzati; * areato = forzato; * rendo = forzando; * evi = forzarvi; * resse = forzasse; * ressi = forzassi; * reste = forzaste; * resti = forzasti; * retore = forzatore; * retori = forzatori; * ressero = forzassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "forzare" si può ottenere dalle seguenti coppie: forzerà/areare, forzata/atre, forzato/otre.
Usando "forzare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * erta = forzata; * erte = forzate; * erti = forzati; * erto = forzato.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "forzare" si può ottenere dalle seguenti coppie: forza/area, forzata/areata, forzate/areate, forzati/areati, forzato/areato, forze/aree, forzai/rei, forzando/rendo, forzasse/resse, forzassero/ressero, forzassi/ressi, forzaste/reste, forzasti/resti, forzate/rete, forzati/reti, forzatore/retore, forzatori/retori.
Usando "forzare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * garzare = foga; * sterzare = foste; * mie = forzarmi; * tiè = forzarti; * vie = forzarvi; * torere = forzatore; * mentire = forzamenti; * mentore = forzamento.
Sciarade incatenate
La parola "forzare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: forza+are, forza+orzare.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "forzare" (*) con un'altra parola si può ottenere: * tic = forzatrice.
Frasi con "forzare"
»» Vedi anche la pagina frasi con forzare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non mi devi forzare la mano, quando sarà il momento agirò!
  • Se non si riesce ad aprire la porta di casa è necessario forzare la serratura.
  • Non è il metodo ideale forzare il bambino, che ha appena sei anni, a fare lo sport così come lo intendi tu: lo deve considerare un divertimento!
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Costringere, Obbligare, Forzare, Violentare - Obbligare è Imporre un dovere, è quasi Legare la volontà di alcuno a fare una cosa; e si usa anche soggettivamente. - «Io mi obbligo di pagare dentro il mese.» - Nel Costringere invece non concorre il libero assenso di chi deve operare, ed opera perchè non ha modo o coraggio di disdire a chi glielo impone. - Forzare è, come ben dice il Tommaseo, un distruggere la volontà altrui e l'azione opposta. - Violentare è un soverchiare con modi anche più fieri e violenti l'altrui volontà, per modo che debba operare senza poter in modo veruno schermirsi. [immagine]
Forzare, Costringere, Sforzare - Forzare è il far sì, con forza aperta o materiale o morale, che altri faccia la tua volontà. - Costringere è il ridurre uno in condizione di non poter contradire alla tua volontà. - Sforzare è il vincere, il sopraffare l'altrui resistenza, perchè faccia la tua voglia. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Necessitato, Obbligato, Costretto, Forzato, Sforzato, Violentato; Forzare, Far forza, Obbligare, Necessitare, Costringere, Violentare, Sforzare - Necessitato, parrebbe doversi intendere ciò che lo è per forza del naturale andamento delle cose, a cui non si può preterire; obbligato dal dovere, dalla coscienza; costretto dalla ragione, dal diritto altrui, dalla durezza delle circostanze; forzato e sforzato dalla forza: il secondo è più, perchè sforzo dice eccesso di forza; violentato dalla violenza, che è forza brutale, e irragionevole. L'uomo necessitato a ricredersi sul conto altrui per l'evidenza palpabile della di lui innocenza, è obbligato in coscienza a ripristinarlo nell'opinione sua e nell'altrui in quel grado d'onore di cui l'avea creduto indegno, e dal quale l'aveva fatto decadere; e può esservi costretto per via di giustizia. Ciò che costringe non lascia modo o campo a eludere; ciò che obbliga, tiene moralmente; ciò che necessita vince per la forza della cosa stessa. Violentare e sforzare è abusare della forza e dell'autorità: anche il bene fatto fare per forza, violentemente, non è più bene, e direi che è quasi sempre una prepotenza ingiusta in chi la fa, una lesione del libero arbitrio altrui; la storia sia civile che religiosa dice chiaro abbastanza che da tai mezzi non derivò mai alcun vero bene. Far forza, in altrui, è sollecitarlo instantemente: in noi, è resistere a lunsinghe, a blandizie, a urto di passioni. Forzare è un po' più di far forza, nel primo senso (non ha il secondo), è meno di sforzare; chi fa forza s'attenta di vincere con preghiere o altri mezzi l'altrui resistenza; chi sforza la supera, irrompendo, rovesciando gli ostacoli. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Forzare - V. a. Violentare, Far forza, Astringere. Rim. ant. Dant. Majan. 72. (C) Ch'eo son forzato da forza d'amore. Fir. As. 139. Lo innamorato marito… fu forzato prometter ciò che ella desiderava. Car. Lett. 1. 179. (Gh.) E poichè questi ne dánno a me (delle brighe), ancora io son forzato a darne a lei.

2. Parlando di Chiavistello, Serratura, Uscio, o sim., vale Aprire di viva forza rompendo gl'ingegni. Cecch. Assiuol. 4. 7. (M.) Oh per dio ch'egli è uscito! gli avrà forzato l'uscio.

T. Forzare una cassa, una serratura.

E d'altro. (Tom.) Forzare la voce, la natura.

E accompagnato col Di. Pallav. Ist. Conc. 1. 465. (Mt.) Sì veramente che l'armata turchesca non infestasse o la superiore o l'inferior marina d'Italia, e però nol forzasse di costipare ogni sua virtù per resistere ad un corpo così tremendo.

3. Parlandosi di Donzella o Donna vale Con violenza costringerla a compiacere altrui di sua persona. V. in FORZATORE. (C)

4. [Camp.] Per Fortificare, Munire, e sim. Guid. Giud. A. 14. E la cittade loro sì l'aveano meglio forzata di steccati e di fossati…

5. N. pass., benchè talora senza le particelle Mi, Tr, Si, ecc., per Sforzarsi, Fare a gara. Non com. Rim. ant. Guid. G. 111. (C)I'allumo entro, e forzo far sembianza Di non mostrar ciò che lo mio cor sente. Vit. Plut. E a tutti i luoghi, che andava Catone, gli uomini, per invidia l'uno dell'altro, si forzavano di fargli più bel convito. Pist. Cic. a Quint. Egli si forzi di mostrar verso noi amor fratellesco. (L'ediz. di Firenze 1815 a pag. 8 legge quest'ultimo esempio così: Egli si sforzi di dimostrare inverso noi amor fraternalesco.) Guitt. Lett. 10. 28. (Mt.) Forzatevi mercè dunque, forzate quanto potete.

T. Virg. Ugurg. 148. Forzandosi con somme forze. – Summis adnixus viribus. – Sforzarsi col sommo delle forze, o con tutte le forze, sarebbe vivo e bello.

6. [G.M.] N. ass. Forza un uscio, una serratura qualunque, se chiude troppo forte e non si può aprire senza sforzo. Forza una scarpa, se è stretta.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: forzamento, forzammo, forzando, forzano, forzante, forzanti, forzarci « forzare » forzarla, forzarli, forzarlo, forzarmi, forzarono, forzarsi, forzarti
Parole di sette lettere: forzano « forzare » forzata
Lista Verbi: fornire, fortificare « forzare » fossilizzare, fotocopiare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sferzare, scherzare, sterzare, sovrasterzare, controsterzare, sottosterzare, orzare « forzare (erazrof) » rafforzare, rinforzare, sforzare, smorzare, strombazzare, spiegazzare, chiazzare
Indice parole che: iniziano con F, con FO, iniziano con FOR, finiscono con E

Commenti sulla voce «forzare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze