Dizy - dizionario

login/registrati
contest - guida

Informazioni utili online sulla parola italiana «asprezza», il significato, curiosità, sillabazione, frasi di esempio, definizioni da cruciverba, definizioni storiche, rime, dizionario inverso. Cosa vuol dire.


Asprezza

Utili Link
Significato su Dizionari ed Enciclopedie online
Hoepli | Sabatini Coletti | Treccani
Informazioni di base
La parola asprezza è formata da otto lettere, tre vocali e cinque consonanti. In particolare risulta avere una consonante doppia: zz. Divisione in sillabe: a-spréz-za. È un trisillabo piano (accento sulla penultima sillaba).
Frasi e testi di esempio
»» Vedi anche la pagina frasi con asprezza per una lista di esempi.
Esempi d'uso
  • Gennarino si è rivolto con asprezza verso Adalberto.
  • Non sono riuscito a bere il limoncello per la sua asprezza.
Non ancora verificati:
  • Non trovo giusto che Marina tratti con tanta asprezza sua suocera, che la aiuta sempre.
Citazioni da opere letterarie
Arabella di Emilio De Marchi (1888): «Faccian pure la causa! — rispondeva mentalmente colla solita asprezza il signor Tognino, come se qualcuno fosse lì a sentirlo. — In quanto ai signori Borrola, che vantano delle pretensioni, son curioso di sapere su che cosa appoggiano le loro speranze. È tutta rabbia, è tutto veleno, perché ho scoperto il loro giochetto e ho strappato Lorenzo ai loro intrighi. Faccian pure, ma non si lascin trovare da me in un momento cattivo.»

L'isola di Arturo di Elsa Morante (1957): Ella per istinto aveva incominciato a dibattersi debolmente, quasi illusa davvero di potersene fuggir via. E un simile tentativo disperato fece ridere mio padre ancora di più. - È finita! - egli ripeté, con asprezza fanciullesca, tenendola facilmente con un braccio solo, come in una morsa, - non sono più quei tempi che scappavi e ti nascondevi per non incontrarti con me: eh, non credere che me ne sia scordato, guagliò! te le farò pagare tutte, stanotte!

La coscienza di Zeno di Italo Svevo (1923): Vero è che non dubito io non sia stato impedito di abbandonare quella casa dalla convinzione che troppo presto sarebbe cominciata per me la notte ancora peggiore delle cinque notti che l'avevano preceduta. Io che finalmente avevo la chiarezza, sentivo ora un altro bisogno: quello della pace, la pace con tutti. Se avessi saputo eliminare ogni asprezza dai miei rapporti con Ada e con tutti gli altri, mi sarebbe stato più facile di dormire. Perché aveva da sussistere tale asprezza? Se non potevo prendermela neppure con Guido il quale se anche non ne aveva alcun merito, certamente non aveva nessuna colpa di essere stato preferito da Ada!
Giochi di Parole
Giochi enigmistici, trasformazioni varie e curiosità. Vedi anche: Anagrammi per asprezza
Definizioni da Cruciverba di cui è la soluzione
Definizioni da Cruciverba in cui è presente
Cambi
Cambiando una lettera sola si possono ottenere le seguenti parole: apprezza, asprezze.
Con il cambio di doppia si ha: aspretta.
Scarti
Scarti di lettere con resto non consecutivo: aspra, apre, apra, area, azza, spezza, pezza.
Parole contenute in "asprezza"
aspre, prezza. Contenute all'inverso: azze.
Lucchetti
Scartando le parti in comune (in coda e poi in capo), "asprezza" si può ottenere dalle seguenti coppie: asap/apprezza.
Usando "asprezza" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * prezzata = asta; * prezzate = aste; * prezzati = asti; dia * = disprezza.
Lucchetti Riflessi
Usando "asprezza" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * azzerata = aspata; * azzerate = aspate.
Lucchetti Alterni
Scartando le parti in comune (in coda oppure in capo), "asprezza" si può ottenere dalle seguenti coppie: asta/prezzata, aste/prezzate, asti/prezzati.
Usando "asprezza" (*) si possono ottenere i seguenti risultati: * apprezza = asap.
Sciarade incatenate
La parola "asprezza" si può ottenere (usando una volta sola la parte uguale) da: aspre+prezza.
Quiz - indovina la soluzione
Definizioni da Cruciverba: Aspri per il palato, Una marmellata asprigna, Aspre nei modi, Sciroppo asprigno per granite, Una bevanda aspra.
Definizioni da Dizionari Storici
Dizionario dei sinonimi - Zecchini del 1860
Acerbità, Amarezza, Acrimonia, Asprezza (in senso traslato) Acredine - L'amarezza è nell'animo e poi nelle parole; l'acerbità è ne' modi; l'acrimonia è nel carattere; l'asprezza, nell'insieme del trattare. Le prime due sono più occasionali, le seconde sono più della natura dell'individuo. Acredine dicesi d'un sapore o vizio degli umori; genera sovente l'acrimonia del carattere. [immagine]
Dizionario Tommaseo-Bellini del 1865-1879
Asprezza - S. f. Astr. di ASPRO. Nel signif. ai Sapor delle frutta acerbe, e sim. Lazzezza. Pallad. Febbr. 27. (C) Non mescolino seco nulla asprezza o agrestezza. Cr. 5. 20. 10. Anche delle pere, certe sono acerbe, lazze, e certe mature, dolci,…: imperò si dee fare che s'immezzino, e iascin l asprezza.

[Camp.] Din. Din. Mascal. III. 5. Togli vino ottimo, senza veruna asprezza, oncie 20,…

2. Per Ruvidezza o Inegualilà della superficie d'un corpo, Scabrosità. Red. Cons. 18. (Mt.) L'estremità delle palpebre, per l'afflusso di quell'umore, hanno contratto prurito, tumidezza, asprezza, senza callosità o durezza. [Cam.] Magal. Lett. Scientif. 80. Il lungo studio sulle varie asprezze de' veli. E 121. Da questo primo risalto in su, ripiglia la sua naturale asprezza.

T. Asprezza e Asprezze del terreno.

[Cont.] G. G. L. Mont. lun. Il termine e confine, che divide la parte illuminata della luna dall'oscura, col mostrarsi anfrattuoso, merlato e tortuoso, è uno degli argomenti potentissimi e necessariamente concludenti la asprezza della superficie lunare. Bal. Ant. Er. 17. Bisogna prima che il piano, per il quale deve camminare la macchina semovente, sia duro, non inclinato, e eguale, acciocchè le ruote sue premute non si profondino, e non siano impedite da qualche asprezza.

3. E per estens. [Cam.] Magal. Lett. Scientif. 69. Mi sentiva fare una forza alle palpebre e venirmi, com'un certo prurito, ed asprezza d'occhi.

In senso sim. T. Cresc. 6. 62. La regolizia, tenuta sotto la lingua, mitiga la sete, e l'asprezza della lingua e del gozzo.

4. Per Ruvidezza considerata come opposto di Morbidezza; Qualità di ciò che è rigido. Volg. Ras. (C) Ratto nascimento di capelli, e spessezza, e nerezza, e crespezza, e grossezza, ed asprezza; tutte queste cose significano la complessione calda.

[Cont.] G. G. N. sci. VI. Esterni ed accidentali impedimenti, dico di asprezza e gravità di corda, di girelle, e di stropicciamenti nel volgersi intorno al suo asse.

5. Riferendosi a luogo vale Salvatichezza. Ott. Com. Inf. 13. 240. (C) Poichè l'autore hae descritta l'asprezza del bosco,… [Val.] Ar. Sat. 7. Piuttosto di' ch'io lascerò l'asprezza Di questi sassi, e questa gente inculta, Simile al luogo, ov'ella è nata e avvezza.

6. Trasl. Rigidezza, Durezza, Rigorosità. Petr. son. 120. (C) Se per sua asprezza, o mia stella, n'offende, Sarem fuor di speranza, e fuor d'errore. Mor. S. Greg. Questo santo uomo sempre considerava l'asprezza della sentenzia di Dio. E appresso: Recògli dinanzi gli amici che 'l consolassero, e poi gli commosse in asprezza di villania. T. Amm. Ant. volg. 161. Fabio diceva che 'l beneficio dato duramente e con asprezza, sì era come pane petroso; lo quale ricevere all'affamato è per necessitade, avvegnadiochè sia molesto.

7. T. Atto o Parola aspra o severa. Liv. 315. Sp. Oppio raguna il senato, e piacque loro che alcuna asprezza non fosse fatta. – Mi disse di molte asprezze. Sans. Conc. Polit. Non è gran cosa che un principe, usando spesso asprezza o severità, si faccia temere. Perchè i sudditi hanno facilmente paura di chi gli può rovinare e sforzare con facile esecuzione. Ma io lodo molto coloro che col fare poche asprezze ed esecuzioni sanno acquistare, conservare nome di terribili e severi. Il plurale dice gli atti, il singolare, l'abito.

8. T. Ruvidezza di modi.

9. [Camp.] Per Fierezza. Avv. Cicil. 44. Molta sollecitudine mette così in privati tradimenti, come in apparenti assalti con asprezza d'armi.

10. Per Ferocia. Sannaz. Arcad. Egl. 5. (M.) E li fieri animali Lascin le loro asprezze, e i petti crudi.

11. Per Austerità, Disagio. Filoc. 2. 343. (C) Perchè era giovine, e non uso d'alcuna asprezza. Pass. 10. Dicevano che non potrebbe sostenere l'asprezza dell'Ordine.

12. [Val.] Detto di Stagione vale Rigidezza, Rigore. Guicc. Stor. 1. 89. Per fuggire l'asprezza di quella stagione, sarebbero obbligati di fermarsi. = E lib. 8. (C) Dalle imprese che erano proposte, ogni dì si scusava, ora coll'allegare l'asprezza della stagione, ora col dimandare assegnamento.

13. [Val.] Intensita. Bele. Prat Spir. 256. In che modo tant'asprezza di freddo non hai sentita?

14. [Val.] Povertà. Fortig. Ricciard. 9. 102. Tal'è la pace e tale è l'allegrezza, Che si ritrova in quella loro asprezza.

15. [Camp.] Asprezza di vita, per Penitenza, o Vita penitente. Avv. Cicil. II. Oss. Se i peccati commessi con asprezza di vita non si puniscono per voi medesimi…

16. Per Castigamento, Mortificazione. Fav Esap. M. 39. (Man.) C'insegnano uccidere, con l'asprezza del corpo, il maladetto seme di lussuria, gola, accidia…

17. [Val.] Ripidezza. Frescob. Viagg. 125. Appresso questo monte si è un altro monte, ma non vi si può andare per l'asprezza del luogo.[Cam.] Salv. Disc. 1. 99. Quella è della voluttà, che conduce in orride balze, e precipizi; questa della virtù, che superate le prime asprezze, ad un vago e delicato colle ne guida.

18. [Camp.] Asprezza, fig., per Irritamento occasionato da un medicamento a qualche membro. Din. Din. Mascal. III. 4. Mettilo (l'unguento) nelle nari, acciò che raddolcisca quell'asprezza che avrà fatta quella purgazione.

19. [Camp.] † Donare asprezza di guerra, per Offerire occasione di aspre guerre. Aquil. II. 17. Questo paese dona benefizio di pace, ed asprezza di guerra.

20. [Cont.] Contrasto di colori troppo spiccato. La. Pitt. IV. Congiungendo le parti estreme delli due colori vicini, acciò unendosi non cagionino una certa asprezza che offenderebbe l'occhio se vedesse un colore posto immediatamente vicino all'altro senza contemperarsi assieme.
Navigazione
Parole in ordine alfabetico: aspra, aspramente, aspre, aspretta, asprette, aspretti, aspretto « asprezza » asprezze, aspri, asprigna, asprigne, asprigni, asprigno, asprina
Parole di otto lettere: asprette, aspretti, aspretto « asprezza » asprezze, asprigna, asprigne
Vocabolario inverso (per trovare le rime): grezza, agrezza, magrezza, allegrezza, prezza, deprezza, apprezza « asprezza (azzerpsa) » disprezza, scaltrezza, destrezza, attrezza, disattrezza, sicurezza, insicurezza
Indice parole che: iniziano con A, con AS, parole che iniziano con ASP, finiscono con A

Commenti sulla voce «asprezza» | sottoscrizione

Scrivi un commento
I commenti devono essere in tema, costruttivi ed usare un linguaggio decoroso. Non sono ammessi commenti "fotocopia" o in maiuscolo.

Per inserire un commento effettua il login.


 
Dizy © 2013 - 2022 Prometheo Informativa Privacy - Avvertenze