Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «moglie», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Moglie

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
marito (48%), consorte (7%), coniuge (7%), sposa (5%), buoi (4%), partner (2%), amante (2%), compagna (2%), suocera (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Rapporti di parentela [Marito « * » Papà]
Giochi di Parole
La parola moglie è formata da sei lettere, tre vocali e tre consonanti.
Divisione in sillabe: mó-glie. È un bisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: meglio (scambio di vocali).
moglie si può ottenere combinando le lettere di: mio + gel; ogm + [ile, lei]; [gol, log] + mie.
Componendo le lettere di moglie con quelle di un'altra parola si ottiene: +[tar, tra] = algometri; +ala = allogamie; +oda = demologia; +ode = demologie; +ara = elargiamo; +ram = elargimmo; +bea = elegiambo; +[amo, moa] = elogiammo; +tao = ematologi; +tao = etimologa; +ito = etimologi; +[far, fra] = fermaglio; +san = galenismo; +ani = gamelioni; +san = gelsomina; +nel = gemellino; +ogm = gemmologi; +rom = gliommero; +gap = lampeggio; +[dan, dna] = legandomi; +gnu = lumeggino; +rna = magroline; ...
Vedi anche: Anagrammi per moglie
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: coglie, doglie, foglie, maglie, soglie, toglie, voglie.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: doglia, foglia, foglio, loglio, soglia, soglio, voglia, voglio.
Scarti
Rimuovendo una sola lettera si possono ottenere le seguenti parole: mogie, mogli. Togliendo tutte le lettere in posizione dispari si ha: olé.
Altri scarti con resto non consecutivo: mogi, moli, mole.
Parole con "moglie"
Iniziano con "moglie": mogliettina, mogliettine.
Contengono "moglie": germoglierà, germoglierò, germoglierai, germoglierei, germoglieremo, germoglierete, germoglieranno, germoglierebbe, germoglieremmo, germogliereste, germoglieresti, germoglierebbero.
»» Vedi parole che contengono moglie per la lista completa
Parole contenute in "moglie"
gli, glie, mogli.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "moglie" si può ottenere dalle seguenti coppie: modo/doglie, mosca/scaglie, mosce/sceglie, moscio/scioglie, mota/taglie, moto/toglie.
Usando "moglie" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * gliela = mola; * gliele = mole; * glieli = moli; * glielo = molo; como * = coglie; domo * = doglie; fimo * = figlie; mamo * = maglie; temo * = teglie; tomo * = toglie; chimo * = chiglie; scemo * = sceglie.
Cerniere
Scartando le parti in comune (prima in capo e poi in coda), "moglie" si può ottenere dalle seguenti coppie: limo/glieli.
Usando "moglie" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: glieli * = limo; * limo = glieli.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "moglie" si può ottenere dalle seguenti coppie: mola/gliela, mole/gliele, moli/glieli, molo/glielo.
Usando "moglie" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: figlie * = fimo; maglie * = mamo; * taglie = mota; teglie * = temo; chiglie * = chimo; * scaglie = mosca; * sceglie = mosce; sceglie * = scemo.
Sciarade incatenate
La parola "moglie" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: mogli+glie.
Intarsi e sciarade alterne
"moglie" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: mogi/le, mole/gi.
Intrecciando le lettere di "moglie" (*) con un'altra parola si può ottenere: amar * = ammogliare.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "moglie"
»» Vedi anche la pagina frasi con moglie per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Non ricordo più se mia moglie mi ha detto di berne 2 e tornare alle 10 o di berne 10 e tornare alle 2.
  • Mia moglie è molto brava in cucina anche se non ha molta esperienza.
  • La moglie, come ogni donna del resto, va rispettata in ogni singolo momento della vita coniugale.
Proverbi
  • Agosto: moglie mia non ti conosco.
  • La moglie di Cesare deve essere al di sopra di ogni sospetto.
  • Chi porta la moglie a ogni festa e il cavallo a bere a ogni fontana, alla fine dell'anno avrà il cavallo bolso e la moglie puttana.
  • La bella moglie non l'ottiene l'infingardo.
  • Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca.
  • Donna danno, sposa spesa, moglie maglio.
  • Prendi la bruna per amante e la bionda per moglie.
  • Moglie e buoi dei paesi tuoi.
  • Tra moglie e marito non mettere il dito.
  • In compagnia un prete prese moglie.
Libri
  • Rebecca, la prima moglie (Scritto da: Daphne du Maurier; Anno 1938)
  • La buona moglie (Scritto da: Carlo Goldoni; Anno 1751)
Titoli di Film
  • Una moglie bellissima (Regia di Leonardo Pieraccioni; Anno 2007)
  • La moglie di Frankenstein (Regia di James Whale; Anno 1935)
  • Mi gioco la moglie a Las Vegas (Regia di Andrew Bergman; Anno 1992)
  • Una moglie (Regia di John Cassavetes; Anno 1974)
Canzoni
  • Mi sono innamorato di mia moglie (Cantata da: Gianni Nazzaro; Anno 1983)
  • Tu che fai la moglie (Cantata da: Luca Cola; Anno 1980)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Moglie, Consorte, Sposa, Donna, Signora, Maestra - Moglie è generico, e si dice di qualunque donna per rispetto all'uomo con cui essa è legata in matrimonio. - Consorte si dice per rispetto alla convivenza, e al dovere i due conjugi correre la sorte comune, onde si dice il consorte e la consorte. - La Sposa sarebbe propriamente la fanciulla promessa per moglie (da spondeo, prometto); ed è assolutamente improprio il dire Promessa sposa, chè tanto è a dire Promessa promessa. - Donna chiamano nobilissimamente i contadini e il volgo, la moglie. - «M'è morta la donna. - La mia donna ha partorito.» - Tra la gente che sta sulla signoria, la moglie si chiama la Signora; per es.: «Ci sarà Pietro con la sua signora. - Questa è la mia signora.» - [Il popolino dice Maestra la moglie, specialmente se non molto giovane. E Maestra dice anche in generale nell'atto di chiamar donne maritate o che si posson creder maritate. - «Ne domanderò alla mia maestra. - Che ne dirà la tua maestra? - Ehi, maestra, venite qua.... sentite.... guardate....» G. F.] [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Moglie, Consorte, Donna, Signora - Moglie è dell'uso comune; consorte, dello stile più elevato: poi la voce consorte, che dice tanto il marito quanto la moglie, sembra voler significare la civile uguaglianza delle due persone congiunte in matrimonio. La mia donna, per moglie, è modo famigliare improntato e di affezione e di grazia: in prima, quando donna significava padrona e signora, equivaleva a la mia signora; modo affetto, come tanti altri, di gallicismo, nella forma se non nell'intrinseco, essendo la letterale traduzione di ma dame, madame. [immagine]
Cattiva moglie, Moglie cattiva - Il primo dicesi di donna cattiva come moglie, che cioè non ne conosce o pratica esattamente i doveri; il secondo dicesi di moglie che sia cattiva come donna, cioè di cattivo cuore, maligna, iraconda e via: i due caratteri possono andar bene assieme, ma possono anche escludersi, abbenchè forse più di rado. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Moglie - S. f. Donna congiunta in matrimonio. Mulier aureo lat. Bocc. Nov. 8. g. 2. (C) Trovò la Giannetta moglie del figliuolo. E nov. 7. g. 3. Appresso costoro le sirocchie, e le mogli loro tutte di bruno vestite vennero. Cavalc. Med. cuor. 240. E qui si mostra, che grande lacciuolo del diavolo è la mala moglie. Dant. Inf. 16. La fiera moglie più ch'altro mi nuoce.

T. Vang. Non è lecito a te aver la moglie del fratel tuo.

2. Derivano da questa voce varii proverbi.

T. Prov. Tosc. 102. La buona moglie fa il buon marito. E 104. Non dare i calzoni alla moglie (arbitrio di dominare). E 105. Qual figlia vuoi, tal moglie piglia. (La madre crea la famiglia.) E ivi: Tal castiga la moglie che non l'ha. (Savio fuori del caso.) E 98. Chi incontra buona moglie ha gran fortuna.

Prov. Alleg. 125. (C) Ma chi conosce dal cappone al gallo, Sa ben, che non si debbe mai lodare Bella moglie, vin dolce, e buon cavallo. (Le cose appetibili non si deono lodare, acciocchè altri non se ne invogli.)

T. Prov. Moglie buona, fa la casa; cattiva, la disfà.

T. Prov. Tosc 263. Non creder lode a chi suo caval vende, nè a chi dar moglie intende.

3. [G.M.] Andare a moglie. Di chi, maritandosi, va a stare in casa della moglie, si dice che Va a moglie.

4. T. Avere per moglie. Nov. del 300. Sì averebbe la sua figliuola per moglie e mezzo il reame suo.

5. T. Prendere per moglie; meglio In moglie. – Accipiat uxorem. – Ricevere per moglie, a titolo di moglie, anche qui più pr. In.

6. Essere alcuno da moglie. Avere l'età convenevole per ammogliarsi. Cecch. ined. Comed. 102. (Gh.) Quand'io sarò da moglie.

7. [Camp.] Farsi una moglie, Prenderla in moglie. = Ovid. Simint. 2. 90. (Man.) E no gli bastò d'albergarla (Medea) nella sua magione, ma fecelasi moglie.

8. [Camp.] Giungersi alcuna in moglie, per Isposarla. Guid. G. 7. 2. Io ho proposto di giungerti in mia cara moglie.

9. Menar moglie, Pigliar moglie, Tor moglie, vagliono Congiungersi in matrimonio con una donna, Ammogliarsi. Bern. Orl. Inn. 56. 2. (C)Vorrei che mi dicesse un di costoro, Che si marita, o ver che piglia moglie,… [Tor.] Mont. Pers. volg. 1. 2. Felice Nerio che mena già la terza moglie. [G.M.] Borghin. Raff. Ripos. Jacopo da Puntormo fu figliuolo di un Bartolommeo Carucci, fiorentino; il quale si ritirò a stare a Puntormo, e quivi prese moglie. Pigliò moglie, nessun direbbe. [Laz.] Franc. Sacch. Nov. 16. Quando venisse a tôr moglie, togliesse delle più vicine… Dav. Scism. l. 1. c. 22. Il re e molti grandi inghilesi scrissero al papa, che… spedisse questa causa per poter tôrre un'altra moglie.

Pigliare per moglie. Prendere in moglie, Ammogliarsi con, ecc. Libr. Ruth. p. 27. (Gh.) Tu dêi pigliare per moglie Ruth. E p. 30. E Ruth Moabitida, che fu moglie di Mahalon, io piglio infino a qui per mia moglie in vostra presenzia.

[T.] Il nome gen. di Mulier dai Lat., e Γυνὴ da' Gr. fu sapientemente appropriato all'unica donna congiunta in legittimo matrimonio; perchè quella è vera generatrice di creature che l'uomo possa ríconoscere volentieri per sue, e per tali debitamente allevarle. Così gl'It. Mia donna, la moglie, perchè con la moglie si fa vera Domus, famiglia vera: ogni altro coabitare è aremme, serraglio, stalla, giaciglio. T. Scevola: Mulieri meae. Spagn. Muger. Fr. Femme. Tert. Mulieres nostras dicamus uxores. Capit. Carlo Calvo. Si… maritus feminam accepit.

II. T. Legittima moglie; Sua propria moglie. Maestruzz. 1. 70. Alcuni (figliuoli) sono solamente naturali, cioè figliuoli delle concubine, cioè di soluto e soluta, la quale possa esser moglie. – Seconda, terza moglie. – Senza moglie, Con moglie. – Moglie vedovata del marito. Nel ling. scritto Orbata.

T. Moglie vera, legittima. Preposto può avere altro senso. Quanto può fare una vera moglie, che ne adempia gli uffizii veramente. In questo senso È vera moglie. O ass. È moglie. L'Alf. a ragione si compiace d'avere nella Clitennestra pensato il verso: Or moglie, or madre; e non mai madre e moglie.

T. Quasi prov. La moglie di Cesare, per dire che le mogli migliori son quelle di cui meno si parla, giacchè malaugurate di loro risicano d'essere anco le lodi.

T. Moglie fedele, dice meno che Buona moglie. Moglie buona, posp. dice più che preposto. Buona moglie, chi non manca al dovere; Moglie buona, chi, nell'adempierlo, esercita per abito le virtù d'un'anima buona. – C'è delle buone mogli che a certe ore del giorno quasi si meriterebbero il titolo di cattive.

T. Aless. Manz. dedica affettuosamente l'Adelchi: Alla diletta e venerata sua moglie. – La sua cara moglie, o la mia, risica di suonare o cel. o iron. Mia moglie, a chi sa dirlo, dice ogni parola d'affetto. – La mia signora moglie, può essere cel. e d'affetto e di cruccio o di spregio. – La tua signora moglie, non è mai riverente. – La signora moglie ha voluto così, accenna a donna che faccia o si lasci fare da uomo.

III. Verbi. T. Segn. Stor. 6. 161. Furono i patti che la Caterina, nata per madre di Maddalena, di casa d'Albania,… fusse collocata per moglie a Enrico duca d'Orleans, Ar. Fur. 44. 37. E in segreto e in palese contraddice Che di Ruggier sia moglie Bradamante. – Trovargli moglie. Cecch. Con. 4. 2. Commettete che la Bice si dia per moglie a Lamberto.

T. Salv. Granch. 4. 1. Avrebbe la Clarice sua per moglie. Maestruzz. 2. 31. 1. Il ratto è quando contra alla volontà della fanciulla e de' parenti, è tolta e corrotta, acciocchè e' la possa poi aver per moglie, ovvero in concubina.

Bocc. Nov. 10. g. 5. La moglie, la quale egli prese, era una giovane… di pelo rosso. – Torre, vive nelle campagne tosc. Allegr. Gev. Str. 36. l'non avea capriccio di tor moglie; Di cinquant'anni i' era un pollastrone Assai lontan da così fatte voglie. Ma per fortuna mi venne un ciccione; Onde mi disse il medico discreto: Questo indovina moglie, buon garzone. Pecor. g. 8. n. 1. Come voi vi siate inchinato a tor moglie una che non si confarebbe a scalzarvi. – Moglie che non gli si confaceva.

IV. Con partic. T. Bocc. Nov. 9. 7. A cui, già vicino alla vecchiezza, la fortuna concedette per moglie una gran donna. E nov. 9. g. 2. Di spezial grazia, da Dio avere una donna per moglie, la più compita di tutte quelle virtù che donna, o ancora cavaliere in gran parte, o donzello dee avere. – Presa in moglie, è più com. che Per; ma poi diciamo Ha per moglie la tale, non In. O più breve Ha moglie la…

T. È la moglie del sindaco. Coll'art. prima, richiede il Di Ma poi: È moglie al sindaco.

T. Col Da ha altro senso oltre al not. Non era uomo da moglie, Non aveva le qualità della pers. o dello spirito al matrimonio convenienti.

T. La tratta da moglie, Come devesi trattare la moglie. – La tiene da moglie, anco che tale non sia; del mantenerla per quel ch'è della material vita. – Non la cura più da moglie, come moglie si deve.

V. T. Con art. o senza Ha moglie e quattro creature. – Ha la moglie, sottint. Seco o Deve pensare a lei. – Senza verbo, Povero con moglie e figliuoli.

Modo fam. T. Con un po' di moglie, dice chi la desidera o si compiace d'averla. La sua moglie era povera, ma gli portò più ricchezza che dote molta. Qui suona meglio che Sua moglie.

T. Il pop. quasi sempre ci appone l'art.; e forse la moralità ci ha che fare più che la grammatica, in quanto egli vuole che la faccenda della moglie sia bene determinata. – Quando però il pron. è posp., se non sia nel vocat., anco ai letterati l'art. è inevitabile.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: mogie, mogigrafia, mogigrafie, mogio, mogli, mogliacce, mogliaccia « moglie » mogliettina, mogliettine, mogol, mohicana, mohicane, mohicani, mohicano
Parole di sei lettere: mogano « moglie » molale
Vocabolario inverso (per trovare le rime): aghifoglie, latifoglie, centofoglie, scioglie, discioglie, proscioglie, battiloglie « moglie (eilgom) » spoglie, oligodendroglie, nevroglie, soglie, toglie, ritoglie, distoglie
Indice parole che: iniziano con M, con MO, iniziano con MOG, finiscono con E

Commenti sulla voce «moglie» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze