Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «lembo», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Lembo

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola lembo è formata da cinque lettere, due vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: lém-bo. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di lembo con quelle di un'altra parola si ottiene: +[api, pia] = ambliope; +ree = beleremo; +[adì, dai, dia] = bimodale; +[adì, dai, dia] = domabile; +[dan, dna] = lambendo; +tea = metabole; +tai = metaboli; +ivi = movibile; +[ciò, coi] = ombelico; +[par, rap] = problema; +atea = ametabole; +naia = baleniamo; +[lare, real] = balleremo; +bona = bambolone; +issa = belassimo; +[erme, mere] = beleremmo; +[alti, lati, tali] = bimetallo; +inia = binomiale; +fifa = bleffiamo; +[lori, orli] = bolliremo; ...
Vedi anche: Anagrammi per lembo
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: lembi, limbo, lombo, nembo.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si può avere: nembi.
Parole con "lembo"
Contengono "lembo": calembour.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "lembo" si può ottenere dalle seguenti coppie: lega/gambo, lego/gombo, lene/nembo, lenì/nimbo.
Usando "lembo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bile * = bimbo; gale * = gambo; gole * = gombo; * boma = lemma; * bona = lemna; * bone = lemne; male * = mambo; strale * = strambo.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "lembo" si può ottenere dalle seguenti coppie: lemma/ambo.
Usando "lembo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: semel * = sebo.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "lembo" si può ottenere dalle seguenti coppie: lemma/boma, lemna/bona, lemne/bone.
Usando "lembo" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bimbo * = bile; gambo * = gale; gombo * = gole; * gambo = lega; * gombo = lego; * nimbo = lenì; mambo * = male; strambo * = strale.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "lembo"
»» Vedi anche la pagina frasi con lembo per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Con un lembo della sua pelle le hanno rifatto il seno.
  • Il lembo di quella vecchia coperta è tutto strappato, sarebbe ora di buttarla via.
  • La sarta cuce a macchina il lembo di stoffa strappato.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Lembo, Falda, Orlo - Lembo è la parte estrema del vestimento da piedi; e si piglia anche figuratamente per parte estrema di una regione. - Falda è cosa che pende, e si distende da un'altra, o naturalmente, come le falde di un monte, e le falde muscolari o aponeurotiche del corpo aimale; oppure vi è per ornamento, o per consuetudine, come le falde della giubba, del cappello o d'altro. - Orlo è ordinariamente estremità di abiti, di panni o d'altro, ma rilevata, rimboccata e cucita. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Lembo, Orlo, Bordo, Fimbria, Falda, Pistagna, Tesa, Golino, Solino - «Lembo, la parte estrema del vestimento dappiedi. Orlo, l’estremità qualunque di panno cucito. S’usano ambedue nel traslato: ma lembo indica estremità più lata che orlo. Orlo significa, d’ordinario, estremità rilevata, rimboccata. Bordo, la parte estrema del vascello che dai fianchi sta fuor dell’acqua. Usato per estremità in genere è gallicismo. Fimbria è parola d’erudizione: ed era orlo con incisioni e frastagli o ricami. Falda è più che gli altri: parlando di giubba, vale quella parte che dalle anche scende fin presso la gamba; parlando di cappello, è l’ala di quello, che più comunemente dicesi tesa. E falda può dirsi qualunque parte del vestito sia soprammessa all’estremità, e ricucitavi. Pistagna, l’estremità dell’abito dalla parte di sopra, sorgente in collare». Romani.

«Orlo, parlando di panni cuciti, è propriamente non l’estremità, ma quel rimbocco o piega fatta all’estremità e poi cucita, perchè il panno tagliato non si sfili. Orlo chiamano ancora in certi luoghi della Toscana la parte della camicia che fascia il collo, e che altri chiamano golino, e men toscanamente solino». Lambruschini.

L’orlo di un vaso è l'estremità superiore tutt’intorno, ritondata per lo più, onde non riesca scabra o tagliente: il lembo del mantello, del ferraiuolo è così ampio che può ricoprire da sè una persona o quasi: la carità fa che si metta un lembo sopra le piaghe e i vizii del prossimo e così si ricoprano. A bordo, essere, andare e simili, detto assolutamente, vale sul, nel bastimento. [immagine]
Gherone, Lembo, Quadrello - Gherone, quel pezzo di tela o di panno tagliato a cuneo che si aggiunge in fondo alle camicie, specialmente delle donne, per allargarle. Lembo, la parte da piè de' vestimenti lunghi che scendono quasi a terra. Il quadrello o quadrelletti sono pezzetti di tela quadri o quadrilunghi che si cuciono alle maniche della camicia sotto le ascelle onde riescano quivi più larghe esse maniche, per dare agio ai movimenti del braccio. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Lembo - S. m. (Mar. ant.) [Camp.] Nave attuaria grande. Lembus, aureo lat. Diz. marit. mil. Lembo fu specie di nave attuaria delle maggiori, essendone di varia grandezza. Secondo Polidoro Virgilio i popoli di Cirene ne furono gl'inventori. Alcuni lembi portavano 16 remi. Il lembo era velocissimo, e serviva anco per andare innanzi all'armata a fare la scoperta… Gli antichi ebbero anche i lembi fluviali.

[Cont.] Pant. Arm. nav. 54. Perseo re di Macedonia mandò Antenore e Calippo suoi capitani con quaranta lembi e cinque pistri all'isola di Tenedo, perchè, allargandosi quindi per l'isole Cicladi, oggi chiamate l'Arcipelago, corseggiassero per quel mare.
Lembo - S. m. Aff. al lat. aureo Limbus. La parte da piè o estrema del vestimento. Dant. Inf. 15. (C) Fu' conosciuto da un che mi prese Per lo lembo, e gridò: qual maraviglia? E Purg. 27. Fátti vêr lei, e fátti far credenza Colle tue mani al lembo de' tuoi panni.Petr. Son. 152. Purpurea vesta d'un ceruleo lembo Sparso di rose i begli omeri vela. Bocc. Nov. 75. 6. Accostandosi a messer lo giudice, il prese per lo lembo della guarnacca. Boez. Varch. 1. 1. Nell'ultimo e più basso lembo delle quali era intessuto un π greco. Tass. Ger. 14. 1. E scotendo del vel l'umido lembo, Ne spargeva i fioretti e la verdura.

2. Fig. vale anche Tutto il vestimento. Petr. Canz. 27. 4. (C) Qual fior cadea sul lembo, Qual sulle trecce bionde,…

3. Trasl. L'estrema parte di checchessia. Dant. Purg. 7. (C) Tra erto e piano era un sentiere sghembo, Che ne condusse in fianco della lacca, Là ove più ch'a mezzo muore il lembo. But. ivi: Cioè in quel luogo, nel quale il lembo, cioè lo curvo in giù, che era nella valle, muore… Lembo in questa parte significa piegatura in giuso, cioè concavità. Stor. Eur. 6. 150. Fino al lembo estremo di quella (dell'Europa), dove è posto Costantinopoli. Tass. Ger. 15. 9. (M.) Appena ha tocco la mirabil nave Della marina, allor turbata, il lembo, Che spariscon le nubi.

4. Dare o Porre il lembo, o il lembuccio in mano altrui vale Licenziarlo, Torselo d'attorno. Malm. 3. 30. (C) E in man d'Enea posero il lembuccio, Ond'ei fuggì col padre a cavalluccio.

5. T. Estremità, Piccola parte. Nessun lembo di terra. – Il Trentino, lembo d'Italia, ma Italia. – Lembo superiore dell'inferno (onde il senso di Limbo).

6. (Bot.) Dinota generalmente la parte spianata ed orizzontale di un organo qualunque della pianta, ed in particolare la parte del calice, della corolla o del perigonio ch'è libera aperta, e la quale non fa parte del tubo come nel gelsomino, nel lilà. (Mt.)

7. (Agr.) [Bor.] Non tutti gli spazi lasciati sodi dall'aratro, ma sì soltanto quelli lunghi e stretti che trovansi sul margine del campo o sui cigli del fosso.

Trinc. Agric. 1. 239. (Gh.) Si lavora coll'aratro grande che faccia il solco largo due palmi e mezzo all'incirca, compresovi il lembo o sia ciglio,… Lembus, aureo lat.

8. (Astr.) V. LIMBO.

[Cont.] Si usa più sovente Lembo. Danti, Astrol. 28. L'orlo che circonda la faccia, si chiama lembo o fascia, diviso in 360 gradi secondo la divisione di tutti i cerchi del cielo: ed in questa fascia, o lembo sono distinte le 24 ore del giorno naturale. E 52. La linea della fiducia ti mostrerà nel lembo li gradi dell'altezza di detta stella. Cr. B. Naut. med. III. 329. Cerchio diviso in più lembi, ed ogni lembo in 19 caselle. E 330. Il settimo ed ottavo lembo, che sono gli ultimi verso il centro, mostrano dopo il 2200 per molti anni futuri l'epatta.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: leibniziana, leibniziane, leibniziani, leibniziano, leitmotiv, lek, lembi « lembo » lemma, lemmario, lemmatica, lemmatiche, lemmatici, lemmatico, lemmatizza
Parole di cinque lettere: lembi « lembo » lemma
Vocabolario inverso (per trovare le rime): coliambo, periambo, coriambo, mambo, ditirambo, strambo, sghembo « lembo (obmel) » nembo, cumulonembo, stratonembo, grembo, arrembo, arrembò, bimbo
Indice parole che: iniziano con L, con LE, iniziano con LEM, finiscono con O

Commenti sulla voce «lembo» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze