Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «quiescenza», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Quiescenza

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Giochi di Parole
La parola quiescenza è formata da dieci lettere, cinque vocali e cinque consonanti.
Divisione in sillabe: quie-scèn-za. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
quiescenza si può ottenere combinando le lettere di: quiz + cesena; scienze + qua.
Componendo le lettere di quiescenza con quelle di un'altra parola si ottiene: +rom = microsequenza; +[lino, nilo, noli] = consequenziali; +[altino, latino, nilota, ...] = consequenzialità.
Vedi anche: Anagrammi per quiescenza
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: quiz, iena, esca, scena, senza, cena.
Parole con "quiescenza"
Finiscono con "quiescenza": acquiescenza.
Parole contenute in "quiescenza"
qui, esce. Contenute all'inverso: sei.
Frasi con "quiescenza"
»» Vedi anche la pagina frasi con quiescenza per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Quando andrò in quiescenza non avrò diritto alla pensione perché ho pochi anni lavorativi.
  • Federico è in stato di quiescenza dallo scorso mese.
  • Dopo tanti anni di duro lavoro, finalmente andrò in quiescenza e mi godrò un poco di riposo!
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Racchetare, Racquietare, Quetare, Quietare, Chetare, Acchetare, Acquietare; Quieto, Cheto, Posato; Quietanza, Quiescenza, Acquiescenza, Quietezza, Quietismo, Posatezza - Chetare è più del corpo e de' suoi moti; quietare, più dell'animo e delle passioni che lo sconvolgono; acchetare, più delle grida; quetare (neutro), più de' lamenti, e de' dolori che a lagnarci ci muovono; acquietare (attivo), più generale, e dei moti, e delle passioni, e dei sentimenti, e dei dolori: la carità e la logica, i benefizii e le soavi parole puonno fare di questi miracoli. Racchetare e racquietare sono o riproduzione o raddoppiamento dell'azione espressa dai verbi semplici da cui derivano: il mare, il vento si racchetano rimettendo del loro furore; un fanciullo piagnoloso o malaticcio si racquieta con una chicca, un frutto, un balocco qualunque. L'uomo sta cheto quando non parla, non grida o non fa altro rumore; è quieto quando l'animo suo posa tranquillo del presente e dell'avvenire; è posato quando o è stanco dalle agitazioni, o è maturo per l'età, o è assennato per criterio. Quietanza, che altri dice quiescenza, è termine commerciale, ed è equivalente di più speciale ricevuta; si mette dal negoziante o dal banchiere sulle cambiali di cui riceve l'importo, e dal mercante sulle parcelle che gli vengono pagate; è laconicamente così espressa: per quietanza, o (men bene) serve di quietanza, e poi la data e la firma; poche parole che valgono tant'oro. Quiescenza, che può scambiarsi con acquiescenza, vale a significare non il giusto scarico di un peso da cui altri si libera, ma quell'adattarsi alla prepotenza dell'uomo abusatore di sua forza o delle circostanze che non permettono si faccia altrimenti; quel ristare dall'opporsi con argomenti a sofisma o a capziosa ragione che senza persuadere ci chiude la bocca: quest'acquiescenza non è una sconfitta, ma una tregua. La quietezza è lo stato, o l'abitudine, o il carattere dell'uomo temperato e moderato ne' suoi voleri; la posatezza è lo stato, o l'abitudine, o il carattere di chi opera adagio e pensatamente: l'uomo posato non è sempre quieto internamente; molte volte non precipita appunto per essere ognora presente a se stesso; l'uomo di animo quieto non opera sempre posatamente, ma può alla tranquillità dell'animo accoppiare una certa vivacità e quel brio che viene dalla serenità della coscienza, dalla rettitudine de' pensieri e delle intenzioni. Il quietismo è, o era una specie di ottimismo o di apatia ascetica peccante e propendente forse alquanto a un certo fatalismo: il Fénélon, quel cuore così candido, quell'anima così ingenua che vedeva in Dio ogni bene, e nelle di lui opere un perfetto intendimento, se ne fece propugnatore, forse peccando per eccesso di zelo. [immagine]
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: questuo, questura, questure, quetzal, qui, quid, quiescente « quiescenza » quieta, quietai, quietamente, quietammo, quietando, quietano, quietante
Parole di dieci lettere: quiescente « quiescenza » quietanzai
Vocabolario inverso (per trovare le rime): acescenza, marcescenza, iridescenza, incandescenza, escandescenza, recrudescenza, turgescenza « quiescenza (aznecseiuq) » acquiescenza, alcalescenza, coalescenza, opalescenza, convalescenza, adolescenza, preadolescenza
Indice parole che: iniziano con Q, con QU, iniziano con QUI, finiscono con A

Commenti sulla voce «quiescenza» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2018 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze