Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «bisogna», il significato, curiosità, forma del verbo «bisognare» associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Bisogna

Forma verbale
Bisogna è una forma del verbo bisognare (terza persona singolare dell'indicativo presente; seconda persona singolare dell'imperativo presente). Vedi anche: Coniugazione di bisognare.
Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
necessità (18%), fare (15%), necessita (12%), occorre (8%), dovere (7%), alla (5%), occorrenza (3%), avere (3%), affrettarsi (2%), dare (2%), necessario (2%), andare (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Giochi di Parole
La parola bisogna è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: bi-só-gna. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
bisogna si può ottenere combinando le lettere di: osi + bang; gin + baso; [gino, ogni] + abs; sob + gina; snob + [agi, gai, già]; big + [anso, naso, sano]; bigo + san.
Componendo le lettere di bisogna con quelle di un'altra parola si ottiene: +mas = bagnassimo; +tai = bangioista; +mio = bisogniamo; +gel = bolsaggine; +gli = bolsaggini; +dal = sbagliando; +[tar, tra] = sgarbatoni; +tum = stambugino; +[bare, erba] = abbisognerà; +[ebro, orbe, robe] = abbisognerò; +[lare, real] = bersagliano; +[ceni, cine] = biancosegni; +[ceno, noce, once] = biancosegno; +bili = bisbigliano; +bili = bisbigliona; +[ergo, gore, orge] = borseggiano; +colt = conglobasti; +trim = ingombrasti; +lida = sbadigliano; +[ledi, lide] = sbadiglione; +lidi = sbadiglioni; +[laro, orla] = sbagliarono; +lava = sbagliavano; ...
Vedi anche: Anagrammi per bisogna
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: bisogni, bisogno.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: biga, boga, bona, ioga.
Zeppe (e aggiunte)
Aggiungendo una sola lettera si può avere: bisognai.
Antipodi (con o senza cambio)
Spostando la prima lettera in fondo (eventualmente cambiandola) e invertendo il tutto si può avere: fangosi.
Parole con "bisogna"
Iniziano con "bisogna": bisognai, bisognano, bisognare, bisognate, bisognato, bisognava, bisognavi, bisognavo, bisognammo, bisognando, bisognante, bisognasse, bisognassi, bisognaste, bisognasti, bisognarono, bisognavamo, bisognavano, bisognavate, bisognassero, bisognassimo.
Finiscono con "bisogna": abbisogna.
Contengono "bisogna": abbisognai, abbisognano, abbisognare, abbisognata, abbisognate, abbisognati, abbisognato, abbisognava, abbisognavi, abbisognavo, abbisognammo, abbisognando, abbisognante, abbisognanti, abbisognasse, abbisognassi, abbisognaste, abbisognasti, abbisognarono, abbisognavamo, abbisognavano, abbisognavate, abbisognassero, abbisognassimo.
»» Vedi parole che contengono bisogna per la lista completa
Parole contenute in "bisogna"
bis, sogna. Contenute all'inverso: osi.
Lucchetti
Usando "bisogna" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * sognate = bite; * sognavi = bivi; * sognassi = bissi; * sognassero = bisserò; * aera = bisognerà; * aero = bisognerò; * aerai = bisognerai; * aerei = bisognerei; * aiate = bisogniate.
Lucchetti Riflessi
Usando "bisogna" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * angosci = bici; * annate = bisognate; * annosa = bisognosa; * annose = bisognose; * annosi = bisognosi; * annoso = bisognoso; * annosamente = bisognosamente.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "bisogna" si può ottenere dalle seguenti coppie: tabi/sognata.
Usando "bisogna" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: sognata * = tabi; * tabi = sognata.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "bisogna" si può ottenere dalle seguenti coppie: bisserò/sognassero, bissi/sognassi, bite/sognate, bivi/sognavi.
Usando "bisogna" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * bissi = sognassi; * area = bisognare; * atea = bisognate; * bisserò = sognassero.
Sciarade incatenate
La parola "bisogna" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: bis+sogna.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "bisogna" (*) con un'altra parola si può ottenere: * eri = bisognerai.
Frasi con "bisogna"
»» Vedi anche la pagina frasi con bisogna per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • A volte bisogna accontentarsi, anche se si avrebbe voluto fare meglio.
  • In certi casi bisogna proprio affidarsi alla fortuna più che all'esperienza.
  • Bisogna dire che non hai compreso affatto quello che ti veniva chiesto.
Proverbi
  • Bisogna mangiare per vivere, non vivere per mangiare.
  • Bisogna andare quando il diavolo è alla coda.
  • Bisogna fare buon viso a cattivo gioco.
  • Per essere un buon comandante, bisogna aver fatto una grande guerra.
  • Non bisogna darsi un obiettivo, bisogna superarlo.
  • Non bisogna dipingere il diavolo più brutto di quello che è.
  • Quando si è in ballo bisogna ballare.
  • La donna bisogna praticarla un giorno, un mese e un'estate per sapere che odore sa.
  • Non si deve aver vergogna, a domandar quel che bisogna.
  • Per essere amabili, bisogna amare.
Canzoni
  • Bisogna saper perdere (Cantata da: Lucio Dalla e The Rokes; Anno 1967)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Conviene, Bisogna, È espediente, È necessario - Conviene accenna convenienza e opportunità. - «Non conviene il far ciò.» - Bisogna significa che una tal cosa deve esser fatta, o non fatta, per evitar danno. - «Bisogna partir subito; se no, la cosa va a monte.» - A significare che al buon esito di una faccenda sta bene il far così o così, usasi la frase E' espediente; e per dire che una cosa non può lasciar di farsi senza grave danno, si dice E' necessario. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Bisogna, È necessario, Conviene, Si deve, E d’uopo, È opportuno - Bisogna indica sovente una necessità fittizia e di convenzione: bisogna, dice chi la pensa all'ingrosso, bisogna fare come fanno gli altri: bisogna sentirne di belle: in questi esempi che son popolari, e che perciò li credo adatti a dare la vera significazione del vocabolo, non v'è necessità morale, nè dovere, nè convenienza assoluta; ma bensì forse una leggiera convenienza relativa e di convenzione. È d'uopo significa più una necessità di cooperazione; onde si dirà: è d'uopo che io ci sia, altrimenti non puonno conchiudere altro. È necessario vale necessità assoluta o poco meno: per salvarsi è necessario fare del bene. Conviene è atto a spiegare una convenienza d'interesse: al padrone conviene tener d'occhio al fatto suo e non fidarsi di servi e di mercenarii. Si deve importa dovere morale, o quell'obbligo indispensabile comandato da un alto interesse; si deve a tutti amore e giustizia: un padre di famiglia deve, più d'uno scapolo, badare a' proprii interessi per non rovinare sè, la moglie, i figli. È opportuno denota convenienza di tempo o d'altra circostanza: molte sono le cose che converrebbe fare, ma non bisogna farle quando non sieno opportune. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Bisogna - [T.] S. f. Voce che nel senso di Occorrenza o sim. il Salvin. (Disc. 3. (C)) dice antiq. al suo tempo; ma che non è ancora tolta via dal ling. fam. nella locuz. quasi di cel.: Così va la bisogna, la Faccenda, la Cosa di cui si tratta. E lo stesso (Il. 1.) Come sta la bisogna? V. l'etimologia in BISOGNO. = Bocc. Nov. 4. 7. (C) Prima da lei sentire come andata fosse la bisogna. E 1. 14. Così n'avverrebbe dove così andasse la bisogna, come avvisate; ma ella andrà altramente.

T. Come va la bisogna? vale non solo Come va la cosa che sapete, Va bene o male?, ma Come vanno le cose nostre? Come ve la passate voi? Come state?

Nel seg. accoppiansi non a caso più locuz. fam. Dant. Inf. 23. (C) Mal contava la bisogna Colui che i peccator' di là uncina (mentiva il diavolo a dire che un varco c'è da passare nell'altra bolgia). T. Assol. Vi dirò la bisogna, tutta la bisogna per filo e per segno.

Men com., ma non morto il seg. [Val.] Borghin. Disc. 4. 481. Comunque passasse la bisogna allora… la vacazione durò questo tempo. E 274. Pareva… più orrevole farne autore…, ma, checchè e' ci vedessero dentro, così passa la bisogna.

2. Bisogna dunque è più aff. a Faccenda che a Bisogno, appunto come il fr. distingue Besoin da Besogne; ma l'idea originaria è la ragione del modo; cioè di faccenda che debbasi fare; siccome porta anco il signif. del gerundio Res facienda. E perchè il bisogno può essere necessità, o dovere morale, o desiderio più o meno vivo; però Bisogna prende senso così lato. [Camp.] Guid. Giud. 15. 72. E se il re vi si accorda, la bisogna è fornita. T. Lasciare ad altri la troppo difficile bisogna. O anche Lasciargliela perchè troppo facile.

3. Nei seg. col Fare e sim. è più com. in Fr. che in It. oggidì. Bocc. Com. Dant. 2. 220. (Gh.) Io adopererò ciò che io potrò, di seguitare la bisogna secondo la mia disposizion prima. [Val.] Lett. Fed. Il. 1. 10. Con tanto disiderio prendemmo sopra di noi quella bisogna (della conquista di Terra Santa). = G. V. 6. 76. 1. (C) Manfredi non gli spacciava nè udiva la loro richiesta, per molte bisogne che aveva a fare. T. Bocc. Nov. 32. 24. = E Filoc. 1. 75. (Gh.) Teneramente raccomandò la Reina alle balie le picciole creature, e con sollecita cura le faceano la bisogna.

4. † Non d'opera propriam., ma al modo che i Fr. dicono Besogne anco il lavoro della mente. [Val.] T. Liv. Dec. 1. 259. I più vecchi non erano quasi mai alla bisogna.

5. † Tra Faccenda e Occorrenza si riaccosta a Bisogno. Bocc. Nov. 12. 2. (C) Un mercatante, per sue bisogne venuto a Bologna. Don. Casen. Vulgariz. Bocc. 77. (Gh.) Trova i rimedi e fabbrica l'inganni, se la bisogna il richiede. Lat. Si exigat indigentia.

6. Nel senso prop. di Bisogno. T. D. 2. 33. Mia bisogna Voi conoscete, e ciò che ad essa è buono. E 13. I ciechi Stanno a' Perdoni, a chieder lor bisogna (mendicare). = Filoc. (C) E appresso.

7. † Siccome Occorrenza è aff. a Opportunità, così nel seg. Bisogna. [Val.] Ant. Pucc. Centil. 7. 42. Il qual, veggendo il tempo e la bisogna, Il detto Re percosse…, E lui ne menò preso.

8. † Siccome Faccenda per Cosa in gen.; anco dove non apparisca l'idea del fare, e Res consuona al gr. ̔Ρέζω, Fo; e Cosa da Causa (che è idea d'azione); nel seg. Bisogna per Cosa in gen. [Val.] Ant. Pucc. Centil. 56. 53. Romeo (de' Pepoli) di Bologna, Cacciato fu col braccio popolano, Volendo racquistar la sua bisogna, V'andò con gente.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: bismuto, bisnipote, bisnipoti, bisnonna, bisnonne, bisnonni, bisnonno « bisogna » bisognai, bisognammo, bisognando, bisognano, bisognante, bisognare, bisognarono
Parole di sette lettere: bismuto « bisogna » bisogni
Vocabolario inverso (per trovare le rime): sbologna, rampogna, zampogna, rogna, carogna, marogna, sogna « bisogna (angosib) » abbisogna, cotogna, menzogna, bugna, cugna, mugugna, ripugna
Indice parole che: iniziano con B, con BI, iniziano con BIS, finiscono con A

Commenti sulla voce «bisogna» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze