Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «usura», il significato, curiosità, forma del verbo «usurare», sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Usura

Forma verbale
Usura è una forma del verbo usurare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di usurare.
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Wikipedia
Informazioni di base
La parola usura è formata da cinque lettere, tre vocali e due consonanti. Divisione in sillabe: u-sù-ra. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con usura per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Ogni parete della casa era soggetta ad un'usura costante per via dell'umidità.
  • A causa di un prestito concesso ad usura, spesso l'imprenditore è costretto a cedere l'attività.
  • Praticare l'usura è un reato odiosissimo, chi lo fa è un vero strozzino.
Citazioni da opere letterarie
L'amica geniale di Elena Ferrante (2011): «Quello ha fatto la guerra e ha ammazzato, quello ha manganellato e dato l'olio di ricino, quello ha denunciato un sacco di persone, quello ha affamato pure sua madre, in quella casa hanno torturato e ucciso, su questa pietra hanno marciato e fatto il saluto romano, a quest'angolo hanno bastonato, i soldi di questi vengono dalla fame di questi altri, questa automobile è stata comprata vendendo pane con la polvere di marmo e carne marcia alla borsa nera, quella macelleria è nata rubando rame e scassinando treni merci, dietro quel bar c'è la camorra, il contrabbando, l'usura».

Uno, nessuno e centomila di Luigi Pirandello (1926): poi, feroci domani, all'alba, quelle sue mani, sul palco. Perché anche un banchiere, me lo immagino perfettamente, passa dal dieci al venti e dal venti al quaranta per cento, man mano che cresce in paese con la disistima altrui la fama della sua usura, la quale peserà domani come un'onta sul suo figliuolo che ora non sa e si svaga dietro a strani pensieri, povero lusso di bontà, che davvero se lo meritava, ve lo dico io, quel sorriso di tenerezza, mezzo compatimento e mezzo derisione.

Colombi e sparvieri di Grazia Deledda (1912): — Quando si può lecitamente! O almeno senza far male agli altri. Ma.... quando non si può? Allora bisogna rassegnarsi, e pensare che Dio ci manda le tribolazioni, in questa vita, per compensarci nell'altra.... Ogni nostro dolore ci verrà ripagato al doppio, al triplo di gioia; è come se noi facessimo un prestito ad usura....
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per usura
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: userà, usure, usuri, usuro.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si può avere: sura.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si possono ottenere le parole: usurai, usurpa.
Parole con "usura"
Iniziano con "usura": usurai, usuraia, usuraie, usuraio, usurano, usurare, usurari, usurata, usurate, usurati, usurato, usurava, usuravi, usuravo, usurammo, usurando, usurante, usuranti, usuraria, usurarie, usurario, usurasse, usurassi, usuraste, usurasti, usurabile, usurabili, usurarono, usuravamo, usuravano, ...
Finiscono con "usura": chiusura, clausura, antiusura.
»» Vedi parole che contengono usura per la lista completa
Parole contenute in "usura"
sura.
Incastri
Inserendo al suo interno ari si ha USURariA; con per si ha USURperA (usurperà); con fruì si ha USUfruiRA (usufruirà).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "usura" si può ottenere dalle seguenti coppie: usa/aura, usufruì/fruirà.
Usando "usura" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * api = usurpi; visus * = visura; status * = statura; * aera = usurerà; * aero = usurerò; * aerai = usurerai; * aerei = usurerei; * aiate = usuriate; * apiate = usurpiate.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "usura" si può ottenere dalle seguenti coppie: pus/pura, visus/visura, status/statura.
Usando "usura" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * pia = usurpi; * poa = usurpo; * fruirà = usufruì; * anoa = usurano; * area = usurare; * aria = usurari; * atea = usurate; * paia = usurpai; * pavia = usurpavi.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "usura" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ai = usuaria; * pi = usurpai; * eri = usurerai; * peri = usurperai; * pite = usurpiate; formi * = fuormisura; * fruii = usufruirai; * prono = usurparono.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: Resta a chi vende l'usufrutto, Gretti come usurai, Asporta la parte usurata del parquet, I vistosi ricami delle giubbe degli ussari, Do ut __ , famosa espressione latina.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Usura - La legge del Vangelo proibisce d'imprestare ad usura. I concilj ed i papi insorsero pure fortemente contro tali prestiti. Furgault dice, che i Greci intendevano meglio d'ogni altro popolo l'arte di far profittare il loro danaro, e che presso di essi l'usura era portata ai maggiori eccessi. Lo impiegavano o dai banchieri o da altre persone al dodici per cento all'anno, o piuttosto a uno per cento ad ogni luna nuova; ma siccome le leggi di Solone non vietavano di richiedere il più forte interesse possibile, così si vedevano dei privati a ricavare dal danaro più di sedici per cento al mese; ed altri, specialmente tra il volgo, ad esigere per ciascun giorno un quarto del capitale. Se il debitore mancava di pagare alla scadenza, gli arretrati si accunulavano ogni dì, ed alla fine pareggiavano od anche sorpassavano il capitale. Allora il debitore, esauriti tutti i termini concessigli, era abbandonato a' suoi creditori, i quali sovente lo tenevano in carcere e coi ferri a' piedi. L'epoca delle scadenze era il dì primo di ogni mese, giorno della neomenia, cioè della luna nuova. I Greci lo chiamavano apophrada (disgraziato, che non si ardisce nominare). I primi Romani non ebbero leggi per regolare il prezzo dell'usura. Nell'anno 398 di Roma, i tribuni Duellio e Menenio fecero passare una legge, che riduceva gli interessi ad uno per cento all'anno. Questa è la legge che Tacito confonde con quella delle dodici tavole, ed è la prima fatta presso i Romani onde fissare la cifra dell'interesse. Dieci anni dopo quell'usura fu ridotta alla metà; ed in seguito si soppresse affatto; e se prestiamo fede ad alcuni autori che avea veduti Tito Livio, ciò avvenne sotto il consolato di C. Marzio Rutilio e di P. Servilio nell'anno 413 di Roma. Sotto Silla, L. Valerio Flacco fece una legge che permetteva l'interesse a tre per cento all'anno. [immagine]
Dizionario compendiato di antichità del 1821/1822
Usura - I Romani chiamavano Usura l'interesse del denaro, che prestavano, senza ripeterlo mai. Era tra loro un commercio come tra i Greci, che quantunque permesso non era meno ingiusto di per sè stesso, nè meno odioso ai Cittadini onorati. È uno strozzar l'uomo, diceva Catone, il prestargli ad usura. L'interesse il più comune era dell'uno per mese, ed in conseguenza il dodici per cento l'anno, in guisa che per poco che un Debitore si trovasse nell'impossibilità di pagare, i frutti si cumulavano in poco tempo; e ciò che portava al colmo l'ingiustizia si è che ordinariamente si esigeva l'anatocismo vale a dire il frutto de' frutti o il frutto e rifrutto. Si può vedere nell'Articolo Imprestiti con qual rigore i Greci e i Romani trattassero i lor Debitori. Questo fu spinto in Roma tant'oltre che fu obbligato il Governo di promulgare diverse Leggi per porre un freno alla cupidigia de' Creditori imprestanti certi limiti alle lor vessazioni; ma quasi sempre ciò avvenne senza nessun favorevole resultamento. Gli usuraj Romani sapevano impiegar come i nostri de' mezzi sottili ed artificiosi per mettersi al coperto delle pene che la Legge minacciava, e infliggeva. (V. Centesimae, Versura).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: usufruivamo, usufruivano, usufruivate, usufruivi, usufruivo, usufrutto, usufruttuario « usura » usurabile, usurabili, usurabilità, usurai, usuraia, usuraiacce, usuraiacci
Parole di cinque lettere: userà, userò, usino « usura » usure, usuri, usuro
Vocabolario inverso (per trovare le rime): tonsura, arsura, fessura, flessura, commessura, scissura, brossura « usura (arusu) » clausura, chiusura, antiusura, tura, sgambatura, arrembatura, bombatura
Indice parole che: iniziano con U, con US, parole che iniziano con USU, finiscono con A

Commenti sulla voce «usura» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze