Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «specchi», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Specchi

Foto taggate specchi

Meltin' forms

Foto 884316001

In mostra
Tag correlati: vetri, vetro, palazzo, finestre, grattacielo, specchio, geometrie, fotografo, vetrate, expo
Giochi di Parole
La parola specchi è formata da sette lettere, due vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: cc.
Divisione in sillabe: spèc-chi. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Componendo le lettere di specchi con quelle di un'altra parola si ottiene: +[neo, noè] = peschenoci; +lao = peschicola; +olé = peschicole; +ilo = peschicoli; +[era, rea] = picaresche; +[ari, ira, ria] = picareschi; +[sai, sia] = picchiasse; +tai = picchiaste; +ito = psicotiche; +[aro, ora] = scoperchia; +oro = scoperchio; +ara = spaccherai; +[are, era, rea] = spaccherei; +ife = specifiche; +ala = spelacchia; +din = spendicchi; +[ari, ira, ria] = spiccherai; +[eri, ire] = spiccherei; +tai = spicchiate; +oso = spocchiose; +[nati, tina] = pasticchine; +[erte, rete] = peccheresti; +cere = pescherecci; +odio = pidocchiose; ...
Vedi anche: Anagrammi per specchi
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: spacchi, spicchi, stecchi, svecchi.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: pecchi, secchi, spechi.
Altri scarti con resto non consecutivo: peci, eccì, echi.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: specchia, specchio.
Parole con "specchi"
Iniziano con "specchi": specchia, specchio, specchiai, specchiaia, specchiaie, specchiaio, specchiamo, specchiano, specchiata, specchiate, specchiati, specchiato, specchiera, specchiarci, specchiarmi, specchiarsi, specchiarti, specchiarvi, specchietti, specchietto, specchiatura, specchiature, specchiamenti, specchiamento.
Finiscono con "specchi": rispecchi.
Contengono "specchi": rispecchia, rispecchio, rispecchiò, rispecchiai, rispecchino, rispecchiamo, rispecchiano, rispecchiare, rispecchiata, rispecchiate, rispecchiati, rispecchiato, rispecchiava, rispecchiavi, rispecchiavo, rispecchierà, rispecchierò, rispecchiammo, rispecchiando, rispecchiante, rispecchianti, rispecchiarci, rispecchiarmi, rispecchiarsi, rispecchiarti, rispecchiarvi, rispecchiasse, rispecchiassi, rispecchiaste, rispecchiasti, ...
»» Vedi parole che contengono specchi per la lista completa
Parole contenute in "specchi"
chi, pecchi.
Incastri
Inserito nella parola ria dà RIspecchiA; in rio dà RIspecchiO; in riai dà RIspecchiAI; in riamo dà RIspecchiAMO; in riandò dà RIspecchiANDO; in riarmi dà RIspecchiARMI; in riarsi dà RIspecchiARSI.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "specchi" si può ottenere dalle seguenti coppie: spechi/chicchi, speco/cocchi, spedirò/dirocchi, spedisse/dissecchi, sperano/ranocchi, speri/ricchi, spero/rocchi, spesa/sacchi, spese/secchi.
Usando "specchi" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cispe * = cicchi; vespe * = vecchi.
Lucchetti Alterni
Usando "specchi" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: cicchi * = cispe; * ricchi = speri; * rocchi = spero; * sacchi = spesa; speco * = cocchi; * chicchi = spechi; spechi * = chicchi; * dirocchi = spedirò; * ranocchi = sperano.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "specchi" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ara = sparecchia; * aro = sparecchio; * lao = spelacchio; * arai = sparecchiai; * arno = sparecchino; * arano = sparecchiano; * arare = sparecchiare; * arata = sparecchiata; * arate = sparecchiate; * arati = sparecchiati; * arato = sparecchiato; * arava = sparecchiava; * aravi = sparecchiavi; * aravo = sparecchiavo; * arerà = sparecchierà; * arerò = sparecchierò; * arammo = sparecchiammo; * arando = sparecchiando; * arante = sparecchiante; * aranti = sparecchianti; ...
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "specchi"
»» Vedi anche la pagina frasi con specchi per una lista di esempi.
Libri
  • Caffè specchi (Scritto da: Giuliana Morandini; Anno 1983)
  • La bella degli specchi (Scritto da: Mario Tobino; Anno 1976)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Specchi sopra i caminetti - Di questa elegante usanza devesi l'origine a Roberto de Cotte, architetto nato in Parigi nel 1757. [immagine]
Specchi di latta - Correau da Brusselles ha inventato ai giorni nostri gli specchi di latta, che possono farsi della maggior dimensione, e producono nei giardini un effetto veramente magico. [immagine]
Specchi ustorj - Ad Archimede si attribuisce l'invenzione degli specchi ustorj, di cui fece uso tanto utilmente per incendiare la flotta dei Romani che assediavano Siracusa. Secondo la storia, Proclo si valse dello stesso mezzo all'assedio di Costantinopoli per abbruciare la flotta di Vitellio. Ai tempi nostri, Buffon ha provato che non si poteva porre alcun dubbio sugli effetti di un simile specchio, per quante paressero sorprendenti, giacchè quello da lui composto di cento sessantotto specchietti piani produce un calore assai considerevole per accendere la legna a distanza di cento braccia, struggere il piombo da sessanta braccia e l'argento da venticinque. [immagine]
Specchi (in generale) - La natura somministrò agli uomini i primi specchi. Il cristallo delle acque secondò il loro amor proprio; e su questa idea eglino cercarono i mezzi di moltiplicare la propria immagine. I primi fatti artificiali furono di metallo. N'esisteva l'uso in Egitto sino dalla più remota antichità. «Non si può dubitarne (dice Goguet) quando si vede a qual segno erano comuni fra gli Ebrei nel deserto. Mosè dice che si fece il bacino di bronzo destinato alle abluzioni con gli specchi offerti dalle donne che vegliavano alla porta del tabernacolo. Tanta quantità non poteva venire che dall'Egitto.»

Osservisi che in allora gli specchi non erano di vetro, o s'ignorasse l'arte di fare i cristalli, o non si sapesse il segreto di stagnarli. Quegli degli Egiziani, come sentiamo dallo squarcio su citato, erano di bronzo fuso e lustrato. Anche oggidì in Oriente, sono quasi tutti di metallo, e se ve n'ha qualcuno di cristallo, è portato dagli Europei. Oltre al bronzo, vi si impiegò pure lo stagno ed il ferro pulimentato; dipoi se ne fabbricarono di un miscuglio di bronzo e stagno. Quelli fatti a Brindisi furono lungo tempo considerati pei migliori di tal genere; ma in seguito si preferirono quei d'argento, di cui fu inventore Prasitele contemporaneo di Pompeo. E' ignota l'epoca nella quale gli antichi cominciarono a fare specchi di cristallo: solo si sa che dalle fabbriche di cristallami di Sidonia uscirono i primi di tal materia. Gli antichi avevano conosciuto pure una sorta di specchio, ch'era di un cristallo chiamato da Plinio Obsidio pel nome di Obsidio che lo aveva scoperto in Egitto; ma non può darglisi acconciamente il nome di cristallo: la roba che vi s'impiegava era nerissima e presentava le immagini molto imperfette.

L'invenzione degli specchi di cristallo soffiati deve aver preceduto d'assai il secolo decimoterzo, poichè gli autori tedeschi di quel tempo ne parlano come di cosa notissima. Corrado di Wurtzbourg dice pure che si fabbricavano di ceneri. Quindi male a proposito i Veneziani pretenderebbero essere stati i soli nel secolo XIII a possedere questo segreto.

In detto secolo soltanto Beckmann trova la prima menzione degli specchi stagnati.

John Peckham, frate francescano inglese, che insegnò in Oxford, Parigi e Roma, scrisse nel 1272 un trattato d'ottica. Egli vi discorre di specchi di vetro foderati di piombo, ed osserva che questi non riflettevano quando vi si toglieva il piombo.

Attualmente non si fa uso degli specchi di metallo se non pei telescopj e per alcuni istrumenti di fisica. [immagine]
Specchi nelle carrozze - Questo uso, dall'Italia introdottosi in Francia fu ivi recato da Bassompierre. [immagine]
Specchi - L'arte di fare specchi nacque nella città di Venezia, la quale per lunga pezza fu sola in grado di provvederne tutta l'Europa. Il gran Colbert tolse ad essa questo vantaggio: v'erano nella fabbrica di quella repubblica molti lavoranti francesi; il detto ministro li richiamò a forza di promesse, e li ritenne a furia di danaro. [immagine]
Specchi segreti - Col nome francese di glaces discretes si sono acconciamente indicati certi nuovi specchi atti a mettersi alle carrozze, alle stanze da bagni, alle finestre esposte troppo in vista; hanno essi il vantaggio di lasciare scorgere tutto ciò che accade fuori, senza che si possa esser veduti. L'industria che vi s'impiega consiste nel tracciarvi delle losanghe in modo che una parte dello specchio essendo appannata e non lucida, non resti più altro che piccoli quadrati trasparenti, a traverso ai quali si distinguono chiaramente gli oggetti. Tali specchi sono stati immaginati nel 1769 dal de Bernieres controllore di acque e strade. [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Specchi ustorj - Pochi avvenimenti più celebri dell'assedio di Siracusa si trovano nell'antichità, dove Archimede coi soli artificj e compensi del proprio ingegno tenne sì lungo tempo a bada e in iscacco la Romana possanza, e ne sconcertò le misure: tra gli altri modi di difesa trovò, per quanto assicurasi, quello d'incendiare la Flotta Romana col mezzo degli Specchi ustorj, che egli stesso scoperse. Ciò viene accertato positivamente da Galiano, Dione, Zonara, ed alcuni altri: ma certi Autori d'una grande autorità, come sarebbero Diodoro Siculo, Polibio, e Tito Livio, convenendo del fatto dell'incendio de' Vascelli, non fanno menzione veruna di tali Specchi. Il silenzio degli ultimi su questa particolar circostanza favorisce il sentimento di quelli, che la tengono per favolosa; sentimento altronde fondato su i principj della Catottrica, mediante i quali se ne dimostra l'impossibilità indubitata coi Specchi sferici concavi a differenza dei poliedri. Ecco pertanto come si tenta di conciliare le differenti opinioni su tal proposito. Non vi ha dubbio che le Macchine degli Antichi lanciassero molto lungi dall'alto delle mura pietre del peso di 250. Libbre ciascuna su gli assedianti, egualmente che globi enormi di fuoco d'artifizio (V. Fuoco Greco), come si può ancora lanciare difatto più granate in una volta e anco bombe per mezzo d'una leva messa in bilico.

Queste Macchine e quelli, che le facevano agire, erano a coperto dietro le mura; e per assicurarsi della lor mira, e della portata delle lor palle di fuoco artifiziato inalzavano in aria alcuni Specchi piani di metallo, che resistevano alle freccie degl'inimici; e siccome in uno Specchio non si può vedere alcuno senza esservi a un tempo veduti, i nemici scorgevano subito questi fuochi negli Specchi, ond'è che si è creduto dipoi che questi fuochi divoranti, che cadevano sulle navi, non fossero che i raggi ed il fuoco del Sole, che riflettevano quegli Specchi. (V. la Dissertaz. del Sig. Comiares sugli Specchi ustorj, e il Mercurio del Giug. 1681.).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: spazzolò, spazzolo, spazzolone, spazzoloni, speaker, speakeraggi, speakeraggio « specchi » specchia, specchiai, specchiaia, specchiaie, specchiaio, specchiamenti, specchiamento
Parole di sette lettere: speaker « specchi » special
Vocabolario inverso (per trovare le rime): lecchi, salamelecchi, lanzichenecchi, pennecchi, sonnecchi, cernecchi, pecchi « specchi (ihcceps) » rispecchi, parecchi, apparecchi, riapparecchi, elettroapparecchi, sparecchi, orecchi
Indice parole che: iniziano con S, con SP, parole che iniziano con SPE, finiscono con I

Commenti sulla voce «specchi» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2021 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze