Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «strega», il significato, curiosità, forma del verbo «stregare» sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Strega

Forma verbale
Strega è una forma del verbo stregare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di stregare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Articoli interessanti e pagine web
Almanacco: Al cinema il mistero della strega di Blair

Foto taggate strega

La strega

Befana

maschera di cartapesta
Giochi di Parole
La parola strega è formata da sei lettere, due vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: stré-ga. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: strage (scambio di vocali).
strega si può ottenere combinando le lettere di: ter + gas.
Componendo le lettere di strega con quelle di un'altra parola si ottiene: +boa = abrogaste; +[agi, gai, già] = aggiraste; +noi = agrestino; +[dio, odi] = agrostide; +uno = angosture; +ani = arginaste; +sue = assurgete; +caì = castigare; +[ciò, coi] = cogestirà; +due = degustare; +due = degusterà; +ode = derogaste; +[dio, odi] = derogasti; +ceo = ecostrage; +[ciò, coi] = ecostragi; +[ile, lei] = elargiste; +ili = elargisti; +mie = emigraste; +pii = epigastri; +ilo = ergastoli; +aie = esagerati; +aie = esagitare; ...
Vedi anche: Anagrammi per strega
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: sfrega, strego, strema.
Scarti
Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: tea.
Altri scarti con resto non consecutivo: sega.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: ostrega, stregai, stregua.
Parole con "strega"
Iniziano con "strega": stregai, stregano, stregare, stregata, stregate, stregati, stregato, stregava, stregavi, stregavo, stregacce, stregammo, stregando, stregante, streganti, stregasse, stregassi, stregaste, stregasti, stregaccia, stregarono, stregavamo, stregavano, stregavate, stregamenti, stregamento, stregassero, stregassimo.
Finiscono con "strega": ostrega.
»» Vedi parole che contengono strega per la lista completa
Parole contenute in "strega"
tre.
Incastri
Inserendo al suo interno oneri si ha STREGoneriA.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "strega" si può ottenere dalle seguenti coppie: strema/maga.
Usando "strega" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: mastre * = maga; vostre * = voga; piastre * = piaga; * ahi = streghi; * gassa = stressa; * gatta = stretta; * gatte = strette; * gatti = stretti; * gatto = stretto; * aoni = stregoni; * gassata = stressata; * gassate = stressate; * gassati = stressati; * gassato = stressato; * gattina = strettina; * gattine = strettine; * gattini = strettini; * gattino = strettino.
Lucchetti Riflessi
Scartando le parti in comune (in coda e il riflesso in capo), "strega" si può ottenere dalle seguenti coppie: strip/piega.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "strega" si può ottenere dalle seguenti coppie: test/regate, lastre/gala.
Usando "strega" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * lastre = gala; regate * = test; gala * = lastre; * test = regate.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "strega" si può ottenere dalle seguenti coppie: stressa/gassa, stressata/gassata, stressate/gassate, stressati/gassati, stressato/gassato, stretta/gatta, strette/gatte, stretti/gatti, strettina/gattina, strettine/gattine, strettini/gattini, strettino/gattino, stretto/gatto.
Usando "strega" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: maga * = mastre; * maga = strema; voga * = vostre; piaga * = piastre; * anoa = stregano; * area = stregare; * atea = stregate.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "strega"
»» Vedi anche la pagina frasi con strega per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Nel mio paese, l'ultimo giorno di ottobre, c'è la festa della strega e tutti, grandi e piccini, si vestono con abiti idonei e si fanno giochi.
  • Ho avuto poche volte il cosiddetto "colpo della strega", ma quelle volte... che dolori!
  • Ho incontrato una vecchiaccia che sembrava davvero una strega!
Libri
  • La strega innamorata (Scritto da: Pasquale Festa Campanile; Anno 1986)
  • Le cronache di Narnia: Il leone, la strega e l'armadio (Scritto da: Clive Staples Lewis; Anno 1950)
Titoli di Film
  • The Blair Witch Project - Il mistero della strega di Blair (Regia di Daniel Myrick ed Eduardo Sanchez; Anno 1999)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
»» Vedi tutte le definizioni
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Moccolo, Moccolino, Moccoletti, Cerino, Stoppino, Strega - Moccolo è candeletta sottile, e specialmente si chiama così quando n'è già arsa una parte. - Moccolino è ancor più sottile. - Moccoletto è nome speciale di quei pezzi di cerino che si accendono dopo caduto il sole la sera dell'ultimo corso di carnevale, e il divertimento maggiore è quello di cercare di spegnere ai passanti il loro moccoletto, e così reciprocamente, ecc. Famoso il corso o festa dei moccoletti a Roma. - Cerino è lungo filo di bambagia a tre capi, sul quale è distesa cera, o bianca o gialla, a più strati; e poi se ne fa o pani o matasse, per servirsene ad andare la sera dall'una stanza all'altra, per accender lumi, e simili. - Stoppino è propriamente lo stesso filo di bambagia, passato una sola volta per la cera strutta; e che avvoltolato in cima a una canna, si adopra per accendere le candele degli altari, o altri lumi collocati in alto. - [La strega è una specie di stoppino ordinario che si fa con un lucignolo sottile coperto di poca cera a uso d'accendere le candele nelle chiese. Generalmente i sagrestani se la fanno da sè immergendo il lucignolo negli avanzaticci e ne' colaticci della cera fatti struggere al fuoco in un vaso purchessia. G. F.] [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Strega - S. f. Colei che, secondo la credenza de' tempi d'ignoranza, aveva potere d'operare maleficii, e interveniva a de' conciliaboli notturni. Strix, in Fest. Lat. barb. Stria, Striga. Gr. Στρίξ Dant. Purg. 19. (C) Vedesti, disse, quella antica strega, Che sola sovra noi omai si piagne? But. ivi: Chiamala strega, imperocchè li volgari dicono che le streghe son femmine che si trasmutano in forma d'animali, e succhiano lo sangue a' fanciulli, e, secondo alquanti, lo mangiano, e poi lo rifanno. Filoc. 5. 165. Insieme con carne d'infamate streghe, e di testicoli di lupo. Dittam. 1. 4. Sì come presso fui a quella strega, Vidi la faccia sua livida e smorta. Pass. 347. Qual dice che vede morti e favella con loro, e che va di notte in tregenda con le streghe. T. Tass. Ger. 13. 4. Qui s'adunan le streghe, ed il suo vago Con ciascuna di lor notturno viene. [Pol.] Fortig. Ricciard. 16. 85. Qual pallone Gonfia la strega, ovver come otricello. [G.M.] Segner. Crist. instr. 1. 13. La madre seguita a piangere amaramente, mormora del medico, incolpa la strega.

2. T. Detto per dispr. a Donna segnatam. vecchia. Quella strega. Trista, Brutta strega. [G.M.] Baldovin. Compon. dramm. Dov'è ella la strega? – Oh streghe pettinate, oh sudice carogne!

3. T. Di donna avara. Una strega, tutta interesse. – Per avida e strega la conosceva.

4. T. Di persona secca. Secco come una strega. – Secca che pare una strega.

T. E con enf. Par poppato dalle streghe (secchissimo).

5. Darsi alle streghe, vale Disperarsi. Pataff. 8. (C) Che io non mi darò mai più alle streghe. Fir. Trin. 3. 3. Ha saputo che ella è innamorata d'Uguccione, e che ella non lo vuol vedere, e dàssi alle streghe. E 4. 1. Il padron mio, si darà alle streghe, se non mi trova. Varch. Ercol. 55. Se continova nella stizza, e mostra segni di non volere o non potere star forte, e aver pazienza, si dice:…, egli è disperato, e' si vuole sbattezzare, dare alle streghe.

6. Strega, chiamano in Firenze Due lucignoli coperti di poca cera, ritorti insieme, di cui si servono per accendere i lumi posti in alto. (Man.)

7. [G.M.] Punto a strega. (Term. delle cucitore.) Il punto a strega è punto obliquo, traversato da un altro punto, così che poi tutt'insieme pigliano la forma di un piccolo cancello.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: strazino, straziò, strazio, strazza, strazze, streaking, streaming « strega » stregacce, stregaccia, stregai, stregamenti, stregamento, stregammo, stregando
Parole di sei lettere: strazi « strega » strego
Vocabolario inverso (per trovare le rime): segrega, aggrega, riaggrega, disaggrega, congrega, disgrega, prega « strega (agerts) » ostrega, sega, mezzasega, risega, motosega, stratega, bottega
Indice parole che: iniziano con S, con ST, parole che iniziano con STR, finiscono con A

Commenti sulla voce «strega» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2020 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze