Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «tenerezza», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Tenerezza

Parole Collegate
»» Sinonimi e contrari di tenerezza (morbidezza, delicatezza, mollezza, cedevolezza, ...)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola tenerezza è formata da nove lettere, quattro vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz. Lettera maggiormente presente: e (tre).
Divisione in sillabe: te-ne-réz-za. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
tenerezza si può ottenere combinando le lettere di: terze + zane; [ente, neet] + razze; rene + tazze; terne + azze.
Componendo le lettere di tenerezza con quelle di un'altra parola si ottiene: +[ila, lai] = analizzerete; +dio = anodizzerete; +[nas, san] = azzannereste; +gin = energizzante; +rii = eternizzerai; +pod = ponderatezze; +[lias, lisa, sali, ...] = analizzereste; +[asti, sita, stai, ...] = anestetizzare; +[asti, sita, stai, ...] = anestetizzerà; +[osti, sito, tosi] = anestetizzerò; +[dosi, sodi] = anodizzereste; +riai = arianizzerete; +[miro, mori, rimo] = armonizzerete; +[albi, balì] = banalizzerete; +[alci, cali] = canalizzerete; +[coni, noci] = canonizzerete; +tilt = elettrizzante; +[vagì, viga] = energizzavate; +fimo = enfatizzeremo; +feti = enfatizzerete; +vita = eternizzavate; +puoi = europeizzante; +fili = finalizzerete; ...
Vedi anche: Anagrammi per tenerezza
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: tenerezze.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: tenera, terza, nera.
Parole contenute in "tenerezza"
ere, nere, tener, tenere. Contenute all'inverso: azze, rene.
Lucchetti
Usando "tenerezza" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: ritenere * = rizza; catene * = carezza.
Lucchetti Alterni
Usando "tenerezza" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: carezza * = catene; rizza * = ritenere.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "tenerezza"
»» Vedi anche le pagine frasi con tenerezza e canzoni con tenerezza per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • I neonati suscitano sempre un moto di tenerezza nei loro confronti.
  • La tenerezza che ti trasmettono i bambini ti rimane nell'anima.
  • Gli amanti si salutarono scambiandosi uno sguardo di infinita tenerezza.
Libri
  • Senza perdere la tenerezza (Scritto da: Paco Ignacio Taibo II; Anno 1998)
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Amore, Tenerezza, Cordialità, Svisceratezza - Amore è passione ed affetto: detto assolutamente, è quell'attrazione che sente un individuo di un sesso per uno dell'altro; relativamente a certe determinate circostanze, amore è qualunque affetto veemente ma ordinato verso persona, o cosa, o ente anco di ragione: amore di Dio, amore paterno, materno, figliale: amore del giusto, del vero, del bello. Affetto, passione disordinata verso cosa vile, non direi amore. Tenerezza è disposizione del cuore ad affetto dolce, a tutto ciò che può piegare soavemente e commuovere; sorride al bene, compiange al male de' fratelli, e a tutti vorrebbe soccorrere e compatire. La cordialità è quel tenero sentimento verso le persone amate, che proprio parte dal cuore. Suol esprimere la veracità dell'affetto sì in bene che in male, onde si dice, e amare, e odiare cordialmente.

«Svisceratezza è più dei precedenti, è l'ultimo grado dell'amore; pare che accenni quella dolce commozione delle viscere che proviamo all'appressarsi di persona sommamente a noi cara; di affetti mondani dicesi quasi solamente: i genitori amano svisceratamente i figliuoli». Meini. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Tenerezza - S. f. Qualità di ciò che è tenero. Contrario di Durezza. Teneritas, in Plin. e Cic. – Pallad. Gen. 17. (C) Credesi che quella cenere procuri tenerezza. [Cont.] Dolce, Tratt. gemme, I. 7. Della durezza, o tenerezza delle pietre, overo gemme… sono durissime (alcune) parimente e chiare. E di questa maniera sono tutte le gemme, che non ammettono la lima. [Camp.] S. Greg. Mor. In quella tenerezza (del seme) era nascosa la sì dura fortezza di quello tronco. [Cors.] E 5. 12. Le radici delle spine sono tenere, e nientedimeno di tale tenerezza producono spine che pungono.

2. Pigliasi anche per Debolezza. Non com. – Coll. Ab. Isaac, cap. 20. (C) La detta virtude fa come la madre che insegna andare al fanciullo, la quale si dilunga da lui, e poi chiama il figliuolo; e quando egli vegnendo comincia a tremare per la tenerezza de' piedi, ed è in sul cadere, la madre corre, e portalo in braccio.

3. Trasl. Vit. S. Margh. 131. (C) O vana fanciulla, abbi misericordia della tua tenerezza; consenti a me, o adora i miei Iddii. Cron. Morell. 243. Avendo dall'altra parte rispetto alla tenerezza del giovane. Tass. Lett. 118. (Man.) Si può men difficilmente perdonare alla tenerezza degli anni. [Tav.] Fr. Giord. Pred. IV. Così nella infanzia, nella tenerezza, ogni forma che gli dai, piglia tosto. Vedi dunque che cosa è l'usanza da piccolo, da tenerezza. [Pol.] Bemb. Asol. l. 2. Vede le morbide guance, la loro tenerezza e bianchezza con quella del latte appreso rassomigliando.

4. Fig., per Affetto, Compassione, Amore. Bocc. Nov. 7. g. 2. (C) Da quello amore e da quella tenerezza, che io a lui tenuta son di portare, mossa…, mi ti feci palese. E nov. 8. g. 10. Tanta fu la tenerezza che nel cuor gli venne per la innocenza di questi due. Pallad. Al campo tuo non soprappor mai coltivatore a te congiunto di parentado o tenerezza d'amistade. Vit. SS. Pad. 1. 61. Le quali parole quelli udendo, cominciarono tutti con mirabile tenerezza a piagnere. Segner. Sent. Oraz. 8. (M.) Ed ho avuto in ciò gran chiarezza di cognizione, congiunta a tenerezza ed a lagrime ancora più dell'usato. [Camp.] Metam. XI. Ov'è la prima tenerezza (cura) che tu solevi avere di me? = Cas. Lett. Uom. ill. (Man.) Celebra medesimamente il valore di nostro Signore, etiam con tenerezza di lacrime.

[Pol.] F. Belc. Vit. B. Colomb. 35. Abbracciamoci tutti insieme con tenerezza di figliuoli. [Cors.] E Vit. Gesuat. c. 29. Alle quali parole Sacromoro coperse gli occhi suoi colle mani sue, in segno ch'e' non voleva udir tali parole, per non venire in tenerezza. T. Red. Lett. fam. 1. 184. Con vera tenerezza le do cento… baci. [G.M.] Segner. Mann. Ag. 16. Oh che parole, da farti scoppiare il cuore per tenerezza! E Quares. 13. 10. Quantunque lo amasse (un figlio) con una svisceratissima tenerezza, era nondimeno sì lungi dal volerlo arricchire per vie non giuste, che… [Pol.] Mont. Basvill. 2. Ma tenerezza e carità di moglie Vinta è da furia di maggior possanza.

T. Tenerezza è affetto soave, mesto talvolta, che in modo soave s'esprime. Ma c'è della tenerezza di mera cerimonia, e più l'affetta chi ha meno affetto. Coloro che son sempre teneri, o l'affetto non sentono, o lo sentono mollemente. Onde il plur. Tenerezze, Gli atti e le parole di tenerezza: Ha le tenerezze, Gli son venute le tenerezze, Va in tenerezze, Mi fa un monte di tenerezze. E per cel., e in senso di biasimo, Tenerume, Tenerumi. – Con tutto il suo tenerume quella donna non mi piace. – Quanti tenerumi nella educazione d'oggidì!

5. E fig., per Cura, Zelo. Non usit. – Bocc. Nov. 7. g. 8. (C) In lui t'ingegna di mettere tenerezza del tuo onore.

6. [Camp.] † Fig., per Fiacchezza. S. Greg. Mor. Per lo nome delle membra noi dovemo intendere la tenerezza delli uomini infermi…, i quali vengono a tanta disperazione…

7. Tenerezza di movenza. Term. de' Pittori. Dicesi di un tal piacevole piegamento delle parti del corpo nelle giunture delle membra, non facendole ritte e intirizzile se non dove richiede il caso, come nelle gambe che reggono il corpo, le quali hanno a star ritte come colonne: il torso parimente non istia diritto, ma giri sempre, e pieghi tanto o quanto, se già non ricercasse il contrario altro più principal obbligo. Baldin. Voc. Dis. 166. (M.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: tenenze, tener, tenera, teneramente, tenercelo, tenerci, tenere « tenerezza » tenerezze, teneri, tenerla, tenerle, tenerli, tenerlo, tenermi
Parole di nove lettere: tenercelo « tenerezza » tenerezze
Vocabolario inverso (per trovare le rime): amarezza, brezza, scabrezza, parabrezza, ebbrezza, leggerezza, fierezza « tenerezza (azzerenet) » interezza, grezza, agrezza, magrezza, allegrezza, prezza, deprezza
Indice parole che: iniziano con T, con TE, iniziano con TEN, finiscono con A

Commenti sulla voce «tenerezza» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze