Dizy - dizionario

login/registrati

contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «vittoria», il significato, curiosità, associazioni, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Vittoria

Parole Collegate
Associate (la prima parola che viene a mente, su 100 persone)
sconfitta (22%), alata (12%), vincita (8%), gara (6%), competizione (3%), successo (3%), battaglia (2%), primo (2%), partita (2%), perdita (2%), meritata (2%), medaglia (2%), trionfo (2%), regina (2%)
Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Nome di un comune italiano [Viterbo « * ]
Nomi di donna [Virginia « * ]

Foto taggate vittoria

Ritorno a casa

Il Grande Alex Zanardi

Faro della Vittoria
Giochi di Parole
La parola vittoria è formata da otto lettere, quattro vocali e quattro consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: tt.
Divisione in sillabe: vit-tò-ria. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si possono avere queste parole: riattivo, riattivò, rivotati.
vittoria si può ottenere combinando le lettere di: tot + [rivai, viari, virai]; tir + [avito, ivato, ovati, ...]; voi + [ratti, ritta, trita]; ito + travi; [vito, voti] + [arti, atri, irta, ...]; [rivo, rovi, viro] + [atti, tait]; [irto, orti, otri, ...] + vita; [torvi, trovi, vitro] + tai; [ritto, rotti, torti, ...] + [avi, iva, vai, ...]; ivi + [ratto, rotta, torta, ...]; itti + [avrò, varo]; viri + atto; [irti, riti, tiri, ...] + vota; trivi + tao; [ritti, triti] + avo.
Componendo le lettere di vittoria con quelle di un'altra parola si ottiene: +[dan, dna] = attirandovi; +ape = operatività; +nei = orientativi; +[neo, noè] = orientativo; +per = proiettarvi; +pus = prostituiva; +ada = radioattiva; +dea = radioattive; +[adì, dai, dia] = radioattivi; +oda = radioattivo; +tre = retroattivi; +[dan, dna] = riattivando; +[ami, mai, mia] = riattiviamo; +ram = ritritavamo; +rna = ritritavano; +sim = rivomitasti; +mie = rivomitiate; +[est, set] = rotativiste; ...
Vedi anche: Anagrammi per vittoria
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: littoria, vittorie, vittorio.
Cambiando entrambi gli estremi della parola si possono avere: littorie, littorio.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: vitti, vito, viti, vita, viri, vira, itti, torà.
Parole con "vittoria"
Iniziano con "vittoria": vittoriale, vittoriali, vittoriana, vittoriane, vittoriani, vittoriano.
Parole contenute in "vittoria"
ori, ria, itto, tori, vitto. Contenute all'inverso: rotti.
Incastri
Si può ottenere da vita e tori (VITtoriA).
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "vittoria" si può ottenere dalle seguenti coppie: vili/littoria.
Usando "vittoria" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: favi * = fattoria; travi * = trattoria.
Lucchetti Alterni
Usando "vittoria" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: fattoria * = favi; trattoria * = travi; * alea = vittoriale.
Sciarade e composizione
"vittoria" è formata da: vitto+ria.
Intarsi e sciarade alterne
"vittoria" si può ottenere intrecciando le lettere delle seguenti coppie di parole: vitti/ora, viti/torà.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "vittoria"
»» Vedi anche la pagina frasi con vittoria per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Tutti si attribuiscono il merito della vittoria, nessuno vuole la colpa della sconfitta.
  • E' stata davvero una vittoria laurearmi a pieni voti, senza mai essere bocciata a un esame!
  • Ogni vittoria è una conquista, ma bisogna anche saper perdere!
Espressioni e Modi di Dire
  • Vittoria di Pirro
Libri
  • Vittoria: racconto delle isole (Scritto da: Joseph Conrad; Anno 1915)
Titoli di Film
  • Il segreto di Santa Vittoria (Regia di Stanley Kramer; Anno 1969)
Definizioni da Cruciverba con soluzione
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Portare il premio, La palma, Ripostarlo, Ottenerlo, Riportare la vittoria - Le cose, e più le azioni, dicesi, portano con sè il loro premio o il loro castigo: questo mi pare il solo senso serio di questo modo di dire; a meno che non vi si voglia unir quello di portarselo proprio a casa! ma sarebbe ridicolo. Portar la palma è essere prestanti, vincere in virtù, bellezza, sapere ecc. ogni altro, sia concorrente o no. Riportare il premio è guadagnarlo ne' pericoli del circo, dell'arena o in quelli non meno difficili delle università e dei collegi, ottenerlo è averlo di fatto dalle mani de' giudici che hanno da pronunciare sentenza e darlo al vincitore. A me sembra però che meglio si direbbe riportare la vittoria e ottenere il premio. Lessi, mi pare, d'un antico atleta il quale, riportata la vittoria sui competitori, cadde pur egli morto in sull'arena, onde non potè ottenerne il premio; ma il corpo suo fu coronato e acclamato vincitore dall'innumerevole popolo circostante. [immagine]
Vittoria, Vincita - Una vincita al giuoco, al lotto è tutt'altra cosa che una vittoria riportata sul nemico o su noi medesimi: la vincita rappresenta il guadagno; la vittoria rappresenta il valore, la scienza per cui si supera il nemico, l'avversario. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Vittoria - S. f. Il vincere, Il restar di sopra in una battaglia, debellando il nemico. Gli antichi dissero anche Vettoria. Aureo.

Bocc. Nov. 6. g. 10. (C) Per la gloriosa vittoria avuta dal re Manfredi furon di Firenze i Ghibellin cacciati. Petr. Son. 54. part. II. Vinca il cor vostro in sua tanta vittoria. Pass. 64. Da quella ora innanzi il cavaliere sempre ebbe vittoria, in torniamenti, in giostre, in battaglie. Ovid. Pist. 45. Io non mi maraviglio se la vettoria fu tua (la stampa, a pag. 96, ha: vittoria). Guicc. Stor. 16. 784. (M.) Nè sarà d'altra sorte la bontà del Papa e dei Veneziani: anzi, pentiti d'avervi lasciato conseguir la passata vittoria, cercheranno d'impedirivi le future.

[Val.] T Liv. 4. 27. Acciò che li suoi prendessero cuore e ardimento, e avessero speranza di universale vittoria. E 6. 29. Dopo una vittoria campale… Tito Quinzio si tornò a Roma trionfando.

[G.M.] S. Ag. C. D. 1. 23. Cato, che uccide se stesso, non potendo sostenere la vittoria di Cesare. Morg. 28. 91. Ma tutte queste cose vi son note, Chè non fu la vittoria glorïosa. Machiav. Stor. fior. l. 2. Nè dalla parte d'Uguccione fu la vittoria allegra, perchè vi morì un suo figliuolo con molti altri capi dell'esercito. E Disc. 1. 14. Nè mai sarebbono iti (i Romani) ad una spedizione, che non avessero persuaso ai soldati che gli Dii promettevano loro la vittoria. E 2. 27. Lo usare parole contro al nemico poco onorevoli, nasce il più delle volte da una insolenza che ti dà o la vittoria, o la falsa speranza della vittoria. E 3. 33. Una sicurtà presa da tante vittorie non si può con cose di poco momento spegnere. E ivi: Sperare la vittoria. E appresso: Vedrebbero la vittoria certa. Tass. Ger. 2. 74. Or quando pur estimi esser fatale Che non ti possa il ferro vincer mai,… Vinceratti la fame… Vibra contro costei la lancia, e stringi La spada, e la vittoria anco ti fingi! E 11. 2. Sia dal Cielo il principio: invoca innanti Nelle preghiere pubbliche e devote La milizia degli Angioli e de' Santi, Che ne impetri vittoria, ella che puote. Segner. Quares. 18. 4. Volendo proseguire animosi il corso della vittoria. E 32. 5. Illustre vittoria. E Mann. Lugl. 12. La triegua non si fa con gli amici, come la lega; ma co' nemici; e si fa quando si teme ancora da essi qualche gran male, se non si arrestano quanto prima dal corso delle vittorie. T. Salvin. Opp. volg. 423. Giubbilando, e con grido alto e sfogato, Di vittoria naval cantano il viva, Accordato sul battere de' remi. – La vittoria è assicurata. – Frutto della vittoria. [Cont.] Garimb. Cap. gen. 1. La vittoria pertanto, come dinota il nome, è vincere i nemici col mezzo dei soldati.

T. Vittoria di Pirro; Sanguinosa; Che equivale a una disfatta. (Pirro, re dell'Epiro, vinse una volta i Romani, ma con gran perdita de' suoi: perciò a taluni che si rallegravano con lui, rispose: Un'altra vittoria come questa, ed è finita per me.)

T. Prov. Tosc. 163. Pace e vittoria son giudici in guerra. E 279. Chi troppo pensa, perde la memoria; e chi non pensa, perde la vittoria.

2. Acquistare, Avere, Ottenere, Riportare, e sim., vittoria; Rimaner vittorioso. [G.M.] S. Ag. C. D. 1. 24. Regolo aveva già vinti li Africani, e, per lo imperio romano, non delli cittadini, ma delli nemici… avea vittoria riportata. Morg. 11. 101. Avea mille vittorie già acquistate, E domandava ora una cosa sola. E 22. 227. Io vi ricordo e dico a tutti quanti Che colla lancia s'acquista vittoria. E 25. 193. Questo è quel dì che voi vittoria avrete. Filic Poes. Non chi vittoria ottiene, Ma chi ben l'usa, il glorïoso nome Di vincitor ritiene.

3. Aver la vittoria in mano; Esser sicuro di vincere. [Val.] Pucc. Centil. 17. 75. Già la vettoria in mano aver pariéno.

4. Cantar vittoria. T. Rallegrarsi della vittoria ottenuta, o credendo di averla ottenuta. Ma dicesi più sovente di vittorie morali. Adagio a cantar vittoria! – Non cantate vittoria ancora!

5. Dar vittoria o la vittoria; Procacciar vittoria. [G.M.] Pulc. Morg. 8. 12. E nacquette un figliuol, dice la storia, Che dêtte a Carlo Man poi gran vittoria. E 14. 19. Io son Rinaldo Da Montalban, che v'ho dato vittoria.

6. Fare vittoria, per Ottenere, Riportare vittoria. Non usit. [Camp.] Vit. Imp. rom. Fece molte vittorie in quello paese contro gli Alemanni, e ne prese il re.

7. Usar bene, o sim., la vittoria, o della vittoria; Non ne abusare. [G.M.] Machiav. Disc. T. Liv. 2. 27. Consigliava Annone, un vecchio e prudente cittadino cartaginese, che si usasse questa vittoria saviamente. Filic. Poes. Non chi vittoria ottiene, Ma chi ben l'usa, il glorïoso nome Di vincitor ritiene.

8. Più in gen., per Successo felice. Guicc. Stor. 17. 20. (M.) Bisognare ora usar la prudenza, nè disperare, per la ritirata, della vittoria dell'impresa.

9. Di più alte e nobili vittorie.

Della Redenzione. Dant. Par. 9. (C) Ben si convenne lei (Raab) lasciar per palma, In alcun cielo, dell'alta vittoria Che s'acquistò (G. Cristo) con l'una e l'altra palma (confitto in croce). [G.M.] E Inf. 4. Io era nuovo in questo stato (io Virgilio ero morto di poco), Quando ci vidi venire un Possente, Con segno di vittoria incoronato. – La vittoria della Croce. – La celeste palma della vittoria. – Dov'è, o morte, la tua vittoria?

Del vincere se stesso e le proprie passioni. [G.M.] Segner. Mann. Febbr. 23. Ella (la santità) non consiste in molte orazioni vocali, in ratti, in rivelazioni, in limosine, in discipline, in digiuni, o altre simili divozioni esteriori fatte a capriccio; consiste in una perfetta vittoria di se medesimo. Le altre cose, o sono mezzi per arrivare a questa vittoria, quando vengano usate discretamente, oppure sono frutti di essa. E Marz. 2. Quelle vittorie che riporterai giornalmente de' tuoi difetti. Ap. Questa è la vittoria che vince il mondo, la fede nostra.

10. Il rimaner superiore in qualsivoglia gara, giuoco, contesa, litigio. [A.] Plut. Op. 4. 173. Nella festa celebrata da Serapione per la vittoria del ballo, acquistata dalla tribù leontide sotto la sua condotta, a noi che eravamo al suo convito come della medesima linea,… furono proposti più ragionamenti appropriati a quel giuoco che avevamo fra mano. [G.M.] Lasc. Cen. 2. nov. 8. Sapeva che per lo primo colpo non cade l'albero, e che bisogna perseverare, chi vuole aver vittoria. [Cors.] Tass. Dial. 2. 81. Può la vittoria del giuoco avvenire per fortuna.

T. Nella causa che pendeva tra lui e il medico ha avuto la vittoria. – Fra dieci concorrenti al premio, la vittoria è rimasta a lui.

11. Per simil. [G.M.] Morg. 11. 1. O santo Pellican, che col tuo sangue Campasti noi dalla fera crudele,… Manda in mio ajuto l'Arcangiol Michele, Sì ch'io riporti di vittoria insegna, E seguir possa questa storia degna (compiere il poema). E 16. 39. Ben puoi tu, crudo, per lei saettarmi, Ben puoi di me vittoria avere, Amore.

12. Vittoria, è anche il nome d'una divinità degli antichi Pagani, effigiata sotto l'emblema d'una Dea alata, coronata d'alloro, tenente dall'una delle mani una palma, e dall'altra un ramo d'ulivo. Nelle favole dicevasi figlia di Acheronte e di Stige; e i poeti fingevano che avesse ajutato Giove nella guerra de' Giganti; ed egli, in ricompensa, le concedesse che gli Dei potessero giarare per la madre di lei, Stige, e che se non osservassero il giuramento, dovessero astenersi dal néttare per un qualche tempo. È in Cic.

Borgh. Vesc. Fior. 363. (M.) Conforme a quel che dice qui il santo Dottore de' trionfi, che per avventura eran formati a guisa di corone, e di vittorie, e di palme.

13. (Astr.) [Luv.] Nome di uno de' pianetini compresi fra Marte e Giove, scoperto da Hind nel 1850, e rappresentato col numero (12).
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: vittimizzi, vittimizziamo, vittimizziate, vittimizzino, vittimizzò, vittimizzo, vitto « vittoria » vittoriale, vittoriali, vittoriana, vittoriane, vittoriani, vittoriano, vittorie
Parole di otto lettere: viticolo « vittoria » vittorie
Vocabolario inverso (per trovare le rime): trattoria, detrattoria, esattoria, traiettoria, collettoria, contraddittoria, littoria « vittoria (airottiv) » seduttoria, introduttoria, istruttoria, preistruttoria, esecutoria, persecutoria, locutoria
Indice parole che: iniziano con V, con VI, iniziano con VIT, finiscono con A

Commenti sulla voce «vittoria» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2017 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze