Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «onorare», il significato, curiosità, coniugazione del verbo, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Onorare

Verbo
Onorare è un verbo della 1ª coniugazione. È un verbo regolare, transitivo. Ha come ausiliare avere. Il participio passato è onorato. Il gerundio è onorando. Il participio presente è onorante. Vedi: coniugazione del verbo onorare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola onorare è formata da sette lettere, quattro vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: o-no-rà-re. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: onorerà (scambio di vocali).
onorare si può ottenere combinando le lettere di: oro + [nera, rane, rena]; orno + [era, rea]; [ero, ore, reo] + [arno, orna]; erro + ano; [neo, noè] + raro; nero + aro.
Componendo le lettere di onorare con quelle di un'altra parola si ottiene: +[dan, dna] = adoreranno; +tai = aerotraino; +cra = arrecarono; +cct = contorcerà; +tic = coronarite; +doc = decorarono; +gli = elargirono; +[sui, usi] = esaurirono; +sto = esortarono; +psi = espirarono; +cin = incerarono; +cin = incoronare; +cin = incoronerà; +cip = incorporea; +pus = neurospora; +ben = obereranno; +don = odoreranno; +sos = onorassero; +non = onoreranno; +tai = oratoriane; +gap = paragonerò; ...
Vedi anche: Anagrammi per onorare
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: odorare, onerare, onorari, onorate.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: onore.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: onorarie.
Parole con "onorare"
Finiscono con "onorare": disonorare.
Parole contenute in "onorare"
are, ora, rare, onora, orare. Contenute all'inverso: aro, era, raro.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "onorare" si può ottenere dalle seguenti coppie: onorai/ire, onorata/tare.
Usando "onorare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: buonora * = bure; tuono * = turare; cedono * = cedrare; * areata = onorata; * areate = onorate; * areati = onorati; * areato = onorato; colon * = colorare; logon * = logorare; mio * = minorare; * rendo = onorando; * resse = onorasse; * ressi = onorassi; * reste = onoraste; * resti = onorasti; pigo * = pignorare; incastono * = incastrare; * ressero = onorassero.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "onorare" si può ottenere dalle seguenti coppie: onda/adorare, onore/errare, onorerà/areare, onorata/atre, onorato/otre.
Usando "onorare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: bearono * = bere; negarono * = negre; spiarono * = spire; cantarono * = cantre; destarono * = destre; scoparono * = scopre; allegarono * = allegre; marciarono * = marcire; * erta = onorata; * erte = onorate; * erti = onorati; * erto = onorato; scoprono * = scopare; accorrono * = accorare; decorrono * = decorare; marcirono * = marciare; perno * = perorare; questuarono * = questure; affino * = affiorare.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "onorare" si può ottenere dalle seguenti coppie: onora/area, onorata/areata, onorate/areate, onorati/areati, onorato/areato, onore/aree, onorai/rei, onorando/rendo, onorasse/resse, onorassero/ressero, onorassi/ressi, onoraste/reste, onorasti/resti, onorate/rete, onorati/reti, don/dorare, fon/forare, logon/logorare, colon/colorare.
Usando "onorare" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: turare * = tuono; cedrare * = cedono; bure * = buonora; incastrare * = incastono.
Sciarade incatenate
La parola "onorare" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: onora+are, onora+rare, onora+orare.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "onorare" (*) con un'altra parola si può ottenere: metto * = monoreattore.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "onorare"
»» Vedi anche la pagina frasi con onorare per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Sono andato al cimitero comunale per onorare i defunti.
  • Occorre onorare i genitori, dice la parola di Cristo.
  • Un uomo degno di rispetto deve saper onorare gli impegni assunti.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Adorare, Onorare, Riverire, Venerare - Si adora solamente la divinità, pregandola con orazioni e facendo atti di devozione. Si onora con parole o con dimostrazioni esteriori l'uomo costituito in alta dignità, o famoso per nobili imprese. La Riverenza è verso persone a noi molto superiori di grado, e cospicue per dottrina, per virtù, per famose imprese; e questo Onorare e Riverire si riferisce anche a Dio e ai Santi. Il Venerare è proprio solo di Dio e dei Santi; e quando si dice che veneriamo, che adoriamo una persona, facciamo iperbole. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Onorare, Render onore, Far onore, Riverire, Venerare, Rispettare, Adorare - Onorare è atto interno della mente, e fors'anche un po' del cuore; rendere onore, far onore, sono atti esterni, manifestazioni dell'interno sentimento; si rende onore a chi lo merita, a chi va; è un debito o un dovere: si fa onore a chi ci piace di così ricevere, incontrare, accompagnare; è una prova d'amicizia, di benevolenza, di rispetto: render onore è per lo più da minore a maggiore, o fra eguali per atto di cortesia; far onore può anche il maggiore al minore secondo il merito, ed è giustizia ed opportuno incoraggiamento. Riverire è atto di onorificenza verso persona maggiore di noi per qualsiasi titolo, e si presta per lo più nell'incontrarla e nell'accommiatarsi da lei; da qui le riverenze più o meno profonde: però il «distintamente la o vi riverisco» è frase che finisce molte lettere ove non si vogliano o debbano spendere molte parole in complimenti. Il rispetto, quando riflette persone, è sentimento tutto cordiale che non esclude la benevolenza, che anzi da quella proviene se ha da essere sincero; si manifesta cogli atti debiti, non esagerati, non clamorosi: si rispettano i genitori e i maggiori parenti; le persone assennate in genere, e in ispecie se superiori a noi direttamente: quando riflette le cose è atto di giustizia o di prudenza: rispetto alle leggi, ai magistrati; si rispettano le convenienze, le consuetudini e perfino le debolezze, i pregiudizii delle persone, dei paesi, perchè inutile e pericoloso sarebbe il contraddire a quelle. Venerare, asceticamente, la Madonna, i Santi; adorare, Dio solo. Per estensione e qualche volta per esagerazione diconsi venerate, venerabili, venerande, e così adorate, adorabili persone e cose che in effetto sono tutt'altro, ma così vuole il mondo: e si contentasse di parole sempre! [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Onorare - V. a. Fare onore, Rendere onore, ossequio. (Fanf.) Aur. lat. Bocc. Nov. 8. g. 2. (C) Oltre a questo, onorò il Re molto Giachetto. E nov. 4. g. 3. Ma perciocchè tu sei mio amico, ed ha'mi onorato molto… E nov. 10. g. 10. Essi l'avrebber per donna, e onorerebbonla in tutte cose, siccome donna.Dant. Inf. 4. Onorate l'altissimo poeta. E Par. 16. La casa di che nacque il vostro fleto… Era onorata essa, e' suoi consorti. Firenz. Op. 1. 108. (Gh.) Era… in capo a quelle praterie una gran caverna, entro alla quale si raccoglievan tutti li animali di quella foresta, perciocchè il lione, il quale eglino onoravano per Re, aveva quivi il suo palazzo reale.

[G.M.] Di Dio. Segner. Crist. Instr. 1. 12. Dobbiamo in primo luogo onorare la sua Divina Maestà. E: Giudicate voi se sarà povera la terra per onorare condegnamente il Creatore dell'universo! E: Nella santa Messa, nella quale Iddio è onorato quant'Egli merita, mentre è onorato dal medesimo Dio, cioè dire, da Gesù Cristo.

E colla giunta del secondo caso. Gr. S. Gir. 26. (M.) Questo popolo mi onora delle labbra, ma i ioro cuori sono lungi da me. [Laz.] Coll. SS. PP. 21. 1. Onora Dio delle tue giuste fatiche, e falli sacrificio dei frutti della tua giustizia.

2. Per Acquistare fama, onore a checchessia. Petr. Son. 154. (C) O del Pastor, che ancor Mantova onora. Dant. Inf. 2. (M.) Fidandomi nel tuo parlar onesto, Che onora te, e quei che udito l'hanno. Petr. Canz. 1. 9. part. I. Alzando lei, che ne' miei detti onoro.

3. Per Adorare, Prestar culto. Dant. Par. 8. (C) Le genti antiche nell'antico errore… Dïone onoravano, e Cupido.

4. Onorare alcuno di un canonicato, o sim., vale Crearlo canonico, o sim. Segn. Pros. Fior. 4. 3. 297. (Man.) V. S. Ill. averà colle lettere di Roma sentito con che forme straordinarie onorificentissime Nostro Sig. abbia onorato il sig. Ridolfi d'un canonicato di Santa Maria in Via Lata.

5. Onorare, dicesi anche della pompa che si fa a' defunti. Bocc. Intr. (C) Nè erano perciò questi da alcuna lagrima, o lume, o compagnia onorati.

6. Dicesi altresì del trattar bene a mensa alcuno. Bocc. Nov. 9. g. 10. (C) Seco stesso si dolea che di compagni, e di più solenne convito quella sera non gli poteva onorare. E nov. 9. g. 5. (M.) Niuna cosa trovandosi, di che poter onorare la donna.

7. N. pass. Pregiarsi, Farsi merito, Gloriarsi. Segr. Fior. Pr. 9. (M.) Nelle prosperità te ne onori (dei Grandi), e nelle avversità non hai da temere.[G.M.] E Stor. fior. l. V. I Genovesi, veggendo come il duca, senza aver loro rispetto, aveva liberato il re, e che quello dei pericoli e delle spese loro si era onorato…, tutti si disdegnarono contro a quello. = Varch. Err. Giov. 34. (M.) Non che egli dicesse quelle parole… s'onorava molto del gonfaloneratico del cognato. Dav. Acc. Sil. c. 8. Così volendo il Travagliato del mio paragone onorarsi, cercò ch'io gli succedessi. Car. Lett. 2. 24. Io ne ho fatto pochi (de' versi) e non a questo fine d'onorarmene.

8. Onorarsi di checchessia, per Trarre onore da checchessia. Castigl. Corteg. 2. 152. (Man.) Il nostro Cortegiano, se in qualche cosa, oltra all'arme, si troverà eccellente, se ne vaglia, e se ne onori di tutto buon modo. E 2. 141. Non mostri (la Cortegiana), inettamente di saper quello che non sa, ma con modestia cerchi d'onorarsi di quello che sa. Bentiv. Lett. p. 96. (Gh.) E dall'annessa lettera (potrà vedere) quanto s'onori il sig. Cardinal Borghese dell'officio che V. M. s'è compiaciuta pur anche di passar seco nella stessa materia. Segni, Edip. 100. Io per me d'esser figlio di fortuna Non ho in dispregio, anzi m'onoro e vanto Di sì possente e glorïosa madre.

Onorarsi di una cosa, per Valersene, Farsene uso. Giambull. Gell. 250. (Man.) La vostra lingua senza perder punto del suo, sa valersi benissimo di quello d'altrui, e onorarsene a' suoi bisogni. V. anco ONRARE.

[T.] Onorare è Riconoscere l'onore debito a pers. o a cose, renderlo in pensieri e in affetti e in parole e in fatti; ne' due ult. modi è Far onore, Farlo quando e l'onorato e l'onorante sian degni; ma non ogni onorare è in verità Far onore. D. Vit. Nuova. Era onorata e laudata. Si può Lodare senzaOnorare; anzi Il tristo onora il buono delle sue ingiurie meglio che delle lodi. Si può onorare senza lodare; anzi il silenzio è più piena lode talvolta e onoranza più riverente. Bocc. Nov. 7. g. 3. Niuna cosa fu mai tanto onorata, tanto esaltata, tanto magnificata. E anche qui si può l'una senza l'altra delle tre cose.

T. D. Conv. 76. Ciascuno profeta è meno onorato nella sua patria. Eccli. Molti mirarono in esso, e lo onorarono. Vang. Per essere onorati dagli uomini (gl'ipocriti fanno il bene). – I re lo onorarono. – Ma difficile che i re sappiano onorare, e possano.

T. Onorare co' titoli. – Egli onorava i suoi titoli, non era onorato da essi. Prov. Tosc. 60. Onora il buono perchè t'onori; onora il tristo perchè non ti disonori (sentenza pagana: Diis bonis ut faveant; diis malis ne noceant).

II. Degli atti esterni. T. Borgh. Orig. fior. Gli fu alla pratica per pubblico decreto donato un pennone, che era una piccola bandiera bislunga, e un modo d'onorare in que' tempi.

T. Bocc. Nov. 3. g. 10. Con festa, chiunque andava e veniva, facea ricevere e onorare. [Cors.] Tass. Dial. 1. 359. Quando aviene che ne l'ocasione d'alcun oste, che onori la sua casa, egli non possa onorare la sua cena con buoni vini. Varch. Stor. 16. 639. Richiese il vescovo che volesse andare di compagnia a onorare il figliuolo del pontefice. Allegr. 277. Io mi lamento Del non aver potuto al suo partire Per obbligo onorarlo e complimento.Prov. Tosc. 273. A' cattivi passi onora il compagno (fallo andare innanzi, e sta' a vedere come n'esce: prudenza comoda. Capp.)

T. Onorare di visita. – Ci onora della sua presenza. E l'una e l'altra, frase di cerimonia, che risica di parere iron.

† Frase di cerimonia per ell. T. Bellin. Lett. Malp. 246. Mi onori anche dell'intero titolo del libro delle osservazioni fatte dal microscopio da quell'Olandese, che io subito lo commetterò. Ora direbbero più spiattellato e non più elegante: Mi faccia l'onore di dirmi il titolo.

III. D'onore vero, e aff. a Gloria. T. Vang. Chi ministrerà a me, l'onorerà il Padre mio. [Pol.] Fior. S. Franc. cap. 43. Il detto frate Currado fu di sì religiosa vita, che Cristo benedetto l'onorò nella vita e nella morte di molti miracoli.

T. Religiosi che onorarono la Chiesa, l'Ordine. – Onorò le lettere coll'animo e coll'ingegno. – Onorò l'Italia colle opere.

T. Lavoro che onora l'arte.

IV. T. Onorare il nome, la memoria. – Onorare i morti. – Onorare il sepolcro.

T. Onorare di monumento.

V. Senso rel. T. Onorare Dio. Beda: Nel figliuolo onorasi il padre. B. Col. Lett. 201. Il Padre nostro ch'è nei cieli sia onorato in noi.

T. D. 3. 8. cit. al § 3.

[Pol.] Albertan. 1. 6. Onorare dèi Domeneddio della tua sostanza, e con usura l'avrai migliorata.

T. Cristo onorò lui nel cielo.

T. Onorare la martire. – Onorare il corpo dei martiri.

T. Vang. Onora tuo padre e tua madre. – Onorare i maestri.

VI. Cose, in quanto riguardano persone. Bocc. Nov. 1. g. 1. La domenica è troppo da onorare però che in così fatto dì risuscitò da morte a vita il nostro Signore. – Onorare i nomi diletti.

VII. Modi com. T. Meritamente onorare, Grandemente, Altamente. – Religiosamente onorare.

VIII. T. Col Di, più spedito che Con, e dice di più; perchè Con accenna al mezzo, Di più direttam. alla causa. Onorare di lagrime.

T. Onorare di benevolenza, d'affetto. – Ci onorano di fiducia. – M'onora della sua amicizia.

T. Quest'ult talvolta è modo di cerimonia, dove non c'entra sul serio nè amicizia nè onore. Così sovente, quando dicono Onoratemi della vostra attenzione. – M'onora di sue lettere. – Ci onora della sua presenza.

T. Onorare altri d'un incarico. – Incarico che mi onora.

IX. T. Il fare o il patire può essere onore a chi fa o a chi patisce. Prov. Tosc. 163. Un bel morir tutta la vita onora. – Lettera che onora chi scrive.

X. T. Onorare se stesso. Tolom. Lett. 2. 30. Certo a me sarà sommo piacere d'onorar me stesso facendo conto di lui.

XI. T. Rifl. Tenere a onore. – Nome di cui la patria si onora. – Gli studii di cui l'Italia s'onora. – Versi di cui tanto s'onora l'italiana letteratura.

T. Delle sue parole mi compiaccio e mi onoro. – Questa Società si onora dell'aunoverarlo fra' suoi.

T. Col Di e l'inf. sta bene ne' preced. es.; ma è inelegante come taluni dicono L'amicizia che mi onoro di professarvi. – La società ch'io mi onoro presiedere.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: onorammo, onorando, onorano, onorante, onoranti, onoranza, onoranze « onorare » onorari, onoraria, onorarie, onorario, onorarono, onorasse, onorassero
Parole di sette lettere: onorano « onorare » onorari
Lista Verbi: omologare, ondeggiare « onorare » opacizzare, operare
Vocabolario inverso (per trovare le rime): rammemorare, commemorare, dimorare, mormorare, ignorare, pignorare, minorare « onorare (erarono) » disonorare, assaporare, riassaporare, evaporare, svaporare, incorporare, scorporare
Indice parole che: iniziano con O, con ON, iniziano con ONO, finiscono con E

Commenti sulla voce «onorare» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze