Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «algebra», il significato, curiosità, sillabazione, anagrammi, definizioni da cruciverba, frasi di esempio, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Algebra

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Treccani | Wikipedia
Liste a cui appartiene
Branche della Matematica [ * » Analisi]

Foto taggate algebra

Numeri e formule
  
Giochi di Parole
La parola algebra è formata da sette lettere, tre vocali e quattro consonanti.
Divisione in sillabe: àl-ge-bra. È un trisillabo sdrucciolo (accento sulla terzultima sillaba).
Anagrammi
Cambiando l'ordine delle lettere si può avere questa parola: alberga.
algebra si può ottenere combinando le lettere di: gel + bara; bel + [agra, gara]; gal + [bare, erba]; [gale, gela, lega] + bar.
Componendo le lettere di algebra con quelle di un'altra parola si ottiene: +bai = abbagliare; +bai = abbaglierà; +bio = abbaglierò; +bio = abrogabile; +don = albergando; +[est, set] = albergaste; +sii = bersagliai; +ili = bigiarella; +[ile, lei] = gabellerai; +udì = graduabile; +zii = graziabile; +udì = guardabile; +lei = regalabile; +sii = sbaglierai; +tai = tagliaerba; +[albi, balì] = abbagliarle; +orno = albergarono; +[erto, otre, rote] = albergatore; +[irto, orti, otri, ...] = albergatori; +nova = albergavano; +bari = barbagliare; +[buri, rubi] = barbugliare; ...
Vedi anche: Anagrammi per algebra
Cambi
Cambiando una lettera sola si può ottenere: algebre.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: alga, alea, alba, agra, aera.
Parole con "algebra"
Finiscono con "algebra": sottoalgebra.
Parole contenute in "algebra"
bra.
Definizioni da Cruciverba
Frasi con "algebra"
»» Vedi anche la pagina frasi con algebra per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • L'algebra era la materia più semplice da studiare per me.
  • A scuola avevo serie difficoltà a risolvere gli esercizi di algebra.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario delle invenzioni, origini e scoperte del 1850
Algebra - A Diofante, che visse incirca al IV. secolo dell'Era Cristiana, attribuiscesi comunemente l'invenzione dell'Algebra, sebbene alcuni opinino non essere stata essa ignota del tutto agli antichi, e se ne scuoprano delle traccie in Euclide, Archimede e Apollonio. In quanto agli Arabi, che si ritiene abbiano coltivato con successo questa scienza, appare da vari indizi probabile che fossero giunti a sciogliere le questioni del terzo grado e qualche caso particolare del quarto, nel che andarono più oltre che Diofante il quale non passa il secondo grado. Verso l'anno 1400. Leonardo da Pisa portò dall'Arabia la cognizione di detta scienza, e la diffuse in Italia. L'Algebra fece grandi progressi in Europa durante il secolo XVI, e fu debitrice in molta parte de' suoi successi in Italia a Cardano, Bombelli, Tartaglia, Ferrari ec., ed in Francia Viete, che introdusse nei calcoli le lettere dell'alfabeto onde accennare le quantità cognite e incognite. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Algebra - che si disse corrottamente anche ARCIBRA. S. f. (Mat.) Scienza, la quale insegna a calcolare le quantità di ogni sorta, rappresentandole con segni universali.

[Gen.] Algebra deriva dall'arabo Al-giabr, Restaurazione di cose rotte o mozze, senso che ancora ritiene la voce spagnuola, ovvero Restituzione di quantità sottratte: propriamente Il ridur positivi tutti i termini d'una equazione aggiungendo ad amendue i membri quantità eguali a quelle che in uno di essi dovevano sottrarsi. È contro la regola che l'accento posi in questa voce sull'articolo arabo.

Nei trattati arabi la parola Algebra è generalmente accompagnata dall'altra Almucabala, che significa Opposizione o Confronto, e dicevasi del Render più semplice una equazione, cancellando quantità eguali in entrambi i membri. (V. Rosen, Libri, Chasles.) = Gal. Comp. 14. (C) E questa operazione… intendesi essere la regola d'uno de' capitoli di algebra, cioè de' censi eguali al numero. [Val.] Borghin. Disc. 3. 253. Io accennai la voce Arcibra ed Algorismo, con le quali già le chiamavano.

2. Algebra cartesiana. Agnes. Inst. 1. 1. (Gh.) L'analisi delle quantità finite, che comunemente chiamasi algebra cartesiana, è un metodo con cui, trattando quantità finite, si sciolgono i problemi; cioè da certe quantità e condizioni date e cognite si viene in cognizione d'altre incognite e che si cercano per mezzo di alcune operazioni e metodi.

3. E per Aritmetica. Borgh. Fir. Disc. 329. (M.) La maniera antica nostra del notare questi numeri, che si facea, come fanno ancora i maggiori mercatanti con lettere alla romana, e non con queste nuove note, che chiamano d'arcibra, ovvero d'abbaco.

[Val.] Soldan. Sat. 2. Se tu te gli opponesti nell'arcíbra, E mostrassi ch'egli erra nel raccolto D'una somma e nel peso d'una libra, Non saresti da tal periglio sciolto. (Arcíbra per la rima.)
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: alfine, alfista, alfiste, alfisti, alfonso, alfredo, alga « algebra » algebre, algebrica, algebricamente, algebriche, algebrici, algebrico, algebrista
Parole di sette lettere: alfredo « algebra » algebre
Vocabolario inverso (per trovare le rime): glabra, labbra, lucidalabbra, stringilabbra, ebbra, lebbra, libbra « algebra (arbegla) » sottoalgebra, celebra, ricelebra, concelebra, tenebra, ottenebra, palpebra
Indice parole che: iniziano con A, con AL, iniziano con ALG, finiscono con A

Commenti sulla voce «algebra» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2019 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze