Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «ospedale», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Ospedale

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
civile (10%), malato (7%), malati (6%), nosocomio (6%), ricovero (6%), malattia (6%), pediatrico (4%), militare (4%), clinica (4%), medici (4%), cure (3%), corsia (3%), malattie (3%), campo (2%), sanità (2%), visita (2%), pazienti (2%), maggiore (2%), guarigione (2%), civico (2%), letto (2%), ambulanza (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia

Foto taggate ospedale

Maggiolino celeste
  
Giochi di Parole
La parola ospedale è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: o-spe-dà-le. È un quadrisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
ospedale si può ottenere combinando le lettere di: poe + salde; [epos, peso, pose] + leda; olé + spade; [olpe, pelo] + seda; spole + dea; [else, lese] + dopa; ode + salpe; [dose, sedo, sode] + [alpe, pale, pela]; [ledo, lode] + pesa; dolse + ape; dee + [salpo, spalo, spola]; sede + [oplà, palo]; lede + [aspo, posa].
Componendo le lettere di ospedale con quelle di un'altra parola si ottiene: +sir = depilassero; +non = esponendola; +tum = leptomedusa; +rii = ospedalieri; +[ori, rio] = ospedaliero; +ras = pedalassero; +gin = spiegandole; +[irti, riti, tiri, ...] = riesplodiate; +[razzi, rizza] = ospedalizzare; +[razzi, rizza] = ospedalizzerà; +[rizzo, rozzi] = ospedalizzerò; +[ritto, rotti, torti, ...] = radiospolette; +[trevi, vetri] = riesplodevate; +cunzia = decapsulazione; +[stazzi, stizza] = ospedalizzaste; +rizzai = ospedalizzerai; +[merito, mitreo, morite, ...] = posteromediale; +timori = posteromediali; +centri = preadolescenti; +trarti = radiospettrale; +torici = radiotelescopi; +ciocchi = caleidoscopiche; +cultura = supercollaudate; +zonizzai = ospedalizzazione; ...
Vedi anche: Anagrammi per ospedale
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: ospedali.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: opale, seda, sede, sale, pale.
Parole con "ospedale"
Iniziano con "ospedale": ospedaletti, ospedaletto.
Parole contenute in "ospedale"
alé, dal, pedale.
Intarsi e sciarade alterne
Intrecciando le lettere di "ospedale" (*) con un'altra parola si può ottenere: * ira = ospedaliera; * ire = ospedaliere.
Frasi con "ospedale"
»» Vedi anche la pagina frasi con ospedale per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'ospedale è l'unica attività dove si cerca di avere il minor numero di clienti.
  • Ho vinto il concorso per un posto in ospedale, sono stata la prima su 2043 partecipanti.
  • Quando accadono disastri naturali, mi sono sempre chiesto come si faccia a realizzare un ospedale da campo in così poco tempo.
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Vocabolario dei sinonimi della lingua italiana del 1884
Ospizio, Ospedale o Spedale, Infermeria - Negli Ospedali o Spedali si raccolgono malati per esservi curati gratuitamente. - L'Ospizio è ricetto o ricovero di poveri, di vecchi, di pellegrini, di orfani, di trovatelli e via dicendo, ove pure gratuitamente sono ricoverati, nutriti, vestiti e anche curati delle infermità se occorre. - Negli Ospedali sono molte Infermerie ove poco su poco giù sono disposti e classificati i malati secondo le loro malattie. Ne' conventi, collegi, ospizii e consimili case ove stanno radunate molte persone, v'ha d'ordinario un'infermeria per gl'individui ammalati. [immagine]
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Ospizio, Ospedale o Spedale, Infermeria - Negli ospedali o spedali si raccolgono malati per esservi curati gratuitamente: l'ospizio è ricetto o ricovero di poveri, di vecchi, di pellegrini, di orfani, di trovatelli e va dicendo, ove pure gratuitamente sono ricoverati, nudriti, vestiti e anche curati delle infermità se occorre: negli ospedali sono molte infermerie ove poco su poco giù sono disposti e classificati i malati secondo le loro malattie: ne' conventi, collegi, ospizii o consimili case ove stanno radunate molte persone, v'ha d'ordinario un'infermeria per gl'individui ammalati. [immagine]
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Ospedale, e Spedale - Questa voce, la quale in orgine accennava soltanto un albergo, una casa pubblica, dove si dava ospitalità ai viaggiatori, adesso presenta l'idea di un luogo in cui si ricovrano dei poveri, e sono essi bene o male provveduti degli oggetti necessarj ai bisogni della vita. Ne' primi tempi della Chiesa, il vescovo era incaricato della cura immediata dei poveri della sua diocesi; e nella di lui casa, o in qualche altro sito, esistevano locali per curare gli ammalati ed esercitare altre opere di carità. In seguito, allorchè gli ecclesiastici ebbero rendite assicurate, se ne assegnò un quarto a' poveri, e si fondarono gli stabilimenti pii che ora noi chiamiamo ospedali. Sulle prime, questi stabilimenti furono governati, anche per inquanto al temporale, da preti e diaconi sotto l'ispezione del Vescovo. Indi vennero indotati dai privati ed ebbero delle rendite; ma nella rilasciatezza della disciplina, i cherici che ne avevano la amministrazione tentarono di convertirli in benefizj. Per rimediare a tale abuso, il concilio di Vienna trasferì l'amministrazione degli ospedali a laici solventi e capaci, ed il concilio di Trento confermò quel decreto.

Le leproserie di San Lazzaro sembra siano state in Oriente le prime case di rifugio. Vi si ricevevano quei lebbrosi, che ripudiati dai loro prossimi languivano nei chiassuoli delle città, in orrore a tutti gli uomini. Assistevano a quegli spedali i religiosi dell'ordine di S. Basilio. Il più antico ospedale in Francia di cui s'abbia cognizione è l'Hotel-Dieu di Parigi. La comune tradizione ne attribuisce la fondazione a San Landri, vescovo di Parigi, sotto Clovigi II. circa all'anno 608. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Ospedale - S. m. Spedale, Luogo pio che per carità ricetta gl'infermi. (Fanf.) Nell'idioma fior. Spedale. Franc. Sacch. Op. div. 59. (C) Venne a tanta miseria, che in uno vile ospedale… finì la vita. [Camp.] Somm. 9. Quando l'uomo arde o rompe chiese, monasteri, ospedali o magioni di religione.

2. Ospedale militare. Quel luogo assegnato alla cura de' soldati feriti o ammalati comechessia. (Fanf.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: osmotattismo, osmotica, osmotiche, osmotici, osmotico, osò, oso « ospedale » ospedaletti, ospedaletto, ospedali, ospedaliera, ospedaliere, ospedalieri, ospedaliero
Parole di otto lettere: osmotico « ospedale » ospedali
Vocabolario inverso (per trovare le rime): camciadale, stradale, autostradale, pedale, sesquipedale, contropedale, arcispedale « ospedale (eladepso) » amigdale, solidale, ecosolidale, piramidale, extrapiramidale, romboidale, elicoidale
Indice parole che: iniziano con O, con OS, iniziano con OSP, finiscono con E

Commenti sulla voce «ospedale» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze